PDA

Visualizza la versione completa : caldaie cs pasqualicchio



19-11-2006, 19:13
Vendiamo questo tipo di caldaie, siamo tra il Piemonte e la lombardia, sarei curioso di conoscere il parere di qualche acquirente di altre regioni<br><a href="http://www.bioterm.it/caldaie1.htm" target="_blank">http://www.bioterm.it/caldaie1.htm</a><br>saluti

cj724
26-02-2008, 17:57
Sto per acquistare una ctp pasqualicchio csb marina a cippato, qualcuno l&#39; ha gi&agrave; istallata? sa dirmi pregi e difetti, macari con cippato di produzione propia visto che sento solo parlare della Tatano.<br>Grazie a tutti in anticipo

nyo.pa
27-02-2008, 02:33
Attento ai settaggi, quelli di fabbrica sono fatti facendo le prove con materiali spaziali..........dovrai imparare a settarla bene tu da solo, se viene il tecnico della pasqualicchio poi ti imposta tutto con tonnellate di combustibile sprecato per ora......tanto mica paga lui.......

cj724
27-02-2008, 09:55
Nyo.pa grazie della risposta, sei in possesso di una pasqualicchio? come ti trovi, resta accesa tutta la giornata senza problemi o si inceppa?

alfuegoperugia
27-02-2008, 10:14
Io credo sia una buona caldaia (per sentito dire) ... comunque anche la caldaia della tatano si aggira su quel prezzo; sul discorso dei settaggi ha ragione nyo.pa, magari serve un pò di pazienza ma il risultato lo riesci ad ottenere&#33;

nyo.pa
27-02-2008, 12:52
Ciao, dopo un inizio con momenti di vera disperazione dopo tanti soldi pagati adesso che ho capito la filosofia di funzionamento sono arrivato a settaggi quasi ottimali. Tutto e´stato da me raggiunto grazie ad attente osservazioni, devo dire che e´un´ottima macchina, io non la spengo mai veramente, quando e´&quot;spenta&quot; la lascio in mantenimento, e da quando ho raggiunto i settaggi giusti mi occupo solo di caricarla di pellet, ti premetto che non faccio acqua sanitaria e con il pellet su due piani di casa e 8 radiatori per 120mq su 64gradi mi consuma 2.7 Kg di pellet per ora e 100g per ora in mantenimento......il consumo e´ottimo e concordano anche alla pasqualicchio........

bioterm
28-02-2008, 17:27
Settare una caldaia non è semplice, molti fattori combiano da abitazione ad abitazione.. non tutti i centri assitenza sono uguali....<br>Parola di rifenditore e agente CT Pasqualicchio

idro25
28-02-2008, 19:45
nyo.pa tu sei riuscito a mettere apposto la tua prima grazie a questo forum secondo grazie ai consigli di un centro assistenza ctp ricordi vero.<br>Poi magari il centro assistenza e un ladro.<br>Ciao tutto questo senza offese.

nyo.pa
28-02-2008, 22:28
IDRO25, veramente non capisco cosa centra in che modo sono riuscito a mettere a posto la mia caldaia se grazie al forum o grazie ai tecnici della pasqualicchio. Per tua informazione dal forum ho solo appreso che in effetti non ero l´unico ad avere lo stesso problema, poi il resto l´ho fatto io. Con mio rammarico posso dirti che io ho sempre chiesto aiuto per i settaggi e le risposte dal FORUM non sono stati i settaggi ma solo &quot;se scende troppo la modulazione cioè il pellet aumenta il CL 07 che il tempo di la voro in mod e pui diminuire il tempo di pausa che e illCP 07 invece UC 07 e il ventolino.<br>In teoria se alzi o abbassi la temperatura per il mant. non devi variare il pellet devi solo vedere che in mod. non si abbassi il combustibile pittosto se si abbassa tanto durante il mant devi accorciare il tempo di pausa............questa e´una e-mail che ho ricevuto da uno del forum........bella e´........giudica tu&quot; praticamente niente di utile, io ho dovuto passare ore nell´osservare la caldaia in funzionamento, forse, se volevi aiutarmi potevi farlo e mi sarei risparmiato un pó di lavoro.....purtroppo non lo hai fatto e se guardi le mie discussioni in cui chiedo aiuto puoi leggere che nessuno mi ha dato i parametri....per queste ragioni trovo totalmente superfluo il tuo intervento.....senza offese.<br><br><span class="edit">Edited by nyo.pa - 28/2/2008, 22:50</span>

cj724
29-02-2008, 07:54
Grazie a tutti e come pensavo la caldaia si setta con la pazzienza e piu porcheria butto dentro e piu sara difficile.<br>Comunque per scaldarsi a legna e non spendere un po di fatica bisogna farla

idro25
29-02-2008, 20:23
nyo.pa ma se non sapavi neanche a cosa si riferivano i parametri<br>A la ctp cerca nuovi centri assistenza.

nyo.pa
01-03-2008, 01:44
E&#39; vero all&#39; inizio non sapevo a cosa si riferivano i parametri, poi facendo pratica ho imparato....e allora? Potresti spiegarmi di cosa esattamente parli, scrivi cose che non riesco a capire......che centrano adesso i centri assistenza? E che ti frega se all&#39; inizio appena comprata la caldaia non sapevo il significato dei parametri?

bioterm
03-03-2008, 13:55
comunque credo che prima di acquistare una caldaia di qualsiasi marco, ci si debba inforamre su due cose<br>1 se esistono i centri assistenza<br>2dove risiedono gli stessi<br><br>

ale62
16-11-2008, 14:12
posso chiedere se qualcuno ha i parametri della cs 40 pasqualicchio? mi da idea che il pellet non si bruci del tutto e che ne entri troppo.....
ringarazio saluti a tutti

Dott Nord Est
16-11-2008, 21:03
ale62, molto probabilmente devi vedere questi parametri:
- portata aria
- portata pellet
- tempo di pausa coclea

ale62
16-11-2008, 21:28
non so dove trovarli...... sul manuale dice per modificare i param come si fa ma non so cosa e come modificare,...... nel senso piu aria? meno combustibile? cosa e come non capisco

ale62
16-11-2008, 21:36
cioè cerca di capirmi..... se voglio ottimizzare i consumi e le prestazioni devo agire nel menu utente: quindi temperatura di mandanta della pompa,aria e coclea, ora non so cosa abbassare cosa alzare..............

ale62
16-11-2008, 21:41
inoltre noto che in mantenimento fa abbastanza fumo cosa che non accade in modulaz, non so se può esser utile per una taratura giusta

CaloRE
16-11-2008, 23:42
pompa on: 45
temperatura: 63
coclea on: 4
coclea off: 30

Il resto è rimasto nelle impostazioni standard... 1 sacco al giorno di pellets da 5,15 KWh

ale62
17-11-2008, 20:23
grazie calore. proverò al limite rompo.........

ale62
15-02-2009, 19:54
buon giorno,volevo sapere perchè quando la caldaia è in mantenimento con la pompa spenta è normale che la temperatura dell'acqua scende pur ogni mezz'ora tira pellet,non dovrebbe rimanere sempre intorno ai 55 65 gradi?a me scende anche a 30 dopo circa 3 4 ore avendo impostata la pompa a 55gradi e 65 il focolaio,mi sapete spiegar a risposta
a questa domanda??

