Impianto fotovoltaico 1 KWp + Batterie Lithio - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Impianto fotovoltaico 1 KWp + Batterie Lithio

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Impianto fotovoltaico 1 KWp + Batterie Lithio

    Buongiorno a tutti,
    vi espongo la mia situazione.
    Ho acquistato una villetta indipendente di nuova costruzione e se tutto va bene dovrei entrare per Marzo. Per legge il costruttore monta con il prezzo di casa un pannello solare termico per la sola ACS e un 1 KWp di fotovoltaico.
    Inizialmente ero rimasto d'accordo per farlo ampliare a 3 Kwp previo pagamento della differenza, ma poi non è stato più possibile. Quindi avevo deciso di ampliare l'impianto da solo, magari anche con gli incentivi per la detrazione del 50%, mi è venuto il dubbio però leggendo che per ampliare un impianto devono passare 2 anni dall'entrata in esercizio di quello da ampliare.

    Poi però mi è venuto in mente un'altro dubbio, ma se nel momento in cui rogito e mi viene consegnata casa, quando ancora non è allacciato il contatore e la corrente con l'Enel, potrei ampliarlo senza problemi? In fondo non è ancora andato in esercizio.

    Comunque sia facendo dei calcoli mi conviene mettere massimo 2 KW.

    Considerando l'eventualità in cui andrò in esercizio con un solo kilowatt, ho fatto una media delle bollette della mia attuale casa e viaggio intorno ai 3200 KWh/a, sempre molto idealmente ho calcolato su un portale con le coordinate, inclinazione etc un'ipotetica produzione annuale di circa 1.450 KWh/a. Calcolando un autoconsumo non superiore al 40% (considerando che io e la mia compagnia ci siamo poco a casa se non la sera), calcolando anche un 50% di autoproduzione se ottimizzo l'autoconsumo programmando lavatrice, asciugatrice e lavastoviglie nelle ore diurne, dovrei stoccare il 50% della produzione giornaliera in batterie al lithio.

    Su un altro portale ho calcolato che servono 3 batterie da 100 a/h da 12 V per stoccare 2 KW al giorno da consumare poi nelle ore senza sole, calcolando che posso sfruttare l'80% della carica circa 1,5 Kw.

    La media giornaliera annuale per il mio tipo di impianto dovrebbe viaggiare sui 4 Kw, quindi in linea di massimo dovrei avere le batterie sempre cariche (o quasi, dipende dal mese) da sfruttare per la sera/notte.

    Ho visto che le batterie si trovano a circa 800 euro l'una, quindi con una spesa di 2.400 euro dovrei poter dimezzare la bolletta annuale, quindi dovrei ripagarmele nel giro di pochi anni.

    Ho considerato tutto? Il mio ragionamento fila?

  • #2
    Ciao FaManY77,

    scusa ma non capisco, attualmente viaggi sui 3200 kwh/a (quindi con un 3 kw copriresti bene il tuo fabbisogno) e poi quanto prevedi di consumare? Non penso proprio che con una produzione di 1450 kwh/a coprirai tanto (neppure la meta di quello che consumi adesso) e cosa metterai nelle batterie se non riesci neppure a coprire tutto il fabbisogno.
    Considera che con lo SSP recuperi mediamente un 60/65% (prima era anche di più poi dipende quando autoconsumo riesci a fare) di quello che hai speso in bolletta, 3200 kwh sono circa 650 euro l'anno, tra autoconsumo e SSP dovresti tranquillamente recuperare circa 400 euro all'anno, quindi alla fine con solo un 3 kw di fotovoltaico spenderesti 250 euro all'anno senza spendere 2400 euro per le batterie che se ti va bene durano forse 7/8 anni a essere fortunati.

    Volevo chiederti, ma te lo hanno proposto/parlato l'accumulo o era qualcosa che hai pensato tu perchè qualche conoscente magari lo ha messo, non sapendo però che in Italia c'è qualcosa di meglio dell'accumulo che si chiama SSP.

