annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

IL FOTOVOLTAICO CONVIENE O NO (conti alla mano)?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • IL FOTOVOLTAICO CONVIENE O NO (conti alla mano)?

    Salve a tutti, sono nuovo del forum e mi sono appena laureato in ingegneria elettrica (triennale)...ma nonostante questo mi sento moooooolto ignorante rispetto alla maggior parte di voi che avete alle spalle una grande esperienza. E&#39; da una decina di giorni che mi sono affacciato sull&#39;argomento FOTOVOLTAICO e SOLARE TERMICO che nonostante i mei studi non sono mai stati affrontati...ed è una grande pecca&#33;<br>Mi piacerebbe lavorare con il fotovoltaico e con il solare termico e, pre questo motivo, voglio capire in primis tutti i vantaggi e svantaggi. Tralascio il solare termico che mi sembra un ottimo investimento e che grazie alla 192/06 decoller&agrave; alla grande.<br><br>Parliamo di FOTOVOLTAICO. Suppooniamo che voglia installare un impianto di 3 kWp a casa mia (Bari).<br><br>Spesa prevista: 22.000 euro<br><br>Supponiamo che l&#39;impianto sia parzialmente integrato.<br>Tariffa applicata per il conto energia: 0,44 euro/kWh prodotti.<br>Supponiamo che l&#39;impianto produca circa 4000 kWh annui.<br>Supponiamo che io consumi circa 3000 kWh annui (sono la tipica famiglia media italiana)<br><br>Supponiamo di proiettarci tra 20 anni (epoca in cui Andreotti sar&agrave; ancora Senatore)<br><br>Cosa ho guadagnato?<br>per ogni anno 4000*0.44=1760euro. In 20 anni: 35200 euro. Non considero i costi di manutenzione supportati nei 20 anni.<br><br>Tra 20 anni mi sorge il dubbio che se avessi investito i 22.000 euro in titoli di stato con ottica temporale a lungo termine (interessi maggiori) ci avrei guadagnato di più.<br><br>Supponiamo che sia un pessimo investitore e abbia investito il capitale di 22.000 euro con un tasso annuo del 3,5&#37; netto (in realt&agrave; tutti sappiamo che ci si può guadagnare mooolto di + diversificando l&#39;investimento, ma supponiamo un rendimento medio basso).<br><br>Secondo la capitalizzazione composta (ossia ogni anno il 3,5&#37; si applica al capitale iniziale ed a tutti gli interessi accumulati negli anni precedenti) la formula matematica da applicare è:<br>22.000*(1+0.035)^20=43800 euro circa.<br>Si però avrei pagato sempre la bolletta nei 20 anni<br>Supposto un costo medio ponderato nei 20 anni del kWh di 0.175 euro ipotizzando che aumenti il prezzo nei prossimi anni avrei pagato 3000*0.175=525 euro all&#39;anno. In 20 anni: 10500 euro.<br><br>Quindi, alla fine dei 20 anni mi ritroverei con circa 33300 euro, poco meno dei 35200 euro guadagnati con l&#39;impainto fotovoltaico.<br><br>Posto così, mi verrebbe da dire che il fotovoltaico di certo non produce una perdita, ma non permette un guadagno. Ma ho immobilizzato un capitale di 22.000 euro, che non è il massimo.<br>Io nn vedo delle motivazioni buone per installare il fotovoltaico.<br><br>Vi chiedo.....ma dove sbaglio......so che sbaglio perchè nn può essere che il fotovoltaico non convenga.....aiutatemi voi.<br>Quali sono le prospettive?? Aspettiamo pannelli che si ripaghino in meno tempo??? Boooo<br>Grazie anticipatamente per le vostre risposte.<br><br>Piero<br><br>

  • #2
    I pannelli durano 35 - 40 anni e il costo dell&#39;energia non è probabile che segua quello dell&#39;inflazione. Usa Simulare di Alessandro e vedrai che sicuramente non ti arricchisci, ma alla fine conviene.

    Commenta


    • #3
      ...secondo me è altino il costo dell&#39;impianto...

