PDA

Visualizza la versione completa : Caldaia e Pellet o a legna?



MsGiogia
09-03-2015, 16:51
Buongiorno a tutti, è la prima volta che scrivo.. E' arrivato il momento di pensare all'impianto di riscaldamento e ci troviamo davanti a un bivio.. Casa mia è sviluppata su tre piani +lavanderia e si parla di un circa 13 termosifoni (dico circa perché siamo in fase di ristrutturazione) ed è di 40 m2 per piano.. parlando con un rivenditore è saltato fuori che potremmo utilizzare il Conto Termico dato che sostituiamo la termocucina che c'era, ma il rivenditore quando abbiamo parlato di pellet (nostra prima scelta) ci ha detto che ci converrebbe orientarci su una a legna da 35Kw con un puffer essendo meno costoso il legno.. Il mio problema è la praticità, se siamo fuori tutto il giorno per lavoro no avrà poco senso? Spero in consigli preziosi!!! :)

davide.ferlito
09-03-2015, 19:43
La caldaia a legna Froling, non ricordo il modello, credo che abbia l'automatismo d'accensione.

Lore_
09-03-2015, 21:07
Ciao msgiogia, oramai quasi tutte le austriache hanno l'avviamento automatico anche nelle caldaie a legna, chi di serie e chi come optional, ma se il tuo problema è solo che stai fuori per un solo giorno, ricordati che tutte le caldaia con un impianto ben dimensionato si possono far partire una sola volta al giorno anche senza avviamento automatico (te lo dice uno che ha una caldaia a legna con avviamento automatico)

MsGiogia
09-03-2015, 21:14
Ma cosa si intende con avviamento automatico?

Dott Nord Est
09-03-2015, 21:19
secondo me, in una caldaia a legna, è una cosa che non serve assolutamente a nulla.....

Lore_
09-03-2015, 21:34
L'avviamento automatico è la possibilità di far partire la caldaia senza nessun intervento manuale, la carichi e poi imposti l'ora di partenza oppure parte quando c'è richiesta (il puffer per esempio si è abbassato sotto una certa soglia e allora parte la caldaia).
Comunque la caldaia la devi sempre caricare, poi puoi decidere di farla partire magari qualche ora prima del tuo rientro a casa fruttando le rese della caldaia più alte rispetto al puffer fintanto ti serve e poi il resto ti carica il puffer

MsGiogia
09-03-2015, 21:51
Un'altra domanda.. le caldaie a legna a fiamma inversa riducono il consumo di legna? nella casa di prima che era sui 100 m2 vedevo che con il caminetto ventilato ci andavano via circa sugli 80q di legna.. E' vero che ora la casa è più grande, ma impostandola con una caldaia e avendo cappotto interno ed infissi nuovi dite che resterò su quella cifra o di meno?

Dott Nord Est
09-03-2015, 22:25
la resa di un caminetto ad aria è enormemente più bassa di una caldaia a fiamma inversa
si parla di decine di ql in meno.....

FaGa86
10-03-2015, 07:04
Buongiorno Giorgia. Perché 34 kw a legna? La legna è tua? Hai lo spazio per lo stoccaggio? Se vuoi aumentare l'autonomia della caldaia a legna punta su più litri di puffer (spazio permettendo). Ti consiglierei anche un sistema in climatica per aumentare rendimento totale impianto. Ricordati sempre che molte volte non è la caldaia che fa la differenza ma l'impianto.

leone sandri
10-03-2015, 09:43
Considera bene l'impegno che comporta andare a legna altrimenti potresti "stufarti" presto, deve essere una scelta consapevole non dettata da altri.

MsGiogia
10-03-2015, 10:12
Infatti personalmente ero più orientata al pellet sembrandomi più "autonoma" ma mi spaventa anche il fatto che sia più soggetta a problemi di funzionamento a detta di qualcuno..

FaGa86
10-03-2015, 12:56
Dipende dal pellet che si utilizza, quando tempo si dedica alla pulizia caldaia ecc ecc. Malfunzionamento di cosa?

Cigli0
10-03-2015, 14:19
Con quello che costa la Froling mi prendo na macchina !

