Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 18 su 18

Discussione: OT: organizzazione raccolta firme

  1. #1
    Amministratore

    User Info Menu

    Predefinito



    In attesa della prima versione della lettera ecco già cosa sono riuscito a organizzare:

    Abbiamo il massimo appoggio dai ragazzi di ecoage che ci mettono a disposizione le loro conoscenze in fatto di raccolta firme (quella sui biocarburanti è stato un buon successo) e ci forniscono gratuitamente tutta la piattaforma che sarà facilmente inseribile in qualsuiasi sito internet in pochissimi minuti.
    Tutte le firme che arrivano da tutti i siti vengono di fatto raccolte immediatamente in un unico database che allegheremo poi alla lettera.

    Penso sia importante raccogliere firme prestigiose da inserire in uno spazio in evidenza, di politici e gente conosciuta. Stò pensando, oltre al maggior numero possibile di scienziati ENEA e INFN, di contattare il sindaco di Grottammare, il presidente della provincia Ascoli-Piceno che conoscono bene e hanno già appoggiato i quantum.

    Inoltre la raccolta firme si potrà cercare di inserire (anche solo come link) sul forum di Grillo, su disinformazione, e su testate giornalistiche locali della campania e di chiunque ne abbia volontà/possibilità (ovviamente anche sul sito Rainews)

    Insomma i canali sono tanti e già in parte attivi per cui diamoci dentro con la lettera che prima è pronta prima si parte.
    Io direi di rimanere con tempi stretti e dare al massimo un mese per la raccolta firme.

    Che ne pensate?

    Roy

    Edited by eroyka - 24/10/2006, 08:38

  2. #2

    User Info Menu

    Predefinito

    Sarebbe utile, insieme alla lettera, allegare credo una piccola raccolta di documentazione, o almeno dare un link che permetta di raggiungere documenti come ad esempio il rapporto della Deninno o dei Quantum.
    Poi, dovrebbero essere informati oltre ai Quantum anche del Giudice e la Deninno, no?

  3. #3
    Amministratore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao,
    certo hell. Ovviamente daremo tutte le indicazioni del caso.
    Avvertire del Giudice e De Ninno è ovviamente d'obbligo ma oltre loro anche tutti gli scienziati che hanno in qualche modo partecipato ai lavori sulla FF sarebbe ottimo se si attivassero e aderissero. Anche nel gruppo dell'NSCMNS spero di avere un bel pò di adesioni. I quantum o germano, conoscendoli dal vivo potrebbero sicuramente fare da collegamento.

    Ma, almeno una prima bozza di lettera, è necessaria per presentarsi... anche per tutti gli altri gruppi.

    Avanti tutta!!
    Roy

  4. #4
    Ospite

    Predefinito

    io proporrei di usare il servizio di petitiononline.com e di scrivere la lettera in due/tre lingue, potremmo raccogliere mooolte firme... infine credo che un mese sia troppo poco, magari sarebbe meglio darsi 2/3 mesi di tempo in modo che la cosa si diffonda per bene... per la documentazione, credo che basti inserire il link a questo sito, o magari aprirne uno nuovo, magari fatto col modello dei wiki, specificamente dedicato all'argomento e un poco più accessibile: qui avete dei contenuti bellissimi ma serve qualcosa di più sintetico e meglio organizzato per uno che non ne sa niente e vorrebbe capire qualcosa, non è che tutti hanno tempo e voglia di spulciarsi 3000 thread...

  5. #5
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ripeto il messaggio che ho inviato nella sezione sulla disinformazione e nucleare

    al congresso radicale c'è stato un (solo) intervento in cui è stata nominata la fusione fredda!!!!!!!!!!

    conoscendo il carattere dei radicali questo è un tipico esempio di battagia che deve essere condotta


  6. #6
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    sull'ultimo numero di Le Scienze, che è dedicato completamente all'energia, c'è anche un quarto di facciata che parla di FF e di sonofusione. Mi sono detto: "Che bello", perchè non pensavo ci spendessero neanche una riga, poi lo ho letto e ho visto che sbolognano in due righe la FF dicendo che non funziona senza portare nessun argomento. Secondo voi non sarebbe da spedire un'e-mail anche a loro e dirgli le cose come stanno (sperando che poi la pubblichino poi sul numero di dicembre)?
    Il problema è che guardando le lettere che ci sono ho visto che sono tutte del Professore Tizio o del Ricercatore Caio. Come posso io, comune mortale, fra l'altro di 16 anni, inviare una mail e sperare che mi ascoltino?