      Commenta


      • #4
        Salve oggi è la prima volta che scrivo quindi inizio con un saluto a tutti coloro che partecipano a questo attivissimo forum.<br><br>per quanto riguarda il quesito posto da pierino84 vorrei solo far notare che all&#39;incetivo che tu hai calcolato va aggiunto il fatto che non pagheresti la bolletta. Pertanto tenendo invariati i dati da te esposti:<br><br> INCENTIVO<br>20 (anni) * 4000 (kWh/anno) * 0,44 € = 35200 € +<br><br> RISPARMIO BOLLETTA<br>20 (anni) * 3000 (kWh/anno) * 0.175 € = 10500 € =<br> ----------------<br> 45700 €<br><br>ALLA PROSSIMA<br><br>

        Commenta


        • #5
          Giusta l&#39;osservazione di sirthor..e se vogliamo essere più fiscali, considera che fra 20 anni il prezzo al Kwh difficilmente (impossibile <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/aa4024e81d12b7465df0e6fc27fcfc66.gif" alt=""> ) sar&agrave; uguale ad adesso...mi sembra che convenga, inoltre i titoli di stato non ti fanno risparmiare Co2 &#33;&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/aa4024e81d12b7465df0e6fc27fcfc66.gif" alt=""><br><br>Se con 3 Kwp produci 4000 Kwh anno mettici subito la firma&#33; Qui da me ne ricaverei poco più di 3000<br>Invece quel 0.175 mi sembra approssimato per difetto...calcolerei 0,2 euro al Kwh

          Commenta


          • #6
            giusto l&#39;appunto di sssuper<br><br>Da un&#39;analisi delle tariffe Enel relative all&#39;azienda agricola della mia famiglia, tenendo conto di tutte le voci eccetto i canoni fissi per la potenza impegnata e le adizionali enti locali (che oltretutto sono rimaste invariate) vorre proporvi questi dati:<br><br>Gennaio 2006<br><br>tariffa base: 0.0068 €<br>costi generazione: 0.0883 €<br>Componenti A, UC MCT: 0.0175 €<br>TOTALE: 0.1126 € (+ iva) per kWh<br><br>Gennaio 2007<br><br>tariffa base: 0.0068 €<br>costi generazione: 0.0970 €<br>Componenti A, UC MCT: 0.0263 €<br>TOTALE: 0.1301 € (+ iva) per kWh<br><br>pari ad un&#39;aumento del 15,5 &#37;<br><br><br><br><br>

            Commenta


            • #7
              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (pierino84 @ 16/4/2007, 19:05)</div><div id="quote" align="left">Supponiamo che sia un pessimo investitore e abbia investito il capitale di 22.000 euro con un tasso annuo del 3,5&#37; netto (in realt&agrave; tutti sappiamo che ci si può guadagnare mooolto di + diversificando l&#39;investimento, ma supponiamo un rendimento medio basso).</div></div><br>Non entro nel merito del fv perché ci sono molti ben più esperti di me in materia, però se mi dici come fare a guadagnare <u>mooolto</u><u> di più</u> del 3,5&#37; netto (in modo sufficientemente sicuro però) te ne sarei grato.

              Commenta


              • #8
                Ma la questione del fotovoltaico non deve essere vista come una forma di investimento( in secondo luogo anche quella) ma come una forma di innovazione tecnologica per staccarci dal petrolio che è causa di molti problemi al giorno d&#39;oggi ( vedi PM10, ecc.....).<br>Nessuno ha mai pubblicizzato il fotovoltaico come forma di investimento per poter avere interessi che nessuna banca ti da....<br>Piuttosto la sensibilizzazione verso il FV è nata dal fatto che nn possiamo vivere sempre in funzione del petrolio, quindi dobbiamo cominciare a provvederci a produrre energia in modo più pulito.<br>Anche la politica di incentivare la produzione di energia anzichè promuovere il risparmio energetico può essere oggetto di discussione ma non è questo il caso.<br>Resta il fatto che l&#39;approccio al FV non deve essere un &quot;approccio speculativo&quot;.<br><br>P.S. Ma ( essendo tu ingegnere ) perchè non ti interessi un po su come migliorare il rendimento del pannello , inverter o altro ( magari chidendola come tesi di secondo livello) anzichè interessarti su come arricchirti con FV.<br><br>Grazie<br><br>Ciao a tutti<br><br>P.S.2 Alessandro i miei più sinceri complimenti per il tuo fantastico programma cui ho alcuni dubbi che spero verrando fugati in seguito.<br><br>Notte