MsGiogia
10-03-2015, 15:30
Ma che poi incide tanto il costo del pellett? Se io facendo un esempio con una caldaia a legna spendo 1000 (comprandola a 11 al q però) quanto andrò a spendere di pellett? 1400?

Lore_
10-03-2015, 15:41
Ciao MsGiogia, se riesci a trovare pellet medio decente a 4 € al sacchetto sono circa 26/27 € al quintale, vedi tu la differenza

Lore_
10-03-2015, 15:49
Con quello che costa la Froling mi prendo na macchina !

Ne conosco diversi che girano con "macchinoni" e poi in casa hanno 17/18° e dicono di trovarsi bene così perchè con una t più alta in casa "non stanno bene" :spettacolo:

Dott Nord Est
10-03-2015, 18:32
io giro in "macchinone" e ho 21° in casa.......:spettacolo:

MsGiogia
10-03-2015, 18:53
Volendo lo spazio per la legna salta fuori.. La caldaia vorremmo metterla il un ex officinetta da coibentare.. ora il mio dubbio è lo spazio per il puffer che da quello che ho letto dovrà essere sui 1500l.. :bored:

FaGa86
10-03-2015, 19:22
1500 litri in base a cosa? Quanti KW servono al tuo impianto? Quanti kg di legna con una carica completa potrebbe bruciare la caldaia che vuoi acquistare? Climatica si o no? Se vuoi molta autonomia di carica devi mettere abbastanza puffer per permettere nella stagione fredda di caricare una volta sola al giorno la caldaia.

MsGiogia
10-03-2015, 19:52
Il rivenditore ci consigliava di prendere una caldaia sui 35Kw ma non abbiamo ancora deciso che modello.. Sto ancora cercando di capire che caratteristiche è meglio prendere in considerazione nell'acquisto.. Scusa la mia TOTALE ignoranza in materia ma non ho idea di cosa voglia dire climatica.. potresti spiegarmelo?

MsGiogia
10-03-2015, 19:59
Ma nella peggiore delle ipotesi andare su un'onnivora? che svantaggi potremmo avere (ovviamente prezzo a parte)

FaGa86
10-03-2015, 20:27
Se non sbaglio da quello che ho letto la tua casa in totale è 120 metri quadri. Quindi o abiti in cima al monte bianco o il venditore che ti ha proposto la 35 KW non sa nemmeno dimensionare in modo giusto la potenza richiesta dalla tua abitazione e quindi indirizzati verso un impianto corretto. La climatica è un sistema automatico di regolazione di mandata acqua all'impianto in base alla T esterna e alla T in casa (simile al climatizzatore automatico di un'automobile)

MsGiogia
10-03-2015, 20:52
è che con la lavanderia (che comprende una taverna) diventano 160m2 da scaldare e mi pare di aver capito che 13 radiatori comunque non sono pochi e dove abbiamo chiesto ci hanno sempre indirizzato almeno su un 32Kw.. dici che siano troppi?

Dott Nord Est
10-03-2015, 20:59
ora come ora, con cosa scaldi?

FaGa86
10-03-2015, 21:05
Beh 32 KW sono tantini.

MsGiogia
10-03-2015, 21:34
Non scaldo questo è il problema.. abbiamo comprato la casa da un'anno e mezzo ma la stiamo ancora ristrutturando.. c'era una vecchia termocucina che speravamo di usare ma non è più utilizzabile.. a detta dei vicini lui la usava più come stufa per il soggiorno e per l' acqua sanitaria.. una cosa che mi sono dimenticata di dire è che la caldaia dovrà produrci anche l' acqua sanitaria in maniera da non dover dipendere dal gas..

MsGiogia
10-03-2015, 21:36
Con lui intendevo l' ex proprietario..

