PDA

Visualizza la versione completa : Batterie auto ricaricate col vento...



Proxima
24-03-2007, 15:53
Ma quale idrogeno, vai e ti ricarichi le batterie col vento&#33;&#33; ;-)<br><br><a href="http://www.youtube.com/watch?v=bkcn8ZkvKKc" target="_blank">http://www.youtube.com/watch?v=bkcn8ZkvKKc</a><br>

Gianluigi.
01-04-2007, 16:56
Ma ha senso? Se aggiungessi una o due ventole allo scooter, recupererei veramente energia? Ci sono progetti di questo tipo?

snowstorm
01-04-2007, 22:09
Che stupidaggine quel video , certo che la gente non sa proprio come spendere soldi e come perdere tempo .<br><br>Anche a livello di sicurezza non e&#39; proprio il massimo , immaginate se dovesse investire un pedone o un motociclista ,<br>un bel frullato

OggettoVolanteIdentificato
02-04-2007, 01:34
phuahahahahahahahaha<br><br>Che americanata &#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/014cd1795ac0e56dfa07d8c599efb037.gif" alt=":lol:"><br>Il proprietario del veicolo dev&#39;essere un mega-**********.Quelle piccole eliche erogheranno al massimo 500 Watt totali,non di piu&#39;.<br>Se si fosse fatto il conto della tonnellata di autoveicolo da spingere,e di quel 1/2 cv di energia che guadagna...si sarebbe accorto che l&#39;autovettura consuma di piu&#39; con le ventole che senza.<br>Speriamo che lui con le sue eliche si sia schiantato contro un muro;uno così inquina moralmente la societ&agrave;.

gattmes
02-04-2007, 09:56
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Gianluigi. Inviato il: 1/4/2007, 17:56<br>Ma ha senso? Se aggiungessi una o due ventole allo scooter, recupererei veramente energia? Ci sono progetti di questo tipo?</div></div><br>Non hai letto cosa ho scritto in risposta al tuo 3D qua: <a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=5828539" target="_blank">http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=5828539</a><br>???????<br><br>Questa idea è la ..... &quot;sorellina&quot; di quella di aggiungere una dinamo davanti per far andare il motore dietro....<br>Gli &quot;aereogeneratori&quot; non producono energia gratis. Sono pure essi dei convertitori (e ...... ridai.... che non convertono TUTTA l&#39;energia=100&#37;, ma solo una parte&lt;100&#37;..... )<br>È chiaro che questa energia viene &quot;ciucciata&quot; dal vento, ora:<br>1) se l&#39;auto (o scooter, o ....) è ferma, allora si ricava veramente energia (come in un comune aereogeneratore) ma, rifaccio notare. il veicolo <b>È FERMO</b>. Questo poi se c&#39;è vento. Se non c&#39;è non si ricava un bel niente.<br>2) se l&#39;auto (o.... ) è in movimento, ciò il vento lo sta principalmente &quot;creando lei&quot;, l&#39;energia viene dal vento relativo &quot;sentito&quot; da chi è in movimento con il veicolo. Siccome questo è artificialmente creato dal veicolo in movimento rispotto l&#39;aria (che può essere &quot;ferma&quot; per chi sta &quot;a terra&quot;) secondo te chi spende energia per crearlo???<br>( erotom li : atsopsir )<br><br>.....

18-05-2007, 19:05
Certo che se l&#39;avesso fatto una notissima casa automobilistica jap sarebbe stata un&#39;idea eccezionale&#33;<br>quanto meno per gli aerei, che quando saranno anche loro ibridi potranno recuperare energia in fase di atterraggio.

mariomaggi
19-05-2007, 07:14
maurizioz,<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">quando saranno anche loro ibridi potranno recuperare energia in fase di atterraggio.</div></div><br>Esiste gia&#39; un aereo tedesco con motore elettrico brushless che puo&#39; recuperare un minimo di energia all&#39;atterraggio. Se ne e&#39; gia&#39; parlato su questo forum, veicoli elettrici. Poiche&#39; la durata dell&#39;atterraggio e&#39; minima, la quantita&#39; di energia recuperata e&#39; minima.<br>Inoltre l&#39;elica non puo&#39; esercitare un&#39;azione frenante troppo intensa, altrimenti l&#39;aerodinamica in fase di decelerazione viene scombinata ancora di piu&#39;.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Certo che se l&#39;avesso fatto una notissima casa automobilistica jap sarebbe stata un&#39;idea eccezionale&#33;</div></div><br>Non credo proprio, non l&#39;avreebbero fatto, non sono mica scemi.<br><br>Ciao<br>Mario

19-05-2007, 10:00
Mi spiegheresti chi e perche sono gli scemi?<br><br>Grazie ciao

mariomaggi
19-05-2007, 13:58
maurizioz,<br>io non lo so.<br><br>Io ho detto che i giapponesi non l&#39;avrebbero fatto.<br>

19-05-2007, 18:07
Maurizioz,<br>il motivo per cui non è conveniente è che (citanto pedestremente il limite di Betz): “La frazione di energia cinetica del vento teoricamente convertibile in energia meccanica utilizzando una turbina eolica è inferiore ai 16/27 (o 59&#37;)”.<br>Questo cosa vuol dire? Che se le pale dei rotori (fra l&#39;altro quelli del video li trovi al lunapark) offrono una resistenza all&#39;avanzamento che obbliga ad usare 100hp in più, AL MASSIMO potrai ricavarne 59 (in pratica molto meno, con quelle del video manco un terzo), e ne avrai spesi 41 in più inutilmente. E questo, concorderai, è stupido.