  7. #7

    User Info Menu

    Predefinito

    Il problema reale è che si dovrebbe raccogliere della documentazione fatta seriamente e poi sbatterla in faccia a tutti usando tutti mezzi di comunicazione disponibili (disponibili anche a diffondere), a partire da internet.

  8. #8
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    b'è, il rapporto 41 di De Ninno e di Del Giudice non è documentazione seria?

  9. #9

    User Info Menu

    Predefinito

    Il rapporto 41 dimostra che c'e' produzione di elio, ma non dimostra che la FF è applicabile per la produzione di energia. Insomma dice che qualcosa c'e' ma non promette nulla in termini pratici.
    E giocando su questo fatto è possibile in parte ignorare la cosa.
    Ma se si trovasse un modo, ben documentato, di dimostrare che è possibile produrre energia in abbondanza, allora in quel momento non si potrebbe piu' ignorare la FF.
    Intedevo dire questo.

  10. #10
    Amministratore

    User Info Menu

    Predefinito

    Buon giorno ragazzi,

    Vi volevo aggiornare su quanto stiamo facendo.

    La lettera per la raccolta firme arriverà a breve ma nel frattempo stiamo preparando una lettera in cui chiediamo un incontro con Pecoraro Scanio proprio al fine di perorare la causa della fusione fredda.
    Questa lettera sarà nelle mani di scanio il 12 di questo mese.

    Vi farò sapere degli sviluppi. Inoltre entro fine mese (ma spero quanto prima) pubblicheremo anche la raccolta firme on line.

    Grazie a tutti di seguirci e appoggiarci e ringrazio in particolare quanti ci hanno mandato email di supporto e vicinanza.

    Roy

  11. #11
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (Hellblow @ 6/11/2006, 21:59)
    Il rapporto 41 dimostra che c'e' produzione di elio, ma non dimostra che la FF è applicabile per la produzione di energia. Insomma dice che qualcosa c'e' ma non promette nulla in termini pratici.

    Purtroppo quello è in effetti il messaggio che passa.

    La realtà è che chi ha le basi per poter analizzare tecnicamente un tale lavoro NON PUO' evitare di fare le seguenti considerazioni:

    1) Il Rapporto41 dimostra che oggi non esiste più il problema della replicabilità del fenomeno eccesso di calore. Di conseguenza non può più essere messa in discussione la non-rilevabilità / non-riproducibilità del fenomeno

    2) Dimostra che QUANDO c'è eccesso di calore c'è ANCHE produzione di He4. Questa è la CHIAVE. E' il dettaglio che fa di questo documento LA PIU GRANDE SCOPERTA DELLA STORIA MODERNA DELL'UMANITA. Perchè?
    Semplice, si dimostra che:
    - Il fenomeno è di origine NUCLEARE, in quanto entra nella 'scatoletta' un elemento (Deuterio) e ne esce UN ALTRO, l'ELIO. Avviene quindi una trasmutazione, anzi, una FUSIONE di 2 nuclei di D in uno di He4 .
    - NON PRODUCE ALCUNA RADIOATTIVITA'. E' COMPLETAMENTE pulito!
    - NON PRODUCE scorie o scarto inquinante. L'elio infatti è leggero e si disperde in alta atmosfera, dalla quale lascia spontaneamente la terra perchè sfugge alla gravità.
    - NON OCCORRONO mega-impianti industriali per realizzare un reattore a FF. Basterebbe una scatola da scarpe per alimentare un appartamento.
    - Il COMBISTIBILE usato è Deuterio, un isotopo dell'Idrogeno che si ottiene per DISTILLAZIONE dell'ACQUA
    - Il processo di preparazione del combustibile LIBERA OSSIGENO in atmosfera come prodotto di 'scarto'!

    3) L'impatto di tale tecnologia sulla economia attuale della nostra civiltà è DEVASTANTE (in positivo per molti, mortale per i pochi che tengono in pugno il mondo).

    Credo che questo ultimo punto sia il motivo perchè siamo ancora qui a discuterne. :sick:


  12. #12
    Amministratore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Rik!

    Come si fa a non quotarti!! :wub: :woot:

    Hai capito tutto... ora sei completamente libero :ph34r: (tratto da un film...)

    Roy

    P.S. io aspetto il testo che tu sai... so che il tempo è sempre poco ma fai uno sforzino... GRAZIE!!!


  13. #13

    User Info Menu

    Predefinito

    Si però c'e' sempre quel discorso del rendimento energetico da vedere bene.
    Il punto è che sappiamo benissimo tutti che anche un rendimento del 200% non basta, per nostra incapacità di convertire bene il calore. Credo che sia questo il vero ostacolo. Altrimenti saremmo in grado effettivamente di mostrare un possibile utilizzo del sistema.