    Come ti ha suggerito marcober nella discussione sull'accumulo economicamente e ambientalmente per il ns futuro ti conviene aumentare a 3 kw il fotovoltaico, e se la casa nuova ha il riscaldamento a pavimento e una buona coibentazione metterne anche 6 kw e andare con pdc per riscaldamento e acs, togliendo il solare termico e aggiungendo altro fotovoltaico che è molto più sfruttabile (Acs si fa anche con FV e boiler pdc e assolvi gli obblighi di legge ugualmente come con il solare termico, con la differenza che il FV lo sfrutti anche per raffrescare)

    Commenta


    • #3
      Se ti viene gratis , fatti mettere almeno 1kw in piu' subito dal costruttore invece dell'accumulo (che a loro e' solo il costo pulito dei pannelli 500€? e 200E in piu' di inverter..... come ti ha gia scritto lore, altrimenti con 1kw, di inverno non accumuli niente perche' autoconsumi tutto e di estate non accumuli neinte perche' hai gia' la batteria carica a mezzogiorno....oltre a perderti un bel po' nella carica/scarica..... siccome devi fare in ogni caso richiesta ad enel per l'allaccio non vedo perche' non devi fare SSP .....
      AUTO BANNATO

      Commenta


      • #4
        ok perfetto è quello che volevo sapere, i costi dell'accumulo ancora lo rendono inutile.

        No l'avevo pensato come soluzione alternativa per autoconsumare di più.

        Il costruttore ha l'obbligo di mettere 1 solo kw quindi tutti quelli da aggiungere li devo pagare io, ma per cose che non sto a raccontare ora non si può, semmai dopo il rogito prima di allacciare il FV all'impianto potrei ampliarlo.

        Per i conti è vero che nell'attuale casa ho fatto una media di 3200/3300 KWh/a però è anche vero che quelli sono sia giorno che notte, TOTALI, io con un 3 KWp di FV non li coprirei perchè l'autoconsumo da quello che ho letto viaggia sempre intorno al 40/50% massimo. Però dimmi se sbaglio:

        3300 KWh/a di media notte e giorno

        4500 KWh/a di produzione con 3 KWp
        1650 KWh/a di autoconsumo (calcolando il 50% della media annuale)

        2850 KWh/a di immissione nella rete con SSP
        1650 KWh/a di prelievo dalla rete, che sarebbe l'altra metà di ciò che non riesco ad autoconsumare

        2850 * 0,14 = 400 Euro di immissione
        1650 * 0,25 = 412 Euro di prelievo

        dovrei più o meno andarci paro.. sbaglio qualcosa?

        Inoltre io come allaccio avrò una trifase da 6 Kw in quanto ho un piccolo laboratorio di falegnameria con macchinari trifase, per hobby, quindi l'uso sarà saltuario.
        Ovviamente in quei calcoli è escluso il LAB, che se usato di giorno potrebbe farmi aumentare molto l'autoconsumo, mentre quando usato di notte vicecersa.

        Quindi senza calcolare il lab, se c'andassi più o meno paro, senza il FV spenderei circa 825 euro l'anno rientrei della spesa dei 4000 euro per gli altri 2 KWp di ampliamento FV in meno di 5 anni. Dico bene?

        Commenta


        • #5
          Allora fai cosi' : mettiti d'accordo con l'installatore elettrico , fatti mettere 3kw , pagando la differenza all'installatore e dicendogli di aspettare per fattura e bonifico per poter accedere al 50% , in pratica installazione e pratiche non cambia niente come costo , se invece hai un tetto facilmente accessibile , fatti montare lo stesso i profili e un inverter da 3kw...... e metti i pannelli poi..... piu' o meno...
          ho letto dopo che hai trifase , un po' piu' incasinato l'autoconsumo se anche casa e' allacciata trifase....
          AUTO BANNATO

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da FaManY77 Visualizza il messaggio
            4500 KWh/a di produzione con 3 KWp
            1650 KWh/a di autoconsumo (calcolando il 50% della media annuale)

            2850 KWh/a di immissione nella rete con SSP
            1650 KWh/a di prelievo dalla rete, che sarebbe l'altra metà di ciò che non riesco ad autoconsumare

            2850 * 0,14 = 400 Euro di immissione
            1650 * 0,25 = 412 Euro di prelievo
            Io ho consumi analoghi ai tuoi e un impianto da 2,7 kW che produce intorno ai 1250 kWh/kWp (abito al Nord).

            La produzione dipende dalla zona geografica e potrebbe essere giusta.
            L'autoconsumo secondo me è sovrastimato (io sono a poco più del 30% sia rapportato alla produzione che al consumo).

            L'energia scambiata, coi tuoi numeri , è 1650 kWh da moltiplicare per 0,13 €/kWh
            2850-1650=1200 kWh (eccedenza, sto semplificando un calcolo complesso) da moltiplicare per prezzo MGP (circa 5 c€/kWh) ma da denunciare e pagarci l'IRPEF.

            Risparmio in bolletta per autoconsumo: l'energia prelevata non hai detto che la paghi medimente circa 0,16 €/kWh?
            In realtà andrebbe considerato il costo marginale (escudendo i fissi).
            Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
            attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da FaManY77 Visualizza il messaggio
              Per i conti è vero che nell'attuale casa ho fatto una media di 3200/3300 KWh/a però è anche vero che quelli sono sia giorno che notte, TOTALI, io con un 3 KWp di FV non li coprirei perchè l'autoconsumo da quello che ho letto viaggia sempre intorno al 40/50% massimo. Però dimmi se sbaglio:

              autoconsumo al 40/50% se riesci a massimizzare i tuoi consumi durante il giorno con i carichi principali o se sei in casa durante le ore diurne altrimenti non superi il 30%
              guarda le tue bollette e vedi cosa fai in F1...può essere indicativo
              anche secondo me 3KWp di FV e niente accumulo per ora
              Ultima modifica di alexsky; 02-02-2016, 22:05.

              Commenta


              • #8
                Secondo me il 40% calcolato era giusto se metteva 1kw , quando ha rifatto il conto gli e' rimasto quello , ma da come funziona in media per gli utenti del forum non piu' del 30%......
                AUTO BANNATO

                Commenta


                • #9
                  Nei numeri ha messo 1650 kWh, cioè il 50% del consumo.
                  Io che ho numeri simili (solo FTV più piccolo e al nord) prelevo 2100 kWh e solo 1100 kWh sono in autoconsumo.
                  Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
                  attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

                  Commenta


                  • #10
                    Per l'autoconsumo si intendo ovviamente ottimizzare i carichi, quindi programmare lavatrice, asciugatrice e lavastoviglie per lavorare nelle ore di picco (al contrario di ora).
                    Al momento la mia ripartizione di media è 22% F1 e 78% in F2+F3, però ora è così perchè avendo la bi oraria ho massimizzato i consumi nella fascia meno costosa (anche perchè nella fascia principale non ci sono a casa).

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da egimark Visualizza il messaggio
                      Io ho consumi analoghi ai tuoi e un impianto da 2,7 kW che produce intorno ai 1250 kWh/kWp (abito al Nord).

                      La produzione dipende dalla zona geografica e potrebbe essere giusta.
                      L'autoconsumo secondo me è sovrastimato (io sono a poco più del 30% sia rapportato alla produzione che al consumo).

                      L'energia scambiata, coi tuoi numeri , è 1650 kWh da moltiplicare per 0,13 €/kWh
                      2850-1650=1200 kWh (eccedenza, sto semplificando un calcolo complesso) da moltiplicare per prezzo MGP (circa 5 c€/kWh) ma da denunciare e pagarci l'IRPEF.

                      Risparmio in bolletta per autoconsumo: l'energia prelevata non hai detto che la paghi medimente circa 0,16 €/kWh?
                      In realtà andrebbe considerato il costo marginale (escudendo i fissi).
                      Scusa la sottrazione tra KWh immessi e quelli prelevati si dovrebbe fare solo se il costo dell'immissione e quello del prelievo fossero gli stessi, giusto? Altrimenti se le due tariffe sono differenti non è più corretto il calcolo che ho fatto io?

                      La casa è a Frascati, a pochi km da roma sud, quindi centro italia. Se ora consumo il 22% di energia in fascia F1, ottimizzando appunto l'utilizzo delle fascie F2+F3, se ottimizzerò al contrario, probabilmente il 50% di autoconsumo non è un utopia. Ma quindi il costo del KWh immesso che ti pagano sono 5 cents? non 14? E sul totale annuale della "rendita" della SSP ci va pagata pure l'irpef??? Annamo bene...