19-05-2007, 19:53
Zintolo,<br> concordo pienamente, quello che volevo sottolineare (ma non ho &quot;spinto&quot; abbastanza) è la profonda speranza, da parte di alcuni, che c&#39;è nell&#39;ibrido, tanto che ho proposto l&#39;ibrido anche per gli aerei. Non mi sono spiegato bene nemmeno nel post in risposta a Mario, dove lui praticamente diceva che i giapponesi non sono mica scemi per produrre un aereo ibrido (per le autovetture cambia così tanto?), a questo punto i tedeschi invece si, sono scemi, visto che loro un aereo elettrico (non so se ibrido) lo hanno fatto?<br>Vorrei anche sapere perchè uno è scemo se pensa ad un aereo ibrido, non ditemi per il peso delle batterie perchè nel forum ci sono elenchi di accumulatori ultraleggeri di altissima potenza (sempre d&#39;imminente uscita sul mercato).<br>L&#39;epiteto &quot;scemi&quot; non è farina del mio sacco.

mariomaggi
20-05-2007, 10:51
maurizioz,<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Non mi sono spiegato bene nemmeno nel post in risposta a Mario, dove lui praticamente diceva che i giapponesi non sono mica scemi per produrre un aereo ibrido (per le autovetture cambia così tanto?), a questo punto i tedeschi invece si, sono scemi, visto che loro un aereo elettrico (non so se ibrido) lo hanno fatto?<br>Vorrei anche sapere perchè uno è scemo se pensa ad un aereo ibrido, non ditemi per il peso delle batterie perchè nel forum ci sono elenchi di accumulatori ultraleggeri di altissima potenza (sempre d&#39;imminente uscita sul mercato).<br>L&#39;epiteto &quot;scemi&quot; non è farina del mio sacco.</div></div><br>Detesto chi mi mette in bocca frasi che non ho scritto.<br>----------------------------------------------------------------<br>Se facciamo un reset, sono disposto a rispondere a nuove domande tecniche, senza fraintendimenti con le vecchie domande.<br><br>Ciao<br>Mario<br>

SolarFranco
20-05-2007, 10:58
Mi sembra.. che quelle ventole davanti alla macchina recuperano parte dell&#39;energia spesa per vincere la resistenza del vento.<br>Se si convertisse la resistenza del vento direttamente in energia meccania sarebbe favoloso, soprattutto per i dirigibili...<br>

mariomaggi
20-05-2007, 11:06
No, SolarFranco, purtroppo ti sbagli.<br><br>La resistenza al vento di un certo corpo determina il coefficiente aerodinamico Cx.<br>Se aggiungi una ventola, il Cx peggiora, quindi serve piu&#39; carburante per muoversi.<br>L&#39;energia recuperata dalla ventola e&#39; sempre inferiore all&#39;energia spesa a causa dell&#39;aerodinamica peggiorata.<br><br>Diverso e&#39; il caso del veicolo parcheggiato in zona ventosa, in tal caso la ricarica e&#39; possibile e conveniente.<br><br>Ciao<br>Mario

20-05-2007, 11:18
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">recuperano parte dell&#39;energia spesa per vincere la resistenza del vento</div></div><br>No Solarfranco, non &quot;recuperano&quot; niente: si AGGIUNGONO alla resistenza all&#39;avanzamento, mentre tu pensi che si SOTTRAGGANO.<br>Se tu fai tot km/h con 50 cavalli, quando ci aggiungi la ventola da 5 kw devi avere 50+5 =55 kw per avere la stessa velocit&agrave;.<br>Inoltre, la cosa si complica visto che peggiori il coefficiente di penetrazione aerodimamica... probabilmente, una ventola da 1 kw, provoca un bisogno di 5 o 10 kW in più. E se vuoi ottenerli con lo stesso motore, aumenti paurosamenti i consumi.<br>Se metti una vela su di una Ferrari la rallenti, non ti pare? Altro che energia recuperata.....

SolarFranco
20-05-2007, 12:56
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (mariomaggi @ 20/5/2007, 12:06)</div><div id="quote" align="left">No, SolarFranco, purtroppo ti sbagli.<br><br>La resistenza al vento di un certo corpo determina il coefficiente aerodinamico Cx.<br>Se aggiungi una ventola, il Cx peggiora, quindi serve piu&#39; carburante per muoversi.<br>L&#39;energia recuperata dalla ventola e&#39; sempre inferiore all&#39;energia spesa a causa dell&#39;aerodinamica peggiorata.<br><br>Diverso e&#39; il caso del veicolo parcheggiato in zona ventosa, in tal caso la ricarica e&#39; possibile e conveniente.<br><br>Ciao<br>Mario</div></div><br>Dipende dal rendimento della ventola e dal Cx.<br>Il Cx è molto basso per piccole inclinazioni.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Paolo Cattani @ 20/5/2007, 12:18)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">recuperano parte dell&#39;energia spesa per vincere la resistenza del vento</div></div><br>No Solarfranco, non &quot;recuperano&quot; niente: si AGGIUNGONO alla resistenza all&#39;avanzamento, mentre tu pensi che si SOTTRAGGANO.<br>Se tu fai tot km/h con 50 cavalli, quando ci aggiungi la ventola da 5 kw devi avere 50+5 =55 kw per avere la stessa velocit&agrave;.<br>Inoltre, la cosa si complica visto che peggiori il coefficiente di penetrazione aerodimamica... probabilmente, una ventola da 1 kw, provoca un bisogno di 5 o 10 kW in più. E se vuoi ottenerli con lo stesso motore, aumenti paurosamenti i consumi.<br>Se metti una vela su di una Ferrari la rallenti, non ti pare? Altro che energia recuperata.....</div></div><br>La ferrari sicuramente ha un Cx che non ha storie, ha però l&#39;abitacolo per una sola persona alta 1,60 cm max.<br>Visto le macchine di oggi? Sono il contrario delle ferrari...

mariomaggi
20-05-2007, 13:26
SolarFranco,<br>no, non e&#39; questione di rendimento e di Cx.<br>Sempre, e sottolineo sempre, con veicoli filanti o tozzi, l&#39;energia recuperabile e&#39; sempre minore di quella che spendi avendo la ventola in rotazione.<br><br>Ciao<br>Mario

20-05-2007, 15:12
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">non e&#39; questione di rendimento e di Cx.</div></div><br>Quoto e straquoto. Oltretutto il Cx è solo il coefficiente, che va poi moltiplicato per la sezione frontale del veicolo... insomma, un&#39;auto ed una nave possono anche avere lo stesso Cx, ma evidentemente variano i metri quadrati esposti al flusso d&#39;aria durante l&#39;avanzamento, quindi offrono resistenze all&#39;aria diverse.<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">La ferrari sicuramente ha un Cx che non ha storie, ha però l&#39;abitacolo per una sola persona alta 1,60 cm max.<br>Visto le macchine di oggi? Sono il contrario delle ferrari...</div></div><br>La Ferrari, che tra l&#39;altro ha l&#39;abitacolo per persone di normale altezza, era solo un esempio: il concetto di base era due righe sopra.<br><br>1-una ventola non recupera niente, ma si aggiunge ai carichi esistenti. Non si &quot;recupera&quot; potenza, anzi si deve aggiungere questa potenza a quella normalmente utilizzata.<br>2- siccome si tratta di un accessorio esterno, questo peggiora il Cx. Quindi, alla potenza che si deve AGGIUNGERE per far girare la ventola, si deve sommare anche quella introdotta dalle perdite aerodinamiche del veicolo. Anche se la ventola rendesse per assurdo il 100&#37; (e non il 60&#37; circa che è il limite massimo), queste perdite rimarrebbero tali e quali.

SolarFranco
20-05-2007, 16:34
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (mariomaggi @ 20/5/2007, 14:26)</div><div id="quote" align="left">SolarFranco,<br>no, non e&#39; questione di rendimento e di Cx.<br>Sempre, e sottolineo sempre, con veicoli filanti o tozzi, l&#39;energia recuperabile e&#39; sempre minore di quella che spendi avendo la ventola in rotazione.<br><br>Ciao<br>Mario</div></div><br>Possibile?<br><br><br>Supponiamo di avere:<br><br>a)un pezzo di tavola di 1 mq perpendicolare al vento.<br><br>b)una ventola di 1 mq perpendicolare al vento che produce energia meccanica.<br><br>Entrambe sono ferme e supponiamo che la velocit&agrave; del vento fosse di 80 km/h.<br>Il pezzo di tavola offre la stessa resistenza della ventola ... ma la ventola in più produce energia meccanica.<br><br>A questo punto è facile il discorso:<br>non è come se viaggiassero entrambe a 80 km/h con calma di vento?<br>La ventola però produce energia meccanica per un ulteriore movimento&#33;<br><br><br><br><br><br><br><br>

20-05-2007, 16:54
Solar franco, stai facendo una confusione...<br><br>Se il tuo sistema, quello della tavola, è fermo ed ancorato a terra, allora ok: nel primo caso offri una resistenza al vento e basta, nel secondo offri una resistenza al vento e produci energia meccanica.<br>Il vento si muove verso di te, che sei fermo ed immobile... LUI fornisce energia, è lui il motore.. energia che viene dalla circolazione delle masse d&#39;aria. Il vento investe la tua ventola e NE ESCE RALLENTATO perchè ha ceduto energia alle pale della ventola.<br><br>Se invece c&#39;è la calma di vento più assoluta e tu monti la ventola sulla tua auto, SEI TU CHE DEVI FORNIRE L?ENERGIA. E se oltre alla resistenza all&#39;avanzamento che la tua auto affronta normalmente, ci AGGIUNGI anche la ventola, allora:<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">1-una ventola non recupera niente, ma si aggiunge ai carichi esistenti. Non si &quot;recupera&quot; potenza, anzi si deve aggiungere questa potenza a quella normalmente utilizzata.<br>2- siccome si tratta di un accessorio esterno, questo peggiora il Cx. Quindi, alla potenza che si deve AGGIUNGERE per far girare la ventola, si deve sommare anche quella introdotta dalle perdite aerodinamiche del veicolo. Anche se la ventola rendesse per assurdo il 100&#37; (e non il 60&#37; circa che è il limite massimo), queste perdite rimarrebbero tali e quali.</div></div><br>

SolarFranco
20-05-2007, 17:45
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Paolo Cattani @ 20/5/2007, 17:54)</div><div id="quote" align="left">Solar franco, stai facendo una confusione...<br><br>Se il tuo sistema, quello della tavola, è fermo ed ancorato a terra, allora ok: nel primo caso offri una resistenza al vento e basta, nel secondo offri una resistenza al vento e produci energia meccanica.<br>Il vento si muove verso di te, che sei fermo ed immobile... LUI fornisce energia, è lui il motore.. energia che viene dalla circolazione delle masse d&#39;aria. Il vento investe la tua ventola e NE ESCE RALLENTATO perchè ha ceduto energia alle pale della ventola.<br><br>Se invece c&#39;è la calma di vento più assoluta e tu monti la ventola sulla tua auto, SEI TU CHE DEVI FORNIRE L?ENERGIA. E se oltre alla resistenza all&#39;avanzamento che la tua auto affronta normalmente, ci AGGIUNGI anche la ventola, allora:<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">1-una ventola non recupera niente, ma si aggiunge ai carichi esistenti. Non si &quot;recupera&quot; potenza, anzi si deve aggiungere questa potenza a quella normalmente utilizzata.<br>2- siccome si tratta di un accessorio esterno, questo peggiora il Cx. Quindi, alla potenza che si deve AGGIUNGERE per far girare la ventola, si deve sommare anche quella introdotta dalle perdite aerodinamiche del veicolo. Anche se la ventola rendesse per assurdo il 100&#37; (e non il 60&#37; circa che è il limite massimo), queste perdite rimarrebbero tali e quali.</div></div></div></div><br>Se il rendimento fosse al 100 &#37; perderesti l&#39;opportunit&agrave; di non sentire<br>la resistenza offerta dal vento, per i dirigibili sarebbe grandioso un rendimento delle ventole prossimo al 100&#37;...<br>Se si facesse girare il vento come le ventole ad esempio avremmo altri rendimenti...<br><br>Ciao.

20-05-2007, 18:49
Solar, come ti ho gi&agrave; scritto prima l&#39;efficienza massima è il 59&#37;, detto anche limite di Betz, ed è pressochè irraggiungibile. Tieni conto che questo ipotetico 59&#37; va calcolato sul 30&#37; del rendimento tipico di un ciclo otto. Inoltre una ventola peggiorer&agrave; il cx ed aumenter&agrave; la sezione frontale dell&#39;auto, peggiorando ancora la situazione.<br>Bisogna puntare a diminuire la resistenza aerodinamica e migliorare i rendimenti meccanici.<br>

20-05-2007, 19:25
... ed anche imparare i fondamenti di fisica&#33;<br>Ma lo vuoi capire che non recuperi niente? La potenza che ti fornir&agrave; la ventola, devi fornirla tu col motore&#33; Questo vuol dire che non risparmi niente, anzi spendi molto di più... perchè il motore, se va bene, rende il 30&#37;, la ventola rende il 59&#37; del 30 &#37;.. cioè il 17,7&#37;.<br>E questo vuol dire che per ogni kW di potenza che la benzina può dare, la tua ventola fornisce<u> idealmente</u> 177 W (gi&agrave;, perchè non abbiamo contato il rendimento della trasmisione, quello della conversione e quello della ricarica della batteria...)<br>E per ottenere le stesse prestazioni, devi AGGIUNGERE (ed adesso sono stufo, non lo ripeto più) quel chilowatt di potenza a l motore, per ricavarne 177 W &#33;<br>Solarfranco, non puoi continuare a stravolgere non solo i principi base della fisica, ma anche la semplice logica&#33; Ma da quando si AUMENTA la resistenza all&#39;avanzamento per DIMINUIRE i consumi? Ma dai, riflettici un po&#39;....

20-05-2007, 20:14
per mario maggi.<br>Non ho messo frasi non scritte in bocca ad alcuno, si rilegga il post e faccia attenzione ai punti interrogativi. Cambiano i termini ma l&#39;indole da sentenziatore rimane e peggiora, si detesta una persona dopo due post, complimenti.<br><br>Quanto alle sue risposte tecniche ne faccio volentieri a meno, mi pare che sul forum si possa andare avanti lo stesso.<br><br><br>

20-05-2007, 21:00
Calma&#33; Se si rilegge tutta la discussione, capir&agrave; che il recupero con ventole non è una gran furbata, lo stiamo dicendo da due pagine. E se i giapponesi di una casa automobilistica, bella piena di ingegneri, tecnici e progettisti, facessero lo stesso errore di qualcuno sul forum (pensando erroneamente che il recupero sia un vantaggio) sarebbero lo zimbello di tutta l&#39;umanit&agrave;.<br>Si perdona volentieri l&#39;ingenuit&agrave; di qualcuno che magari non ha le basi, ma non si perdonerebbe una caXXata simile che venisse da un gruppo di ingegneri.<br><br>Quanto all&#39;aereo ibrido... bisogna prima sapere come funziona e cos&#39;è l&#39;aviazione:<br>-se si tratta di generatore indipendente dal motore, allora ok: ci sono almeno due aerei, uno russo ed uno americano, che hanno effettivamente volato grazie ad un reattore nucleare a bordo. Naturalmente, è stato difficile far volare un aereo quasi tutto di piombo per schermare le radiazioni... La cosa potrebbe avere un senso se si trovasse un generatore con un rendimento superiore alle turbine ma che non possa fornire direttamente la potenza meccanica.<br>INFATTI il prototipo della Boeing impiega le celle a combustibile... ma la stessa Boeing non crede al suo sviluppo, seppure la silenziosit&agrave; e la mancanza di emissioni siano una bellissima cosa. Sono però interessatissimi i militari, chiss&agrave; perchè...<br>Il motore elettrico renderebbe i droni tipo i Predator ancora più micidiali....<br>-se si tratta di un&#39;aereo a batterie, qualunque negozio di aeromodellismo ne ha a decine, con autonomia e prestazioni limitate. Certo, per fare foto aeree si può usare un sistema fotocamera/aeromodello in modo da non complicare la vita al fotografo.<br>-se si parla di un aereo ibrido nel senso che recupera energia dalle ventole, vale lo stesso discorso delle autovetture; peggiorato dal fatto che i sistemi di sicurezza sugli aerei devono essere MOLTO sicuri.<br><br>Quanto alla diatriba con Mario, cerchi per favore di dare un contributo tecnico almeno di minimo livello, perchè altrimenti si render&agrave; conto che non è la presenza di Mario ad essere inutile, ma la Sua. Ed il forum andr&agrave; avanti lo stesso.<br>

20-05-2007, 21:16
Sono calmo.<br>Non so dove abbia letto che io sostengo (visto che scrive capir&agrave;) che il metodo delle ventole sia vantaggioso.<br>Io ponevo il problema degli aerei ibridi.<br>Non voglio dare un contributo tecnico, ho solo chiesto, perchè non so, visto che i forum servono per questo.<br>Presumo che mario maggi comunque non abbia bisogno di un avvocato difensore.<br>Quanto alle Sue ultime righe il discorso vale per tutti, nessuno escluso.