  14. #14

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve a tutti,

    CITAZIONE
    Si però c'e' sempre quel discorso del rendimento energetico da vedere bene.
    Il punto è che sappiamo benissimo tutti che anche un rendimento del 200% non basta, per nostra incapacità di convertire bene il calore. Credo che sia questo il vero ostacolo. Altrimenti saremmo in grado effettivamente di mostrare un possibile utilizzo del sistema.

    Caro Hellblow,

    quella che sottolinei e' certamente una questione aperta; tuttavia credo che la sua rilevanza possa essere secondaria, al momento, rispetto allo spirito della petizione.
    Penso che la prima cosa da sottolineare sia che un fenomeno di tale portata non possa' non ricevere la giusta attenzione scientifica, popolare e imprenditoriale. Lo sfruttamento dell'eccesso di calore e' un problema essenzialmente ingegneristico (come ricordava anche Elettrorik in un recente post di risposta a francobattaglia, descrivendo l'efficienza del primo esperimento di Fermi con la sua 'pila atomica'); e' certo peculiare, ma l'ingenuita' chel'impresa scientifica ha dimostrato nella storia recente e' tale da renderci quantomeno ottimisti su una sua risoluzione [peraltro, come sai il COP che citi non e' certo il piu' alto registrato o registrabile; a quanto ne so (fonte: P. Gluck, conferenza di Grottammare 2005) esso puo' essere anche 10 volte superiore, almeno per il set-up Fleischmann-Pons]. Quello dello sfruttamento efficente e' un risultato che attendiamo, e che presuppone un diffuso interesse e un lavoro di ricerca concertato e collettivo; non certo viceversa [il viceversa corrisponde alla 'fase tre', secondo l'immagine di R. Germano: quando funzionera' anche sotto quel punto di vista, la massa dira' che 'funziona ma e' vecchia']. Sfortunatamente, i fenomeni LENR sono ancora nella fase di accettazione nella percezione comune, e sebbene una dimostrazione pratica del loro sfruttamento accelererebbe assai questo processo e sarebbe indubbiamente benvenuta, non e' necessaria (ammesso che sia sufficiente...) - mentre e' decisamente necessario il risultato del gruppo di Frascati.
    Per questo ci dobbiamo mobilitare.

    Un caro saluto,
    Mangoo

  15. #15

    User Info Menu

    Predefinito

    a mio modesto parere il discorso non è SE la FF esista o quanto renda.
    La FF esiste ed è un fenomeno riproducibile con guadagno energetico (anche quando il guadagno fosse uno sarebbe un risultato straordinario)

    il fatto che ad oggi il guadagno non permette di autosostenere la reazione non vuol dire nulla. gli studi in materia sono stati boicottati con ogni mezzo e nonostante tutto si sono ottenuti risultati che la comunità scientifica preferisce ignorare.

    perchè?

    rik ha colto nel segno.

    l'informazione così come la ricerca, sono, sono state e probabilmente saranno sempre nelle mani di chi ha il potere, i soldi, il petrolio ecc. ecc. ecc.
    questo significa che sebbene potenzialmente con una cella a ff grossa come una bottiglia di cocacola, ci potrebbe campare una famiglia per 500 anni, i su citati finanziatori della ricerca e dell'informazione ne sarebbero penalizzatissimi e nel loro petrolo ci potrebbero fare il bagno.
    quindi se la fusione fredda esplodera'(come tecnologia) sarà solo e soltanto grazie a qualche privato che con una botta di culo imbroccherà la strada giusta. a quel punto credo io che convenga rendere publica la cosa... provare a venderla o a brevettarla potrebbe significare rischiare la vita.
    si forse è un ragionamente estremizzato ma la FF avrebbe degli effetti estremi sull'economia dell'energia... e quindi anche le forze in gioco potrebbero essere estreme.

  16. #16

    User Info Menu

    Predefinito

    Certamente è vero che una presa di coscienza da parte di organi competenti può accelerare molto il processo di studio delle LENR, ma è anche vero che secondo me ci troviamo nel classico caso del cane che si morde la coda. Insomma:

    "Io posso dare la mia attenzione nel caso in cui tu dimostri che la cosa è veramente applicabile e non è una semplice curiosità da laboratorio. Fino ad allora non ti finanzio nulla e considero la cosa inattendibile, sebbene sia cosciente che tu questa applicabilità, senza i mezzi che io non ti fornisco finchè tu non dimostri quanto ti ho chiesto, so che non puoi dimostrarmela."

    Insomma, per sfondare un muro ci vuole qualcosina di un po piu' consistente di un martello da 100 grammi.

