adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Progetto secondo 46/90

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Progetto secondo 46/90

    Per piccoli impianti fotovoltaici (5-10kWp) di unit&agrave; immoliari adibite a civili abitazioni &lt; 400mq non c&#39;è obbligo del progetto secondo la 46/90 vero??<br><br>Ciao e grazie in anticipo<br><br>

  • #2
    Fatta salva l’applicazione di norme che impongono la progettazione degli impianti, la redazione del progetto di cui all’art. 6 della 46/90 è obbligatoria per l’installazione, la trasformazione e l’ampliamento dei seguenti impianti:<br>a) per gli impianti elettrici di cui all’art. 1, comma 1, lettera a), della legge, per tutte le utenze condominiali di uso comune aventi potenza impegnata superiore <span style="color:red"><u><b>a 6 KW </b> </u> </span> e per utenze domestiche di singole unit&agrave; abitative di superficie superiore a 400 mq. per gli impianti effettuati con lampade fluorescenti a catodo freddo, collegati ad impianti elettrici, per i quali è obbligatorio il progetto e in ogni caso per impianti di potenza complessiva maggiore di 1200 VA rese dagli alimentatori.

    Commenta


    • #3
      Quindi in pratica nel mio caso (impianto di 5,075 kWp e abitazione di 200 mq) non c&#39;è bisogno...<br><br>Scusa rico79, ma secondo te, dato che devo compilare una DIA, devo barrare la casella dove dice &quot;l&#39;intervento non interessa l&#39;adeguamento degli impianti esistenti&quot;?<br><br>Il progetto di un impianto FV è da considerarsi un adeguamento dell&#39;impianto elettrico o è una cosa a parte visto che non vado ad intervenire in maniera diretta sull&#39;impianto elettrico come mi suggerisce qualcuno..<br><br>Ciao e grazie&#33;

      Commenta


      • #4
        Secondo me si sta facendo un pò di confusione...<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Fatta salva l’applicazione di norme che impongono la progettazione degli impianti, la redazione del progetto di cui all’art. 6 della 46/90 è obbligatoria per l’installazione, la trasformazione e l’ampliamento dei seguenti impianti:<br>a) per gli impianti elettrici di cui all’art. 1, comma 1, lettera a), della legge, per tutte le utenze condominiali di uso comune aventi potenza impegnata superiore a 6 KW e per utenze domestiche di singole unit&agrave; abitative di superficie superiore a 400 mq. per gli impianti effettuati con lampade fluorescenti a catodo freddo, collegati ad impianti elettrici, per i quali è obbligatorio il progetto e in ogni caso per impianti di potenza complessiva maggiore di 1200 VA rese dagli alimentatori.</div></div><br>la citazione di rico 79 si riferisce SOLO ed ESCLUSIVAMENTE (come si può leggere direttamente) alle parti comuni condominiali.<br>Bisogna sfatare il mito che un impianto elettrico se alimentato da un contatore con portenza superiore a 6kW debba essere progettato VALE SOLO PER LE PARTI COMUNI DEI CONDOMINI PER TUTTE LE ALTRE UTENZE NO&#33;&#33;<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Scusa rico79, ma secondo te, dato che devo compilare una DIA, devo barrare la casella dove dice &quot;l&#39;intervento non interessa l&#39;adeguamento degli impianti esistenti&quot;?</div></div><br>la casella non va barrata, ovviamente devi collegare esclusivamente l&#39;impianto fotovoltaico.<br>Il progetto elettrico, per l&#39;impianto fotovoltaico va comunque eseguito perchè la pratica per la connessione lo prevede. Il progetto deve essere &quot;rivolto&quot; esclusivamente all&#39;impianto fotovoltaico e a nessuna altra parte dell&#39;impianto elettrico dell&#39;edificio.<br>Spero di essere stato d&#39;aiuto.<br>Ciao a tutti<br>Frank