Dott Nord Est
15-02-2009, 20:57
due sono le motivazioni e le possibili cause:
1- hai un mantenimento scarso
2- hai il camino che tira troppo e in mantenimento "strappa" fuori il calore della caldaia

(in tutti 2 i casi, se la temperatura scende sotto i 65impostati, vuol dire che la macchina è nella fase crono impostata a 1, e quindi esclude l'automentenimento della temperatura e considera solo il mantenimento delle brace)

ale62
15-02-2009, 21:07
forse non ci siamo capiti.... se la temperatura di entrata la imposto a 45 gradi perchè quando la caldaia và in acc entra a 40???

Dott Nord Est
15-02-2009, 21:11
se la temperatura dell'acqua dell'impianto esterno è a 40, e tu hai impostato la pompa a 45, non può entrare. Evidentemente hai qualche impostazione o l'impianto sbagliato.
rileggi il tuo intervento precedente, dici di 30° in mantenimento

ale62
15-02-2009, 21:16
non sono io che ho fatto il post,, l'ho solo ripreso perchè stesso (problema se è 1 problema). la cadaia va bene fà tutto e arriva in mantenimento.... ci stà fin che in casa on scende la temperatura, a que punto parte il crono la pompa apre: ma a quel punto entra acqua a temperatura più bassa di quella impostata(45)..

Dott Nord Est
15-02-2009, 21:17
hai collegato il crono alla pompa o alla caldaia?
cioè, i fili neutri che escono dal crono, dove li hai collegati?


pompa..... sbagliato?

si, sbagliato. Hai fatto da te o ha collegato installatore?
Per forza ti entra acqua fredda. (tu puoi impostare la pompa alla temperatura che vuoi, ma è inutile se hai collegato così)
devi collegare il corno alla caldaia nell'apposito spinotto, e poi è lei a comandare la pompa, facendo anche da funzione anticondensa. (porta da 45 a 55)
che modello di caldaia hai?


installatore....

sgridalo !!!!!!!!
è un errore che ti limita di molto la resa della caldaia.
che modello hai che ti dico come fare?

ale62
15-02-2009, 21:49
cs 40 marina.....pasq

scheda ur 2.0...

Dott Nord Est
15-02-2009, 21:58
la scheda è uguale alla mia, quindi in teoria i collegamenti sono uguali.
serve:
-crono
-termostato (e non crono/termostato)
-collegamento a pompa
questi 3 contatti li trovi all'interno della scheda (di solito dovresti avere degli spinotti esterni anche)
fai queasto, e poi regoliamo il tutto.....
ufffff.........sti installatori incompetenti dovrebbero fare i fruttivendoliiiiiiiii !!!!

ale62
15-02-2009, 22:32
avendo la possibilità diandare in manuale, quindi niente crono cosa devo fare?

Dott Nord Est
16-02-2009, 06:33
il rpoblema è che tu hai collegato il termostato alla pompa. E' questo il problema fondamentale. Non và fatto così.
Il crono deve essere collegato alla scheda, e poi è quest'ultima che comanda la pompa in base alle impostazioni che io dò.
ATTENZIONE AI VENDITORI CHE NON SANNO NEPPURE COME FUNZIONA CIO' CHE VENDONO !!!!!

Dott Nord Est
17-02-2009, 05:07
per dovizia di sincerità il venditore non ha colpe, l'idraulico si!!!!

entrambi: venditore perchè non ti ha fatto o detto lo schema, idraulico perchè ha montato una cosa senza informarsi.

Dott Nord Est
17-02-2009, 21:23
scusa ma molto preso dal lavoro.... ok chiamo il termotec faccio cambiare le cose come dici tu, ma poi bsogna regolare nuovamente tutto??

basta settare alcuni parametri, nulla di difficoltoso

ale62
18-02-2009, 18:49
il termotec mi ha parlato di valvola anticondensa a tre vie e che se cosi nessun problema, visto che devo parlare con lui mi puoi dire cosa comporta (se rimane così) nell'esercizio della caldaia??
grazie

giuggiolo0107
18-02-2009, 18:59
scusate se mi intrometto ma ho una curiosità per dr.... tu hai parlato di guardare di che tipo di sceda ha , anche se non è una tua caldaia, ed ho visto che ha le stesse sigle dele mie..... ma sono tutte uguali? cioè anche internamente tutte le sigle comandano le stesse cose? le fanno tutte la stessa ditta ?....ciao:bye1:

Dott Nord Est
18-02-2009, 21:50
scusate se mi intrometto ma ho una curiosità per dr.... tu hai parlato di guardare di che tipo di sceda ha , anche se non è una tua caldaia, ed ho visto che ha le stesse sigle dele mie..... ma sono tutte uguali? cioè anche internamente tutte le sigle comandano le stesse cose? le fanno tutte la stessa ditta ?....ciao:bye1:

spesso sono simili, ma la maggior parte delle volte comandano funzioni diverse.
se mastichi un pò le caldaie in generale, ne capisci il funzionamento e regoli le stesse.


il termotec mi ha parlato di valvola anticondensa a tre vie e che se cosi nessun problema, visto che devo parlare con lui mi puoi dire cosa comporta (se rimane così) nell'esercizio della caldaia??
grazie

perchè devi mettere una valvola 3 vie (spendendo soldi in +) quando basta cambiare due fili?????
e poi, se la scheda ha la funzione di gestire la pompa perchè non la devo usare?
perchè devo usare una valvola anticondensa quando è la scheda stessa che mi fà da anticondensa?
inoltre la scheda gestisce una sicurezza, e se la pompa non la comanda lei, la sicurezza non interviene.


premesso che ripeto la valvola3 vie ormai è montata devo comunque procedere con la modifica?? se si mi puoi indicare cosa devo e come cambiare i contatti???

nella scheda ci devono essere i contatti per TA (termostato ambiente) e per pompa.
collega di conseguenza i fili (il TA è un contatto pulito, mentre dal contatto pompa esce corrente a 220).
poi tari la T° di partenza pompa a 55°e il codice A04 a 85°

Dott Nord Est
19-02-2009, 05:18
oltre che in sicurezza in cosa apporto migliormenti?? anche nel consumo?

qulcosa migliora anche nel consumo, in quanto la caldaia lavora a una temperatura + costante

CaloRE
19-02-2009, 07:17
In questo momento sto lavorando per accorpare i messaggi composti da 2 o 3 parole... Grazie per la collaborazione.

tom-tom
19-03-2009, 10:45
gentilmente mi sapete dire se la pasqualicchio cs25 oltre che a pellet si può,in caso di necessità,alimentare a legna e se ci sono problemi e quali mille grazie

Dott Nord Est
19-03-2009, 14:57
si, penso proprio di si che vada anche a legna. Basta variare i parametri

tom-tom
19-03-2009, 16:36
ho letto le istruzioni della marina cs mi dice che ci sono tre ricette una per il pellet una per la sansa e della terza non ne parla non capisco perchè

ale62
20-03-2009, 23:51
assolutamente non parla di legna il manuale visto che l'ho letto 350 volte.... quindi no non può andare a legna a meno che tu non sia provvisto di puffer e la usi come ina normale stufa a legna, ma allora che senso ha aver preso 1 caldaia che può andare a pellet, sansa bucce di pinoli ecc il tutto tritato???