                Commenta


                • #9
                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (pierino84 @ 16/4/2007, 19:05)</div><div id="quote" align="left">Posto così, mi verrebbe da dire che il fotovoltaico di certo non produce una perdita, ma non permette un guadagno. Ma ho immobilizzato un capitale di 22.000 euro, che non è il massimo.<br>Io nn vedo delle motivazioni buone per installare il fotovoltaico.</div></div><br>Premesso che installare un impianto FV non dovrebbe essere visto solo come surrogato dei BOT per garantirsi un investimento sicuro e redditizio, ma che andrebbero mesi in conto anche i vantaggi ambientali, etici, o meno aulicamente, di tranquillit&agrave; tariffaria negli anni....<br><br>C&#39;è poi da considerare che i conti vanno effettuati tenendo in considerazione le singole situazioni. Il Conto Energia non è un sistema per distribuire denaro pubblico a tutti, ma un sistema per incentivare la diffusione del FV e sopratutto autare la discesa dei prezzi. Ovviamente e giustamente il CE cerca di premiare anzitutto scelte non scontate e anche costose di risparmio e ottimizzzazione paesaggistica.<br><br>Nel mio caso, trattandosi di casa a risparmio energetico, la tariffa passa da 0,44 a 0,57. Considerando anche l&#39;investimento che proponi (elevato come costo, per 3 kWp trovi installato a 18.000€) l&#39;incentivazione annuale ed il risparmio coprirebbero un mutuo decennale per tutta la rata consentendo di investire comunque i famosi 22.000 in BOT e tenersi pure il capitale.<br>Per i primi 10 anni avresti i rendimenti dei BOT e il FV ti garantirebbe l&#39;unico vantaggio di non pagare una lira di bollette. Dal 10° anno sarebbe il GSE a pagarti un piccolo mutuo (piccolo perchè il valore dell&#39;incentivazione non viene aggiornato all&#39;inflazione, macheccefrega? Abbiamo sempre i BOT no? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/0448c0995d80bb18b2c24206099ad0e9.gif" alt=""> )<br>Dal 20° anno avresti il solo vantaggio di continuare a non pagare una lira di energia elettrica godendoti i rendimenti dei BOT e pure il capitale... a me non pare così da schifo. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/1a771efa05d5344627df46713486a0d3.gif" alt=""><br><br>
                  “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                  O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                  Commenta


                  • #10
                    Sentendo diversi installatori ho percepito che nell&#39;ultimo periodo si è registrato un improvviso rallentamento degli ordinativi per le installazioni ............. Credo che in parte sia dovuto all&#39;aspettativa di una diminuzione dei costi dei materiali ( in particolari i pannelli). Questo dovrebbe dare nuovo impulso al settore sopratutto con la nuova forma di incentivazione che non prevede più la corsa all&#39;accaparramento della tariffa incentivante che ha indubbiamente innescato spinte speculative nel mercato.<br><br>Carlo

                    Commenta


                    • #11
                      X BrightingEyes:<br>Come hai fatto a certificare la tua casa come &quot;casa a risparmio energetico&quot; quali sono le procedure da seguire e le figure professionali da contattare?

