PDA

Visualizza la versione completa : articolo su fotovoltaico e silicio



fabiomas
26-11-2005, 16:18
Salve a tutti,<br>volevo segnalare questo interessante articolo:<br><br><a href='http://www.aspoitalia.it/index.php?option=com_content&task=view&id=70&Itemid=38' target='_blank'>http://www.aspoitalia.it/index.php?option=...id=70&Itemid=38</a><br><br>in cui un ex-dirigente Enea,Domenico Coiante,fa un analisi della tecnologia fotovoltaica basata sul silicio,mostrando la situazione attuale e alcuni possibili sviluppi.

mariomaggi
26-11-2005, 16:25
Caro fabiomas, <br>quando leggo <div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>(Fonte: Elaborazione aggiornata da Califano: Course on PV Solar Devices, Urbino 1982)<br></div></div> mi passa la voglia di leggere. Siamo nel 2005, quasi nel 2006, che valore puo&#39; avere?<br><br>Ciao <br>Mario

fabiomas
26-11-2005, 16:52
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (mariomaggi @ 26/11/2005, 16:25)</div><div id='QUOTE' align='left'>Caro fabiomas, <br>quando leggo <div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>(Fonte: Elaborazione aggiornata da Califano: Course on PV Solar Devices, Urbino 1982)<br></div></div> mi passa la voglia di leggere. Siamo nel 2005, quasi nel 2006, che valore puo&#39; avere?<br><br>Ciao <br>Mario</div></div><br>Ciao Mario,<br>anche se siamo nel 2005 credo che non siano cambiate molto le tecniche per la produzione del silicio.<br>Comunque ti consiglio di finire la lettura =) <br><br>Ciao<br><br><span class="edit">Edited by fabiomas - 26/11/2005, 16:54</span>

27-11-2005, 01:07
Infatti&#33; <br>anche a mio avviso l&#39;articolo risulta essere molto interessante e ben documentato. <br>Il fatto che un grafico sia tratto da un libro dell&#39;82 non vuol dire nulla.<br>Tanto più che l&#39;autore mi sembra estremamente rigoroso e la suddetta immagine ha l&#39;asse delle ordinate in € &#33;&#33;&#33; (quindi probabilmente il grafico è stato aggiornato).<br><br><img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br>OTTIMO LINK, Grazie<br><br>

MetS
27-11-2005, 09:52
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (alessax @ 27/11/2005, 09:07)</div><div id='QUOTE' align='left'>Infatti&#33; <br>anche a mio avviso l&#39;articolo risulta essere molto interessante e ben documentato. <br>Il fatto che un grafico sia tratto da un libro dell&#39;82 non vuol dire nulla.<br>Tanto più che l&#39;autore mi sembra estremamente rigoroso e la suddetta immagine ha l&#39;asse delle ordinate in € &#33;&#33;&#33; (quindi probabilmente il grafico è stato aggiornato).<br><br><img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br>OTTIMO LINK, Grazie</div></div><br>Se guardate alla fine c&#39;e&#39; scritto: Ultimo aggiornamento 26 Novembre 2005&#33;<br>Ciao<br>MetS <a href='http://imageshack.us' target='_blank'><img src='http://img517.imageshack.us/img517/4687/2311613nm.gif' border='0' alt='user posted image'></a>

ElettroRik
28-11-2005, 12:17
Sull&#39;adeguatezza ed aggiornamento dei dati riportati mi sembra ok.<br><br>Non sono molto daccordo su alcune considerazioni: <br>- costo del terreno e strutture (>25%): vale per impianti industriali, ma nel privato praticamente non esiste.<br>- costo manutenzione: mi sembra alto, anche se incide comunque meno (quasi il 5%).<br>- in tab.3 cita un costo &#39;di produzione&#39; del pannello 3,56€/Watt. A me risulta che gli ultimi pannelli (tipo questo <a href='http://www.ecorete.it/solare-pannelli-fotovoltaici-moduli-fv165.php)' target='_blank'>http://www.ecorete.it/solare-pannelli-foto...duli-fv165.php)</a> abbiano esattamente quel costo di 3,56€/W, ma di vendita al pubblico, non di produzione. Inoltre IVA compresa, cioè 3,25€/Watt + Iva (scalabile)&#33; <br><br>Inoltre, nel costo di produzione termoelettrica del kWh preso come termine di &#39;concorrenzialità&#39; non è compreso il fatto che c&#39;é una perdita media del 30% per il trasporto dell&#39;energia, che nel caso di pannelli sarebbe invece nulla perché prodotta in loco, moltiplicando quindi per 1,3 il costo di riferimento con cui i pannelli vanno confrontati.<br><br>Più in generale, mi sembrano considerazioni molto adatte ad un confronto per produzione industriale, ma non per il privato.<br><br>Che ne pensate?<br><br><span class="edit">Edited by ElettroRik - 28/11/2005, 12:19</span>

fabiomas
28-11-2005, 13:10
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (ElettroRik @ 28/11/2005, 12:17)</div><div id='QUOTE' align='left'>Che ne pensate?</div></div><br>Ciao ElettroRik,<br>-credo che metta i costi del terreno perchè pensa a centrali di grandi dimensioni(questo l&#39;ho capito perchè ho letto altri suoi articoli e interventi in forum)<br>-credo anche io che i costi di produzione che cita siano alti,sul sito www.solarbuzz.com ci sono prezzi dei moduli intorno ai 3,20 euro al watt<br>-per quanto riguarda le perdite di rete,in molti documenti del grtn si parla di circa il 10%<br><br>Come ho già detto l&#39;autore pensa a una produzione industriale,perchè ritiene che sia il metodo migliore per far abbassare i prezzi della tecnologia fotovoltaica grazie alle economie di scala.<br><br>ciao<br><br><span class="edit">Edited by fabiomas - 28/11/2005, 13:11</span>

BrightingEyes
28-11-2005, 18:50
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (ElettroRik @ 28/11/2005, 12:17)</div><div id='QUOTE' align='left'>Che ne pensate?</div></div><br>Ciao ElettroRik<br><br>Penso che sia un&#39;analisi molto circostanziata e probabilmente precisa (magari un pò pessimista su certi costi) ma che risente della classica impostazione "centralista" con cui normalmente si analizzano questi problemi.<br><br>Mi pare chiaro che limitarsi a analizzare il costo al watt pensando a una "centrale" solare piuttosto che a carbone, gas ecc non porterà mai a risultati favorevoli al solare.<br><br>Tutt&#39;altra storia se il solare lo si demanda all&#39;iniziativa diffusa dei cittadini (servono incentivi ovvio). Ma il discorso è lungo. <br><br>Comunque aspettiamo con impazienza i primi pannelli a film sottile austro-tedeschi. Ci potrebbe essere da ridere <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'>