tom-tom
21-03-2009, 09:28
infatti,ho scritto in caso di emergenza dal momento che ci sono caldaie che usano entrambi i combustibili pellet-legna penso proprio che la cs25 non possa andare a legna dal momento che non è prevista la cosiddetta "ricetta"

stefanob76
21-03-2009, 10:16
Attenzione che se le sonde fumi non sono adatte alla legna (che lavora a temperature molto più alte) rischiate di cuocerle.... ;)

bioterm
21-03-2009, 10:40
gentilmente mi sapete dire se la pasqualicchio cs25 oltre che a pellet si può,in caso di necessità,alimentare a legna e se ci sono problemi e quali mille grazie

mi risulta e son quasi certo che sulla ricetta 3 puoi bruciare solo legna, nel senso che il programma ferma la coclea ma fa funzionare la ventola

tom-tom
21-03-2009, 12:06
Questo è quello che dice il manuale, interpetratelo voi

Nel “menu utente” è possibile selezionare una tra 3 “ricette di combustione”; una ricetta di combustione rappresenta l’insieme dei valori assegnati a tutti i parametri che regolano il funzionamento della caldaia (sia quelli del “menu utente” che quelli del “menu protetto”).
Le ricette impostate in fabbrica, sono le prime due e consentono il funzionamento con alimentazione a:

PELLET (con potere calorifico di circa 5,0 kWh/kg) per la ricetta n°1
SANSA o altri combustibili triti (con potere calorifico 4,0 kWh/kg) per la ricetta n°2

ale62
21-03-2009, 19:55
comfermo quel che dice bioterm, sul manuale non si parla di legnama se chiedi le ricette all pasqualicchio, la 3 non fa andare le coclee, solo ventole....ma allora perchè non mettere nel manuale questa integrazione???

tom-tom
21-03-2009, 21:56
la 3° ricetta la definirei un "minestrone" ,lunedì chiamo i "cuochi della Pasqualicchio" e mi faccio dare gli ingredienti della 3° ricetta e vi farò sapere

tom-tom
23-03-2009, 10:32
ho chiamato la Pasqualicchio ed il tecnico mi ha assicurato che va anche a legna-ma allora perchè non l'hanno scritto

ale5
24-03-2009, 18:35
Ho una p.in questione .E' del 2005,quindi se cisono delle novità non me ne vogliate.
Nei contatti con P. mi dissero che avrei dovuto variare certi parametri protetti aumentandone di 7 la parte numerica , altri lasciarli invariati, questo perchè brucio nocciolino e questa è per me la terza ricetta. Quest'anno ho bruciato soprattutto legna perchè più facile la fornitura, più econmica, migliore il riscaldamento.Praticamente la coclea mi serve a tenere la caldaia accesa, ho regolato i parametri in modo che vada in mantenimento e poi continui la combustione come una caldaia qualsiasi.Ho fatto una griglia grande come la caldaia che posa sul cestello distanziata un paio di cm per migliorare l'accensione e la combustione.L'impianto è naturalmente vaso aperto (la luce può andare via) .Continuerò così, magari con qualche buon consiglio di Stefanob76 e spero di altri.

Dott Nord Est
29-03-2009, 13:39
che modello di scheda monta la tua cadaia?

mario1982
07-12-2012, 18:02
ale62, molto probabilmente devi vedere questi parametri:
- portata aria
- portata pellet
- tempo di pausa coclea
per tempo di pausa cosa intendi più lo alzi e più la coclea gira o più lo alzi e più si allunga il tempo per far ripartire la coclea?

Dott Nord Est
07-12-2012, 18:23
più alzi la pausa coclea, più aumenta lo STOP della coclea

Raimondo Mantione
09-02-2014, 16:20
Ciao a tutti, qualcuno possiede una caldaia a biomassa Pasqualicchio cs25? io consumo 50kg di nocciolino al giorno (con 12 ore di lavoro e 12 standby) e volevo sapere se vado bene o se è meglio intervenire sui parametri. ho notato che in mantenimento la temperatura scende dopo pochi minuti e va in modulazione, è normale? grazie!

renatomeloni
09-02-2014, 16:35
Ciao Raimondo e benvenuto a bordo.....:)
Difficile rispondere alla tua domanda senza dati:
Mq da scaldare?
In che zona climatica vivi ??
Hai boiler x fare ACS con la Caldaia ???
Hai Puffer??
Tipo di riscaldamento (pav.radiante, termosifoni,ecc)???
nr. abitanti???

Saluti

Bubusettete1978
09-02-2014, 22:25
Ciao raimondo, se ti puo interessare ho concluso una discussione nel forum in cui cercavo aiuto per settare i parametri cs40 pasqualicchio.....se leggi nel forum ci sono stati parecchi interventi di cui uno ti interessa da vicino...un signore mi ha postato i parametri che ha usato per la sua cs25 e da li ho preso spunto......una cosa te la posso consigliare ..se modifichi i parametri devi toccare non le pause coclea ma i secoondi di mandata coclea e sopratutto la ventola....il resto lascialo così che dovrebbe andare bene.....cerca aiuto per regolazione cs 40 con nocciolino

Salva5
13-02-2014, 22:23
Ciao Renato, salute a tutti voi! :bye1:
Scusate l'intrusione.
Anch'io possiedo una cs 25 della ctp, alimento il 1°piano di 77mq con 2 convettori + 6 batterie (4 termos+2 scaldasalv); il 2° piano di circa 57 mq viene alimentato con impianto radiante a pavimento. La caldaia è impostata a 65°C, ho una serpentina per la produzione di ACS, e la caldaia brucia normalmente 10 ore al giorno, con un consumo circa 3 sacchi di nocciolino pari a 45 Kg. Cosa vi pare? Dovrei modificare il settaggio?
Grazie a tutti coloro vorranno intervenire per darmi una mano,
A presto!!!

Dott Nord Est
13-02-2014, 22:24
ma con impianto a pavimento, cosa fai, accendi e spegni ?????

Bubusettete1978
14-02-2014, 10:29
Ciao salva....si la domanda del dott. È più che giusta......spegni e accendi il secondo piano? E poi come è installata la caldaia ....in mandata diretta o hai un boiler o un puffer? I parametri sono queli di fabbrica? È nocciolino puro o sansa disoleata? La fiamma della caldaia come si presenta ? Troppo veloce o secondo te buona? Ti ritrovi molta cenere non completamente bruciata o tutta bella bruciata e poco? Insomma dai più notizie al riguardo ....ciao

Raimondo Mantione
15-02-2014, 10:38
grazie a tutti per le risposte e per l'accoglienza nel forum! cercherò di regolare secondo le info di bubusettete, vi faccio sapere!

Salva5
16-02-2014, 17:45
Ciao salva....si la domanda del dott. È più che giusta......spegni e accendi il secondo piano? E poi come è installata la caldaia ....in mandata diretta o hai un boiler o un puffer? I parametri sono queli di fabbrica? È nocciolino puro o sansa disoleata? La fiamma della caldaia come si presenta ? Troppo veloce o secondo te buona? Ti ritrovi molta cenere non completamente bruciata o tutta bella bruciata e poco? Insomma dai più notizie al riguardo ....ciao

Salve bubusettete1978, salve dott..
In effetti sono stato troppo generico...
1. la caldaia è in diretta con temp. di 65°C,
2. i parametri son quelli della casa,
3. utilizzo nocciolino di sansa disoleata,
4. a caldaia appena pulita la fiamma è bassa ma abbastanza veloce (dico bassa perchè dallo spioncino vedo solo l'ultima parte della fiamma, quella alta),
5. non mi ritrovo molta cenere, è bruciata bene, ma attorno al bracere è "pietrosa".
6. per il secondo piano l'acqua circola a 40°C, accendo alle 17 e spengo alle 21, riaccendo alle 4 e rispengo alle 8. Ho provato a lasciare acceso di continuo per 8-10 h ma fa troppo caldo.

