Strategia Gestione Energia Fotovoltaico e PDC per ottimizzare autoconsumo - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Strategia Gestione Energia Fotovoltaico e PDC per ottimizzare autoconsumo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Strategia Gestione Energia Fotovoltaico e PDC per ottimizzare autoconsumo

    Buongiorno a tutti, ormai sappiamo che come regola generale bene tenere una temperatura costante per il riscaldamento in casa (esempio 20 sempre giorno e notte) e una costante per l'ACS.
    Questo vero e permette risparmi per l'energia fossile in generale.

    Ora se voglio invece ottimizzare l'autoconsumo con PDC aria/acqua e aumentare il risparmio economico generale di casa non meglio regolare la temperatura in aumento durante le ore di sole (esempio 21 quando c' il sole e 18,5 di notte) oppure spegnere direttamente durante la notte?
    E l'ACS non meglio farla scaldare di giorno e spegnerla di notte allo stesso modo?
    Voi quali strategie utilizzate con questo tipo di sistema?
    Fotovoltaico 6kw esposizione sud, moduli Qcells, PDC monoblocco Panasonic Aquarea HT 9kw, boiler Cordivari 300lt, stufa legna Lotus con pietra ollare, termosifoni in ghisa. Classe Involucro E, Zona climatica E.

  • #2
    Io l'ACS la faccio preparare solo i orari in cui so che potrei aver bisogno di prelevare (mattina e sera nei feriali..da mattina a sera nei non feriali). Di notte sempre off.
    Per Risc. , ad inizio stagione e fine stagione, lavoro solo nele ore diurne...nela paete cenrale dell'inverno h24...macon una strategia non climtica, m aa t costante,in mood che di giorno non cali la potenza dierogazione, per sfruttare meglio FV e ore di aria a T piu mite, e di notte non faccio salite la T di mandata per comensare la T esterna che cala, in modo che la T intern aal limite cali leggermente di notte, cosa gradita.
    Siccome la mia casa ha inerzia elevata (muri mattoni pieni da 45 cm..solai pesanti..etc) non ho di fatto variazioni evidenti di T interna con questo apporccio, nonostante di fatto mantenga una T di mandsta costante giorno/notte. La modifico io mnaualmnete 4-5 volte durante inverno..andanndo da 28 a 33 circa
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

    Commenta


    • #3
      Premesso che l'acs la faccio con la caldaia, sul riscaldamento io per ora sto utilizzando una strategia per cui la climatica diurna regolata su 20 e quella notturna qualche grado sotto (2-3-4 a seconda che faccia pi o meno freddo).
      PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0, Tilt 26. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

      Commenta


      • #4
        Visto che lo chiedi:

        La mia Casa Elettrica

        Ho scritto una serie di articoli con le mie esperienze.

        Evitare ban o robe varie. Non ci sta tutto in un post singolo.

        Commenta

        Attendi un attimo...
        X