PDA

Visualizza la versione completa : Proposta Di Legge



UnioneFaLaForza
18-02-2009, 18:19
Auto elettriche, la conversione elettrica, una proposta di legge. | FST |Feng Shui Trainer (http://www.fengshuitrainer.com/2008/04/auto-elettriche-la-conversione-elettrica-una-proposta-di-legge.html) ........ questa proposta di legge è arrivata in parlamento il 30 maggio 2007....ovviamente bocciata...non sarebbe male fare i nomi dei gruppi parlamentari che hanno bocciato la proposta...e la gente continua a votare...

livingreen
18-02-2009, 19:49
Basta leggere gli atti del parlamento, che sono pubblici.

pippolucalee
20-02-2009, 12:09
Scusa poi dove gli posso trovare sti atti del parlamento???:preoccupato:
Cosi leggo chi l'ha bocciata.

livingreen
20-02-2009, 14:53
Sul sito del parlamento, ovviamente!

livingreen
20-02-2009, 15:09
ci ho dato un occhiata.. ma mi pare che ci sia qualcosa che non va: la proposta riguarda unicamente il "fai-da-te", cioè la trasformazione in proprio di veicoli esistenti, da veicolo a propulsione classica, a veicolo a propulsione elettrica, e "consentite senza un preventivo nulla osta della casa costruttrice del veicolo e senza una visita e una prova presso i competenti uffici della Direzione generale per la motorizzazione del Dipartimento per i trasporti terrestri del Ministero dei trasporti".
Mi sembra abbastanza normale che l'abbiano dichiarata inammissibile.

UnioneFaLaForza
20-02-2009, 17:49
Partendo dal presupposto che l'ho comprata e quindi l'auto è mia...se compro un paio di jeans di dolce&gabbana devo chiedergli il permesso se voglio tingerli di rosso?...non credo...dal punto di vista tecnico, la proposta sta in piedi molto bene per alcuni semplici motivi. Gli organi di sicurezza, freni, sospensioni e gomme sono studiati e installati per un certo peso, potenza, velocita e distribuzione dei pesi. La proposta era che se il peso, la distribuzione dei pesi e la potenza restano invariati l'auto non puo aver nessun risentimento dal punto di vista della sicurezza....se qualcuno ha il coraggio di obbiettare queste semplici leggi della meccanica faccia pure...

gattmes
20-02-2009, 17:57
Be.. per esempio un motore elettrico.. anche se di potenza minore.. ha una coppia spaventosamente maggiore di un ICE... quindi occorre vedere attacchi al telaio.. "il telaio".. ecc. ecc...
Insomma una ragione c'è... ma non è detto che per forza solo il costruttore sia in grado di progettare (non è fatto da alieni...) quindi altri Ing. potrebbero fare le opportune valutazioni, ecc. (così succede in EU)

UnioneFaLaForza
20-02-2009, 17:59
Esatto, uno fa le modifiche e poi un ing le valuta...al massimo ti dice cosa non va e tu sistemi...

pippolucalee
20-02-2009, 18:43
Come da titolo più che altro non è che non si possa fare e bene.Ad esempio
dai la conversione a delle officine autorrizate loro fanno il lavoro,poi fanno controllare tutto alla motorizzazione,se tutto va bene il gioco e fatto.il problema è sempre lo stesso, politico-economico, abbiamo un governo che vuole far rinascere il nucleare figurati se approva una legge che ti permetterebbe con un piccolo investimento di far circolare la tua vecchia auto magari ancora per dieci anni:D.E poi la povera industria automobilistica
me la fai morire di fame??????Troppi Interessi economici dietro,se no i mezzi elettrici a quest'ora già circolerebbero da un pò di anni:drive1: .Mettici anche le tasse sui podrotti petroliferi e affini,che il nostro governo andrebbe a perdere tiri le somme e 1+1=elettrico più tardi arriva meglio è.Mi sa che sono troppo ottimista???:cry:

livingreen
20-02-2009, 20:06
Partendo dal presupposto che l'ho comprata e quindi l'auto è mia...
... e dal fatto che non puoi metterci le mani di persona, e che poi il tutto va sottoposto ad una omologazione....
Ci vuole un tecnico abilitato anche per installare il gancio traino, che è già fatto... e poi devi andare al collaudo, altro che "consentite senza un preventivo nulla osta della casa costruttrice del veicolo e senza una visita e una prova presso i competenti uffici ..."


Esatto, uno fa le modifiche e poi un ing le valuta...al massimo ti dice cosa non va e tu sistemi...
Perfetto. Solo che l'ingegnere deve essere della Motorizzazione!