Dott Nord Est
16-02-2014, 20:38
punto 6: un radiante va sempre lasciato acceso, e regolato con un termostato ambiente. Come pure la T° di 40° mi sembra parecchio "altina"...

Salva5
16-02-2014, 21:20
conosco il principio di funzionamento del radiante ma forse a causa della T troppo alta credimi, "ti manca l'aria".
a quanto pensi dovrei farlo funzionare questa parte dell'impianto?
pensi che il consumo sia eccessivo? ho sentito parlare di persone che hanno caldaie di altre marche e che consumano 1 sacco di nocciolino per 8 ore di funzionamento con impianti con raduìiatori/termoconvettori!!!???

Dott Nord Est
16-02-2014, 21:33
se manca l'aria è appunto per la T° troppo alta del radiante
il radiante deve lavorare a T° più basse e di continuo

per i consumi e altro, no comment: io non monterei mai una biomassa a nocciolino su CONVETTORI e RADIANTE senza un minimo di puffer.

Salva5
17-02-2014, 21:10
...perdona l'ignoranza. Cosa sarebbe un puffer e a cosa serve?.

Dott Nord Est
17-02-2014, 21:26
salva.............Oddioooooo, ci sono migliaia di post in merito.
Il puffer è una pentola dove si mette acqua calda.......

renatomeloni
17-02-2014, 21:49
Cosa sarebbe un puffer e a cosa serve?.

Ciao Salva,
il puffer è un termo accumulatore, il suo scopo, è appunto quello di accumulare il calore.
In un'impianto a pavimento radiante diventa un componente fondamentale.


conosco il principio di funzionamento del radiante ma forse a causa della T troppo alta credimi, "ti manca l'aria".
Se ti manca l'aria hai una mandata a T° troppo elevata e senza un puffer la vedo dura trovare soluzioni valide.
In poche parole il principio di funzionamento è questo:
la caldaia produce energia termica a T° piuttosto elevate (Circa 70°/80°);
per avere un confort ottimale, al pavimento devi mandare acqua ad una T° di circa 30°/35° possibilmente con regolazione climatica (la gestione climatica avviene con una sonda esterna che varia la T° di mandata del radiante in funzione della T° esterna in modo da mantenere costante la T° ambiente);
Per consentire questo funzionamento il calore va stoccato in un'accumulatore (il puffer), dal quale viene gradatamente spillata acqua calda, che mediante una valvola miscelatrice, viene inviata alla T° corretta (decisa dalla centralina climatica mediante una curva prestabilita da te);
se la T° all'interno del puffer scende sotto una determinata soglia, la caldaia si accende e quando l'accumulo ha raggiunto la T° Max impostata (es.80°C) la caldaia si spegne;
A seconda delle richieste energetiche di casa il puffer, se ben dimensionato, garantisce un funzionamento costante e "morbido" di tutto l'impianto in se, con un confort casalingo ottimo.
Qui da noi, nelle abitazioni con pavimento radiante, si ottengono buoni risultati anche con l'integrazione del solare termico.

Saluti

Bubusettete1978
18-02-2014, 15:19
Ciao salva...io ti parlo invece della regolazione....dallo spioncino se vedi la punta della fiamma vuol dire che troppo bassa e veloce .... il braciere con questo tipo di materiale, che è uguale al mio, dev'essere appena più alto degli ultimi buchi aria....in maniera tale da far attraversare il materiale stesso dall'aria.....quel residuo che trovi altro non è che oliva che per sua natura non brucia....e dimmi una cosa .....la ritrovi molto friabile vero? per un maggior spunto ti rimando ad un mio post al riguardo dove trovi video e foto di tutto .....solamente il primo video non trovi piu perchè lo cancellato per sbaglio da youtube ma non ti riguarda....guarda tutto il resto ......cerce nel sito : regolazione cs40 con nocciolino e vedrai che troverai alcune risposte al tuo caso ...... facci sapere ...... ma non hai un termostato ambiente per il radiante al 1° piano ?

Salva5
18-02-2014, 22:11
...ciao renatomeloni, ho provveduto da subito ad abbassare la t del radiante, ora è attorno ai 32°C. Non ho il puffer perchè (secondo quanto detto dall'installatore), la caldaia stessa ha un accumulo di circa 82 litri, e anche quando è spenta e fredda la t dell'acqua è di 40°C. Inoltre ho scritto che conosco il principio di funzionamento ma non l'impiantistica. mi sono iscritto al forum oltre che ad avere un confronto con chi ha la mia stessa caldaia, anche per avere dei consigli da parte chi sicuramente "ne sa più di me"; (e ci vuole poco).

Salva5
18-02-2014, 22:13
salva.............Oddioooooo, ci sono migliaia di post in merito.
Il puffer è una pentola dove si mette acqua calda.......

grazie 1000!!!
molto utile

Salva5
18-02-2014, 22:22
Buonasera bubusettete1978, ho visto i tuoi post e ho aumentato la mandata di nocciolino in accens, lavoro e modulaz di circa 1 sec. in effetti la fiamma ora arriva fino sopra (è come quel video che hai messo tu), e la t impostata viene raggiunta molto prima dalla caldaia. Piuttosto ho notato che durante la combustione, vengono "sparati" dei pezzetti di nocciolino carbonizzati e non del tutto bruciati. ho forse l'aria troppo alta o è normale?

Salva5
18-02-2014, 22:26
p.s.: ...si ho il termostato ambiente, e ho abbassato la t anche li...:)

Bubusettete1978
19-02-2014, 06:41
Si salva.... ventola troppo alta....abbassala un pochino ..anche senza vedere la fiamma ti poso dire che le impostazioni di fabbrica sono allucinantemente alte.....per avere una visione migliore svita lo swich dello sportello in maniera tale da avere una migliore vista della fiamma quando apri (okkio xchè non stacca la ventola)..... ma stai attento ...aumentare la mandata e diminuire la ventola potrebbe dar luogo ad accumulo di nocciolino nel braciere....prova ad abbassare la ventola e rimettere la mandata nocciolino come prima.....prova per un'oretta e vedi se si mantiene bene la fiamma e il braciere.....in caso di accumulo abbassa i secondi di mandata e mantieni la pausa di fabbrica......vedrai che consumerai anche meno di prima con una resa quasi ottimale......quasi xchè è impossibile trovare una combinazione che vada sempre bene......per quegli accumuli pietrosi sono come nelle mie foto?

Salva5
19-02-2014, 16:39
ciao bubusettete1978,
ora controllo e ti dico il valore della ventola; per gli accumuli di cui mi parlavi,se ti riferisci a questi con foto n. 20140208_104551.jpg, si, ma ce ne sono altri più duri e pare "forati" che si formano sul bordo del braciere.
l'eventuale accumulo della cenere attorno al braciere deve essere circa un paio di cm sopra giusto?
A presto e grazie per ora...

Bubusettete1978
19-02-2014, 19:35
Sicuramente quelli piu duri sono anche ben attaccati al braciere stesso.....si chiamano klinker e si formano perchè utilizziamo materiale molto sporco da terra o qualunque altra cosa ricca di minerali che fondendo danno vita a questi agglomerati molto duri e difficili da rimuovere.....okkio a non far ostruire i buchi aria da tale materiale e ogni tanto ti armi di pazienza e spacchi questi accumuli a martellate o fai come me ...... trapano e smerigliatore a spazzola di rame che essendo piu morbido del materiale che forma il braciere non rovini quest'ultimo smerigliando.....per la cenere è normale che si accumuli anche attorno al braciere e forma una specie di piccolo vulcano ..... ti raccomandavo a non far accumulare troppo nocciolino sulla brace che altrimenti straborda e potrebbe far andare in blocco la caldaia con la conseguenza che la devi pulire dal nocciolino che troveresti sul fondo caldaia e farla ripartire....cmq il nocciolino si anche meno di un paio di cm sopra gli ultimi fori bastano per avere un bel fiammone che riscalda tutto molto in fretta.....che temperatura fumi raggiungi? E con la cenere come la ritrovi? Bella bruciata o carbonella ?

Salva5
19-02-2014, 21:04
le velocità della ventola sono le seguenti:
uc00: 40
uc04: 55
uc07: 50
uc09: 40
uc20: 30
...manca la voce uc05!?
quei depositi riesco comunque a toglierli abbastanza facilmente, vengono via subito, mi da più fastidio il carbone che si forma attorno alle pareti del braciere.
per i fumi, leggevo nei vostri post alcuni valori, ma con la mia caldaia non mi trovo; mi spiego meglio: la t max dei fumi che mi da la macchina è uguale o di poco superiore al valore della t dell'acqua della caldaia, ovvero, se in quel momento la t dell'acqua è 60°, la t dei fumi si aggira dai 60 ai 62°! non so se con l'esempio son riuscito a farmi capire...
la cenere poi è mista, un po' e bella bruciata e leggera, un po' rimane a carbonella, sicuramente quest'ultima è quella che salta via dal braciere e quindi non viene bruciata, giusto no?

Bubusettete1978
21-02-2014, 23:17
Si il nocciolino salta.....ma se poco fa niente...se vedi che la fiamma è troppo vivace abbassa l'aria e vedi se rallenta .....strano quella temperatura fumi.....forse sonda sporca ......in ogni caso niente di strano......molta gente riesce a far andare la caldaia con temperature fumi molto bassa.....certo la tua è emissioni zero....strano....sicuramente si immette troppa aria con la ventola....abbassa e vedi un po .....usi turbolatori? Sono delle barre elicoidali che si inseriscono nei tubi per il passaggio fumi, se ti è posibile fai un video e posti .....così vediamo come sei messo con la fiamma :)

Salva5
24-02-2014, 18:27
Ciao bubusettete1978, ho provveduto ad abbassare l'aria, ora proverò a fare un video "manomettendo" il dispositivo di sicurezza dello sportello e poi ve lo posto. Non uso i turbolatori, comunque ho notato che dopo aver abbassato l'aria, anche se di poco, la t dei fumi, è aumentata; è salita oltre 90°C!
Grazie ancora.

Bubusettete1978
25-02-2014, 16:57
Ok aspetto il video con curiosità.....non hai bisogno di manomettere....svita i due dadini che tengono quel pezzo dello swich sportello e lo inserisci ....almeno è quello che ho fatto io..... ;) secondo me ancora troppo alto il valore ventola.....se di poco ti ha già preso 30 gradi la sonda , sicuro ancora troppa aria...ma prima vediamo il video.....il braciere è alto basso o buono?

Salva5
27-02-2014, 21:38
Ciao bubusettete1978, queste sono le impostazioni attuali della caldaia:
CL00 4
CL04 4
CL07 2,5
CP00 35
CP04 30
CP07 45
UC00 30
UC04 35
UC07 40
t° max fumi in modulazione 104°C.

Salva5
27-02-2014, 22:18
...non riesco ad allegare i files dei filmati..

Bubusettete1978
28-02-2014, 10:25
Mettilo su youtube e posti il link

Salva5
01-03-2014, 08:32
...ecco il video della caldaia in funzionamento normale In normale - YouTube (http://youtu.be/bmuRiTRpPAM), e quello in modulazione In modulazione - YouTube (http://youtu.be/FlPaNRyMszI).
Mi pare che non sono venuti bene a causa della scarsa illuminazione. Fammi sapere, eventualmente li rifaccio...

Bubusettete1978
01-03-2014, 11:29
A occhio sembra buona la fiamma.....ed anche il braciere sembra alla giusta altezza....un paio di cm sopra.....direi che ci sei quasi....prova e vedi i risultati ....vedi se hai nella cenere molta carbonella riduci ancora un pochino aria e di pari passo mandi meno combustibile....le pause non le toccare....sembrano ottime anche se nel video nn si vedono si intuisce dall'altezza del braciere.....direi in ogni caso che ci sei.....i consumi sono calati un pochino vero?

Salva5
02-03-2014, 07:14
...ora non sono a casa, domani controllo e mi faccio il conto di quanti sacchi al giorno mi ha consumato. non sarebbe eccessivo scendere sotto i 2,5 in modulazione?
vabbè, abbasso un altro po' l'aria e poi vedo...
Grazie 1000!

Salva5
06-03-2014, 22:08
Ciao, e scusa il ritardo... ho variato le impostazioni e postato i nuovi video. i parametri attualmente sono i seguenti:
CL00 4
CL04 4
CL07 2,5
COCLEA IN NORMALE 4
UC00 30
UC04 35
UC07 33
VENTOLA IN NORMALE 35
Questi sono gli indirizzi dei nuovi video durante il funzionamento normale normale - YouTube (http://youtu.be/315go2It0Ao) e in modulazione modulazione - YouTube (http://youtu.be/zaWqcCThD9E).
La t in normale è salita a 156°C e in modulazione a 116°C. quello che non mi spiego è che abbassando l'aria pare che i consumi siano leggermente aumentati (probabile dipenda anche dalle condizioni meteo dei giorni scorsi), e la cenere ha meno residuo di carbone. se però abbasso la mandata la t non sale... ora vedo con queste impostazioni, anche se a spanne mi pare che il consumo sia di circa 3 sacchi da 15 Kg di nocciolino al giorno...
A presto....

Bubusettete1978
07-03-2014, 18:06
Ciao salva quel secondo che hai aggiunto di mandata prova a toglierlo.....magari leva solo 0.5 e non tutto il braciere sembra alto in questi video.....però bel fiammone....salva una domamda quanti m/2 riscaldi? La casa è ben coibentata? Spifferi?

nyo.pa
08-03-2014, 13:12
Prova a tenere piu' alta la mandata in NORMALE e diminuire quella in MODULAZIONE, tieni la ventola differente tra normale e modulazione di circa 7/10%, ricorda che la modulazione serve solo quasi a muovere le braci e non a portare nuovo materiale;carichi in normale e lo usi in modulazione......

Salva5
08-03-2014, 14:17
salve a tutti, la casa è di circa 220 m2, anche se al momento sono scaldati solo 150 m2 (1° e 2° piano), il braciere sembra alto forse perchè la caldaia non veniva pulita da una settimana, altrimenti il combustibile accumula circa 1,5 - 2 cm.
...vorrei provare a scendere sotto il 30% ma non me lo consente, e se aumento l'aria in normale mi sembra troppa.