FaGa86
11-03-2015, 06:53
Buongiorno MS. Intanto posso farti alcune domande: di che zona sei? Riscaldamento tutto a radiatori? Stai facendo una ristrutturazione? Se si hai chiesto a chi segue i tuoi lavori se sei obbligato a mettere anche i pannelli solari termici (dipende dall'esposizione della falde del tetto ecc ecc). Se pensi di scaldare tutta casa compresa anche la produzione di ACS io non andrei oltre i 20 kw, non capisco la scelta del venditore di proporti una 34 kw a meno che lui non sappia qualcosa che a noi non hai ancora detto. Poi in più dovresti avere un APE e una legge 10 rilasciata con la vendita della casa. Per quanto riguarda la produzione di ACS potresti orientarti verso almeno 4 modi differenti: puffer pipe in tank, puffer tank in tank, boiler esterno oppure piastra di scambio esterna. Il tutto dipende dalla durezza del tuo acquedotto e se sei obbligato oppure no all'installazione di pannelli solari.

MsGiogia
11-03-2015, 15:20
La classe energetica della casa era molto bassa dato che le finestre avevano un solo vetro e non c'era isolamento che abbiamo fatto noi (aveva la penultima classe solo grazie alla termo cucina).. anche se stiamo ristrutturando non abbiamo toccato niente per cui servisse una DIA..quindi niente pannelli per ora dato il costo.. la casa si trova vicino a Udine in classe E. Tutta l' abitazione verrà scaldata a radiatori..

Dott Nord Est
11-03-2015, 18:13
Ms...
ma hai deciso se pellet o legna ?

MsGiogia
11-03-2015, 18:51
Credo che opteremo per la legna..

Dott Nord Est
11-03-2015, 20:39
che misure hai disponibili per il vano caldaia?

MsGiogia
11-03-2015, 22:37
è una officinetta che non è molto grande.. sarà 4x4..

Dott Nord Est
12-03-2015, 05:25
beh, in 4x4 puoi fare un bellissimo impianto a legna..... le misure sono più che giuste.
vi siete fatti pure un'idea di budget disponibile ?

MsGiogia
12-03-2015, 08:33
Ma quindi 32Kw sono troppi?

MsGiogia
12-03-2015, 09:48
Rettifico.. mi sa che è 3x3.. :preoccupato:

Dott Nord Est
12-03-2015, 14:01
se monti caldaia a pellet, si sono troppi.
se monti caldaia a legna, centra molto meno, perchè il surplus lo accumuli (in puffer dimensionato) per poi recuperarlo a caldaia spenta.

Paky1981
18-03-2015, 18:37
ho già scritto altre volte sul forum , per via della mia caldaia da 92 kw per 250 mq. Ho finito i miei 52 quintali di Nocciolino e ora mio padre mi ha procurato circa 50 sacchi di pellet che sembrerebbe avere una buona resa, ma una cosa non mi convince la composizione dichiarata. Che ne dite???????????????????????

FaGa86
18-03-2015, 18:55
Certamente che con una caldaia da 92 kw e quindi enormemente sovradimensionata per casa tua anche con un pellet scarso ti sembrerà di avere una buona resa. Il pellet è certificato? Non mi sembra. Com'è la cenere che fa?

Paky1981
18-03-2015, 19:03
La cenere e' di colore grigio chiaro, certificazione dn1, ma non ci credo in quanto tutti possono stampare un marchio sul sacco di plastica. A me serviva un parere sulla composizione Allegata è normale che ci possa essere arsenico???"?

Paky1981
18-03-2015, 19:13
Il consumo del mio mostro e' di circa 50 kg di nocciolino al giorno ,in giornate più fredde saliamo. Ho un impianto a pavimento che si estende su due piani ogni uno di circa 120 mq , temperatura 20,5 gradi. Ho installato un puffer combi tre con doppia serpentina da 500 litri ma sicuramente ne dovrò installare qualcun altro . Vorrei portare a trenta kg al dì il consumo l'unico modo è installare altri Puffer??????????????

FaGa86
18-03-2015, 19:14
Se non ricordo male la certificazione ENplus indichi anche la presenza di Arsenico e altri elementi chimici in water free (wf) cioè in assenza di acqua. Mettere un po di più di puffer non farebbe male però dovresti anche pensare (se possibile) far fermare e ripartire la caldaia. Conta che in modulazione la tua caldaia modula a 30 kw (se modula fino al 30%) quindi hai sempre una potenza spropositata impegnata. Il consumo quindi resterà sempre alto dovuto al fatto della troppa potenza della caldaia.