                      Commenta


                      • #12
                        Per nasional... e BrightingEyes...<br>Purtroppo invece ci sono molti &quot;commercianti&quot; del FV che vanno in giro a proporre il FV come investimento puro e semplice, paragonato ad un investimento bancario in BOT o simili.. Credo non sia completamente giusto anche perchè così facendo cercano di stravolgere il sistema, che è appunto quello di incentivare l&#39;indipendenza delle nostre case e delle nostre aziende dall&#39;energia elettrica a pagamento.<br>E vi assicuro che ho anche visto gente che spaccia produzioni di impianti FV con valori addirittura simili a quelli della radiazione solare incidente nella localit&agrave;&#33;(roba da chiodi...)<br>

                        Commenta


                        • #13
                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (walter66 @ 17/4/2007, 08:52)</div><div id="quote" align="left">X BrightingEyes:<br>Come hai fatto a certificare la tua casa come &quot;casa a risparmio energetico&quot; quali sono le procedure da seguire e le figure professionali da contattare?</div></div><br>La casa è un prefabbricato in legno, garantito classe A (anzi sembra ora siano nella A+) dalla ditta costruttrice. Quindi sono abbastanza sicuro che sar&agrave; ampiamente all&#39;interno dei limiti previsti per il CE. Per le procedure non sono ancora sicurissimo di nulla, dato che la casa è in via di completamento in questo periodo e ancora non abbiamo presentato nulla. Dato che siamo in Italia ovviamente sono tutti molto attenti a sfruttare ogni cavillo per passare la patata bollente all&#39;ufficio vicino <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/927ffeca9b955e8835deb62876ed273f.gif" alt="&lt;_&lt;"> e non mi aspetto procedure rapidissime. La figura profesionale di riferimento per me è al momento il geometra direttore lavori che dovrebbe avere la responsabilit&agrave; di certificare. Questo provvisoriamente, finchè non si moltiplicheranno i certificatori accreditati. Essendo in Italia dove il confine fra provvisorio e definitivo è sempre sfumato per ora non mi preoccupo. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/784d3a8ddb41f97b5e5721fd1bea31e4.gif" alt=":P"><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (balin1000 @ 17/4/2007, 07:47)</div><div id="quote" align="left">Sentendo diversi installatori ho percepito che nell&#39;ultimo periodo si è registrato un improvviso rallentamento degli ordinativi per le installazioni ............. Credo che in parte sia dovuto all&#39;aspettativa di una diminuzione dei costi dei materiali ( in particolari i pannelli). Questo dovrebbe dare nuovo impulso al settore sopratutto con la nuova forma di incentivazione che non prevede più la corsa all&#39;accaparramento della tariffa incentivante che ha indubbiamente innescato spinte speculative nel mercato.<br><br>Carlo</div></div><br>Effettivamente anche a me hanno detto che la politica migliore, avendo tempo, sia apettare qualche mese. Specie per chi non è nelle condizioni di usufruire ora degli aumenti di tariffa dati da installazioni integrate o soluioni di risparmio. Ci sono molte aziende che si sono preparate per una richiesta massiccia di pannelli e il fatto che le tariffe non siano così enormemente vantaggiose come ci si aspettava (forse) e le solite lungaggini burocratiche stanno rallentando un pò la domanda.<br>L&#39;ultima offerta pevenutami era di 4.800€/kWp per sistema completo di pannelli (Sharp, Kyocera) inverter, sistema di fissaggio, IVA e installazione escluse. E le previsioni per la produzione mondiale sono state riviste al rialzo per via del sempre più importante impegno cinese che potrebbe, al solito, spiazzare molti &quot;cartelli&quot; più o meno ufficiali.<br>Le cose saranno più chiare verso fine 2007-inizio 2008 comunque.
                          “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                          O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                          Commenta


                          • #14
                            Ciao a tutti<br>in merito al prezzo dei pannelli io ho iniziato a constatare questo:<br>Lastre in lamiera con applicato il silicio amorfo (impianto integrato) al Kw il preventivo<br>è € 7500-8000 esclusa pratica conto energia e collegamenti elettrici dall&#39;inverter ai contatori.<br><br>A me sembrano cari ...<br><br>che ne pensate?<br><br>ciao<br><br>Federico