Salva5
08-03-2014, 14:23
...la casa è ben coibentata?
bella domanda. la casa (ristrutturata) ha il perimetro del piano terra e il 1° piano che sono realizzati con doppi blocchi di tufo.
il 2° (zona notte), perimetro e volta con blocchi di polistirene.
attualmente nel piano terra (garage), ci sono parecchi spifferi...

Salva5
08-03-2014, 14:29
...dopo che la caldaia ha raggiunto la modulazione, e che questa viene ripresa almeno dopo 3 o 4 volte, se tolgo anche 0,5 la fiamma non sale fino alla prossima mandata di materiale!??

Bubusettete1978
09-03-2014, 06:31
Wee ciao nyo.pa ...... salva devi sapere che è grazie a nyo che ho la caldaia con un ottimo funzionamento...quindi se si è unito alla discussione ci sono alte possibilità che riusciremo a farla funzionare a dovere....cmq 45 kg di nocciolino tenendo acceso 12 ore secondo me ci stanno tutte....poi considerando che il tufo traspira e i vari spifferi tra garage ed altro .... a conti fatti vabbene .... poi bisogna vedere quanti termosifoni ....il materiale di cui sono fatti ecc ecc.... cmq considerando che è sansa disoleata secondo il mio modestissimo parere ti potresti anche accontentare...poi se cerchi la perfezione ti dico quello che mi hanno detto a me....impossibile propio perchè il materiale che bruciamo cambia anche da sacco a sacco quindi bisogna trovare un giusto compromesso...correggetemi se sbaglio...con la mia cs40 consumo intorno a 85 se non 90 kg nocciolino tenendo sempre acceso un piano dei tre di cui dispongo intorno a 150 m/2 e per portare tutta la casa ha temperatura ci vogliono 120 kg in circa 8/7 ore ..... casa coibentata abbastanza bene e neanche uno spiffero al momento....tutta la casa misura circa 500m/2 divisa in tre piani più mansarda

nyo.pa
09-03-2014, 08:17
Ciao Bubusettete hai imparato bene a fare i settaggi, bravo.......In modulazione la fiamma non deve salire, si deve mantenere uguale oppure scendere perche' e' una fase che rallenta la combustione.Fatta questa premessa diventa fondamentale che tu immetta la giusta quantita' in normale, anche un po' di piu', non avere problemi e ogni modifica la devi verificare dopo un paio d'ore......ciao

Salva5
09-03-2014, 16:30
...bene, tutto ciò mi rincuora, grazie ancora, provo e vi faccio sapere...
ps che mi dite della ventola che non scende sotto il 30?

nyo.pa
09-03-2014, 17:50
A me non scende sotto i 15, questi sono solo numeri non significano nulla in assoluto.......ogni caldaia ha le sue caratteristiche, tu devi solo imparare il metodo per fare i settaggi da solo e ti serve questo forum per capire dove e cosa guardare. Ciao

Salva5
09-03-2014, 22:01
...nyo.pa ma tu hai una cs marina 25 della ctp?
...e tu bubusettete1978 una cs 40?
guisto?
comunque in funzione dei consigli ricevuti, ora ho portato il lavoro della coclea a 5 in funzione normale e a 2 in modulazione, la ventola in normale a 37 e in modulazione a 30.

nyo.pa
10-03-2014, 08:47
Si io ho una cs 25, mi sembra che la differenza tra normale e modulazione possa andare, provala per un po' di ore

Bubusettete1978
10-03-2014, 20:05
Si cs 40 .....5 forse un po troppo.....prova capace che la fiamma tende a spegnersi e poi riparte con un piccolo botto....ma siccome ci sono gli antiscoppio sei in una botte di ferro

Salva5
14-03-2014, 16:22
...bene, è il momento di tirare le somme. dopo alcuni giorni di prova ho ottenuto una cenere con pochissimo residuo carbonioso, quasi nullo; l'accumulo che si crea attorno al braciere che una volta era parecchio e duro, ora è circa 1 cm e risulta friabile e poco compatto; da 30-35°C (temperatura dell'acqua a caldaia spenta) a 65°C (temperatura impostata), la caldaia impiega circa 10 min; dopo la pulizia il residuo totale per circa 7 giorni di funzionamento è pari a un volume di 8-9 litri di cenere; il consumo si aggira a poco meno di 3 sacchi/giorno di nocciolino.
Grazie al forum e ancora grazie a voi, che col vostro contributo e la vostra expertise, mi avete dato un grosso aiuto a settare la caldaia.
Grazie!!!
:clapping:

Bubusettete1978
15-03-2014, 16:55
Ottimo salva mi fa veramente piacere che hai trovato il giusto compromesso.....e quindi che dirti ..... goditi un meritato calore :beer:

fornaio
02-04-2014, 15:31
mamma mia che casino................
un mio pensiero:
ma le case costruttrici di caldaie,
xke' mandano in giro farmacisti e ginecologi a vendere caldaie?
non si accorgono che fanno brutte figure?
io fossi in loro mi appoggerei piu' a veri tecnici che a rivenditori.....
ah,gia'...
i tecnici non sanno vendere!!!!!!:spettacolo:

Salva5
06-04-2014, 16:43
...già, a quanto pare le case costruttrici (sicuramente non tutte), hanno due linee differenti, una di vendita e una di assistenza. nel mio caso e nella mia zona, c'era un solo tecnico che tra l'altro fornisce assistenza ad altre case e marche diverse tra stufe, caldaie e termocamini; questo signore una volta che riuscivi a parlarci, ti fissava un appuntamento al quale puntualmente non si presentava. ora (sicuramente a causa delle giuste lamentele dei clienti), ho saputo che per fortuna l'azienda ha visto bene di affidare l'assistenza anche ad altri tecnici, solo che per quanto mi riguarda volevo capire e risolvere da me (o quasi), il mio problema.
Per questo devo ancora ringraziare i gentilissimi signori di questo forum che mi hanno supportato/sopportato, e che mi hanno dato un grosso aiuto a settare la caldaia.
Grazie comunque per l'interesse e buona giornata! :bye1:

Gennaro_p
30-11-2015, 17:39
Salve a tutti e buonasera, sono nuovo del forum e non sono ferrato in materia, sono possessore di una pasqualicchio cs marina da 29 kw, come molti avrei bisogno di settarla in quanto noto diversi problemi in fase di combustione. Vorrei sapere innanzi tutto, se qualcuno puo' aiutami il significato dei valori del menu' utente in merito a cocleoa cl e cp e la relazione con i vari rif. num. cl0 ...ecc.
Detto questo nel farttempo io ho gia provatoa regolare la combustione grazie alle vostre discussioni, preciso che il materiale che uso e' il nocciolino.
l'attuale settaggio è
CL00 1.0 UC00 50
CL04 1.1 UC04 50
CL05 1.1 UC05 40
CL07 0.9 UC07 40
CL09 3.2 UC09 30

CP00 35
CP04 30
CP05 20
CP07 21
CP09 18

Cio' premesso noto si un gran miglioramento della combustione e forte riduzione di cenere, pero' la temperatura fumi arriva a 90° credo un po bassa, e il residuo ne bruciatore e molto crostificato. Potete aiutarmi nel capire meglio? grazie anticipatamente.