        Commenta


        • #5
          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Scusa rico79, ma secondo te, dato che devo compilare una DIA, devo barrare la casella dove dice &quot;l&#39;intervento non interessa l&#39;adeguamento degli impianti esistenti&quot;?</div></div><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">la casella non va barrata, ovviamente devi collegare esclusivamente l&#39;impianto fotovoltaico.<br>Il progetto elettrico, per l&#39;impianto fotovoltaico va comunque eseguito perchè la pratica per la connessione lo prevede. Il progetto deve essere &quot;rivolto&quot; esclusivamente all&#39;impianto fotovoltaico e a nessuna altra parte dell&#39;impianto elettrico dell&#39;edificio.</div></div><br>Frank 77 non so se hai commesso un errore o ho capito male io..non barrando la casella si intende che l&#39;intervento interessa l&#39;adeguamento degli impianti, ma dal tuo discorso ho capito che non è così..

          Commenta


          • #6
            scusa.. ho invertito la risposta...<br>la casella va barrata in quanto l&#39;intervento non riguarda l&#39;impianto elettrico esistente ma esclusivamente l&#39;impianto fotovoltaico come da mia spiega precedente.<br>Ciao<br>Frank

            Commenta


            • #7
              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (rico79 @ 30/11/2007, 12:55)</div><div id="quote" align="left">Fatta salva l’applicazione di norme che impongono la progettazione degli impianti, la redazione del progetto di cui all’art. 6 della 46/90 è obbligatoria per l’installazione, la trasformazione e l’ampliamento dei seguenti impianti:<br>a) per gli impianti elettrici di cui all’art. 1, comma 1, lettera a), della legge, per tutte le utenze condominiali di uso comune aventi potenza impegnata superiore <span style="color:red"><u><b>a 6 KW </b> </u> </span> e per <span style="color:red"><u><i><b>utenze domestiche di singole unit&agrave; abitative </b> </i> </u> </span> di superficie superiore a 400 mq. per gli impianti effettuati con lampade fluorescenti a catodo freddo, collegati ad impianti elettrici, per i quali è obbligatorio il progetto e in ogni caso per impianti di potenza complessiva maggiore di 1200 VA rese dagli alimentatori.</div></div><br>

              Commenta


              • #8
                Ok grazie Frank, dal senso del tuo discorso avevo capito che ti eri sbagliato ed ho voluto chiederti conferma...<br><br>Per quanto riguarda la citazione di rico79 in effetti non è vero che &quot;si riferisce SOLO ed ESCLUSIVAMENTE alle parti comuni condominiali&quot; ma anche alle utenze domestiche di singole unit&agrave; abitative ..<br><br>Ciao

                Commenta


                • #9
                  Non vorrei fare il saccentone, perchè proprio non mi compete....<br>ma sono un progettista elettrico e con la legge 46/90 purtroppo ci lavoro tutti i giorni...<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Per quanto riguarda la citazione di rico79 in effetti non è vero che &quot;si riferisce SOLO ed ESCLUSIVAMENTE alle parti comuni condominiali&quot; ma anche alle utenze domestiche di singole unit&agrave; abitative ..</div></div><br>Purtroppo devo smentirvi un&#39;altra volta... vi ricordo, innanzitutto, che rico79 ha enunciato il regolamento di attuazione della legge 5 marzo 1990, n. 46 in materia di sicurezza degli impianti ovvero il D.P.R. 447 del 6 dicembre 1991 e non la legge 5 marzo 1990 (detta 46/90).<br>Nell&#39;art. 4 comma 1 del succitato DPR e riportato:<br>Estratto / lettera a / per gli impianti elettrici di cui all’art. 1, comma 1, lettera a), della legge, per tutte le utenze condominiali di uso comune aventi potenza impegnata superiore a 6 kW <span style="color:red">e</span> per utenze domestiche di singole unit&agrave; abitative di superficie superiore ai 400 m2; per gli impianti effettuati con lampade fluorescenti a catodo freddo, collegati ad impianti elettrici, per i quali è obbligatorio il progetto e in ogni caso per gli impianti di potenza complessiva maggiore di 1200 VA rese dagli alimentatori.<br><br>Quel <span style="color:red">&quot;e&quot;</span> congiunzione rende i 2 casi distinti e separati quindi i limiti progettuali sono:<br>- per tutte le utenze condominiali di uso comune aventi potenza impegnata superiore a 6 kW<br>- per utenze domestiche di singole unit&agrave; abitative di superficie superiore ai 400 m2.<br><br>Esempio: Se un utenza domestica di 200 m2 è alimentata da un contatore da 10 kW NON va progettata... e qua ritorniamo al discorso di prima &quot;la potenza del contatore elettrico si riferisce SOLO ed ESCLUSIVAMENTE alle parti comuni condominiali&quot; vedi il mio intervento precedente.<br>Se così non fosse io e i miei colleghi da anni avremmo progettato (o non progettato) in modo errato sino ad ora (e oso dire anche tutto il mio ordine professionale)&#33;&#33;<br>Ciao a tutti<br>Frank