P.S.: I tuoi jeans li puoi tingere come vuoi, non devono sottostare nè alle specifiche per l'omologazione, nè ai crash test, e nemmeno devi sottoporli alle revisioni...
<!-- / message -->

tonini_mingoni
20-02-2009, 20:21
...però se i tuoi jeans fanno male a qualcuno e durante il controllo l'organo preposto a fare il controllo si accorge che hai cambiato colore...di sicuro sono guai...


Ciao

Fox

livingreen
20-02-2009, 22:00
se sono il produttore dei jeans, qualche responsabilità ce l'ho... ma come cliente finale ("l'ho comprata e quindi l'auto è mia") no di sicuro.

UnioneFaLaForza
21-02-2009, 08:59
Sono tutte belle parole, resta il fatto che il peso e la potenza restano invariati...quindi il veicolo è uguale a prima....

livingreen
21-02-2009, 09:32
Allora fai finta di non capire.... Una proposta di legge deve soddisfare innanzitutto lo scopo per cui è stata redatta, ma di pari passo deve soddisfare anche i requisiti LEGALI, visto che non è la battuta di un tizio al bar ma una legge dello stato che coinvolge tutti i cittadini.
Visto che si parla di sicurezza stradale, il fai da te è vietato.
E come sappiamo, ogni modifica deve essere supervisionata ed approvata dalla motorizzazione.
Il che vuol dire che non puoi allungare le forcelle della moto, mettere le gomme che ti pare sulla tua auto, o prendere un vecchio furgone e trasformarlo in camper senza che ci sia una revisione da parte loro.



resta il fatto che il peso e la potenza restano invariati...quindi il veicolo è uguale a prima....
ma certo, e rimangono invariati anche il volante, l'autoradio e il colore della carrozzeria....
Da quando in qua per omologare una modifica si va a vedere quello che NON E' cambiato?

Valmax
21-02-2009, 09:42
Unione, la legge tende a regolare il 'fai da te' in fatto di ingegneristica (automobilistica, edilizia, ecc) a causa dei rischi connaturati di lavori effettuati da persone non specializzate. Diciamo per esempio che, con una sommaria valutazione, io voglia aggiungere una tettoia al terrazzo di una casa di mia proprietà. Penso che vada tutto bene, poi un bel giorno quel peso aggiunto fa crollare il terrazzo, magari ferendo il vicino sottostante. Ovvio che la colpa sarà solo e solamente mia, per avere agito senza autorizzazioni e controlli.
Con un'auto è IDENTICO: non parliamo di personalizzare uno specchietto o la tappezzeria interna: in caso di danni a te stesso o ad altri provocati dalla tua modifica senza supervisioni e senza autorizzazioni rendrebbe TE E SOLO TE responsabile senza appello. Per questo la proposta di legge è stata bocciata: avrebbe funzionato solo se fossimo, letteralmente, una nazione di operai ed elettrauto specializzati!

UnioneFaLaForza
21-02-2009, 11:47
facciamo delle officine autorizzate, il responsabile deve essere un ing. con tanto di corso presso il ministero dei trasporti, il personale tutto professionale con corsi di aggiornamento...una proposta di legge cosi dici che l'accettano?...no no no no no no...sarà sempre no

UnioneFaLaForza
21-02-2009, 11:52
livng, non faccio finta di non capire, in italia il fai da te è vietato, in germania c'è il TUV che certifica il TUO lavoro, negli stati uniti è lo stesso...sono forse piu intelligenti di noi??....il punto è che non VOGLIONO certificare il tuo lavoro, nella proposta nessuno dice che dopo aver modificato l'auto ci si mette per starda senza un controllo, quello ci vuole sempre...mi sembra normale

mariomaggi
21-02-2009, 12:04
Unione,

facciamo delle officine autorizzate, il responsabile deve essere un ing. con tanto di corso presso il ministero dei trasporti, il personale tutto professionale con corsi di aggiornamento.
e come si sostengono economicamente queste officine autorizzate? Pensi che un ministero possa fare dei corsi su come applicare oggetti speciali su autoveicoli di qualunque marca e modello, in pezzi unici artigianali? Pensa alla Toyota che richiama un certo modello per un potenziale rischio minimo, questo e' il mondo automotive corretto. Per trasformare alcuni veicoli in elettrici e' necessario cambiare le molle delle sospensioni, e ricalcolare la convergenza e l'angolo di camber. Alla verifica teorica devono seguire migliaia di chilometri di test con strumentazione a bordo. A questo punto l'auto elettrica "seria" e sicura puo' essere venduta e messa in circolazione in sicurezza.
Prova ad informarti se tu sei autorizzato a sostituire le pastiglie dei freni della tua auto (non so che lavoro fai ...)
Ciao
Mario

UnioneFaLaForza
21-02-2009, 12:10
ciao mario, il tuv certifica modelli differenti tra loro...si possono creare kit standar per ogni veicolo...come dice gatt...fare si puo, volerlo dipende da chi ha interessi...(gatt l'ho modificata un po)

pippolucalee
21-02-2009, 12:53
Aio' ma perchè tanti problemi avete mai visto che macchine passano ad una revisione??Oppure a chi danno la patente???(90 anni e con l'alzhaimer).L'officina ti fa il lavoro te lo certifica tu vai alla motorizzazione
e gli fai fare il collaudo.Non vedo perchè non si possa fare,ma il problema alla fine e sempre lo stesso!!!!!Si può fare tutto volendo,,,ma se si vuole.........
A buon inteditore.............
:bye1:

livingreen
21-02-2009, 16:41
pippolucalee... per l'ennesima volta, la proposta NON PREVEDE la visita alla motorizzazione, ed è proprio per questo che non è stata considerata.

Per un veicolo elettrico che si sottoponga oggi al collaudo del ministero, non ci sono problemi.

P.S.: Il TUV certifica qualunque cosa, tanto il responsabile è il costruttore, mica lui... ha certificato anche il tubo Tucker, per intenderci..

gattmes
21-02-2009, 17:08
Ragazzi non dimenticate l'omologazione in seconda fase.. tipicamente in uso per furgonati/cabinati (camion).. e generalmente + limitata a "carozzeria" (p.e. alla Sig.ra Antonia di "Min8nzi8" forse fischieranno le orecchie...)....

Valmax
22-02-2009, 09:16
Unione, non sappiamo in che lingua spiegartelo, quindi proveremo a metterla giù brutale.
Per potere personalizzare così radicalmente un'automobile, come privato, devi:

1) avere molti soldi
2) essere un fior di meccanico/elettrauto/ingegnere automobilistico
3) disporre di una struttura specializzata per questo lavoro
4) fare test, molti test, e di diversi tipi, prima che la tua novità debba essere omologata
5) continuare a ripetere i punti da 1 a 3 OGNI VOLTA che avrai un guasto/problema, visto che non hai personalizzato l'auto a livello 'supercar', e questo progettto è un frutto tuo e non di una casa automobilistica

Ora ti è chiaro?

gattmes
22-02-2009, 10:11
Fermi tutti:
non confondiamo il "privato" da altro... cioè "l'unico esemplare" dalla "serie" o "miniserie" (e neanche queste due tra loro).
Se UnioneFaLaForza si riferisce a u.e., allora il punto 5 viene meno..e parzialmente tutti gli altri.

Circa il punto 1..dipende.... ed inoltre (ho scritto "inoltre" ..nel senso che "oltre" il "dipende" ..non nel "dipende".. o in sostituzione di esso) c'è lo stesso ragionamento che si dovrebbe fare circa una Prius.. o una Nuova Panda elettrica (Mes-Dea):
Si prende un foglio di calcolo.. si srivono un po di modelli auto su ogni riga.. si mettono nelle colonne vicine i costi, divisi, di assicurazione, "bollo", manutenzione, controlli peridodici inquinamento ("bollino blu"), presunto..combustibile... il tutto per una decina d'anni... considerando le varie esenzioni (bolli/bollini blu), riduzioni (bolli + assicurazioni), valori specifici (carburante/manutenzione), ecc. ecc.
[+ ovviamente i costi veicolo totali: event. acquisto, event. immatricolazione, ev. modifiche, ev. omologazioni, ecc.]

Poi vediamo dopo quanti anni avviene un sorpasso..ad esempio per una N. Panda Elettra...nonostante i suoi 30k circa di costo (sorpresa!).....

Mahh chissà... in tempi in cui gli investimenti in B.O.T. delineano un rendimento sullo 1,4% (o giù di li)... forse l'alternativa Svizzera...non è solo nelle banche...ma piuttosto nelle batterie/auto!