Gennaro_p
07-12-2015, 15:44
Salve a tutti, volevo chiedere ,se magari a qualcuno è gia capitato, un consiglio riguardo alla mia pasqualicchio.
Io ho una Pasqualicchio marina cs25 che dopo vari tentativi e grazie anche a voi del forum sono riuscito a settare con una calibrazione accettabile, pero da un paio di giorni dopo circa 7 ore di lavoro comincia a impazzire, nel senso che una volta arrivata in stand by invece di ripartire a 65° non parte poi si avvia quando arriva a 62, pero' poi comincia a passare ciclicamente in accensione normale e stand by senza che la ventola parta. premetto che nelle ore precedenti tutto funziona regolarmente partendo a 65° accensione/modulazione e il braciere si presenta sufficientemente coperto da brace circa 2 cm sopra il soffiatore. Potete darmi qualche consiglio? Grazie anticipatamente.

Diegonord
03-12-2016, 22:10
buonasera possiedo una ct Pasqualicchio cs 25, dopo tre settimane la sto sostituendo con una Tatano kalorina 35, mi hanno venduto la Pasqualicchio come una caldaia che andava anche a cippatino, era sempre intasata e la resa bassissima, l'assistenza è stata una delusione, ora la cambio per la disperazione. Volete un consiglio girate alla larga dalla pasqualicchio...

Dott Nord Est
03-12-2016, 22:12
e che modello della Tatano prendi? per bruciare cosa ?

Diegonord
03-12-2016, 22:20
Prendo una kalorina 35 chips, brucio cippatino,possiedo un impianto di vagliatura,essiccazione e depolverizzazione cippato.

Dott Nord Est
03-12-2016, 22:31
capito......
sappi cmnq che sostituendo una caldaia a biomassa puoi accedere al conto termico 2.0 (se la nuova caldaia rientra)

Diegonord
03-12-2016, 22:45
Cosa ne pensi della Tatano?

Dott Nord Est
03-12-2016, 22:53
no comment
la trattavo, ora non più

Diegonord
03-12-2016, 23:05
buonasera possiedo una ct Pasqualicchio cs 25, dopo tre settimane la sto sostituendo con una Tatano kalorina 35, mi hanno venduto la Pasqualicchio come una caldaia che andava anche a cippatino, era sempre intasata e la resa bassissima, l'assistenza è stata una delusione, ora la cambio per la disperazione. Volete un consiglio girate alla larga dalla pasqualicchio...

Dott Nord Est
03-12-2016, 23:06
ma questo non l'hai già scritto nel post di apertura n. 104 ?

Diegonord
03-12-2016, 23:07
No comment in positivo o negativo?

Dott Nord Est
03-12-2016, 23:09
no comment vuol dire no comment
conosco bene il mondo della caldaie a biomassa, credimi.... dopo quasi un migliaio di impianti fatti preferisco dire no comment su prodotti che non tratto più

Diegonord
03-12-2016, 23:19
Marchi che tratti e ti senti di consigliarmi? Un po' di dati, 300 m da riscaldare,Piffer da 1000 lt con serpentina sanitari, passaggio obbligato 88cm(porta)

Dott Nord Est
03-12-2016, 23:23
se vai nel mio sito vedi chi sono e cosa faccio
qui per regolamento non posso soddisfare le tue richieste
cmnq se la tua intenzione è di montare un'altra marina, non posso aiutarti

fornaio
03-12-2016, 23:31
Ciao Diegonord.
La cosa che devi guardare è il centro assistenza tecnico più vicino a te e la sua serietà, ed affidarti a quello...
Acquisteresti un'auto che nessun officina ha ricambi o assistenza per la stessa?

Diegonord
03-12-2016, 23:47
Grazie fornaio, io possiedo anche una Csb pasqualicchio da 150 kw, funziona bene come assistenza però o,agitatore rotto, prima lo paghi e poi guardano se ė in garanzia,questa è la politica di pasqualicchio.....

Diegonord
03-12-2016, 23:49
Scusa la mia ignoranza, cosa intendi per marina?

Dott Nord Est
04-12-2016, 08:07
cosa intendi per marina?

marina è un tipo di caldaia con una determinata concezione costruttiva e di combustione
diciamo che oramai sono un pò "datate", e come è ampiamente prevedibile ci sarà una stretta sulle rese e sulle emissioni da parte della comunità europea, ivi compresa l'Italia, molti generatori di calore andranno fuori regola e mercato (se non si integreranno con costosissimi filtri antiparticolato)
ad esempio, nel tuo caso, se sostituisci una biomassa con altra biomassa già in regola con le normative attuali, puoi accedere al conto termico e ricevere in conto corrente (soldi sonanti, e non detrazione), tot euro in base alla zona/kw/emissioni caldaia.
In parole povere, una caldaia marina che sia rossa, gialla, verde o qualsiasi altro colore, sempre marina resta, con tutti i suoi limiti (che fino a qualche anno fa non erano dei limiti, mentre ora lo sono)

fornaio
04-12-2016, 09:22
Io resto convinto che ogni utenza va trattata a sé.
Mi spiego meglio. ...
Ci sono caldaie marine (o eruttive, griglie mobili, autopulenti e chi più ne ha più ne metta ma ognuna ha i suoi pro e contro.
Le marine hanno dei limiti ma anche con il conto termico si hanno dei limiti. ...
Tutto sta a trovare una persona sincera che ti illustri sui vari scenari a prescindere dalle 'marche'.
Per quanto riguarda l'agitatore rotto io di pasqualicchio non ne ho mai viste ma ho visto molte tatano ,D'Alessandro , dcm, e come dice il dott. Cambiano colore ma sono uguali ed è molto difficile romperlo.
In 15 anni ne ho visto rompere solo uno su una tatano ma era colpa di un perno in acciaio nel combustibile. ..
Però tutto può essere. ...

FaGa86
04-12-2016, 13:11
Scusa Diegonord ,
il cippatino lo usavi su tutte e due le caldaie ?
sulla piccola resa bassissima perché è come ?
hai VAC ?
sai regolare la caldaia in funzione del combustibile ?
che umidità ha il cippatino ?

Diegonord
04-12-2016, 14:01
Si il cippatino lo usavo su tutte e due,umidità 12%, il problema della cs25 e che ė una caldaia a Pellet-legna,il braciere troppo piccolo,le Cocle piccole e deboli, è venuto il tecnico il loro tecnico a modificare i parametri,la resa è sempre bassa.
Nella cs 25 ho bisogno di 30kg di cippatino per scaldare 1000 lt acqua 75 gradi
invece nella Csb 130 con 40kg di cippatino ne scaldo 4000 lt

Diegonord
04-12-2016, 14:15
Nella mia pasqualicchio Csb 130 si è rotto il riduttore dell'agitatore, bruciando tutta la frazione fine del Cippato rimane un combustibile molto polverolento e l'agitatore sforza di più,essendoci una termica se sforza dovrebbe scattare,come capita solitamente.... pasqualicchio ha messo quattro giorni a spedire il ricambio al centro assistenza per avere la macchina funzionante e passata una settimana, sicuramente troppo tempo.

Dott Nord Est
04-12-2016, 14:19
Nella cs 25 ho bisogno di 30kg di cippatino per scaldare 1000 lt acqua 75 gradi
invece nella Csb 130 con 40kg di cippatino ne scaldo 4000 lt

attento dare numeri a caso, i miracoli non vengono più fatti da 2.000 anni..... :clapping:

Diegonord
04-12-2016, 14:40
57637Dott. Stiamo parlando di Cippato di polpa,solo strobo,tanto volume e poco peso umidità compresa tra il 9/12%

Dott Nord Est
04-12-2016, 15:03
quanti kw x kg ?
4.000 lt da che T° a che T° ?

Diegonord
04-12-2016, 15:48
X dott. Siamo intorno ai 5,8 kw, l'acqua dai 45 a 75gradi, grado più grado meno.....

Dott Nord Est
04-12-2016, 15:54
hai certificazione di un cippatino che sviluppi 5.8 kw?

altra domanda: siccome le calorie non scompaiono per miracolo, quelle che metti nella caldaia piccola, dove vanno? T° dei fumi? T° di esercizio caldaia? quanto cippatino all'ora?

Diegonord
04-12-2016, 16:10
Abbiamo fatto delle pre analisi, volevamo essere sicuri di rientrare nel A1 plus e stiamo certificando tutto il processo compreso l'impianto. Stiamo ultimando anche l'impianto di insacchetamento automatico,il problema è che per fare un sacchetto da 15kg superiamo quasi i 100 lt di volume. Nel microcippatino M5 il materiale chiude di più, nel cippatino frazione M5/M10 dove non abbiamo il fine il volume aumenta tanto

Dott Nord Est
04-12-2016, 16:13
ah ecco....quindi sei un produttore di cippatino......
ma non hai risposto alle mie domande:

- hai una certificazione che attesti 5.8 kw?
- T° fumi uscita caldaia piccola?
- consumi orari caldaia piccola?

Diegonord
04-12-2016, 16:16
Io resto dell'idea che la caldaia piccola ha un efficenza molto bassa,il tecnico mi ha regolato i fumi a regime normale sui 130, la caldaia va in stand by a 75, secondo me il fascio tubiero ha poca superficie di scambio

Dott Nord Est
04-12-2016, 16:16
scusa, ma leggi o no le domande che scrivo?
chiedi consigli ma non rispondi a quello che ti si chiede..... mah......
se avesse poca superficie di scambio il fascio tubiero, i fumi schizzerebbero alle stelle

Diegonord
04-12-2016, 16:20
La caldaia piccola ha due settimane di vita il consumo orario non riesco a dirtelo con esattezza, mi hanno fregato vendendomela a cippatino, senza agitatore fa ponte continuamente..... quindi dati esatti non te li so dare

Dott Nord Est
04-12-2016, 16:24
appunto, quindi erano dati scritti a caso quelli del post 122
a parte questo, marina rossa/gialla/celeste/fucsia.... se si vuole usare cippato o cippatino serve agitatore a giostra oppure se si ha serbatoio conico senza agitatore a giostra, servono corpi vibranti, tanta inclinazione e cippatino supersecco e di pezzatura uniforme.

Diegonord
04-12-2016, 16:26
Non voglio mancarti di rispetto ti sto rispondendo tra un lavoro e l'altro... per la certificazione ti ho risp che abbiamo delle pre analisi, 5.8 siamo riusciti a raggiungerlo con polpa di strobo scortecciato,essiccato al 9%,depolverizzato e vagliato

Diegonord
04-12-2016, 16:29
Post 122, ho pesato il materiale ed ho riempito il serbatoio, non mi piace scrivere dati a caso

Dott Nord Est
04-12-2016, 16:30
Non voglio mancarti di rispetto

nessun problema
volevo solo farti capire che non è la caldaia, ma qualche persona che ti ha venduto una caldaia per il cippatino quando per il cippatino non è.
se la caldaia fa ponte, come tu dici, vuol dire che non carica cippato, e quindi non consuma.
che poi faccia fatica a scaldare è altro discorso, cmnq logico che se non carica.....

Diegonord
04-12-2016, 16:36
Corpi vibranti non sono il massimo nelle abitazioni civili,troppo rumore. Nella Csb che ho,L'agitatore funziona bene sopratutto con il cippatino e microcippatino,qui la coclea dovrebbe essere 130mm

Dott Nord Est
04-12-2016, 16:38
appunto, quindi chi ha deciso di prendere la cs pasqualicchio che non era adatta al cippatino ?
questo voglio farti capire.....
che non vada per il cippatino, non significa che non vada per altre cose
che poi tutte le marine abbiano i loro limiti (oramai, visto le restrizioni e i tempi), questo è un dato di fatto

Diegonord
04-12-2016, 16:43
Infatti mi hanno venduto una caldaia a Pellet/legna,il problema è che l'agente del nord ovest e solo un venditore e dovrebbe essere un po' tecnico,il mio obbiettivo è che altra gente non commetta il mio stesso errore di fidarsi di persone non competenti,dopo che avevo raccomandato il combustibile che avrei usato. La caldaia quando è in funzione disperde tantissimo calore nel vano caldaia. P.s. La targhetta della caldaia risale al 2014....

Dott Nord Est
04-12-2016, 16:45
un pò vecchiotta eh...... residuati di magazzino ? :cry:
ho trattato per anni caldaie marine, ora non le tratto più.... visto tutti i limiti che avevano. Anni fa potevano essere irrilevanti, ora no.
Purtroppo la tecnica, esigenze, limiti emissivi, ecc ecc galoppano, e le marine non si sono evolute al pari.
Questa CS te la ritirano? la vendi? la rottami?

Diegonord
04-12-2016, 16:57
Spero per loro che me la ritirino, dopo la Csb che mi hanno venduto un anno fa ne ho fatte vendere diverse altre,se non ritirano sono obbligato a fargli causa,mi hanno proposto un altra Csb in cambio,pagamento a 90 gg e nel frattempo rivendevo l'altra..., l'ho vista come una presa in giro.... poi non mi va di fregare nessuno con quel residuo di magazzino....

Diegonord
04-12-2016, 17:00
La solar focus è un ottima macchina, anche il sistema di taglio per gli sfilaccioni, l'hanno provata con il nostro materiale, resa altissima, però è sprecata perché può andare con materiale molto più scadente

Dott Nord Est
04-12-2016, 17:03
come non commento sulla Tatano, non lo faccio neppure sulla Solarfocus...
sarei di parte :):) e magari sarei troppo puntiglioso e sincero

Diegonord
04-12-2016, 17:07
Ti farò sapere come va la Tatano,martedì dovrebbero montarmela..... la proverò con microcip e cip, quello scadente di salice e pioppo, quella sarà la prova della verità.....

FaGa86
05-12-2016, 07:53
ciao Diegonord ,

sto seguendo il tuo discorso sul cippato / cippatino :

vagli il prodotto ?

magari l'hai già detto ma non sono stato attento .

Diegonord
05-12-2016, 09:58
Ciao Faga,si,ho un impianto di essiccazione vagliatura e depolverizazione,produciamo micro cippatino, cippatino,Cippato M25 e Cippato M45, l'umidità 9/12%

fornaio
05-12-2016, 19:52
Scrivi e scrivi e i nodi vengono al pettine. ..
Allora sei un produttore di mini chip.
Mi sa che ci conosciamo....
Domanda. ..
Sei il tizio che lascia giù i campioni di microchip imbustati?