                  Commenta


                  • #10
                    Infatti io ho solo riportato l&#39;articolo che dice esattamente quello che hai evidenziato...nel caso di Giusol non occorre progetto...tutto qua

                    Commenta


                    • #11
                      ... stai tranquillo non volevo far polemica... volevo almeno cercare di chiarire il concetto.<br>ciao

                      Commenta


                      • #12
                        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">nel caso di Giusol non occorre progetto</div></div><br>e la richiesta di connessione all&#39;ente distibutore come la fa?<br>come documentazione, ci vuole lo schema elettrico ed il progetto preliminare secondo la norma CEI 0-2.<br><br>poi quello che si deve considerare come potenza non è quella del campo fotovoltaico (KWp) ma quella dall&#39;inverter (KW)<br><br>Saluti<br><br>Salmec
                        L'esperienza è ciò che ti fa commettere errori nuovi invece di quelli vecchi.
                        Arthur Bloch

                        Commenta


                        • #13
                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">poi quello che si deve considerare come potenza non è quella del campo fotovoltaico (KWp) ma quella dall&#39;inverter (KW)</div></div><br>ma sei sicuro? Perchè a volte si realizza un campo fotovoltaico con potenza di poco inferiore ai 3 kWp per ottenere ovviamente la tariffa maggiore con il conto energia. Molto spesso, però, l&#39;inverter viene sovradimensionato a volte perchè la casa produttrice costruisce il modello da 2800 (quindi dovremmo sottodimensionarlo rischiando di perdere della produzione) oppure il modello da 3200/3300.<br>Secondo la tua considerazione quindi, per questi impianti, non riusciremmo a prendere mai la tariffa maggiore&#33;<br>Ciao<br>FRank

                          Commenta


                          • #14
                            <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">e la richiesta di connessione all&#39;ente distibutore come la fa?<br>come documentazione, ci vuole lo schema elettrico ed il progetto preliminare secondo la norma CEI 0-2.</div></div><br>Penso che rico79 quando dice che non occorre il progetto si riferisce al progetto secondo la 46/90..è chiaro che comunque ci vuole lo schema elettrico ed il progetto preliminare secondo la norma CEI 0-2.<br><br>x frank e rico: scusate, forse sono stato io a creare l&#39;equivoco....&#33;<br><br>Ciao

                            Commenta


                            • #15
                              Ragazzi, tranquilli, a volte dipende solo dal fatto che si ha troppo poco tempo per rispondere e si danno risposte troppo sintetiche, a rischio di equivoci.<br>Chiaro che l&#39;impianto Fv va progettato con tutta la documentazione dettata dalla CEI 0-2...per l&#39;impianto di casa non occorre nient&#39;altro...

                              Commenta

                              Attendi un attimo...
                              X
                              TOP100-SOLAR