PDA

Visualizza la versione completa : Logika 35KW, alcune domande/scambio esperienze



doppiaemme
27-10-2015, 23:56
Ciao a tutti,

ho da poco fatto installare una MCZ Logika Refill da 35 KW abbinata ad un puffer da 800Lt (con ACS pipe-in-tank, lo volevo più grande ma non ci stava in altezza nel locale tecnico).
Il tutto deve alimentare due appartamenti, totale circa 280mq, isolamento medio, zona climatica E.

Sarei curioso di sapere, da altre esperienze, quali siano i consumi di pellet giornaliero di altri utenti per una caldaia di simile potenza e il numero di accensioni ottimale che la caldaia dovrebbe fare, se ben impostata.

Al momento ho circa 5/6 accensioni al giorno con solo metà riscaldamento attivo e siamo ancora in autunno, a me sembrano un po' tante.




Altra domanda a margine... qualcuno è a conoscenza di un sistema anche fai-da-te per monitorare una caldaia di questo tipo a distanza (via LAN/Internet)?

Dott Nord Est
28-10-2015, 06:14
- per i consumi, dipende dal fabbisogno dell'abitazione (e se vuoi farti un conteggio casalingo, basta che tu abbia lo storico degli anni passati con il combustibile precedente)
- per le accensioni, dipende da come è impostata e da come utilizzi l'impianto (ad esempio se prelevi acs 5 volte al giorno, e la sonda NTC è impostata con isteresi bassa, avrai più riaccensioni)

se vuoi opinioni da un'utente che la usa da due anni, con un'abitazione che sembra la fotocopia della tua (due fratelli, due abitazioni, unica centrale termica), contatta "policeaida" . Ecco la discussione: http://www.energeticambiente.it/termocamini-e-caldaie/14746268-scelta-caldaia-pellets-automatica.html
Se non riesci a farti rispondere, perchè è tanto che non entra, fammi sapere in pvt che ti dò la sua email dove contattarlo.

doppiaemme
02-11-2015, 12:19
Grazie Dott., ho appena mandato un MP a policeaida, vediamo se risponde.

sui consumi, l'anno scorso non faceva testo, la caldaia a metano si è rivelata avere dei grossi problemi per cui i suoi consumi non erano normali.

Per quanto riguarda il numero di accensioni io ho l'impressione che la temperatura di mandata della caldaia sia troppo bassa (quindi il puffer è <= a quella).
Immagino che aumentando questa temperatura dovrebbe aumentare l'effetto volano.
La sonda è nella parte bassa e fa partire la caldaia a 45°.
I prelievi di ACS sono 2/3 docce al mattino più usi quotidiani di minore entità.

Ma per avere un'idea, 5/6 accensioni al giorno sono normali o sono ritenute eccessive?
Il fatto è che non ho alcuna idea di quale sia il range di cosa è ancora nella norma e cosa non lo sia, sia come consumi che come nr. di accensioni.

Comunque ho già chiesto al tecnico di venire questa settimana per rivedere insieme i settaggi.

policeaida
02-11-2015, 14:12
Ciao, io mi trovo bene, infatti come faceva notare Dott non entro da un bel po'...
I nostri impianti sono quasi identici, qualche mq in più (320) e pipe in tank da 1250l.
Noi però abbiamo anche 8mq di solare termico che ci permettono di spegnere completamente l'impianto da maggio a settembre compresi, quest'anno dall'accensione (26/9) abbiamo consumato sicuramente meno di 20 sacchi.
I consumi per quanto riguarda lo scorso anno sono stati di 260 sacchi, nella mia casa siamo 2 adulti, da mio fratello sono in 4 con un neonato, infatti il mio consumo è stato il 30% del totale, ho speso solo 275€ per riscaldamento ed acqua sanitaria!
A proposito che tipologia di riscaldamento hai? Noi a pavimento + scaldasalviette nei bagni, se dovessi ricomprare lavatrice e lavastoviglie cercherei quelle con ingresso "caldo", anche se non ne ho sentito parlare benissimo finora.
Per quanto riguarda il numero di accensioni ricordo che inizialmente ci sembrava fossero troppe, poi abbiamo modificato un parametro che riguarda il rage di temperature di avvio, mi sembra sia l'isteresi; poi sinceramente non ho più fatto caso al numero di accensioni.
Qualche problemino ce l'abbiamo avuto:
-la sonda lambda si è rotta ed è stata cambiata in garanzia
-una volta si è bloccata la coclea, l'abbiamo smontata e rimontata noi, probabilmente c'erano delle impurità nel pellet, nonostante fosse certificato
-la caldaia gestisce anche il solare termico (e questo è positivo), ha i contatti per comandare una valvola 3 vie pensata per mandare l'acqua nel puffer ad altezze diverse a seconda della stagione, ma in realtà non riesce a comandare la valvola, così la cambiamo noi a mano. Non è una cosa indispensabile, ma utile per evitare di riscaldare 1000 litri a bassa temperatura con il solare quando ne basterebbero 300 ad una temperatura maggiore.

doppiaemme
02-11-2015, 15:09
grazie policeaida,

i tuoi consumi mi sembrano ottimi, almeno, io ci metterei la firma per 260 sacchi!
Io non ho ancora il solare ma lo metterò dopo che rifaccio il tetto. Ho in più preso il puffer con un serpentino aggiuntivo perchè vorrei rifare il camino e metterne uno idro che alimenta anch'esso il puffer.
La differenza del mio impianto è che metà è stato ristrutturato, quindi un piano con il riscaldamento a pavimento ed un altro piano con i radiatori.
E' chiaro che tutto radiante è più efficiente...

Hai idea di quali siano i parametri che hai sul puffer? tipo temperatura dell'acqua, temperatura della sonda, isteresi ecc?
e, domanda ovvia, che temperatura impostate in casa?

policeaida
02-11-2015, 15:54
Avevo pensato ad idrostufa/idrocamino, ma alla fine ho rinunciato, ho una caldaia che fa quello "di lavoro" e con una buona efficienza, non ha molto senso che ci attacchi una cosa che è stata adattata per fare quello.
Se vorrò mettere una stufa/camino (ho già la canna fumaria) li metterò "classici" per godermi il fuoco della legna più che per scaldare.
Appena riesco ti comunico i parametri, ma credo dipendano molto dall'impianto, l'unico intervento che faccio io 2 volte l'anno per ottimizzare il funzionamento è questo:
-d'estate sposto la sonda della caldaia in un foro alto del puffer e imposto T a 65°, in questo caso la caldaia interviene solo quando il solare non ce la fa a far arrivare a 65° la parte alta del puffer
-d'inverno sposto la sonda in basso e metto la T a 55°
Abbiamo una centralina climatica, solitamente impostata a 20°, ma le temperature interne sono solitamente sopra i 21-22 negli ambienti dove stiamo di più, troppo per me ma mai abbastanza per la moglie.
La struttura della casa è del 94, cappotto da 12cm, buoni serramenti e lana di vetro nel sottotetto, siamo arrivati in classe A credo grazie alla caldaia a fonti rinnovabili.

doppiaemme
02-11-2015, 16:22
Il termocamino sarebbe una cosa in più, voglio comunque mettere un inserto perchè il camino aperto non serve a nulla e penso di metterlo idro, così quando va fa due cose insieme.

Lo spostamento della sonda è per avere maggiore precisione?
Io non ho messo la climatica ma ho installato il termostato NEST di Google che fa auto apprendimento e ha una funzionalità interessante che si chiama TrueRadiant e tiene conto dell'effetto volano del pavimento radiante.

ti ringrazio in anticipo per i settaggi quando ce li avrai disponibili.