Valmax
22-02-2009, 10:26
Grazie per la puntualizzazione

UnioneFaLaForza
22-02-2009, 11:26
forse non mi spiego bene...a parte che ci sono molte persone in grado di farsi i lavori da solo, vabbè, lasciamo perdere questa categoria di persone. Cerchiamo la soluzione piu semplice. "officina autorizzata" composta da persone specializzate con il responsabile dell'officina che deve essere un ing. Tu porti la macchina, loro ti dicono, questo veicolo puo installare il motore X la batteria X il caricabatterie X ecc ecc...il lavoro lo fanno tutto loro, tu paghi tutto il lavoro (mettiamo 8/10 mila euro) ti danno un certificato di omologazione e tu vai alla motorizzazione e immatricoli il veicolo...Meglio di cosi non so cosa volete...
Valmax per il punto 4...non servono i test su tutte le macchine, ho parlato di kit, se il kit è quello vuol dire che è gia stato testato su quel veicolo.
Valmax punto 1...un'auto elettrica nuova?..va bene...la tesla 117 mila...la mini parlano di circa 50 mila, la pininfarina anche lei attorno ai 40/50 mila...
scusa gatt, cosa intendi per veicoli svizzeri? (mi sono perso qualcosa)

gattmes
22-02-2009, 11:56
Quello citato è il caso della N. Panda... autovettura nuova...diciamo..omologata in seconda fase (e con accordo Fiat!!!!!): hai una "omologazione" generale..e con quella ti rilasciano direttamente i documenti alla MTC
Nel caso ad esempio della Twingo (vecchio mod.) elettrica, invece.. non è così: trattasi di "unico esemplare"... quindi l'omologazione va fatta veicolo per veicolo presso il centro MTC attrezzato (che non sono tutti. Per esempio ..lo scrivo in forma .. più "interessante" per UnioneFaLaForza..in Liguria non ce ne sono.. Genova compreso -> Milano)....

Ah.. a scampo d'equivoci... ho citato due esempi dove si può parlare/riconfigurare a "kit"..l'intervento da... altrettanto officina specializzata (per "non" far nomi&cognomi.. es. Atea) e.. altrettanto progettato da Ing. vari...!

[ps

cosa intendi per veicoli svizzeri?
N. Panda e Twingo di Mes-Dea.. con altrettanto componentistica, bat "al sale" compresa
(riferirsi ad Atea per l'IT {ecc.}. ... e "qualcuno" qui sul forum per la sola componentistica)]

livingreen
22-02-2009, 15:42
Sull'omologazione in prima fase come unico esemplare, i problemi sono noti, e sono quelli relativi alla omologazione... ma anche in quella di seconda fase la Motorizzazione deve verificare la conformità, e procedere alla revisione (cosa ben diversa dalla omologazione) e fare la trascrizione sul libretto di circolazione delle modifiche effettuate.
Come si fa per il gancio traino, ad esempio...

Quindi, torniamo daccapo: la proposta di legge diceva, nella sua forma già addolcita, che le modifiche dovevano essere "consentite senza un preventivo nulla osta della casa costruttrice del veicolo e senza una visita e una prova presso i competenti uffici ...", motivo della solenne bocciatura.

Forse sarebbe meglio che chi propone nuove leggi fosse un po' più competente in materia legale...

UnioneFaLaForza
24-02-2009, 21:51
sono d'accordo che questa proposta non è stata fatta in modo molto intelligente, ma credo che qualsiasi proposta si fa, anche la piu complessa possibile la risposta sara sempre NO...

staffa
16-01-2010, 05:33
ecco... magari può interessarvi Camera.it - Lavori - Progetti di legge - Scheda del progetto di legge (http://nuovo.camera.it/126?pdl=1737)

ora è diventata 2865 con leggere modifiche: a luglio è stata tolta all'ultimo dal pacchetto a causa di mere formalità (richiesta di abolizione del nullaosta che di fatto era già stato abolito a febbraio)

;)

richiurci
16-01-2010, 11:27
Premesso che anche io vorrei una legge più elastica, di fatto la legge non è contro i veicoli elettrici ma contro TUTTE le modifiche: non posso prendere un veicolo d'epoca, per esempio, e modificarlo neanche se lo rendo più sicuro.
Si può fare tutto, basta avere i soldi per l'omologazione; la vera differenza, credo, è nel costo e in nella minor rigidità delle regole in alcuni paesi.
Per l'aspetto tecnico non è banale come credono alcuni; se anche riduco la potenza, su un veicolo fatto per esempio per andare anche in autostrada, lo rendo pericoloso se non riesce a mantenere l'andatura alla prima salita...
Se anche riduco il peso del motore mettendolo elettrico cambio l'assetto ed è pericoloso (es se alleggerisco troppo il retrotreno mi parte in derapata magari senza accelerare...)
Se in futuro cambierà qualcosa si arriverà magari a dei kit specifici da far montare e collaudare da officine autorizzate, come per il gancio traino per intenderci...scordatevi di poter circolare con l'accrocchio fatto del box!
Per intenderci, io mi sto trasformando una bellissima Lambretta del 52, non è che la cosa non mi interessi...solo che la userò solo in qualche manifestazione, che tristezza!