PDA

Visualizza la versione completa : 5c LED



gattmes
27-06-2007, 10:31
Un led è sostanzialmente un dispositivo elettronico che emette luce (visibile e non...)<br>Elettronicamente/elettricamente è principalmente un diodo (si veda <a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=3280338" target="_blank">qua</a> )<br>Rispetto al diodo &quot;canonico&quot; presenta le seguenti differenze<br>1) caduta di tensione<br>generalmente molto più elevata (da 1.5 a quasi 4) dipende principalmente dal <b>&quot;colore&quot;</b> della lunghezza d&#39;onda emessa.. oltre che dal tipo di led (es alta efficienza, alta potenza, ecc.)<br>2) tensione inversa<br>generalmente molto scarsa (difficilmente oltre i 5V). Occorre prestare attenzione quando l&#39;impiego presenta situazioni di polarizzazione inversa (esempio uso in AC) e prendere le opportune precauzioni.<br><br>Di norma i led emetto luce monocromatica, ovvero emettono ad una ben precisa lunghezza d&#39;onda (tranne casi particolari es led bianchi)<br><br>La &quot;luminosità&quot; del led è principalmente funzione della corrente che lo attraversa.<br>Possiamo scrivere che i LEDs sono dispositivi che operano in <b>corrente</b> e possiamo considerare la caduta di tensione come un sottoprodotto.<br><br>Quindi quando si progetta con questi dispositivi è la <b>corrente</b> che va considerata come prima cosa.<br>Dal momento che di norma la sorgente è quasi sempre un generatore di tensione, bisognerà adattare/trasformare questi sorgenti in pseudogeneratori di corrente per ...&quot;pilotare&quot; il LED<br><br>------------------------------------------------------<br><br>Abbiamo visto che il LED è praticamente un diodo.<br>Lo dice il nome stesso che è un acronimo dell&#39;inglese <b>Light Emitting Diode</b>, ovvero diodo ad emissione di luce.<br><br>D Ma allora un diodo può fare la stessa cosa di un LED, ovvero è in grado di emettere luce?<br>R Beh .. in realtà &quot;diodo&quot; è una definizione generale. Esistono infatti anche delle valvole (termoioniche, vedere <a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=3301570" target="_blank">qua</a> ) che hanno la funzione/sono dei diodi, ma costruttivamente molto diversa da un &quot;1N4007&quot;&#33;&#33;&#33;<br><br>In effetti un indizio sulle differenze tra un semplice diodo rettificatore al silicio e un led lo si può ritrovare nelle caratteristiche .. sopratutto la caduta diretta Vf, notevolmente maggiore nel LED.<br>In effetti quello che cambia è il materiale... si ritrova Galio, Arsenico, Alluminio, Fosforo, Indio, ecc. (loro composti)<br><br>In pratica si crea sempre una giunzione P e N che porta all&#39;effetto diodo , non importa se il materiale di base non è il silicio ..del resto prima dei diodi al silicio esistevano quelli al germanio... al selenio, ecc.<br>Ovviamente cambiando anche il materiale base, oltre che al drogaggio, cambia notevolmente ...&quot;l&#39;energy gap&quot;,<br>quindi sostanzialmente la caduta diretta.<br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 30/6/2007, 10:11</span>

OggettoVolanteIdentificato
27-06-2007, 19:23
come piccola noticina aggiuntiva,vista la larga diffusione dei led flasher ( led lampeggianti tramite circuito esterno),la corrente ampere si puo&#39; aumentare parecchio perchè il duty-cycle,o tempo di acceso-spento,permette di far raffreddare la giunzione sebbene abbia ricevuto una intensa carica di corrente.La frequenza di lampeggìo non deve essere particolarmente elevata,pena l&#39; instabilità del led a &#39;flashare&#39;.<br>I led infrarossi hanno,invece,bassa caduta di tensione, 1 Volt circa,ma assorbono un pochino di piu&#39; per ovvi motivi di chimica interna;ottimi invece per quanto concerne le trasmissioni-luce I.R. sui 50Khz o poco piu&#39;.

eroyka
18-10-2007, 14:11
ATTENZIONE: questa sezione non è fatta per le discussioni e le richieste di aiuto ma solo per postare conoscenze tecniche. Per cui ho spostato i messaggi in un'apposita discussione (http://www.energeticambiente.it/elettronica/9941822-qui-e-solo-qui-domande-e-dubbi.html) che potrete utilizzare per domande e dubbi.
Grazie

Roy V.