Ridurre immissione in rete aumentando gli auto consumi - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ridurre immissione in rete aumentando gli auto consumi

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ridurre immissione in rete aumentando gli auto consumi

    Buon giorno a tutti,
    Ho un FV da 6,11 Kw entrato in funzione fine 2010
    Le previsioni su base anno sono le seguenti :

    Kwh
    Produzione : 7400
    Autoconsumi : 1900
    Immessi in rete : 6500 (regime SSP)

    Stavo pensando ad un boiler elettrico per produzione di ACS nel periodo marzo-settembre (alta immissione in rete)
    Quindi si potrebbe ipotizzare un consumo elettrico di circa 2100 Kwh (4 persone) equivalente a circa 240 M3 di metano.
    Il vantaggio sarebbe maggior recupero da parte GSE (circa 150 €/anno) e risparmio di metano (circa 170 €/anno) per un totale di circa 300 €/anno a fronte di un investimento di poche centinaia di €.
    Qualcuno ha idee energeticamente migliori (capisco che concettualmente usare energia elettrica per ACS non sia il massimo ……. Ma economicamente di questi tempi 6,000 € in 20 anni non sono pochi)
    Saluti e grazie

  • #2
    Temporizzare la lavatrice e lavastoglie. Fornelli a induzione. Fatti la piscina...

    Commenta


    • #3
      Io sto installando un boiler elettrico con gestione dell'accensione pilotata per farlo funzionare solo oltre una certa soglia di produzione...
      per maggiori dettagli...


      Saluti

      Giobbe
      Impianto 5,52 Kw Tot. Integrato allacciato il 29/12/2010 Azimut: SSE 160° - Tilt: 25° N. 24 pannelli policristallini BP Solar Endura BP-3230T Inverter Power-One PVI-6000-OUTD-S-IT [COLOR=#ff0000]- Updated - Castrignano de Greci (LE) www.castrignanometeo.eu:biker:

      Commenta


      • #4
        @ron51
        Manca il dato sulle tue previsioni di consumo.
        Immagino tu preveda di consumare meno della produzione FV totale, altrimenti non vedo come possa nascere il "maggior recupero da parte GSE (circa 150 €/anno)" e anche cosi' immagino che rientri nell'alchimia del calcolo dell' "energia scambiata".

        ciao
        Solare termico: 5mq piani, 500l serbatoio in polietilene con serpentina inox, a svuotamento autocostruito, da ottobre 2010.
        Solare fotovoltaico: 2.86 kW 13 x 220 W Conergy Power Plus, inverter Power One 3.0 Outd, azimut -45, tilt 22, qualche ombra, da maggio 2011.

        Commenta


        • #5
          Per Tonimon,
          il maggior consumo è rappresentato dall'utilizzo del boiler elettrico per ACS.
          Ne approfitto per postare una domanda, essendo ignorante in materia.
          Ho la caldaia a metano in cucina, dove non ho lo spazio per installare il nuovo boiler elettrico, ma dovrò metterlo in bagno.
          L'acqua calda prodotta dal boiler in bagno posso immetterla nel circuito dell'acqua calda direttamente?
          Ma cosa succede quando aprirò rubinetto dell'acqua calda?
          1) consumerò quella del boiler?
          2) partirà la caldaia?
          io penso capiti la 2, per cui come devo fare per usare prima quella del boiler?
          Saluti e grazie
          Roberto

          Commenta


          • #6
            Scusa ho risposto senza pensare,
            ho la previsione di acquistare circa 1700 wkh/anno

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da ron51 Visualizza il messaggio
              Ho la caldaia a metano in cucina, dove non ho lo spazio per installare il nuovo boiler elettrico, ma dovrò metterlo in bagno.
              L'acqua calda prodotta dal boiler in bagno posso immetterla nel circuito dell'acqua calda direttamente?
              Ma cosa succede quando aprirò rubinetto dell'acqua calda?
              1) consumerò quella del boiler?
              2) partirà la caldaia?
              io penso capiti la 2, per cui come devo fare per usare prima quella del boiler?
              In pratica avresti collegati boiler e caldaia in parallelo dal circuito acqua fredda al circuito acqua calda, quindi quando apri l'acqua calda l'acqua esce da entrambi, immagino piu' dal boiler che avra' una minor caduta di pressione.

              Se vuoi utilizzare prima quella del boiler dovrai mettere boiler e caldaia in serie, tramite una valvola deviatrice termostatica.
              1) L'acqua fredda entra nel boiler e si scalda
              2) L'acqua (calda o meno) esce dal boiler e va' alla valvola deviatrice. Se la temepratura e' superiore al settaggio della deviatrice (di solito 45º) l'acqua entra nel circuito di distribuzione acqua calda, altrimenti entra nella caldaia per raggiungere la temperatura adeguata, dopo di che nel circuito di distribuzione acqua calda.

              In pratica lo stesso sistema usato per l'integrazione del solare termico, dove al posto del boiler c'e' un pannello solare termico.

              Pero' e' da chiarire come funziona la caldaia, cioe' se e' compatibile con questa installazione ed e' in grado di gestire acqua tiepida in ingresso senza problemi. Per chiarire la cosa ti conviene postare nella sezione solare termico.

              ciao
              Solare termico: 5mq piani, 500l serbatoio in polietilene con serpentina inox, a svuotamento autocostruito, da ottobre 2010.
              Solare fotovoltaico: 2.86 kW 13 x 220 W Conergy Power Plus, inverter Power One 3.0 Outd, azimut -45, tilt 22, qualche ombra, da maggio 2011.

              Commenta


              • #8
                Passando agli aspetti etici della questione ci sono almeno due obiezioni:

                1) Dal punto di vista ambientale e' controproducente utilizzare l'energia fotovoltaica con un semplice boiler. Sembra di risparmiare metano (combustibile fossile, quindi CO2), ma in realta' si sta' sostituendo il metano con energia elettrica, il cui costo di produzione da fonte fossile e' ben maggiore. Una caldaia a metano quando produce ACS ha un rendimento intorno almeno il 90 %, una centrale elettrica termica mediamente credo sia sul 45 %, piu' le dispersioni della trasamissione di elettricita'.
                In apparenza sembra di sostituire il metano con energia solare, ad inquinamento 0. In realta' non e' cosi', l'energia elettrica prodotta se immessa in rete sarebbe utilizzata dai vicini di casa, causando una proporzionale diminuzione di produzione di energia elettrica da centrale termica, con i rendimenti accennati.

                2) L'energia fotovoltaica e' fortemente incentivata quindi sprecarla con un boiler elettrico non e' bello. Vuol dire che si intascano gli incentivi per produrla e poi la si butta via, o meglio la si usa in modo inefficiente, pur di migliorare i propri conti economici.

                Non per buttare la croce addosso a nessuno, pero' queste sono le obiezioni generali.

                ciao
                Solare termico: 5mq piani, 500l serbatoio in polietilene con serpentina inox, a svuotamento autocostruito, da ottobre 2010.
                Solare fotovoltaico: 2.86 kW 13 x 220 W Conergy Power Plus, inverter Power One 3.0 Outd, azimut -45, tilt 22, qualche ombra, da maggio 2011.

                Commenta


                • #9
                  Se si guardasse di più all'etica si eviterebbero il 90% degli sprechi....ma così non è...e non lo sara mai!
                  Poi, se pagassero in modo adeguato l'energia ceduta alla rete si potrebbe ragionare (correttamente) come ragioni tu...ma perchè far ingrassare l'Enel o chi per essa con la mia "etica"?!

                  Saluti
                  Giobbe
                  Impianto 5,52 Kw Tot. Integrato allacciato il 29/12/2010 Azimut: SSE 160° - Tilt: 25° N. 24 pannelli policristallini BP Solar Endura BP-3230T Inverter Power-One PVI-6000-OUTD-S-IT [COLOR=#ff0000]- Updated - Castrignano de Greci (LE) www.castrignanometeo.eu:biker:

                  Commenta


                  • #10
                    Toninon, dal punto di vista etico hai stra ragione.
                    Ma la realtà e chè il GSE paga ad un prezzo irrisorio l'energia elettrica immessa in rete e non tutta ....
                    se cosi non fosse manco ci avrei pensato ...

                    Saluti
                    Roberto

                    Commenta


                    • #11
                      Se l'SSP non vi va bene , passate al RID , quanto sarebbe secondo voi il prezzo giusto 1 euro al kwh ?
                      Cosa volete : vi vengono dati dai 35 ai 45 cent di CE altri 5-10 di vendita o eccedenza , volete anche una escort a casa ?
                      AUTO BANNATO

                      Commenta


                      • #12
                        voglio lo scambio sul posto che c'era prima, invece di continuare a foraggiare le solite lobby.

                        Saluti
                        Giobbe
                        Impianto 5,52 Kw Tot. Integrato allacciato il 29/12/2010 Azimut: SSE 160° - Tilt: 25° N. 24 pannelli policristallini BP Solar Endura BP-3230T Inverter Power-One PVI-6000-OUTD-S-IT [COLOR=#ff0000]- Updated - Castrignano de Greci (LE) www.castrignanometeo.eu:biker:

                        Commenta


                        • #13
                          Sara' grassa se ti continueranno a dare quello attuale.....
                          AUTO BANNATO

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da ron51 Visualizza il messaggio
                            il GSE paga ad un prezzo irrisorio l'energia elettrica immessa in rete e non tutta ....
                            Come sarebbe non tutta ?

                            In realta' da quel che so' l'unica cosa che non viene restituita con lo SSP sono le tasse. Per il resto il calcolo e' valutato come equo da chi lo ha approfondito e le tasse vanno allo stato.
                            In ogni caso l'incentivo alla produzione e' tale che non e' il caso di fare le pulci al resto. Non dimentichiamo neanche che l'uso della rete per lo SSP fa' molto comodo ai piccoli produttori.

                            Insomma io consiglio di non stare a fare i salti mortali per risparmiare forse pochi spiccioli a spese dell'ambiente.

                            Se si vuole risparmiare sulla produzione acqua calda le soluzioni sono:
                            1) Boiler termopompa e si sfrutta il fotovoltaico ma in modo corretto.
                            2) Solare termico e si incremente la quota di energia solare assorbita.

                            ciao
                            Solare termico: 5mq piani, 500l serbatoio in polietilene con serpentina inox, a svuotamento autocostruito, da ottobre 2010.
                            Solare fotovoltaico: 2.86 kW 13 x 220 W Conergy Power Plus, inverter Power One 3.0 Outd, azimut -45, tilt 22, qualche ombra, da maggio 2011.

                            Commenta


                            • #15
                              Riscaldamento/raffrescamento elettrico

                              6500 kWh/anno sono abbastanza per poter pensare ad un riscaldamento/raffrescamento con pompa di calore al posto della caldaia a gas.
                              A spanne, nell'ipotesi limite di riuscire ad usarli tutti, con una pompa con COP medio 3.5, avresti a disposizione 22750 kWh termici, da usare per il caldo o per il freddo a seconda della stagione.

                              Non so in quale zona climatica vivi, quanta superficie misura la tua abitazione e quanto consuma, ma sempre per un conto di massima, se hai 100m2 di superficie puoi buttarci 227 kWh/m2 annui. Un bel po'.

                              Ciao

                              Commenta

                              Attendi un attimo...
                              X