Paky1981
18-03-2015, 20:02
Quindi la composizione del pellet che ho preso e' normale non è' pericolosa per la salute?????????? L'ingegnere della società costruttrice mi ha fatto eliminare la fase di modulazione dicendo che non serve, quando la temperatura scende sotto i 62 gradi la caldaia riparte, mentre la temperature del puffer e' impostata a 57 gradi??????? Corretto??????? Inoltre ho notato che la temperature del puffer scende facilmente , si può affiancare un puffer da 1500 litri anche seNORD EST mi ha consigliato almeno altri 2500 litri. Tu che mi dici

FaGa86
18-03-2015, 20:18
Ma 57 mi sembra un po basso. La caldaia potrebbe arrivare tranquillamente a 75/80 gradi. Ma un sistema anticondensa è presente? A che T è impostata la caldaia? Si in effetti 1500 litri andrebbero bene ma 2500 sarebbero l'ideale. La certificazione Enplus per legge impone di avere anche quei valori sull'etichetta prodotto. Se il reale valore scritto è quello non è pericoloso.

Paky1981
18-03-2015, 20:23
Ho un impianto a pavimento che vuole acqua max 40 gradi. La caldaia e' impostata a 62 gradi mentre il puffer a 57 gradi. Secondo te con altri 1500 litri riduco il consumo a 30 kg al giorno pellet/nocciolino

FaGa86
18-03-2015, 20:31
Per migliorare l'impianto dovresti: aggiungere del puffer, sistema anticondensa, se possibile climatica. Tutti sistemi impiantistici che migliorerebbero il tuo impianto. Che rendimento ha la caldaia? Perché i 30 kg al giorno di consumo significa anche avere una caldaia ad alto rendimento.

Paky1981
18-03-2015, 20:36
Che intendi per rendimento?

Dott Nord Est
18-03-2015, 20:41
la % di resa della caldaia

Paky1981
18-03-2015, 20:43
Booooooooooooo, dove posso capirla???????

Dott Nord Est
18-03-2015, 20:44
dalla certificazione della caldaia

FaGa86
18-03-2015, 20:45
L'azienda costruttrice solitamente da una resa in % della caldaia.

luciopro75
19-03-2015, 06:44
Ciao MsGioia,
pensa bene alla scelta pellet legna....
E' vero che risparmi, ma secondo me ti devi fare un bel mazzo!!!!!!

Io già mi stanco con il pellet, figuriamoci con la legna.

ciao

Lore_
19-03-2015, 09:02
Ciao luciopro75, hai ragione, c'è da mettersi in testa che il risparmio è dovuto tutto principalmente dal tempo che uno è disposto a dedicare al proprio impianto.
Più tempo dedichi con sistemi più "manuali" e semplici, caldaia a legna, spaccare legna ecc più risparmi, se non vuoi nessun tipo di sbattimento vai a metano, non muovi un dito e paghi le bollette quando arrivano (anzi si possono pagare da sole anche quelle).

biomassoso
19-03-2015, 11:19
@Lore
ma perchè deve essere tutto o bianco o nero?
esistono anche altre tonalità di colore fra questi 2 opposti :bored:

Lore_
19-03-2015, 11:24
No scusa hai ragione, l'avevo sottointeso che è proporzionale al tempo che uno intende dedicare, partendo in sequenza da legna, poi pellet e metano ecc

mgc
19-03-2015, 16:44
Giogia: Il puffer non sembra proporzionato bene. Devi considerare 70 Lt. per KW/h. Ovviamente è difficile dire se sono i KW giusti!. A quel prezzo conviene la legna. Se anche hai un 40% di resa in più con il pellet, ce ne vuole per arrivare ai tuoi 11 al Ql. Nel tuo esempio, risparmieresti 500 Euro con la legna. L'automatismo della caldaia a legna funziona. Esperienza personale. Carichi la caldaia prima di uscire, abbassi il termostato e lo fai ripartire secondo convenienza. La temperatura del puffer fa partire la caldaia quando si abbassa al livello preimpostato. La gestione legna è la parte più faticosa e da valutare; anche i pellet a sacchetto non scherzano, però. La facilità e comodità del pellet si avvertono quando disponi di silos e carico automatico.