                            Commenta


                            • #15
                              Grazie mille ragazzi per tutte le vostre risposte. Cercherò di rispondere ad ognuno chiarendo i diversi punti.<br><br>Per sirthor76: io ho confrontato le due situazioni.<br>1)Se monto i pannelli non pago la bolletta (quindi no spese) ma guadagno dal conto energia.<br>2)Se non monto i panneli e investo il capitale, ma qui devo pagare la bolletta.<br>Ecco perchè non inserirei il guadagno di non pagare la bolletta...perchè è vero che non spendi qui soldi, ma nessuno te li da (è un risparmio virtuale, ma sempre risparmio)&#33;&#33;&#33; Nel secondo caso, invece, se investi il capitale DEVI pagare le bollette e quindi lo vedo come un costo reale e quindi li ho sottratti.<br><br>X sssuper:<br>QUi a bari l&#39;utility della commissione europea parla di 1350 kWh per 1 kWp di impainto FV installato, considerando la migliore inclinazione e orientamento.<br><br>X Tutti:<br>Avete ragione...il prezzo dell&#39;enel aumenter&agrave; ed è forse questo il grande risparmio oltre allo stress che eviteremo all&#39;ambiente...Io mi interesso dell&#39;aspetto economico perchè probabilemente potrei proporre a grossi installatori....piccoli......a studi di ingegenria....insomma potrei diffondere il prodotto....e la mia esperienza di promoter per piccoli elettroutensili (trapani e così via) mi dimostra che ciò che fa aprire gli occhi alla gente è il risparmio....(almeno qui da me a Bari)....se un impianto FV nn convenisse....non decollerebbe mai...anche se qui ci sono gi&agrave; dei bei impaintini da 50 kWp.<br><br>inoltre, guadagnare più del 3,5&#37; non è così difficile. Ad esempio, ci sono strumenti finanziari tipo fondi obbligazionari che per i primi due anni offrono il 5&#37; lordo...e sono sicuri perchè collocati dalle Poste...se poi mettete un piccolo gruzzoletto sull&#39;azionario e da solo vi skizza +15&#37; all&#39;anno.....fatevi una media ponderata e almeno un 6,5&#37; netto l&#39;anno lo ottenete....e considerate ce io non mi interesso tanto.<br><br>Cmq grazie a tutti....mi siete stati di grande aiuto....un&#39;ultima domanda. Mi postate i prezzi a kWp installato a seconda dei pannelli che si utilizzano??? Tipo.....amorfo......monocristallaino....policrist allino....a film sottile...voi li sapete....Grazie ancora&#33;&#33;<br><br>Piero

                              Commenta


                              • #16
                                Non sono sul mercato italiano. Qui, installato e con tutte le pratiche trovi il monocristallino e il policristallino a meno di 7000€ anche per impianti da 3 kWp.<br>L&#39;amorfo costa normalmente meno.

                                Commenta


                                • #17
                                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (BrightingEyes @ 17/4/2007, 00:33)</div><div id="quote" align="left">Premesso che installare un impianto FV non dovrebbe essere visto solo come surrogato dei BOT per garantirsi un investimento sicuro e redditizio, ma che andrebbero mesi in conto anche i vantaggi ambientali, etici, o meno aulicamente, di tranquillit&agrave; tariffaria negli anni....</div></div><br>sono pienamente d&#39;accordo. Ma dobbiamo arrivare a fare in modo che l&#39;investimento in energia pulita sia uno dei tanti che un investitore (anche senza il &quot;pallino&quot; etico) possa scegliere a pari prospettive di guadagno.<br>Per fare questo o si abbassano i prezzi di installazione o aumentano i costi delle altre energie.<br><br>Attualmente investire nelle energie rinnovabili e&#39; conveniente (parlo a livello puramente finanziario) quasi sempre solo a seguito di interventi politici. Probabilmente si arrivera&#39; sempre piu&#39; a far pesare sulle energie non rinnovabili il costo di quelle rinnovabili.<br><br>A me va bene.<br><br>Ma questo comporta una serie di stravolgimenti molto profondi. Fino a che non diventa competitivo il costo dell&#39;energia pulita purtroppo la corsa sara&#39; sempre troppo lenta.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (pierino84 @ 17/4/2007, 10:23)</div><div id="quote" align="left">Per sirthor76: io ho confrontato le due situazioni.<br>1)Se monto i pannelli non pago la bolletta (quindi no spese) ma guadagno dal conto energia.<br>2)Se non monto i panneli e investo il capitale, ma qui devo pagare la bolletta.<br>Ecco perchè non inserirei il guadagno di non pagare la bolletta...perchè è vero che non spendi qui soldi, ma nessuno te li da</div></div><br>Questi conti non mi quadrano&#33; tu risparmi ( e bei soldoni) e non lo metti in conto? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e0753a6963ab9646ee11e3f7b5d4929d.gif" alt=":blink:"> E&#39; un <b>guadagno </b> vero e proprio, conteggiali pure<br><br><br>E&#39; vero molte aziende paragonano gli impianti a investimenti, per arrivari a ditte che pensano loro all&#39;installazione e a te danno una percentuale.<br>Diciamo che non è il massimo, soprattutto visto da noi che penso tutti siamo mossi per passione e non certo per &quot;guadagno&quot;, però se anche questo modo meno &quot;puro&quot; contribuisce alla diffusione del fotovoltaico...ben venga <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e40ff794f9c974497b2b7dbc747d01e6.gif" alt="">

