Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 10

Discussione: Ho comperato un appartamento che di fatto non ha il soffitto!

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Ho comperato un appartamento che di fatto non ha il soffitto!



    Buonasera amici forumisti,
    ho ereditato un appartamento all'ultimo piano di una palazzina d'epoca ed ho un grosso problema di isolaizione termica, facendo un sopralluogo ho constatato di fatto l'appartamento non ha il soffitto in massetto o laterizio, ma é composto da una lastra di cartongesso, sopra di esso è stata messo della lana di roccia (meno di 10 cm.) poi ci sono delle travi (alte 20 cm. e larghe 10cm.) che di fatto sorreggono ed assi di legno che fungono da pavimento al sottotetto che é calpestabile ma non abitabile, lo spazio tra il cartongesso e le assi di legno che fanno il pavimento al sottotetto ci sono circa 40 cm.
    Purtroppo il della palazzina è di vecchia fattura ed il tetto non è coibentato e difatti il sottotetto è caldissimo in estate e freddissimo in inverno ed ovvimente il caldo o il freddo arriva senza troppi "ostacoli" nel mio appartamento che è un forno in estate ed un frigo in inverno.
    Il sottotetto ha circa una superfice di circa 120 mq. ma io andrei a fare questo intervento solo sulla metà del che è sopra il mio appartamento.
    Stavo guardano le varie tipologie di isolazione e mi sono fatto fare dei preventivi di insufflaggio tramite cellulosa, oppure pensavo di mettere altri strati di lana di roccia/vetro sempre tra il cartongesso e le travi e magari sopra le assi mettere dei pannelli di Xps da 5 cm., potrebbe essere un idea?
    Chiedo un consiglio disinteressato perchè ovviamente chi ti deve vendere qualcosa non lo è.....E la tecnica migliore e possibilmente economica per cercare di rendere più caldo in inverno e fresco in estate l'appartamento, a me interessa solo l'isolazione termica.
    Ho scattato un paio di foto, nella prima si vede l'altezza totale la misura è stata presa dal cartongesso fino alla fine della trave, nella seconda si vede lo spazio tra il cartongesso e l'inizio della trave che sono circa 20 cm. e si vede bene anche la lana di roccia.
    Un grazie a chi mi dedicherà del tempo.




  2. #2
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    a me sembra che ci sia della lana di vetro, il lavoro che hanno fatto quando lo hanno fatto sicuramente ha migliorato le cose,direi
    che se sopra le assi non ti serve come deposito, metti 10 cm di lana di roccia in rotoli, altrimenti pensare di insufflare qualcosa di leggero
    sotto le assi, se pallini di polistirolo in estate fa poco, la cellulosa non ho idea di quanto pesi,se non è un lavoraccio schiodare le tavole
    puoi incastrare dei pannelli leggeri xps

  3. #3
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Prima di tutto grazie per la risposta, hai ragione ho sbagliato è lana di vetro, per il discorso di insuflaggio ti spiego come voleva operare chi mi ha fatto il preventivo, praticamente visto che ci sono 20 cm. tra il cartongesso e le assi, lui diceva che avrebbero fatto dei buchi nelle assi ed avrebbero riempito il cartongesso, e a suo dire non ci sarebbe problema visto che la fibra di cellulosa pesa poco, lui mi ha anche detto che potrebbero usare della lana di roccia o di vetro, non ricordo esattamente, ma me l'ha sconsigliata in quanto si comporta peggio in estate della fibra di cellulosa.
    Domanda, secondo voi il soffitto in cartongesso può portare il peso di circa 20 cm., allego una foto con le specifiche dell'intervento di insufflaggio della cellulosa ed il costo dell'intervento è più di 2.000€.
    Altra domanda, se la cosa fosse fattibile, sarebbe sbagliato andare ad installare sopra le assi di legno dell'isolante come tipo qullo suggerito da pox, avrebbe senso, doppia isolazione?

  4. #4
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Tecnicamente non é sbagliato, dipende dall’uso che si vuole fare del solaio , se si vuole lasciare calpestabile o meno , preferirei l’insufflaggio di cellulosa in modo da aumentare la densità , come si evince dalla scheda che hai postato , nel migliore dei casi si riesce ad arrivare al doppio della densità ( kg/m3 ) quindi maggiore capacità di sfasamento in regime estivo , mentre la trasmittanza U rimane invariata tra posa libera e insufflaggio
    Impianto fotovoltaico 18x230WP Qcells Q.pro G2 - Inverter ABB PVI 4.2 - esposizione 240 gradi Sud-Ovest - 2600 gradi giorno / Temperatura progetto -7

    La miglior fonte di energia alternativa é il risparmio energetico

  5. #5
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Il controsoffitto alla peggio fai presto a rinforzarlo aumentando i tiranti che lo legano alle travi, quindi dato che ci sei, tanto vale che riempi quella intercapedine. La cellulosa si presta bene. Se poi ti accorgerai che non basta, vai di rotoli di lana di roccia stesi sull'assito del sottotetto, che puoi velocemente fare anche in fai da te, se non ho capito male sono 60m2, poca roba.

