PDA

Visualizza la versione completa : [POLLINA] Esistono centrali a BIOGAS efficenti per chi ne dispone in grandi quantità?



toch
08-01-2011, 14:42
Come da titolo vi chiedo, ad oggi, sapete se esistono centrali a BIOGAS che funzionano bene con pollina?
Aziende che le produzono o che ne stiano sviluppando la tecnica?

Sono un allevatore che dispone di grandi quantità di pollina e non sarebbe niente male riuscire generare biogas da queste grandi quantità....

accise
09-01-2011, 14:36
Avevo visto, un paio d'anni fa se non ricordo male, un servizio su Report che mostrava come gli allevatori (al nord mi pare) diversificassero la loro attività costruendo un termovalorizzatore di pollina per fare energia elettrica da vendere. Mi ricordo anche che tutto ciò era MOLTO inquinante (causa azoto) ma remunerativo.
Comincia da lì: vai sul sito di report e sfoglia le varie inchieste degli anni passati. Magari riesci a contattare qualcuno di quegli allevatori per farti dire le ditte che operano in questo campo.
Spero di esserti stato utile.

toch
09-01-2011, 17:17
Molte grazie, cercherò!
Però io sarei molto più interessato ad impianti a BIOGAS/digestori e non di trermovalorizzatori.

Solar
11-01-2011, 12:24
Come già saprete la % di pollina utilizzabile dipende dalla miscela della biomassa utilizzata, la concentrazione non può superare i 4,5 g / l. NON esistono tecnologie in grado di produrre biogas con concentrazioni superiori, in quanto NON parliamo di tecnologie bensì di esseri viventi che metanizzano i substrati.
L'unica soluzione è quella di levare l'azoto(strippaggio ecc ecc) dalla pollina e poi ne puoi utilizzare una % molto piu alta, ma comunque devi levare l'azoto.

fragiba
11-01-2011, 14:42
ho trovato questo:

http://www.convegnobiogas.com/pps10/Relazione%20ATRES%20Info%20Biogas%20(13.01.2010)%2 0var_3_ita.pdf

Mauro1980
22-01-2011, 09:51
E perché invece non pensi ad un impianto di gassificazione toch?

c'è una società bresciana che ne sta costruendo uno in provincia di Brescia che funziona a pollina

toch
22-01-2011, 09:58
E perché invece non pensi ad un impianto di gassificazione toch?

c'è una società bresciana che ne sta costruendo uno in provincia di Brescia che funziona a pollina

Ciao, un impianto a biogas in pratica è un gassificatore! Al quale è collegato un generatore di corrente alimentato col gas prodotto per trasformarlo in energia elettrica....

La società bresciana come si chiama? BTS per caso?

Mauro1980
22-01-2011, 10:04
Ciao Toch

L'impianto a biogas non è un gassificatore, ma è un impianto di digestione anaerobica, dove la degradazione della sostanza organica avviene per opera di microrganismi, è un processo biologico.

La gassificazione è invece un processo chimico, o meglio termochimico, non intervengono i batteri, ma reazioni termochimiche che usando come reagenti catene complesse portano alla formazione idrocarburi più semplici come il CH4.

Sono due processi nettamente differenti

Non mi piace fare pubblicità sui forum (anche perché non ho nessun interesse) per cui se vuoi posso inviarti il nome in privato.

toch
22-01-2011, 10:27
grazie della precisazione! se vuoi manda pure!

Mauro1980
22-01-2011, 10:44
Ti ho inviato il messaggio privato Toch ;)

toch
22-01-2011, 10:48
grazie mille!
:bye1:

fede87
22-01-2011, 12:35
a salizzole, in provincia di verona c'e un?impianto a pollina,produce 1MWh

Mauro1980
22-01-2011, 12:54
Quale tecnologia usa Fede, combustione, gassificazione?

fede87
22-01-2011, 14:10
utilizza la gassificazione..

Mauro1980
22-01-2011, 14:57
Non voglio obbligarti a farlo (ci mancherebbe altro ;) )ma potresti dirci il nome (anche in privato) della società che ha seguito la commessa? progettazione e costruzione

WTR
23-01-2011, 12:12
Della pollina in un biogas non devi tenere conto solo della concentrazione ma anche della presenza di antibiotici che andrebbero ad inibire il processo.
Secondo me un biogas è una "macchina" più delicata ma che si adatta a diversi tipi di alimentazione, un gassificatore lo devi tarare su un prodotto specifico.

per fede87 e Mauro1980,
potreste per favore mandarmi un pm con i nominativi delle rispettive ditte. grazie

Mauro1980
23-01-2011, 12:48
inviato WTR, facci sapere che notizie hai

apperol
04-02-2011, 19:52
per quello che ho visto la quantità di pollina che si può usare non dipende dall'impianto in se, ma dal fatto che la biologia non tollera un livello troppo alto di azoto, quindi se ne può usare solo insieme ad altre biomasse che abbassino il valore medio di azoto

apperol
04-02-2011, 19:54
Della pollina in un biogas non devi tenere conto solo della concentrazione ma anche della presenza di antibiotici che andrebbero ad inibire il processo.
Secondo me un biogas è una "macchina" più delicata ma che si adatta a diversi tipi di alimentazione, un gassificatore lo devi tarare su un prodotto specifico.

per fede87 e Mauro1980,
potreste per favore mandarmi un pm con i nominativi delle rispettive ditte. grazie

Scusa se mi permetto WTR ma il biogas a parere mio non è assolutamente una macchina, ma più un processo. è la biologia che ne fa il funzionamento, non la meccanica
su questo equivoco si vedono in giro tante cose fatte male

WTR
15-02-2011, 00:24
sono stato frainteso, conosco bene il funzionamento di un biogas era solo per usare un termine diverso che comunque l'ho inserito fra le virgolette...

iciodebby
15-02-2011, 13:08
Scusate ma il nome delle ditte credo che si possano scrivere pubblicamente, poi magari si evita di fare commenti di chi lavora meglio o peggio...o no?

Sose
05-03-2011, 13:06
a salizzole, in provincia di verona c'e un?impianto a pollina,produce 1MWh
Però mi sembra che non produca corrente ma immetta direttamente il gas depurato

rottweiler12
10-03-2011, 09:31
Il genere di impianti a cui ti riferisci è disponibile ormai da anni e sono tutti efficienti allo stesso modo. Per quanto ne so il piu efficiente è il sistema che utilizza il motore ciclo otto perchè più flessibile e con meno necessità di mantenimento del contenuto energetico del gas rispetto alla turbina, oltre che per un maggior rendimento specifico.
I rendimenti del ciclo otto sono simili per tutti gli impianti, biogas o no, e sono di circa il 90%. Da ricordare che il biogas ha contenuto energetico di circa il 60% rispetto al metano (9,59 kw/mc) ed ha una curva energetica un pò meno affidabile.

Mauro1980
10-03-2011, 10:12
I rendimenti del ciclo otto sono simili per tutti gli impianti, biogas o no, e sono di circa il 90%

90%, ma 90% rispetto a cosa? :shocked:

rottweiler12
10-03-2011, 10:42
rispetto alla quantità energetica introdotta, sommando termico ed elettrico.

Mauro1980
10-03-2011, 11:13
mostrami un esempio perché tendo a crederci poco, ma un applicazione reale non numeri buttati lì

rottweiler12
10-03-2011, 11:45
I numeri non sono buttati lì semplicemente. Se vuoi ti posso citare il caso di un condominio di modena che sfrutta un cogeneratore (stavolta a gas) installato da almeno 4 anni che ha un rendimento termico + elettrico medio dell'88%, ulteriormente migliorabile con l'adozione di una unità a condensazione. In pratica un mc di metano rende in energia fruibile caldo + elettrico circa 8,5 kw, su queste potenze, sbilanciate a favore del termico (circa 60% del totale) rispetto all'elettrico (il rimanente 40%) I rendimenti di cui ti parlo sono dichiarati su alcune schede tecniche distribuite dal produttore.

fabiuz
15-03-2011, 09:40
comunque sia il biogas è assolutamente interessante come tecnologia a mio avviso. vale la pena iniziare a prenderlo in seria considerazione

Sose
15-03-2011, 19:16
Io ho trattato con uno studio che mi garantisce che riesce a far andare un impianto a sola pollina. Mi ha detto che ne aveva uno che ha funzionato per 15 anni poi è stato smontato. Che fare? Le banche vogliono garanzie (e anche io) e quando sentono "pollina" storcono un po' il naso.

ecio
22-06-2012, 22:02
ti conviene fare un impianto con caldaia a gassificazione e turbina orc...se può interessare ti darò qualche info...
ciao

toch
24-06-2012, 10:06
Ciao!
mi interessa! tra l'altro vorrei vederne almeno uno in funzione con i miei occhi....

Sose
24-06-2012, 11:33
ti conviene fare un impianto con caldaia a gassificazione e turbina orc...se può interessare ti darò qualche info...
ciao

Si grazie, anche perchè non ho ben presente il funzionamento, e da quel che ne so io nella mia zona (verona) non hanno autorizzato nessuno di questi impianti.

Mauro1980
25-06-2012, 16:38
Sose,

C'è un impianto a gassificazione della pollina funzionate?
Giusto per esser precisi, caldaia a gassificazione non significa niente, può essere caldaia a syngas con gassificatore a pollina

romonco
05-07-2012, 09:18
Della pollina in un biogas non devi tenere conto solo della concentrazione ma anche della presenza di antibiotici che andrebbero ad inibire il processo.
Secondo me un biogas è una "macchina" più delicata ma che si adatta a diversi tipi di alimentazione, un gassificatore lo devi tarare su un prodotto specifico.

per fede87 e Mauro1980,
potreste per favore mandarmi un pm con i nominativi delle rispettive ditte. grazie

Carissimi,
mi occupo di produzione di biogas e stiamo costruendo un impianto industriale ad Augusta in Sicilia.
L'impianto di produzione di biogas (brevetto Italiano bistadio) utilizza Pollina + siero + alghe + altri scarti e tra un paio di mesi potrete seguire direttamente online i dati di produzione.
il sito del progetto (tra poco spero in via di rimodernamento) è Biowalk4Biofuels (http://www.biowalk4biofuels.eu)
la pollina possiede un rapporto C/N abbastanza basso ma con l'integrazione di altre biomasse di scarto che le realtà agro-industriali hanno sempre nei dintorni si fa funzionare.
La questione antibiotici è vera ma essendo il nostro impianto bistadio non dovrebbe risentirne.
L'ingresso al nostro impianto è di circa 1 ton/giorno con un 35% di secco coadiuvato da siero ed alghe.
Aspettando gli incentivi speriamo di commercializzare l'impianto entro un anno.

Mauro1980
05-07-2012, 15:34
siero di latte? quali alghe, quelle che si raccolgono in spiaggia dopo le mareggiate?

Sulzer1
09-07-2012, 21:02
Premettendo che ci sono caseifici che da anni producono biogas con il siero in eccesso, che gli antibiotici sono un problema sporadico perchè i protocolli attuali tendono a evitarli e mettono in quarantena gli allevamenti costretti ad adoperarli . C'è anche una previsione economica ? E' stato redatto un business plan? In quale regime di agevolazione funzionerà l'impianto? O è finanziato percentualmente da incentivi pubblici tali da non poter accedere a incentivi ?

Mauro1980
09-07-2012, 21:52
Sulzer, da padano quale sei, m'insegni che il siero è meglio usarlo per nutrire i suini piuttosto che buttarlo in un digestore, è materia nobile, è il latte separato dal caglio, quindi NON E' UN RIFIUTO, ma UNA RISORSA preziosa

Mi parlate di quest'impianto che funzionerebbe ad alghe e pollina? quali alghe sono? da coltura o quelle delle mareggiate?

Quando inzieremo ad alimentare quest'impianti di biogas SOLO CON RIFIUTI?

Sulzer1
10-07-2012, 20:45
Nell'Europa delle quote latte esistono equilibri che neanche immagini, nella nostra regione ci sono fattrici che dopo aver allattato i vitellini producono per mesi latte che ufficialmente non può entrare in nessun circuito alimentare, in altre siero di latte di bufala in eccesso anche dopo aver alimentato i vitelli. Bisogna poi averli i vitelli per alimentarli, se ti guardi un po' attorno vedrai che la nostra zootecnia è allo sfascio e il siero anche dalle tue parti esce dai caseifici per andare lintano con altre applicazioni . Le alghe sono una matrice di alimentazione ma sono prodotte dell'impianto, se ho capito bene, nel senso che coltivano kelp e lactuca fertilizzandoli in parte con i reflui in acqua di mare e dopo averli raccolti li fermentano . L'uno e l'altra sono presenti in quei fondali per cui non corrono il rischio di stravolgerne l'ecosistema