                      Al KWh adesso pago 0,17 cents però questo è l'impianto di casa attuale quella vecchia che sto per lasciare con 3 KW e ACEA
                      Ultima modifica di FaManY77; 03-02-2016, 10:04.

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                        Allora fai cosi' : mettiti d'accordo con l'installatore elettrico , fatti mettere 3kw , pagando la differenza all'installatore e dicendogli di aspettare per fattura e bonifico per poter accedere al 50% , in pratica installazione e pratiche non cambia niente come costo , se invece hai un tetto facilmente accessibile , fatti montare lo stesso i profili e un inverter da 3kw...... e metti i pannelli poi..... piu' o meno...
                        ho letto dopo che hai trifase , un po' piu' incasinato l'autoconsumo se anche casa e' allacciata trifase....
                        Al momento purtroppo non posso mettermi d'accordo con nessuno, perchè la casa mi verrà consegnata dal costruttore con 1 KWp, quindi nel momento in cui farò il rogito e casa sarà mia allora potrò ampliaro, l'unica escamotage che vedo è ampliaro subito dopo il rogito e prima di far montare il contatore con il nuovo allaccio.

                        Il contatore sarà trifase ma l'impianto di casa è monofase, solo quello del lab sarà trifase. Cioè dalla trifase partono le 3 fasi che si attesteranno una al salone una in cucina e una al piano mansardato, quindi di fatto l'impianto di casa sempre monofase sarà, è il contatore che sarà trifase.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da egimark Visualizza il messaggio
                          Nei numeri ha messo 1650 kWh, cioè il 50% del consumo.

                          Io che ho numeri simili (solo FTV più piccolo e al nord) prelevo 2100 kWh e solo 1100 kWh sono in autoconsumo.
                          Bhe quindi ti sei al 50% di autoconsumo, non è un utopia allora

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da FaManY77 Visualizza il messaggio
                            Ma quindi il costo del KWh immesso che ti pagano sono 5 cents? non 14? E sul totale annuale della "rendita" della SSP ci va pagata pure l'irpef??? Annamo bene...
                            Lo Scambio Sul Posto riguarda solo l'energia SCAMBIATA (lo dice il nome) che è il minimo tra energia immessa e prelevata.
                            Nel tuo caso immetteresti molto di più del prelievo per cui l'energia scambiata è quella prelevata.
                            Questa ti viene renumerata circa 0,13 €/kWh (dipende anche dal tipo di contratto che hai) ed è ESENTASSE.

                            Se il prezzo di mercato dell'energia immessa (MGP) è uguale al prezzo di mercato della prelevata (PUN) l'eccesso di immessa rispetto alla prelevata è tutta ECCEDENZA (pagata indicativamente intorno ai 5 c€/kWh) ma da denunciare e pagarci l'IRPEF.
                            Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
                            attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da FaManY77 Visualizza il messaggio
                              Bhe quindi ti sei al 50% di autoconsumo, non è un utopia allora
                              1100/3200=34%
                              Spero che tu sappia la differenza tra consumo e prelievo (solo per chi non ha il FTV coincidono).
                              Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
                              attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da FaManY77 Visualizza il messaggio
                                Cioè dalla trifase partono le 3 fasi che si attesteranno una al salone una in cucina e una al piano mansardato, quindi di fatto l'impianto di casa sempre monofase sarà, è il contatore che sarà trifase.
                                Brutta cosa per il FV , distribuire le 3 fasi cosi' , gli inverter non ci sono da 3kw trifase , quindi le tue previsioni di autoconsumo potrebbero andare a farsi benedire , perche' non e' mai stato chiarito (mi sembra) del tutto come funziona un FV mono su trifase.... c'e' una discussione apposita.... e nemmeno se te puoi assorbire 6kw da una fase .....
                                AUTO BANNATO

                                Commenta


                                • #17
                                  ma che se ne fa di un trifase per un appartamento da 3000KWh annui ?

                                  basta un FV monofase, un quadro di casa con interruttore generale e a cascata tutte le utenze che vuole

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Leggi tutta la discussione....
                                    AUTO BANNATO

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da egimark Visualizza il messaggio
                                      1100/3200=34%
                                      Spero che tu sappia la differenza tra consumo e prelievo (solo per chi non ha il FTV coincidono).
                                      Ahhh è vero perdonami hai scritto PRELEVO, avevo letto PRODUCO :-))

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da egimark Visualizza il messaggio
                                        Lo Scambio Sul Posto riguarda solo l'energia SCAMBIATA (lo dice il nome) che è il minimo tra energia immessa e prelevata.
                                        Nel tuo caso immetteresti molto di più del prelievo per cui l'energia scambiata è quella prelevata.
                                        Questa ti viene renumerata circa 0,13 €/kWh (dipende anche dal tipo di contratto che hai) ed è ESENTASSE.

                                        Se il prezzo di mercato dell'energia immessa (MGP) è uguale al prezzo di mercato della prelevata (PUN) l'eccesso di immessa rispetto alla prelevata è tutta ECCEDENZA (pagata indicativamente intorno ai 5 c€/kWh) ma da denunciare e pagarci l'IRPEF.
                                        Credo di aver capito, quindi se quella che immetto è uguale o minore di quella che prelevo mi viene pagata 0,13 se invece a fine anno, trimestre, bimestre quello che sarà, l'immissione è maggiore del prelievo, la differenza sarà pagata con la tariffa della borsa a 0,5 cents e ci andrà pagata l'irpef perchè a tutti gli effetti diventa un entrata da denunciare sul 730/740

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                                          Brutta cosa per il FV , distribuire le 3 fasi cosi' , gli inverter non ci sono da 3kw trifase , quindi le tue previsioni di autoconsumo potrebbero andare a farsi benedire , perche' non e' mai stato chiarito (mi sembra) del tutto come funziona un FV mono su trifase.... c'e' una discussione apposita.... e nemmeno se te puoi assorbire 6kw da una fase .....
                                          Da quello che ho letto in giro pare che i nuovi contatori in giro permettano di assorbire tutto anche su una sola fase senza obbligatoriamente bilanciare le fasi, anche se è preferibile farlo, cosa che cmq farò perchè appunto le 3 fasi saranno collegate su 3 aree di casa differenti. Inoltre l'assorbimento massimo che potrò avere dalla CASA e non dal laboratorio sarà sempre massimo 3 KW, non ho intenzione di accendere forno, condizionatori, lavastoviglie e lavatrice tutte insieme :-)))) e magari eviterò per quanto possibile di accendere cose in casa mentre sono in laboratorio.

                                          Però non capisco (ora magari mi informo meglio) qual'è la connessione tra l'autoconsumo calcolato su monofase o su trifase? Cioè perchè dovrebbe cambiare, al momento mi sfugge

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Non importa che ti informi , nel forum e' gia' stato scritto tutto e di piu' https://www.energeticambiente.it/tec...trifase-3.html ,
                                            AUTO BANNATO

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Si si grazie ho letto, da quello che scrive un utente dovrei stare tranquillo anche se non sostituierò il mio inverter monofase con uno trifase.

                                              Io ho impianto trifase, con consumi trifase e ti posso dire che le misurazioni che ho con energy meter ed il contatore enel coincidono.
                                              Per cui posso affermare che inveter trifase immette il carico in ugual modo su ogni fase ma se tu consumi tutto su un unica fase il contatore enel fa la somma algebrica. Ovvero I:1+1+1 = 3kw totali e consumi 3+0+0 = 3kw il contatore enel ti segnerà 0 e non pagherai niente.

                                              Inveter trifase ha il vantaggio di suddividere il carico sulle 3 fasi in maniera equa ed è un grande vantaggio per evitare i distacchi specie se hai già un voltaggio alto di partenza.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                                                gli inverter non ci sono da 3kw trifase
                                                Giusto per dovere di cronaca ci sarebbe il Fronius Symo 3.0-3 che è certificato per l'Italia.
                                                Tinkering with Renewables - il mio canale YouTube

                                                Commenta

                                                Attendi un attimo...
                                                X