  6. #6
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie mille delle vostre riposte, ma ho delle novità!
    Ieri sono andato alla fiera di Bolzano Klimahouse e la prima cosa che ho fatto è stato parlare con un consulente professinista messo a disposizione per gli utenti della fiera, una volta spiegata la situazione mi ha consigliato in assoluto di mettere dei rotoli di lana di roccia ad alta densità almeno di 130 kg/m3 o + (che comunque sono il doppio della cellulosa) a suo dire l'insufflagio è una cosa valida ma più per un discorso invernale, a me interessa più per l'estate dove il sottotetto è un forno e di conseguenza anche l'appartamento, ed allora devo mettere una cosa che abbia desità e "peso" e per questo motivo mi sconsigliava anche l'xps che ha si densità ma non ha peso, ma proprio per rallentare il più possibile il passaggio del calore, ora non ricordo il nome tecnico di questo fenomeno.
    Lui mi diceva di togliere il cartongesso da sotto ed inserire della lana di roccia tra le travi, tanto avevo spazio, o in alternativa, visto che quando mi ha detto di togliere il cartongesso ha visto la mia faccia poco convinta di demolire l'appartamento, mi diceva di togliere le assi da sopra e fare lo stesso lavoro, o in alternativa lasciare tutto com'è e mettere la lana sopra le assi come diceva Top.
    Domando a voi, come accennato l'insufflaggio mi costerebbe circa 2.500€, la lana di roccia alta densità con pannelli alti 10 cm. o magari 2 strati da 5 cm. a intreccio, comunque ha un costo di circa 2.000€ e non volevo spendere così tanto, anche se sarebbe il massimo.
    Anzi a tal proposito se avete da consigliarmi ditte o altro sarei più che felice e che magari abbiano un buon rapporto qualità/prezzo.
    Cosa mi dite?

  7. #7
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    se vuoi spendere poco devi di fare tu il lavoro, compri i rotoli di lana di roccia e li stendi sul solaio, però il caldo estivo lo
    puoi tenere a bada per qualche giorno poi prima o poi entra, se hai paura del caldo ti occorre anche un climatizzatore,
    non so se esistono dei rotoli con la lana di roccia così pesante al limite sarà in pannelli, non so se l'esperto ti abbia consigliato
    bene

  8. #8
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie ancora, si ovviamente immagino che il caldo prima o poi penetra l'idea era di creare una barriera e comunque diceva la lana di roccia a pannelli, comunque l'unica soluzione sia poi dotare l'appartamento di un condizionatore, a proposito, domanda stupida un condizionatore tipo il Pinguino De longhi fa qualcosa, oppure è meglio fare un impianto con unità esterna con uno o due split ecc.?
    Allego anche una sezione del sottotetto così si capisce meglio gli spazi utili.

  9. #9
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    unità esterna è meglio e lo puoi utilizzare anche per scaldare con un buon rendimento,nel contro soffitto di spazio utile ce ne è
    bisognerebbe capire quanto peso può portare e si può anche aggiungere dell'isolante, la cellulosa pesa 30-40 kg al m3 neanche
    tanto e si comporta meglio della lana di roccia col caldo

  10. #10
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da pox1964 Visualizza il messaggio
    unità esterna è meglio e lo puoi utilizzare anche per scaldare con un buon rendimento
    Essendo un appartamento un appartmento ad uso turistico, ho molta più gente che viene in estate che in inverno direi un 90-10%, il fatto di poter riscaldare è relativo.
    nel contro soffitto di spazio utile ce ne è
    bisognerebbe capire quanto peso può portare e si può anche aggiungere dell'isolante, la cellulosa pesa 30-40 kg al m3 neanche
    tanto e si comporta meglio della lana di roccia col caldo
    Mannaggia è l'opposto di quello che mi ha detto il consulente alla fiera, a suo dire la vera differenza la fa la densità ed il peso del materiale e la lana di roccia avendo una densità di circa 120-130-150 kg/m3, il caldo fa più fatica ad arrivare nell'appartamento.

  11. RAD

Discussioni simili

  1. Impianto a soffitto o termosifoni
    Da loggo77 nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 16-12-2018, 17:29
  2. Isolare il soffitto
    Da atorchia nel forum Isolamento e Sistemi Passivi
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 11-07-2018, 16:53
  3. riscaldamento a soffitto
    Da hazzard77 nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 06-12-2015, 09:50
  4. soffitto rovente
    Da edmondo nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 19-06-2009, 21:20
  5. Impianto radiante a soffitto
    Da fede71 nel forum Ho comperato un appartamento che di fatto non ha il soffitto!Solare TERMICO
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 31-10-2007, 12:43

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •