Mi Piace! Mi Piace!:  59
NON mi piace! NON mi piace!:  17
Grazie! Grazie!:  16
Pagina 10 di 10 primaprima 12345678910
Visualizzazione dei risultati da 181 a 197 su 197

Discussione: PLASTICA: impatto su ambiente e biodiversità

  1. #181
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    I messaggi stanno diventando troppo lunghi per poter rispondere ...

    Versalo nel bosco il vino e vedrai che non muore nessuno...
    Prendi il telo di plastica e usalo per avvolgere il geranio e poi dimmi se muore...

    Nessun vivente muore per ciò che la plastica rilascia..ad esepio anche il plancton dicono che mangi plastica, ma non muore per questo, epure in prporzione al suo corpo è come se tui mangiassi 30 kg di PP.
    Non ci muore forse il plancton ma gli altri si.
    Foto Plastica e plancton, le immagini che sconvolgono - 4 di 4 - National Geographic
    Microplastiche trovate anche nei fondali marini profondi
    Inquinamento degli oceani: microplastiche anche nelle feci del plancton - GreenMe.it
    Leggete gli articoli e poi ditemi se viviamo nel felice mondo (di plastica) che descrive marcober.

    Tu forse puoi reperire della microplastica. Perché non te ne bevi un bel bicchierone e poi ci racconti quanto è buono? Sempre che poi sarai tra noi per dircelo. Io comunque ti consiglio di non farlo...ma se è così innocua perché no...
    Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso.

    Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella.

  2. #182
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Tu invece non apporti mai nulla alle discussioni.
    Visto che fai il suo chierichetto che ne dici di farti un aerosol?
    Aria di montagna e microplastiche - Focus.it
    PS. Era in risposta al messaggio di b.n. cancellato dalla moderazione.

    Mi balena un sospetto, forse sbagliato. Ma se la produzione di plastica nei prossimi anni aumenterà fino al 50% e già oggi nei mari e nell'aria abbondano, considerando che le serre si costruiscono con teli di plastica, non è che tutti questi frammenti possono aumentare ulteriormente l'effetto serra?
    Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso.

    Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella.

  3. #183
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito


    Note di Moderazione:

    Restate in tema, non provocate né replicate alle provocazioni altrimenti dovrò chiudere il 3d per farvi sbollire.
    Le diatribe a due (o tre) stancano gli altri utenti

    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  4. #184
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi si dice che non ho capito cos'è l'effetto serra e che la plastica non c'entra nulla.
    Riscaldamento globale, anche l’inquinamento da plastica tra le cause - La Stampa

    Ai negazionisti dell'inquinamento da plastica dedico questo "aforisma":
    “il problema della plastica negli oceani non è così complicato come il cambiamento climatico. Non ci sono negazionisti, almeno per ora. E per fare qualcosa non dobbiamo rivoluzionare l’intero sistema energetico globale”. Laura Parker, National Geographic
    Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso.

    Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella.

  5. #185
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da WuWei Visualizza il messaggio
    I
    Prendi il telo di plastica e usalo per avvolgere il geranio e poi dimmi se muore......
    anche se avvolgo te muori..ma per assenza di ossigeno non perché la plastica rilasci sostanze che ti uccidono
    Questo è il livello delle tue argomentazioni..prendo atto...e dunque la discussione sarà presto chiusa per manifesta inutilità.

    Ovvio che trovi plastica nelle feci del plancton che ne ha ingerita..te lo dico da un pezzo..è inerte e atossica..la ingerisci e la espelli.
    Dunque trovarla nelle feci è buon segno.
    Anche nelle feci umane trovi tracce di quello che hai ingerito..esempio fibre ..che entrano ed escono "come sono"..ma mica ti ammazzano..o ti aiutano o nn ti fanno male...e sono anche quelle fibre POLIMERICHE..cioè lunghe catene di fenoli o saccaridi.





    Originariamente inviata da WuWei

    Mi balena un sospetto, forse sbagliato. Ma se la produzione di plastica nei prossimi anni aumenterà fino al 50% e già oggi nei mari e nell'aria abbondano, considerando che le serre si costruiscono con teli di plastica, non è che tutti questi frammenti possono aumentare ulteriormente l'effetto serra?



    in relazione ad una serra..l'effetto serra lo aumenta la legna o il gasolio (a prezzo agricolo calmierato a spese di tutti) che bruci per scaldarla in inverno..non certo il pulviscolo atmosferico del suo telo..che al massimo ..NON essendo trasparente ai raggi solari ...fanno DIMINUIRE l'irraggiamento solare e dunque l'effetto serra.
    Vedo che se nell'ora di chimica non eri attento..nell'ora di fisica proprio manco andavi..
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  6. #186
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da B_N_ Visualizza il messaggio
    interessante e non impossibile ma tutt'altro che facile da realizzare
    salvo che lavoriamo seriamente su ceppi batterici che possano darci una mano
    non è il mio campo..ma immaginavo a certi filtri...oppure ad una gestione più mirata al recupero dell'acqua a qualità elevata, medinate evaporazione (solare?) della stessa e succesiva condenszione..i tal modo se tratti 100 lt di acqua inquinata , dopo evaporazione hai magari 99,9 kg di acqua pulita e sterile, e dal'altro 0,1 kg di fanghi densi, che vai a bruciare...in tal modo di fatto riduci a zero la microplastica.
    Tuttavia penso che una cosa analoga forse si puo fare nele lavatrici..cioè..se metti programma capi sintetici..la lavatrice cerca di usare il minimo di acqua possibile...la raccoglie in modo separato e poi con calma la evapora , per condensare il polvrino di fibre che svuoti una volta all'anno. Energeticamente non è una passeggiata, ma tecnologicamente è banale..tuttavia se percepiamo che la microplastica è u problema, quella è una soluzione che ha un impatto misurabile..il resto letto in questa discussione serve tanto quanto la racomndazione dei Comuni di non tenere acqua nei sottovasi, in relazione al problema della diffusone della febre del Nilo che porta la zanzara tigre...ok, lo puoi dire in TV e dunqu ela gente pensa che "la politica si è mossa"..e che tu cittadino" hai fatto la tua parte e dunque sei fiero del tuo cpntributo"..poi di fatto se non esci coi trattori a disinfestare con atomizzatori , non ne esci..ecco, molte delle cose lette qui, stanno ala otta alla microlastica come levare acqua dal sottovaso..però fa tanto "impegno civile".
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  7. #187
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Forse nella tua testa le serre servono tutte per ricreare un ambiente tropicale. Nella realtà la maggior parte sono "fredde" e non vengono scaldate da nessun carburante ma dal sole. Va beh, non importa...

    Quindi mi stai dicendo che la plastica non inquina l'aria, non inquina i mari, non inquina il terreno, neppure le forme di vita. Nulla. I 5 grammi di plastica che ognuno di noi mangia ogni settimana non sono un problema, anzi fanno bene come le fibre. Che tutti gli articoli e gli studi che esistono e ci allarmano sull'inquinamento e l'effetto serra da plastica sono fake. Che le industre petrolchimiche non inquinano. Capito. Grazie.

    Avviso la Parker che i negazionisti esistono anche per quanto riguarda la plastica...
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso.

    Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella.

  8. #188
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da WuWei Visualizza il messaggio
    Forse nella tua testa le serre servono tutte per ricreare un ambiente tropicale. Nella realtà la maggior parte sono "fredde" e non vengono scaldate da nessun carburante ma dal sole. Va beh, non importa...

    Quindi mi stai dicendo che la plastica non inquina l'aria, non inquina i mari, non inquina il terreno, neppure le forme di vita. Nulla. I 5 grammi di plastica che ognuno di noi mangia ogni settimana non sono un problema, anzi fanno bene come le fibre. Che tutti gli articoli e gli studi che esistono e ci allarmano sull'inquinamento e l'effetto serra da plastica sono fake. Che le industre petrolchimiche non inquinano. Capito. Grazie.

    Avviso la Parker che i negazionisti esistono anche per quanto riguarda la plastica...
    Non ho mai detto che la microplastica non sia un problema e ho anche suggerito:
    - da dove viene
    - cpome pensare di prevenirla

    Tu invece ANCORA UNA VOLTA posti una FOTO_FAKE..per mistificare e confondere: infatti se fosse vero quel che dice WWF (che ha PAGATO la ricerca, dunque magari permettimi di dubitare ..ma vedremo) e cioe che ingeriamo con l'acqua 5 gr di plastica a settimana, se è nell'acqua e la beviamo deve essere NANOPLASTICA (oppure tu ti beve acqua co MICROPLASTICA cioe filamenti di 5 mm di dimensione??)..e se è quella..non proviene dalle BOTTIGLIE DI PET che sono fotografate nel piatto.
    In quel piatto probabilmnete ci dovrebbe stare il tuo dentrifrico , la crema di tua moglie, il tuo pneumatico, la felpa di tuo figli..cose cosi insomma (il tuo è generico..si intende)
    tenendo invece la discussione a livello di IMMAGINE e non di APPROFONDOIMENTI, nulla si capisce e tutto serve per creare panico e confusione ..e poi a catena decisioni che nulla migliorerano le cose..ma che fanno contenti quelli che che nulla ci hanno capito
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  9. #189
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito


    Note di Moderazione:

    Non vorrei censurare nessuno, ma qui si parla di plastica e se Wuwei o altri sono ripetitivi non c'è bisogno di avvocati o ulteriori contribuiti polemici.
    Cancello gli ultimi post, è VIETATO scrivere senza entrare in topic, spero sia chiaro altrimenti lo chiudo.

    Sono stufo (immagino come tanti altri) di ricevere decine di notifiche e vedere i 3d finire in rissa

    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  10. #190
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Hai detto che la plastica è atossica ecc. Che nel terreno non crea problemi anzi migliora la tessitura, che la mangia il plancton e non gli fa male come le fibre, che la plastica contrasta l'effetto serra, ecc
    Anche le microplastiche del pet degradano in nanoplastiche, o no?
    WWF (che ha PAGATO la ricerca, dunque magari permettimi di dubitare ..ma vedremo)
    E tu permettimi di dubitare della tua propaganda positivista visto che produci/vendi plastica, mentre tutto il resto del mondo scientifico e non è allarmato.

    L'immagine è puramente indicativa.
    Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso.

    Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella.

  11. #191
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da WuWei Visualizza il messaggio

    L'immagine è puramente indicativa.
    Il contarrio..sarebbe "indicativa" se indicasse una cosa vera..ma essendo falsa, l'immagine è un Fake

    IO cito o LCA certificati Terza Parte..o Ispra, Enea , Conai, Ministero.

    lunedì farò esaminare sta cosa del WWF australiano..secondo loro ci mangiamo il 4% della produzione mondiale di plastica..se cosi fosse, non c'è manco da aspettare i batteri di Bright...siamo gia noi in grado di digerirla? ..Mmm ..qui si apre un nuovo BU$INE$$
    Permettimi di dubitare sino ad allora però…
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  12. #192
    Banned

    User Info Menu

    Predefinito

    lascia stare Marco, ritiriamoci, tanto dibattere civilmente non è l'obiettivo di nessuno, e purtroppo la mia osservazione va oltre le prime apparenze

    se hai voglia scrivimi che mi interessa parlare con qualcuno interessato in merito al discorso della riduzione SERIA delle microplastiche e la potenzialità che possa essere fatta in seno agli impianti di depurazione, che conosco abbastanza bene
    non condivido l'ipotesi della filtrazione perchè troppo onerosa nella gestione nè quella della distillazione perchè troppo onerosa energeticamente

    se hai voglia di indicarmi in privato un forum dove si possa dibattere serenamante con tecnici seri e almeno mediamente preparati te ne sarò grato

    ciao
    F.

  13. #193
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito


    Note di Moderazione:

    Non serve invitare a "ritirarsi", chi vuole lo fa individualmente.
    Intervenire solo per fare flame o addirittura invitare a deviare su altri forum è inaccettabile per cui ho dato un ennesimo ban temporanei a B_N_, che se non gradisce il forum può andare altrove piuttosto che tentare continuamente di denigrarne contenuti e gestione.

    Per il resto come detto ripetutamente non accetto nelle sezioni tecniche messaggi solo polemico che non portino un contenuto sia pur minimo al 3d.

    Mi sembra evidente che Marcober esprima una visione di parte anche se molto autorevole, non credo si possano né tanto meno si debbano zittire le voci contrarie, semmai evidenziarne contraddizioni e limiti se ci sono...

    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  14. #194
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da marcober Visualizza il messaggio
    IO cito o LCA certificati Terza Parte..o Ispra, Enea , Conai, Ministero.

    lunedì farò esaminare sta cosa del WWF australiano..secondo loro ci mangiamo il 4% della produzione mondiale di plastica..se cosi fosse, non c'è manco da aspettare i batteri di Bright...siamo gia noi in grado di digerirla? ..Mmm ..qui si apre un nuovo BU$INE$$
    Permettimi di dubitare sino ad allora però…
    Io ho citato associazioni ambientaliste (all'interno delle quali ci sono ricercatori preparati), Ispra, ONU, UE e altri ricercatori.

    Facci sapere che dicono le tue fonti sullo studio del WWF e magari anche di quello sulle microplastiche nell'aria. È interessante...
    Digerirla non credo. Ci hai detto che passa attraverso il corpo così, integra. Paragonandola addirittura alle fibre (come se queste fossero inutili all'organismo)...

    Faccio solo una considerazione su quanto detto da bn senza entrare nel merito perché evito di commentare chi non può rispondere.
    La discussione con marcober è per me costruttiva, per quanto avvenga in contrapposizione di base, nel senso che ho imparato cose che non sapevo. Non mi vergogno a dirlo perché non ci vedo nulla di male.
    Adesso ho più elementi per confermare le mie idee.
    Il modo per contrastare l'invasione della plastica nell'ecosistema passa attraverso la sua riduzione, il riciclo e la prevenzione della dispersione.
    A differenza di chi ci propone la plastica come la salvezza per l'umanità senza conseguenze, non ho alcun interesse personale nel desiderarne la diminuzione se non che questo significa preservare quel poco di biodiversità che resta.
    Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso.

    Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella.

  15. #195
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Purtroppo in mezzo a polemiche e post lunghissimi si perdono gli spunti interessanti...

    Un solo commento al post #185 di Marcober: mi sembra discutibile affermare che le fibre plastiche ingerite non hanno effetti negativi per la salute...per lo meno è un po' avventato e prematuro.
    E mi sembra errato fisicamente il ragionamento sui teli delle serre, che si può senz'altro dire che abbiano un effetto trascurabile sull'effetto serra, ma così a logica tendono ad aumentarlo in maniera trascurabile e non a diminuirlo.

    Per il resto... Oggi passeggiando col cane notavo i tanti piccoli rifiuti plastici presenti in un paese pulito del nord, alcuni anche parzialmente triturati dai falciaerba nei prati.

    Si potrà dire che impattano poco o niente nell'ambiente, ma anche l'occhio vuole la sua parte
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  16. #196
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Non solo l'occhio patisce la presenza di plastica ma anche il suolo.
    Plastic planet: come le microplastiche stanno inquinando il suolo e chi ci vive - Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
    gli scienziati dicono che «l’inquinamento microplastico terrestre è molto più alto dell’inquinamento microplastico marino: è stimato da 4 a 23 volte superiore, a seconda dell’ambiente. Generalmente, quando le particelle di plastica si degradano acquisiscono nuove proprietà fisiche e chimiche, aumentando il rischio di avere un effetto tossico sugli organismi. E più grande è il numero di specie e di funzioni ecologiche potenzialmente interessate, maggiore è la probabilità che si verifichino effetti tossici».
    durante la fase di decomposizione delle plastiche, gli effetti chimici sono particolarmente problematici: «Rilasciano additivi come gli ftalati e bisfenolo (Bpa) che sono noti per i loro effetti ormonali e possono disturbare il sistema ormonale di vertebrati e invertebrati. Inoltre, particelle di dimensioni nanometriche possono causare infiammazione, attraversare le barriere cellulari e attraversare persino membrane altamente selettive come la barriera emato-encefalica o la placenta. All’interno della cellula possono innescare, tra le altre cose, cambiamenti nell’espressione genica e nelle reazioni biochimiche. Gli effetti a lungo termine di questi cambiamenti non sono stati ancora sufficientemente esplorati. Tuttavia, è già stato dimostrato che quando si passa la nanotrasmissione della barriera emato-encefalica ha un effetto modificante del comportamento nei pesci».


    Leggendo poi un articolo di torinomedica sullo stesso studio ho incontrato un particolare che marcober non ci ha detto.
    Plastica: l’inquinamento a terra e anche peggio di quello in mare - TorinoMedica.com
    Le microplastiche (frammenti inferiori ai 5 millimetri) e le nanoplastiche (minori di 0,1 micrometri, cioè 80 volte meno di un globulo rosso) entrano negli ecosistemi attraverso la frammentazione dei rifiuti plastici o nelle emissioni.
    Quindi una particella di 0,2 micrometri è una microplastica, non è visibile ad occhio nudo e derivava dalla degradazione di QUALSIASI plastica.
    Ecco spiegato perché ce la beviamo insieme all'acqua...
    Qualcuno diceva dell'importanza delle unità di misura
    Ma dice anche
    Se esteticamente è una bottiglia di plastica a disturbarci se vista in un bel prato fiorito, è quando si disgrega in frammenti piccolissimi che diventa davvero pericolosa: i piccolissimi frammenti possono assumere sconosciute caratteristiche fisiche e chimiche, con la possibilità di essere nocivi per gli organismi.
    Forse l'immagine del piatto con la bottiglia di plastica inizia a perdere l'alone di fake...
    Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso.

    Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella.

  17. #197
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Aggiungo un dato fornito dalla UE e poi vi lascio in pace.

    Microplastiche primarie:
    Rilasciate direttamente nell’ambiente sotto forma di piccole particelle
    Si stima che questa categoria di microplastiche rappresenti il 15-31% delle microplastiche presenti nell’oceano
    Fonte principale: lavaggio di capi sintetici (35% delle microplastiche primarie)
    Abrasione degli pneumatici durante la guida (28%)
    Microplastiche aggiunte intenzionalmente nei prodotti per la cura del corpo (per esempio, le micro-particelle dello scrub facciale) 2%
    Microplastiche secondarie:
    Prodotte dalla degradazione degli oggetti di plastica più grandi, come buste di plastica, bottiglie o reti da pesca
    Rappresentano circa il 68-81% delle microplastiche presenti nell’oceano


    Quindi:
    Almeno 70% microplastiche secondarie e 30% microplastiche primarie.

    Esistono anche particelle più piccole, che prendono il nome di nanoplastiche, ma date le dimensioni sono impossibili da campionare con le attrezzature oggi a disposizione.

    L’Unep (programma per l'ambiente delle Nazioni Unite) ha collocato il problema della plastica nei mari e negli oceani tra le sei emergenze ambientali più gravi.
    Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso.

    Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella.

  18. RAD
Pagina 10 di 10 primaprima 12345678910

Discussioni simili

  1. Inquinamento e rischi biodiversità
    Da WuWei nel forum INQUINAMENTO
    Risposte: 29
    Ultimo messaggio: 13-06-2019, 07:47
  2. Esame impatto paesisitico
    Da Flavioma nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 12-11-2014, 10:11
  3. Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 27-05-2014, 16:58
  4. impatto della fusione fredda sull'ambiente
    Da cinque nel forum Ai Confini del Forum
    Risposte: 18
    Ultimo messaggio: 18-05-2009, 12:45
  5. [olio] Impatto ambientale
    Da nel forum PLASTICA: impatto su ambiente e biodiversità BIO-CARBURANTI
    Risposte: 27
    Ultimo messaggio: 05-04-2005, 10:56

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •