Passaggio da ditta individuale a privato - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Passaggio da ditta individuale a privato

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Passaggio da ditta individuale a privato

    Buongiorno a tutti.
    Sono a porvi un quesito che insieme al mio commercialista non siamo riusciti a risolvere.
    Cercherò di essere il più sintetico possibile ed eventualmente approfondire in seguito se qualcuno sa aiutarmi.
    Io ho un impianto di 52,44 kW in produzione dal 02/2012 intestato alla mia ditta individuale.
    Ho ricevuto una interessante proposta di lavoro come dipendente e di conseguenza cessare la mia attività.
    Pensavo di fare un trasferimento di proprietà dalla mia ditta individuale alla mia persona fisica, ma essendo superiore a 20 kW non è possibile perché è necessaria una partita iva.
    A questo punto terrei aperta la mia PI cambiando il codice attività utilizzando quello di " produttore di energia elettrica ".
    Potrei quindi iniziare il lavoro dipendente e continuare a essere titolare dell'impianto FTV.
    A quanto pare, però, dovrei continuare a versare i contributi INPS trimestrali di circa 900,00 €.
    Considerando che fino ad oggi il bilancio tra entrate e uscite è leggermente in negativo, se dovessi pagare altri 3.600,00 € all'anno solamente per il FTV, forse non mi conviene.
    Possibile che io debba pagare una INPS così alta per il FTV ed in più pagare giustamente anche i contributi da dipendente?
    Qualcuno ne può discutere?
    Grazie a tutti per l'attenzione.
    Marco

  • #2
    Secondo me ti conviene vendere il tuo impianto FV a qualcuno e lasciare perdere l'INPS ,sono soldi buttati .
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

    Commenta


    • #3
      Io ho 20kw in RID come ditta , mai pagato INPS , tutti quelli interpellati CNA, CCIA , commercialista , hanno sempre detto che quel codice attivita' non doveva pagare INPS , se te lo hai pagato hai fatto bene ti rimane ,ma adesso non ho idea di cosa devi fare , la meglio e' andare all'INPS.....
      AUTO BANNATO

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da zagami Visualizza il messaggio
        Secondo me ti conviene vendere il tuo impianto FV a qualcuno e lasciare perdere l'INPS ,sono soldi buttati .
        Probabilmente è la prima cosa a cui ho pensato, ma il primo prezzo di valore che ho sentito per la vendita era da paura: non ci finivo di pagare il finanziamento!!

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
          Io ho 20kw in RID come ditta , mai pagato INPS , tutti quelli interpellati CNA, CCIA , commercialista , hanno sempre detto che quel codice attivita' non doveva pagare INPS , se te lo hai pagato hai fatto bene ti rimane ,ma adesso non ho idea di cosa devi fare , la meglio e' andare all'INPS.....
          La segretaria del mio commercialista si è recata all'INPS e le hanno risposto che loro i soldi li vogliono, ma secondo me non ha fatto la domanda giusta.
          Anch'io pensavo che con quel codice attività l'INPS non si dovesse versare, non capisco...

          Commenta


          • #6
            Ecco quando si delega al professionista , mi sa' che dovro' andare a sentire anche io.... tanto aver pagato INPS male non ti fa' fa' tutto cumulo.... a prescindere da cosa scrive zagami ... fino ad adesso INPS ha sempre pagato le pensioni e bene..... le varie Banche , finanziarie etc ho i miei dubbi che lo faranno ... basta vedere anche i fatti di questi giorni con la banca della ministra santerellina pin up di pierino.......
            AUTO BANNATO

            Commenta


            • #7
              Penso che ti conviene rinunciare al pagamento dell'energia immessa in rete cessando lo SSP e cercando di autoconsumare quanto più possibile. Continueresti a prendere il CE che è considerato un contributo e non un corrispettivo e quindi non soggetto a fatturazione.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Bocalb Visualizza il messaggio
                Penso che ti conviene rinunciare al pagamento dell'energia immessa in rete cessando lo SSP e cercando di autoconsumare quanto più possibile. Continueresti a prendere il CE che è considerato un contributo e non un corrispettivo e quindi non soggetto a fatturazione.
                Cessando l'attività non consumerò più niente...

                Commenta


                • #9
                  Scusami ho fatto casino : te avevi un attivita' al di fuori del FV e hai fatto impianto connesso all'attivita', chiudi la PI , devi aprire una Pi come produttore , fare passaggio di proprieta' e continuerai a pagare commercialista etc ma non l'INPS perche' non previsto.... , l'unica cosa l'impianto e' su una cosa tua o no a terra o su tetto?

                  Bocalp cosa scrivi : il CE fa' sempre reddito di impresa che sia SSP o no se legato ad attivita' o fine a se stesso.... ti stai confondendo con impianto domestico , ma questo non puo esserlo ...
                  Ultima modifica di spider61; 05-12-2015, 16:24.
                  AUTO BANNATO

                  Commenta


                  • #10
                    Spider..ma perche dovrebe chiuder euna PI e riaprine una nuova? se oggi ha codice XXXX per attivita ZZZZ , cambiera codice come "produttore di energia elettrica" per la PI esistente.
                    Cambio di proprietà? e perchè?

                    Resta il dubbio che si è gia discusso piu volte..di come è considerata l'attivita del titolare.
                    PROBABILMENTE, ma non sono sicuro, se uno non ha latre attivita , INPS pretendera il minimo di iscrizione come artigiano o come commerciante...se uno ha una posizione già aperta come dipendente, MAGARI no. Forse per questo tu non paghi? In tal caso, anche lui, se assunto, non pagherebbe.
                    Però è da vedere, nel senso che comuqnue un'attività lavorativa , anche per poco tempo, la dedica all'impianto..e magari INPS vuole le sua "fetta".

                    In alternativa, forse, trasformare la ditta individuale in una srl... con il solo amministratore unico, senza compenso..magari INPS non vuole nulla visto che non vi è piu un prestatore diretto-persona fisica...ma da vedere...
                    Ultima modifica di marcober; 06-12-2015, 10:17.
                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                      Spider..ma perche dovrebe chiuder euna PI e riaprine una nuova? se oggi ha codice XXXX per attivita ZZZZ , cambiera codice come "produttore di energia elettrica" pe rla PI esistente.
                      Cambio di proprietà? e perchè?

                      Resta il dubbio che is è gia discusso piu volte..di come è considerata l'attivita del titolare.
                      PROBABILMENTE, ma non sono sicuro, s euno non ha latre attivita , INPS pretendera il minimo diiscrizione come artigiano o come commerciante...se uno ha una posizione già aperta come dipendente, MAGARI no. Forse per questo tu non paghi? In tal caso, anche lui, se assunto, non pagherebbe.
                      Però è da vedere, nel senso che comuqnue un'attività lavorativa , anche per poco tempo, la dedica all'impinato..e magari INPS vuole le sua "fetta".

                      In alternativa, forse, trasformare la ditta individuale in una srl... con il solo amministratore unico, senza compenso..magari INPS non vuole nulla visto che non vi è piu un prestatore diretto-persona fisica...ma da vedere...
                      Creare una srl?
                      Non so, mi sembra che si debba comunque pagare un notaio e altre spese, forse la soluzione è un'altra.
                      La cosa più semplice è il cambio del codice attività e poter andare a fare il dipendente, ma senza pagare un INPS così alta, dato che la pagherei già da dipendente...
                      Altra soluzione è vendere, ma da un primo sondaggio il valore mi sembra eccessivamente basso.

                      Commenta


                      • #12
                        mi pare che la costituzione delle srl sua stata molto semplificata ultimamente, sia come procedure, che capitale minimo , che spese.
                        Ovvio che un minimo d costo commercilista lo avrai, ma identico a tenere una PIVA attiva come persona fisica..
                        La differenza starebbe apuunto nel fatto che probabilmnete INPS non vuole nulla da un amministratore di srl non remunerato..mentre se sei imprenditore person fisica, presume che comuqnue presti la tua opera, e quindi vuole il pizzo..anche se hai gia posizione aperta.
                        Ad esmepio un amministratore di srl remunerato comuqnue deve pagare una % del compenso a INPS anche se è dipendente della stessa società o di altra società...cosa che poi matura una pensione integrativa ma RIDICOLA (sono soldi buttati)
                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                        Commenta


                        • #13
                          Marcober qlc anno fa' dovevi chiedere anche te per curiosita' , ma poi non hai saputo niente di INPS ?
                          Ho gia' scritto come mi hanno risposto varie entita'per quel codice attivita' , a prescindere se sei disoccupato o meno , manca la risposta diretta di INPS ......

                          Avevo scritto cambia PI , perche' cosi' chiudi , nell'altro modo c'e' una continuita' che INPS potrebbe interpretare a modo suo e continuare a mandare bollettini e..... se srl anche se spendi 1000 di notaio ma rispsrmi , cioe' non si puo' sempre volere far le cose senza spendere ....
                          AUTO BANNATO

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                            Marcober qlc anno fa' dovevi chiedere anche te per curiosita' , ma poi non hai saputo niente di INPS ?
                            Ho gia' scritto come mi hanno risposto varie entita'per quel codice attivita' , a prescindere se sei disoccupato o meno , manca la risposta diretta di INPS ......

                            Avevo scritto cambia PI , perche' cosi' chiudi , nell'altro modo c'e' una continuita' che INPS potrebbe interpretare a modo suo e continuare a mandare bollettini e..... se srl anche se spendi 1000 di notaio ma rispsrmi , cioe' non si puo' sempre volere far le cose senza spendere ....
                            Chiaramente si deve spendere, devo solo trovare la spesa minore.
                            Devo scatenare il commercialista e dev'essere lui a calcolare tutte le spese; io posso solo buttare lì delle idee, ma il resto tocca a lui. O sbaglio?!?!

                            Commenta


                            • #15
                              Spider..io avevo chiesto per mia moglie, disoccupata..e se gli avessi intestato impianto ,per Inps di Voghera avrebbe dovuto versare il minimo (mi pare l'avrebbero iscritta far i commercianti e non fra gli artigiani)
                              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                              Commenta


                              • #16
                                Qualche anno fa avevo fatto aprire PI alla mia compagna x attività di commercio in internet.
                                Lei aveva già lavoro dipendente, in INPS mi avevano detto che nel caso il lavoro dipendente fosse stato con orario superiore alle 27-30 ore settimanali, non ricordo esattamente, non erano richiesti versamenti per previdenza.
                                Non so se fosse legato al fatto che PI era relativa a commercio, ma così è stato per circa 2 anni ovvero la durata della PI prima della sua chiusura.
                                Casa gas-free provincia di Pavia 180 m2 involucro classe B (vicino alla C) - Impianto FTV 5,39 kwp - PDC Aquarea 7 kw serie F alta connettività con modulo HPM- Piano cottura ad induzione Ikea
                                EV - ZOE 41 kwh - Rasaerba e Tagliabordi a batteria litio 40 V Greenworks

                                Commenta


                                • #17
                                  spider hai ragione: il CE non rileva ai fini IVA ma rileva ai fini imposte dirette per le attività commerciali ed è soggetto a ritenuta di acconto.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Come dicono quelli bravi : " Poche idee, ma confuse. ".
                                    Domani farò un tentativo prima dall'associazione artigiani e poi anche all'INPS.
                                    Nutro comunque poche speranze di far chiarezza; dovrei aver la fortuna di far la domanda giusta alla persona giusta...

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Facci sapere anche a noi , grazie
                                      stamattina ho risentito il commercialista , siccome quello e' un codice attivita' industria , non e' previsto , si puo' comunque anche sentire INPS, per sicurezza , essendo una situazione nuova e particolare , non era previsto che ci potessero essere piccoli imprenditori produttori di EE fini a se stessi , naturale che se eri dipendente di quell'industria saresti stato a gestione INPS.... questo e' quello che e' stato detto....
                                      AUTO BANNATO

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Risolto!
                                        Cambio codice attività sulla mia PI attuale e non devo fare altro per quanto riguarda il GSE e impianto FV.
                                        Posso andare a fare il lavoratore dipendente e dato che supero le 20 ore settimanali, non devo reintegrare all'INPS.
                                        Tutto si è risolto per il meglio, bastava trovare le persone giuste alle quali fare le domande.

                                        Commenta

                                        Attendi un attimo...
                                        X