    Questo intendo dire e le riviste scientifiche danno atto di questo fatto comportandosi come sappiamo ed ignorando quindi qualsiasi dimostrazione di fenomeni nucleari, chimici o quanto vogliamo.
    Purtroppo la FF è ormai vista come qualcosa di bacato, ed è difficile convincere che le cose non sono cosi', specie se di mezzo ci sono nomi che hanno dimostrato questo fatto.

    Ma supponiamo che si possa presentare un lavoro che dimostri l'applicabilità e la resa di un sistema di questo tipo. Questo fatto inequivocabile costringerebbe le riviste ed i canali di comunicazione a decidere se non parlare dell'argomento mostrando chiaramente una volontà di sopprimere la cosa (sarebbe davvero troppo evidente) oppure rivedere le proprie decisioni.

  17. #17

    User Info Menu

    Predefinito

    l'informazione in italia oramai non esiste più ma questo è un dato in linea con l'andamento internazionale. noi però abbiamo un arma potentissima...

    la rete.

    quello che manca secondo me è una organizzazione seria. che si occupa di sperimentare in modo sistematico(evitando le ripetizioni inutili e dividendo i compiti in settori) e che si occupa di finanziarsi cercando sponsor o raccogliendo fondi in altro modo.

    al dott Montanari e alla dottoressa Gatti si è cercato di tappare la bocca e privarli degli strumenti di studio. dal blog di beppe grillo è partita una raccolta che sta per raggiugere l'obbiettivo di acquistare un microscopio a scansione ambietale per permettergli di proseguire i loro studi.

    ora quello che penso io è questo.

    perchè non chiedere proprio a montanari che fra l'altro è una persona molto disponibile di concederci un po di tempo al suo microscopio per fare le analisi dei nostri elettrodi?

    lui lo usa per altri scopi... ma il fine a guardare bene... il fine ultimo è lo stesso.
    la ricerca della verità e di un futuro più sostenibile per il pianeta.

  18. #18
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    a helbow rispondo che

    ho letto i libri di Giuliano Preparata il primo e unico fisico italiano
    ad avere investito la sua carriera sulla ff e che

    per chi non lo sapesse un generatore funzionante da 1KW



    CITAZIONE (giucam @ 6/11/2006, 21:23)
    sull'ultimo numero di Le Scienze, che è dedicato completamente all'energia, c'è anche un quarto di facciata che parla di FF e di sonofusione. Mi sono detto: "Che bello", perchè non pensavo ci spendessero neanche una riga, poi lo ho letto e ho visto che sbolognano in due righe la FF dicendo che non funziona senza portare nessun argomento. Secondo voi non sarebbe da spedire un'e-mail anche a loro e dirgli le cose come stanno (sperando che poi la pubblichino poi sul numero di dicembre)?
    Il problema è che guardando le lettere che ci sono ho visto che sono tutte del Professore Tizio o del Ricercatore Caio. Come posso io, comune mortale, fra l'altro di 16 anni, inviare una mail e sperare che mi ascoltino?

    ho letto tutto lo speciale che citi

    devo dire che quando sono arrivato alle ultime pagine e ho letto che parlavano di ff

    ho pensato

    o sono pazzi o sono incompetenti

    e io credo di esserlo entranbi cioè mi spiego:

    pochi parlano di ff e nessuno sa cosa è chi ne ha sentito parlare nel lontano 89 se ne è dimenticato

    quindi perchè parlare di ff

    quale era lo scopo dello scrittore?

    io credo la solita disinformazione o una pseudo informazione in pillole.


    perchè si classificavano le fonti credo in 3 o 4 categorie e la ff era considerata "una realta'" fantascientifica ossia una fantasia quando noi tutti sappiamo che

    ci sono in corso dall'89 conferenze internazionali annuali sulla ff e non credo che in queste parlano del sesso deegli angeli.


    insomma qui è necessaria ed è arrivata l'ora di cavalcare l'onda con una cominucazione d'urto sulla ff

    e far capire che :


    se non si una è perchè non si vuole (ripeto Giuliano Preparata aveva realizzato un generatore funzionante da 1KW ma gli aspetti pratici furono messi da parte per dare da mangiare a chi si alimentava con le questioni teoriche)

    se manca una teoria e relazioni che spiegano i fenomeni è perchè mancano sufficientemente forze e impegni profusi in tale direzione.


    da quando è nata progettomeg circa 4 anni fa il sito e tutta la comunicazione intorno alla ff ha riscontrato una continua crescita

    salvo che l'informazione non trapela all'esterno ma proprio per questo credo quindi che

    vedere ff su Lescienze dimostra che tale processo è avviato anche se con velocita' magmatico.


  19. RAD

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •