PDA

Visualizza la versione completa : Fai da te Confido in voiiii



Mannauz
30-12-2011, 18:49
Ciao a tutti. Mi sono iscritto ora ed essendo il mio primo forum, probabilmente, chiederò cose già chieste...abbiate pazienza.....Ora vi spiego: abito in un posto sperduto dove non arriva la corrente. L'estate me la cavo abbastanza bene con un pannello solare e una batteria da 12V 120a. Premetto che la mia esigenza di corrente è minimalista. Alcune luci da 12v e carico con un'inverter il pc, i cellulari e ovviamente un'autoradio per la musica. Il mio problema è l'inverno e ora è il momento di risolverlo. Ho visto in vendita piccoli generatori idroelettrici da 120w e credo che per me sia il massimo e mi son chiesto perchè non costruirmelo??? Con le mani ci sò fare ma la teoria mi sfugge. Insomma, 100metri a monte di casa mia ho una sorgente che da novembre e giugno mi offre tutta l'acqua che voglio (ovviamente ora come ora non ve la sò quantificare). Nei pressi di casa ho un precipizio di una decina di metri. Pensavo di usare un tubo di pvc del 32 di diametro, ottenere il massimo salto possibile e misurare alla fine quanta pressione ottengo (non mi ricordo cosa si collega al tubo x rilevare questa informazione). Ovviamente passerà del tempo prima di vederlo funzionare ma voglio iniziare a raccimolare i pezzi al minor prezzo possibile, ovviamente. Ho visto quelle turbine pelton di poco costo ma che caratteristiche deve avere il generatore o alternatore al quale si collega?? va bene un'alternatore di una macchina??? di qualsiasi macchina??? Vi prego non riempitemi di formule. E per creare il getto all'estremità del tubo cosa si usa??? Il cavo elettrico che dalla turbina risale verso casa provoca dispersione di corrente in base alla lunghezza??? Tra il generatore e la batteria serve qualche altro regolatore tipo quello del pannello solare??? Per ora mi posso fermare qua. grazieee a tutti voi per l'eventuale aiuto.....ma...ce la posso fare????

buran001
31-12-2011, 01:06
Ciao e benvenuto,prima di tutto devi misurare la portata dell'acqua,se non é tanta basta un bidone di capienza conosciuta,deve essere abbastanza grande per riempirsi in qualche decina di secondi e un cronometro (alias telefonino con tale funzione) se é un ruscello meglio usare uno stramazzo,anche rettangolare poi si affina la misura.

Per il salto é meglio misurarlo,sarebbe inutile farti acquistare un manometro di precisione che poi dopo non ti servirebbe quasi a nulla,poi se vuoi ricordati che ogni 10 metri di salto sono poco meno di 1 atm,piu metri di salto riesci a fare meglio é!

Serve anche la lungezza totale della condotta,e ricorda che non conta la pendenza o inclinazione ma il salto in metri finale tra il pelo dell'acqua di monte e quello di valle dove ci sarà la turbina.

Quando hai questi due dati allora si può ipotizzare qualcosa, come il tipo di tubo e diametro da utilizzare,turbina e la potenza ricavabile,nonche la fattibilità, praticamente si ricava il tutto,

Il cavo elettrico ovviamente piu é lungo piu disperde,per rimediare si aumenta la sezione del rame e di conseguenza il costo, se vuoi la puoi mettere anche a 500 metri ma ti costa e non conviene,la sezione si alcola in base alla lunghezza, alla tensione di utilizzo,alla potenza massima di trasporto e alla temperatura media di posa ,nonche dal tipo di posa del cavo, questo vale sempre e non sarebbe tuto.

Auguri di buon 2012!!!
Ciao

Mannauz
31-12-2011, 09:14
Grande!!! semplice e chiaro!!!! Mi organizzo e in tempi non brevissimi ti/vi farò sapere. Grazieeee e auguroni...