20-05-2007, 21:34
Nel sesto post di questa discussione, leggo &quot;maurizioz: ...quanto meno per gli aerei, che quando saranno anche loro ibridi potranno recuperare energia in fase di atterraggio&quot;<br><br>Il discorso non vale per tutti, quando se ne va qualcuno che d&agrave; dei grossi contributi ci abbiamo perso tutti, viceversa...<br>

20-05-2007, 22:00
Infatti non vuol dire aggiungere ventole (od eliche) per aiutare durante il volo, era un recupero di energia in atterraggio con quanto gi&agrave; esistente.<br>Non ho mai detto ad alcuno di andarsene, non mi arrogo questo potere, e Lei&#33;?<br>Ho detto che delle sue risposte, visto i contenuti, ne facevo volentieri a meno, io sicuramente qui<br>non sono utile ad alcuno, chiedo quello che non so, basta rispondere attenendosi al tema, senza<br>considerare scemenze e detestabilit&agrave;.

20-05-2007, 22:16
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Infatti non vuol dire aggiungere ventole (od eliche) per aiutare durante il volo, era un recupero di energia in atterraggio con quanto gi&agrave; esistente.</div></div><br>e cioè con le eliche. O sbaglio? O ci sono altri sistemi? O nel thread si parlava di qualcos&#39;altro e non di eliche o ventole per ricaricare le batterie?<br>E non cambiamo le carte in tavola, è Lei per primo che ha fatto velatamente capire che se Mario se ne va il forum va avanti lo stesso: di chi è l&#39;arroganza?

SolarFranco
20-05-2007, 22:21
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (zintolo @ 20/5/2007, 19:49)</div><div id="quote" align="left">Solar, come ti ho gi&agrave; scritto prima l&#39;efficienza massima è il 59&#37;, detto anche limite di Betz, ed è pressochè irraggiungibile. Tieni conto che questo ipotetico 59&#37; va calcolato sul 30&#37; del rendimento tipico di un ciclo otto. Inoltre una ventola peggiorer&agrave; il cx ed aumenter&agrave; la sezione frontale dell&#39;auto, peggiorando ancora la situazione.<br>Bisogna puntare a diminuire la resistenza aerodinamica e migliorare i rendimenti meccanici.</div></div><br>Quello di cui parlo è un altro meccanismo per sfruttare il vento.<br>Il vento entra in una bocca e si fa girare dandogli una guida, questo poi<br>prende le pale dell&#39;elica completamente a 90°...<br>Credo che il limite di Betz possa essere superato con non molta difficolt&agrave;&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/8074ad5c081e2b0d1f94d3b5a0bca8cc.gif" alt=";)"><br><br><br>

20-05-2007, 22:29
Il 3d è ricaricare le batterie col vento.<br>Cioè con ventole od eliche ma a questo punto non ha più importanza.<br>Allora ho posto il discorso dell&#39;ibrido sugli aerei.<br>Non cambio le carte in tavola, sto continuando a ripetere sempre le stesse cose, mio malgrado. Non conosco questo mariomaggi e non mi interessa quello che fa o far&agrave;, se però uno da delle risposte ad un quesito tecnico dovrebbe rimanere sul tecnico.<br>Per me possiamo andare avanti all&#39;infinito.

20-05-2007, 23:53
Perfetto, anch&#39;io posso andare avanti all&#39;infinito.<br>Mario ha detto che una sciocchezza come quella di mettere le ventole su di un auto i giapponesi non l&#39;avrebbero mai fatta, anche se è &quot;Certo che se l&#39;avesso fatto una notissima casa automobilistica jap sarebbe stata un&#39;idea eccezionale&#33;&quot;, perchè i giapponesi non sono scemi.<br>Tutto il resto è una sua costruzione, a partire dalla frase &quot; a questo punto i tedeschi invece si, sono scemi?&quot; (anche loro non hanno bisogno di un avvocato difensore) fino al sentirsi coinvolto personalmente nella categoria &quot;scemi&quot; e cominciare a distribuire frasi offensive e ridurre la discussione ad una serie di antipatiche questioni personali, peraltro inesistenti.<br>La/le risposte di Mario sono esemplari, e sono visibili a tutti: NON ha detto che i tedeschi sono scemi, e NON ha detto che Lei è scemo.<br>La discussione si era peraltro riportata sui binari giusti, visto che si chiama &quot;Batterie <u>AUTO</u> ricaricate col vento&quot;, e forse ci sarebbe rimasta se il Suo spirito vendicativo non fosse tornato ad apparire dopo dodici post di sana discussione tecnica in-topic.<br>Le risposte tecniche ci sono state, ed anche esaurienti, direi.

snowstorm
21-05-2007, 01:00
Se vedi il Me 163 komet ,sulla punta aveva un&#39;elichetta ,<br>serviva per azionare il generatore di bordo ( velocita&#39; max 1004 km/h),<br>perche&#39; essendo a getto , non aveva la possibilita&#39; di azionare direttamente il generatore.<br>Anche su aerei moderni si usa questo sistema , ma solo in caso di emergenza , cioe&#39; quando serve si apre un portello da cui esce il generatore

Fantasyland
21-05-2007, 06:13
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (SolarFranco @ 20/5/2007, 23:21)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (zintolo @ 20/5/2007, 19:49)</div><div id="quote" align="left">Solar, come ti ho gi&agrave; scritto prima l&#39;efficienza massima è il 59&#37;, detto anche limite di Betz, ed è pressochè irraggiungibile. Tieni conto che questo ipotetico 59&#37; va calcolato sul 30&#37; del rendimento tipico di un ciclo otto. Inoltre una ventola peggiorer&agrave; il cx ed aumenter&agrave; la sezione frontale dell&#39;auto, peggiorando ancora la situazione.<br>Bisogna puntare a diminuire la resistenza aerodinamica e migliorare i rendimenti meccanici.</div></div><br>Quello di cui parlo è un altro meccanismo per sfruttare il vento.<br>Il vento entra in una bocca e si fa girare dandogli una guida, questo poi<br>prende le pale dell&#39;elica completamente a 90°...<br>Credo che il limite di Betz possa essere superato con non molta difficolt&agrave;&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/54b5cd2b63d4df65522697ba844d701b.gif" alt=";)"></div></div><br>Un altra grande idea&#33;<br>Dopo quella del sale e del dirigibile con la funivia ora arriva il rendimento dell&#39;eolico vicino al 100&#37;...<br>Questa ti è venuta fuori per il dirigibile?<br><br><br>

21-05-2007, 07:09
Snow... lo so che sei appassionato di aerei, come me.... ma il Me 163 era un aereo sperimentale, a RAZZO (non a getto), che aveva dei serbatoi così grossi da non avere spazio per quasi niente, nemmeno.... per il carrello. Nella sua massima espressione, raggiunse l&#39;autonomia di dodici minuti. La maggior parte di questi aerei fu distrutta a terra, ma di quelli che volarono più di met&agrave; si schiantarono da soli. Non mi sembra certo un bell&#39;esempio.... fu un vero fallimento<br>L&#39;elica sul musetto era indispensabile, visto che aveva il motore a razzo e non esistevano batterie &quot;serie&quot; a quei tempi.<br>Il generatore elettrico ausiliario si emergenza è usato anche su aerei moderni, nel caso che succeda un guasto tanto grave che non funzioni più ALCUN sistema. Nel caso del Gimli Glider, ad esempio fu l&#39;unica speranza per far funzionare qualcosa..... (boeing 767) , mantre altri aerei usano sistemi diversi, come piccoli turboreattori ad idrazina.<br><br>Come nel caso delle autovetture, e negli aerei evidentemente la cosa peggiora, la esposizione al flusso d&#39;aria di una ventola peggiora le caratteristiche aerodinamiche, e questo può diventare molto pericoloso dal momento che si utilizza solo in caso di emergenza grave: i piloti sono naturalmente istruiti in modo da tenerne conto, ma se si trattasse di planare con un aereo in avaria, la resistenza aggiunta aumenterebbe il rateo di discesa e diminuirebbe l&#39;autonomia.

mariomaggi
21-05-2007, 07:13
snowstorm,<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Se vedi il Me 163 komet ,sulla punta aveva un&#39;elichetta ,<br>serviva per azionare il generatore di bordo ( velocita&#39; max 1004 km/h),<br>perche&#39; essendo a getto , non aveva la possibilita&#39; di azionare direttamente il generatore.<br>Anche su aerei moderni si usa questo sistema , ma solo in caso di emergenza , cioe&#39; quando serve si apre un portello da cui esce il generatore</div></div><br>Interessante, ma ha senso solo per servizi ausiliari, non per la potenza principale.<br>La situazione e&#39; assimilabile a quella dei generatori elettrici che prendono il moto dalle ruote dei vagoni ferroviari. E&#39; un sistema poco efficiente, ma alternativo all&#39;alimentazione elettrica centralizzata.<br><br>Ciao<br>Mario

21-05-2007, 19:28
Per Cattani:<br><br>Mario ha detto che una sciocchezza come quella di mettere le ventole su di un auto i giapponesi non l&#39;avrebbero mai fatta<br><br>R - Guardi che stavamo parlando di ibrido per gli aerei.<br><br><br>anche se è &quot;Certo che se l&#39;avesso fatto una notissima casa automobilistica jap sarebbe stata un&#39;idea eccezionale&#33;&quot;, perchè i giapponesi non sono scemi.<br><br>R - La mia era ironia visto lo “stravedere” di qualcuno per l’ibrido.<br><br><br>Tutto il resto è una sua costruzione, a partire dalla frase &quot; a questo punto i tedeschi invece si, sono scemi?&quot; (anche loro non hanno bisogno di un avvocato difensore)<br><br>R - E nemmeno mariomaggi, come gia detto, ha bisogno dell’avvocato difensore.<br><br><br>fino al sentirsi coinvolto personalmente nella categoria &quot;scemi&quot;<br><br>R - non mi sento coinvolto in quella categoria, a meno che decida Lei cosa sento io.<br><br><br>e cominciare a distribuire frasi offensive<br><br>R - quali?<br><br><br>e ridurre la discussione ad una serie di antipatiche questioni personali, peraltro inesistenti.<br><br>R - io sono stato detestato e non il contrario.<br><br><br>La/le risposte di Mario sono esemplari<br><br>R - ha me non ha dato risposte tecniche da considerarsi esemplari.<br><br><br>e sono visibili a tutti: NON ha detto che i tedeschi sono scemi, e NON ha detto che Lei è scemo.<br><br>R - non ho mai detto che lo avesse scritto, ho solo chiesto se lo erano i tedeschi, e non son tedesco. ripeto che io non mi ritengo coinvolto.<br><br><br>La discussione si era peraltro riportata sui binari giusti, visto che si chiama &quot;Batterie AUTO ricaricate col vento&quot;,<br><br>R - l&#39;oggetto del contendere non è l’auto ma il sistema di ricarica, se comunque sono andato OT bastava scriverlo, in ogni caso si continua a parlare di aerei nel 3d.<br><br><br>e forse ci sarebbe rimasta se il Suo spirito vendicativo<br><br>R - e cosa dovrei vendicare?<br><br><br>non fosse tornato ad apparire dopo dodici post<br>di sana discussione tecnica in-topic.<br>Le risposte tecniche ci sono state, ed anche esaurienti, direi.<br><br>R - risposte che potevano arrivare da subito saltando quelle non tecniche che sappiamo.<br><br>

21-05-2007, 20:44
Tra cui proprio le Sue.

gattmes
22-05-2007, 09:56
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">- La mia era ironia visto lo “stravedere” di qualcuno per l’ibrido.</div></div><br>Un dato di qualcuno:<br>percorso su strada statale tra basso Piemonte/Liguria<br>totale 116km -> 3,7l x 100km (27km al litro)<br><br>Altro dato<br>percorso misto strada autostrada e... qualche coda galattica (tipo 2 ore per fare 20km...)<br>totale 768km -> 4,9l x 100km (quasi 20,5km con 1 litro)<br><br>..mi trovi un altro mezzo che eguaglia quanto sopra???? (parlo di roba acquistabile, omologata e possibilmente entro i 25KEuro...)<br>La &quot;Grande Punto&quot;??? (<img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a8cb12374d21901dcb80194a2026546.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a8cb12374d21901dcb80194a2026546.gif" alt=":D"> Questa si che è ironia pura... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a8cb12374d21901dcb80194a2026546.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a8cb12374d21901dcb80194a2026546.gif" alt=":D"> )

22-05-2007, 10:01
Buongiorno a tutti, mi scuso per l’argomento OT ma, dopo aver letto un buon numero di casi come<br>questo mi sono deciso a scrivere il mio primo post. Scrivo qui perche nella tag board<br>non ho spazio a sufficienza.<br><br>Sia chiaro che non voglio difendere nessuno perche, come dicevo, i casi sono più di uno.<br><br>Nel tempo libero mi leggo le discussioni, attratto dai titoli delle sezioni. Devo dire che, a parte i primi giorni, poi mi son reso conto che esiste qui una specie di casta, con un olimpo che impera ed i suoi adulatori, molto spesso chi interviene proponendo o domandando su quello di cui non è a conoscenza viene trattato con sufficienza, complice magari la non chiara esposizione delle domande, a volte fatte al passivo, ma anche la mancata comprensione di quello che viene scritto da parte di chi risponde, che non si cura di capire bene la domanda e risponde con impulsivit&agrave; non motivata.<br><br>Tranne che per pochissime persone (ed oggi per me ne è caduto uno), il sito è popolato da santoni caratterizzati da arroganza e permalosit&agrave;, da sedicenti esperti che vivono di passate esperienze che pensano di sapere tutto e di avere una risposta per tutti dispensando “perle di saggezza” in maniera del tutto gratuita.<br><br>In effetti le proposte dei novizi sono spesso ridondanti, rispiegare il tutto è oneroso, per fortuna solitamente viene indicata dai più esperti la sezione in cui documentarsi senza commenti che possono dar luogo a dette incomprensioni.<br><br>In calce ai post molti riportano delle massime, che però valgono solo per gli altri, come anche<br>il richiamo alle regole del forum. Il fatto poi di introdurre certe definizioni o stati d’animo qualifica non proprio positivamente le persone, che potranno essere tecnicamente capaci ma dal lato comportamentale lascerebbero a desiderare. Non è nemmeno tanto edificante tirare il sasso e poi nascondere la mano. Inizio a capire il numero di utenti cancellati.<br><br>Non intendo in ogni caso entrare in polemica con nessuno.<br><br>Saluti e buon lavoro a tutti.<br>

gattmes
22-05-2007, 10:21
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">...molto spesso chi interviene proponendo o domandando su quello di cui non è a conoscenza viene trattato con sufficienza, complice magari la non chiara esposizione delle domande, a volte fatte al passivo, ma anche la mancata comprensione di quello che viene scritto da parte di chi risponde, che non si cura di capire bene la domanda e risponde con impulsivit&agrave; non motivata...</div></div><br>..si .. è un po vero...<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">..In effetti le proposte dei novizi sono spesso ridondanti, rispiegare il tutto è oneroso, per fortuna solitamente viene indicata dai più esperti la sezione in cui documentarsi senza commenti che possono dar luogo a dette incomprensioni.<br>..</div></div><br>..eccetera.<br>Vedi, il mio punto di vista è questo<br>1) faccio tutto agratis, consumando il mio tempo.. e talvolta (talsempre...) combattendo contro i mulini a vento (e non mi riferisco alle pale dei precedenti post..). Qua sempre meno cedo alla tentazione di ripetere per la 4597sima volta quello che è gi&agrave; ampiamente scritto.<br>Capisco che a volte non si trovi nella marea di postaggi/3D. Talvolta non ritrovo le cose ne io ne Roy ne tanti altri nonostante i recenti sforzi per &quot;far ordine&quot;... così ci ritroviamo a contattarci con dei &quot;senti dov&#39;era qul link alla legge pincopallino (o al sito che vendeva questo o quello ... o alle prove fatte su pippoplutopaperino, ecc.)<br><br>In una filosofia linuxiana è mio stile rimandare PRIMA alla lettura di quanto gi&agrave; rintracciabile, poi casomai si discute.<br><br>2)Questo serve anche ad una cosa ... e cioè (permettetemi) &quot;ad imparare&quot; a non prendere tutto, appunto, come &quot;perle di saggezza&quot; che cadono dall&#39;alto... ma piuttosto ad abituarsi a ragionare con la propria capoccia e dal prorpio punto di vista, mettendo in discussione TUTTO (sembra poca cosa ma se si legge BENE fra le righe...). Questo spiega xkè talvolta ad una domanda ne rispondo con un&#39;altra (a volte la risposta l&#39;abbiamo gi&agrave; dentro noi stessi, se spinti un po oltre a ragionarci su..)<br><br>3) Poi ci sono coloro che ...nonostante il diciottesimo invito a documentarsi alla pagina x y e z.. continuano a chiedere ciò che, se avessero letto per 0.1&#37;, si darebbe scontato (e qua persino un Monaco tibetano inizierebbe a dare &quot;segni di cedimento&quot;...)<br><br><br>In tutto questo (l&#39;ho gi&agrave; scritto molte volte) io sono molto crudo... ho poco tempo...quindi tendo ad avere zero &quot;convenevoli&quot; /galatei vari ead andare subito/secco al &quot;sodo&quot; tecnico...<br>cmque ben arrivato.

22-05-2007, 10:35
Concordo praticamente con tutto, fare il moderatore è una missione non facile, alle doti tecniche in ogni caso bisogna unire doti di comunicazione e pazienza non comuni. Non vorrei che il mio post venga generalizzato, fortunatamente c&#39;è anche chi onora pienamente il suo ruolo.

22-05-2007, 12:17
Accidenti ora ci ho preso gusto&#33;<br>se qualcuno si ricordasse: dove posso trovare commenti (in qualche altra sezione) ai miei dubbi?. Ne ho letti talmente tanti che non ricordo. In particolare questi:<br>Ottimi consumi, ma si tiene conto di partire con le batterie gi&agrave; cariche e da cui si attinge potenza oltre che dal serbatoio? È pur vero che comunque non si arriva a fine viaggio con le batterie scariche.<br>Percorrendo un lungo tratto autostradale a velocit&agrave; costante si hanno meno vantaggi che fare un percorso cittadino start/stop?<br>Mi riesce difficile comprendere (in quanto non addetto ai lavori) come si possa consumare meno se, ad esempio, i 50 kw del motore termico passano prima da accumulatori e motore elettrico per poi arrivare alle ruote.<br>Non so se son domande pertinenti però ho questi interrogativi.<br><br>Grazie.<br>

gattmes
22-05-2007, 13:20
I messaggi relativi ai consumi ibrido gli ho spostati nel 3D della Prius (cliccare <a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=1419417&amp;st=90#lastpost" target="_blank">qua</a> per il link diretto)

mariomaggi
22-05-2007, 13:43
piombo,<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Percorrendo un lungo tratto autostradale a velocit&agrave; costante si hanno meno vantaggi che fare un percorso cittadino start/stop?<br>Mi riesce difficile comprendere (in quanto non addetto ai lavori) come si possa consumare meno se, ad esempio, i 50 kw del motore termico passano prima da accumulatori e motore elettrico per poi arrivare alle ruote.<br>Non so se son domande pertinenti però ho questi interrogativi.</div></div><br>questo post non riguarda la ricarica col vento.<br>Se vai nella sezione giusta (veicoli elettrici) troverai gia&#39; le risposte.<br>Il sistema ibrido e&#39; ottimo quando ci sono molte variazioni di velocita&#39;. Piu&#39; il percorso diventa a velocita&#39; costante e meno si evidenziano i vantaggi della soluzione ibrida.<br>Ciao<br>Mario<br>

22-05-2007, 20:05
Detto in due parole: tu hai un auto ibrida, capace quindi di recuperare l&#39;energia spesa per le frenate ed accumularla per le successive accelerazioni (e questa è la caratteristica principale degli ibridi, nei veicoli normali l&#39;energia viene dissipata in calore e quindi sprecata)<br>Bene, con la tua auto ibrida prendi un&#39;autostrada lunga mille km, al casello di arrivo scendi e vai a piedi per i cento metri che ti separano dalla casa di pincopallino.<br>Quando entri in autostrada acceleri fino a 110 e li mantieni fino all&#39;arrivo, quando freni e ti fermi.<br>E&#39; evidente che su mille km hai fatto solo un&#39;accelerazione ed una sola frenata... l&#39;energia recuperata è minima, in confronto a quella che hai dovuto utilizzare per fare i mille km a 110 all&#39;ora (e l&#39;ibrido in quel caso non ti è servito...)<br>Al contrario, un traffico cittadino e pieno di frenate ed accelerazioni ma con un percorso corto è quello che ti permette di recuperare più energia che altrimenti andrebbe sprecata, quindi... ottimizzi e diminuisci i consumi.

gattmes
23-05-2007, 13:40
Nota: gli altri messaggi gli ho spostati nella sezione Prius, dove è meglio continuare la discussione. Sposterò anche gli ultimi.<br><br>Cmque l&#39;esempio proposto da Paolo è improponibile (ovviamente...) nella realt&agrave;. Quindi anche su una strada... diciamo .... &quot;omogenea&quot; qual può essere una autostrada, si avranno fasi di accelerazioni e decelerazioni (quelle che definisco &quot;microaccelerazioni/decelerazioni&quot;) quindi il sistema ibrido far&agrave; <b>sempre</b> il suo lavoro e quindi <b>sempre</b> si otterranno dei recuperi. (Comunque vedere anche il mio post nell&#39;altra sezione)