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Ancora un grazie sentito a tutti voi. Sapete che vi dico infine??<br><br>Speriamo di non distruggerci e di non distruggere il nostro ambiente con le nostre stesse mani....se davvero ci fosse una cultura dell&#39;amore e del rispetto verso l&#39;ambiente non servirebbe alcun incentivo....Noi siamo cio&#39; che mangiamo&quot; affermava il filosofo Feuerbach....e quello che mangiamo deriva dal nostro ambiente...quindi....NOI SIAMO IL NOSTRO IL NOSTRO AMBIENTE per transitivit&agrave;.....<br><br>Grazie a tutti per avermi dato degli spunti di riflessione&#33;<br><br>Piero

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Perchè non aggiungere mai, oltre agli stracitatissimi VAN, TIR, PBP, ecc... che un impianto di soli 3kwp evita l&#39;immissione in atmosfera di 60 TONNELLATE di CO2 nell&#39;arco dei 20 anni?<br><br>E&#39; un indicatore che dovrebbe sempre essere inserito nei vari calcoli &#33;<br><br>saluti
                                        ...dal 2006

                                        Commenta


                                        • #21
                                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (pierino84 @ 17/4/2007, 10:23)</div><div id="quote" align="left">inoltre, guadagnare più del 3,5&#37; non è così difficile. Ad esempio, ci sono strumenti finanziari tipo fondi obbligazionari che per i primi due anni offrono il 5&#37; lordo...e sono sicuri perchè collocati dalle Poste...se poi mettete un piccolo gruzzoletto sull&#39;azionario e da solo vi skizza +15&#37; all&#39;anno.....fatevi una media ponderata e almeno un 6,5&#37; netto l&#39;anno lo ottenete....e considerate ce io non mi interesso tanto.</div></div><br>Guarda che l&#39;azionario può anche andare a -15&#37;....comunque per me è concettualmente sbagliato paragonare un investimento nel FV con un investimento finanziario. Sono 2 cose diverse che soddisfano 2 esigenze diverse.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Un ultima cosa.<br><br>Le tue ipotesi di produzione, 1350 kWh/kW sono molto conservative per Bari.<br><br>Curando l&#39;installazione, pendenza ottima magari regolabile NORD-SUD e sollevata dal tetto facilitando la convezione, potresti arrivare tranquillo anche a 1500 kWp/kW.<br>Nel mio caso Nord-est Milano le proiezioni a quasi un anno dall&#39;installazione mi danno vicino a 1300 kWp/kW.<br><br>Al SUD si raggiunge facilmente un tasso interno del 5&#37;-7&#37;. Vedo solo il NORD un pò al limite del tasso BOT.<br><br>Certo non diventi ricco ma non ci perdi.<br><br>Andrea

                                            Commenta


                                            • #23
                                              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (mansoldo @ 18/4/2007, 14:05)</div><div id="quote" align="left">Curando l&#39;installazione, pendenza ottima magari regolabile NORD-SUD e sollevata dal tetto facilitando la convezione, potresti arrivare tranquillo anche a 1500 kWp/kW.</div></div><br>...confermo...&#33;<br><br>Basta rivolgersi al giusto progettista.... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c7dbb19f2dcf309cd6f1e511ca0b5b83.gif" alt=""> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c7dbb19f2dcf309cd6f1e511ca0b5b83.gif" alt=""> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c7dbb19f2dcf309cd6f1e511ca0b5b83.gif" alt="">
                                              ...dal 2006

                                              Commenta


                                              • #24
                                                <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (mansoldo @ 18/4/2007, 14:05)</div><div id="quote" align="left">Curando l&#39;installazione, pendenza ottima magari regolabile NORD-SUD e sollevata dal tetto <b>facilitando la convezione</b>, potresti arrivare tranquillo anche a 1500 kWp/kW.</div></div><br>Esatto anche a mio modo di vedere il fattore convezione è molto importante (e sottovalutato) poichè agisce direttamente sulla temperatura e quindi sul rendimento complessivo. Il 31/12 (giornata splendida ma fredda) ho misurato alle ore 12.00 picchi ripetuti di circa 1600 Kwp e una produzione complessiva di 7Kwh, con temperatura del boiler termico di 53°. Ieri (giornata splendida) alle ore 13.00 avevo gli stessi picchi (circa 1600), produzione complessiva di 11.5 Kwh e temperatura del boiler di 84° circa. Aggiungo che in questi giorni ho il sole perfettamente perpendicolare al mio impianto (30°, sud pieno e impianto da 1,92) quindi le condizioni ideali ma mentre per il termico ho 30 gradi in più, per il fotovoltaico ho più o meno lo stesso rendimento (ma più ore di insolazione) segno che la temperatura agisce fortemente sui pannelli fv (scottavano). La mia analisi grossolana mi porta ad affermare che si spendono troppe parole sull&#39;inclinazione (determinante al più per il termico) e troppo poche sulla temperatura che qui al sud non è assolutamente da sottovalutare.<br><br>Concordo con te sul fatto che con il fv non si diventa ricchi ma non ci si rimette, GSE permettendo.<br><br>Un saluto, Bruno.<br><br><span class="edit">Edited by mastrobru - 19/4/2007, 13:08</span>

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (mastrobru @ 19/4/2007, 10:45)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (mansoldo @ 18/4/2007, 14:05)</div><div id="quote" align="left">Curando l&#39;installazione, pendenza ottima magari regolabile NORD-SUD e sollevata dal tetto <b>facilitando la convezione</b>, potresti arrivare tranquillo anche a 1500 kWp/kW.</div></div><br>Esatto anche a mio modo di vedere il fattore convezione è molto importante (e sottovalutato) poichè agisce direttamente sulla temperatura e quindi sul rendimento complessivo. Il 31/12 (giornata splendida ma fredda) ho misurato alle ore 12.00 picchi ripetuti di circa 1600 Kwp e una produzione complessiva di 7Kwh, con temperatura del boiler termico di 53°. Ieri (giornata splendida) alle ore 13.00 avevo gli stessi picchi (circa 1600), produzione complessiva di 11.5 Kwh e temperatura del boiler di 84° circa. Aggiungo che in questi giorni ho il sole perfettamente perpendicolare al mio impianto (30°, sud pieno e impianto da 1,92) quindi le condizioni ideali ma mentre per il termico ho 30 gradi in più, per il fotovoltaico ho più o meno lo stesso rendimento (ma più ore di insolazione) segno che la temperatura agisce fortemente sui pannelli fv (scottavano). La mia analisi grossolana mi porta ad affermare che si spendono troppe parole sull&#39;inclinazione e troppo poche sulla temperatura che qui al sud non è assolutamente da sottovalutare.<br><br>Concordo con te sul fatto che con il fv non si diventa ricchi ma non ci si rimette, GSE permettendo.<br><br>Un saluto, Bruno.</div></div><br>Ricordo che alcuni su questo forum raffreddavano i pannelli con acqua, annaffiandoli, ottenendo risultati ottimi.<br>Ma non esistono nebulizzatori che con il calore lasciano gocciolare acqua sui pannelli?<br>Non esistono sistemi di raffreddamento?<br>Oppure uno si deve costruire sul tetto un impianto di irrigazione?<br>Cosa che tralaltro no sarebbe difficile&#33; Ma sarebbe economico?<br>L&#39;acqua che scende dalle grondaie potrebbe essere utilizzata per annaffiare il giardino o raccolta per riciclo raffreddamento....<br>

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (nasional @ 17/4/2007, 00:21)</div><div id="quote" align="left">Ma la questione del fotovoltaico non deve essere vista come una forma di investimento( in secondo luogo anche quella) ma come una forma di innovazione tecnologica per staccarci dal petrolio che è causa di molti problemi al giorno d&#39;oggi ( vedi PM10, ecc.....).<br>Nessuno ha mai pubblicizzato il fotovoltaico come forma di investimento per poter avere interessi che nessuna banca ti da....<br>Piuttosto la sensibilizzazione verso il FV è nata dal fatto che nn possiamo vivere sempre in funzione del petrolio, quindi dobbiamo cominciare a provvederci a produrre energia in modo più pulito.<br>Anche la politica di incentivare la produzione di energia anzichè promuovere il risparmio energetico può essere oggetto di discussione ma non è questo il caso.<br>Resta il fatto che l&#39;approccio al FV non deve essere un &quot;approccio speculativo&quot;.<br><br>P.S. Ma ( essendo tu ingegnere ) perchè non ti interessi un po su come migliorare il rendimento del pannello , inverter o altro ( magari chidendola come tesi di secondo livello) anzichè interessarti su come arricchirti con FV.<br><br>Grazie<br><br>Ciao a tutti<br><br>P.S.2 Alessandro i miei più sinceri complimenti per il tuo fantastico programma cui ho alcuni dubbi che spero verrando fugati in seguito.<br><br>Notte</div></div><br>Scusa se ti contraddico, però come ogni cosa un po di speculazione non fa male, nel senso guardiamo il petrolio ....nessuno ci specula?????? se si speculasse anche con il Fv credo che potrebbe avere anche maggior successo.<br>Prendo per esempio il nuovo conto energia , perche hanno abbassato l&#39;incentivo per chi vuole istallare su un terreno????<br>molti imprenditori , penso che non siano molto attirati a fare un investimento se non c&#39;è un guadagno, specie ora che diventato più esiguo. Poi non capisco una cosa, perchè ogni anno devono modificare , cambiare le regole, sempre a scapito di chi vuole investire???? Hanno ragione gli americani, siamo un paese strano, con regole fuori dal normale. Poi faccio notare che gli incentivi vengono da noi tutti pagati in bolletta alla voce Componente A3 , lo stato non ci mette nulla , lo stato pensa solo ad intascarsi i soldi delle accise. ( lo stato non fa speculazioni) :-(<br><br><span class="edit">Edited by FRA71 - 20/4/2007, 10:20</span>

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Ciao a tutti,<br> senz&#39;altro in una decisione importante come puntare sul fotovoltaico contribuiscono molti fattori, dagli etici agli ecologici che condivido tutti in pieno.<br>Nel mio caso il fattore economico, più che il rendimento indice dei BOT è stato il confronto con un prodotto assicurativo che se non sbaglio viene definito COSTITUZIONE DI RENDITA CON VERSAMENTO UNICO ANTICIPATO. Essendo gi&agrave; in pensione ho valutato questo aspetto come forma integrativa alla mia pensione artigiana.<br>Dopo una rendita di 20 anni pagabile a me o ai miei eredi, ci sar&agrave; ancora un impianto che avr&agrave; un valore che sar&agrave; relativo al periodo ed all&#39;evoluzione tecnologico-temporale.<br>Certo che con la stessa cifra avrei potuto acquistare un&#39;automobile di media cilindrata, con cui passare dei meravigliosi pomeriggi in coda insieme ad altri 32.000.000 di italiani.<br>Ciao<br> Osvaldo

                                                      Commenta

                                                      Attendi un attimo...
                                                      X
                                                      TOP100-SOLAR