CONTENZIOSO CON ENEL DISTRIBUZIONE per mancata produzione FV - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

CONTENZIOSO CON ENEL DISTRIBUZIONE per mancata produzione FV

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • CONTENZIOSO CON ENEL DISTRIBUZIONE per mancata produzione FV

    Salve a tutti, vorrei porvi una domanda. In pratica ho un amico che ha installato un impianto FV da 5,29 kWp nel febbraio 2013. La producibilità però non è stata mai quella attesa anzi ben al di sotto, ha contattato la ditta installatrice ed è stato dimostrato che l'impianto era stato progettato bene, per cui ha chiesto spiegazioni all'ENEL e loro hanno inviato un tecnico per un sopralluogo. Dalle misure di tensione effettuate si è effettivamente visto che i parametri erano fuori limite, e hanno provveduto a sostituire i cavi che conducono l'energia in corrente alternata dal punto di connessione al palo della luce di loro proprietà. In pratica prima c'era un cavo di sezione 10 mm2 e lo hanno sostituito con uno da 70 mm2. Dopo questa sostituzione magicamente l'impianto ha prodotto bene. Ora lui sta sporgendo reclamo presso l'ENEL proprio in merito alla perdita di produzione causata dal sezionamento errato dei loro cavi di allaccio. La domanda è: effettuando una perizia, con quali calcoli riusciamo a dimostrare che effettivamente la sezione di 10 mm2 era sbagliata? GRAZIE A TUTTI ANTICIPATAMENTE

  • #2
    non so quale sia il cavo giusto per un 5,29 kw di potenza...e se quel cavo portasse solo la sua utenza o anche altre..e poi dipende dalla lunghezza.
    Mi pare che la normativa dia piu che latro limiti Min e Max alla tensione di rete..un cavo piccolo poteva comportare tensione elevata all'inverter e quindi distacco.
    Ma succedeva cosi? perche se non "staccava" per sovratensione, non vi era alcun danno.

    Però non espliciti dei dati fra prima e dopo...li hai?

    In ogni caso...a mio avviso..non è la sezione del cavo che in automatico dimostra un problema..ma la tensione elevata..che se era un priblema..lo era in modo puntuale e sporadico (solo in momenti di massima produzione, probabilmente).
    Insomma..non penso che ci farai molto.

    In ogni caso, se a richiesta sono usciti e hanno sistemato..difficile addebitargli danni per un problema precedente..nel senso che se uno vede che ha un problema deve essere diligente nell'avvisare chi (presume) stia creando danno affinche ponga rimedio nel minor tempo possibile..e non puo "non vigilare " o non "avvisare" in modo tempestivo e poi chiedere danni.

    Se lui ha chiamato è perchè ha capito che qualche cosa non andava..bene..doveva vederlo "prima"..con un "prima" che dipende dalla normale cura del buon padre di famiglia...ma certo non puo dire all'Enel che lui controlla un suo impianto solo 1 volta ogni 2 anni..
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

    Commenta


    • #3
      hai ragione

      ciao marcober grazie della risposta. Qual è la normativa a cui ti riferisci per tensioni max e min ? Cmq si hai ragione, capitava che l'inverter staccava spesso infatti per quello ha chiamato e poi hanno sostituito i cavi. Quindi pensi che non era un problema di portata (ovvero di sezione) dei cavi, bensì di tensione? e in che senso di tensione?

      Commenta


      • #4
        la normativa perso sia la CEi 0-21..in attesa che gli elettrici mi bastonino per la stupidaggine che ho scritto.

        la tensione al contatore (e di riflesso poi a ritroso su inverter) dipende da

        - Tensione a valle del contatore..che dipende da Tensione a cui è regolato il trasformatore di cabina, sezione cavo a valle cabina, prelievi/immissioni lungo la linea, Temperatura aria.
        - Tensione a valle inverter..che dipende da che potenza inverter sta erogando..e da che sezine di cavo si trova ad alimentare..sia il tuo cavo verso contatore di scambio..che poi cavo rete verso palo..etc sino in cabina. Se hai tanta potenza da erogare..e cavo picolo..come un tubo..se aumenti portata pompa, aumenta pressione nel tubo.

        Enel da un lato vuole che inverter non eroghi Tensione troppo alta o bassa..e quindi si devono spegnere se superi limite..ma a sua volta è obbligato a dare tale tensione entro limiti presso l contatore di scambio (e per farlo pretende che chi immette non gli sfalsi la rete altrimenti lui poi non rispetta regole ma non per colpa sua).

        Quindi se tu hai messo cavo piccolo fra inverter e contatore..inverter salta per colpa tua, perche al contatore la tensione era comunque a norma...se gia al contatore sei fuori norma, è probabile che inverter non reisca ad erogare piena potenza, per cui si ferma in continuazione. e poi tenta di ripartire ma vedendo ancora tensione elevata non si connette alla rete..e aspetta e aspetta..

        S eli hanno cambiati sino al palo, era perche avranno visto che non erano con le Tensioni giuste al contatore ..e questo impediva a inverter di funzionare..ma dire QUANTO sia il danno è impossibile o quasi..e soprattutto, verificato che inverter stacca 1-2-3 volte inun giorno..si chiama subito Enel..non si aspettano 2-3 anni...per poi dire, ora mi paghi i danni.
        Provaci..ma la vedo durissima..è mancata la vigilanza normale..magari ti danno 3 mesi di danni..che su tre mesi invernali magari sono 20 euro..
        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

        Commenta


        • #5
          AUTO BANNATO

          Commenta


          • #6
            Per tensione a valle del contatore ti riferisci al contatore di produzione o al contatore bidirezionale? Posso inviarti il rapporto di misura di tensione che ha fatto l'enel e mi dici cosa ne pensi? E magari un suggerimento su come muoverci. Grazie, sei molto gentile e mi pare di capire anche abbastanza esperto in materia. cmq il mio amico ha subito segnalato il problema all'enel, infatti il tecnico è subito andato e fatto la verifica della tensione... anche se non ho capito in realtà ai capi di cosa ha effettuato queste misure di tensione... fatto sta che sostituendo questi cavi sul palo, l'inverter non si è più staccato e l'impianto ha funzionato correttamente. Tu pensi quindi che l'inverter si staccava perchè l'impianto produceva troppo e quindi all'uscita dell'inverter si generavano tensioni al di sopra dei limiti della bassa tensione?

            Commenta


            • #7
              No della bassa..ma dell'alta.
              sempre come paragone all'acqua...in pieno sole inverter "pompa" molta corrente nel filo verso il contatore..e la Tensione aumenta presso l'inverter aumenta..perche lui deve "forzare" per farcela passare tutta da un filo "piccolo"..ma proprio perche fa "fatica a passare" , presso il contatore la tensione puo essere normale.

              Ma se tale strozzatura di filo esisteva anche dopo il contatore..verso il palo..allora su inverter la T era elevatissima..al conttaore era elevata (e fuori nuorma) e solo "sul palo" tornava ad essere normale...perche poi dal palo in poi la strozzatura finiva e l'energia fluiva piu liberamente

              Non è in dubbio che il problema fosse l cavo enel..perche lo hanno cambiato..e quindi hanno di certo un verbale dove si vedeva che tu, producendo 5,29, comunque generavi una tensione fuori norma sul contatore (di scambio) perchè la rete Enel non "riceveva" abbastanza energia.
              Non serve che mi mandi nulla.

              Quello che dico io è che....siccome sono intervenuti prontamente..e hanno sistemato prontamente..temo non riuscirai ad addossargli alcuna colpa.
              Cioè...salvo che ci sia una Norma precisa che dica che, su contatto da 5 kw serva MINIMO u cavo da Tot mm2..e dubito esista...temo che non potrai avanzare pretese per il passato..di certo non per 2-3 anni precedenti..perchè è vero che loro devono assicurare il rispetto della Norma (T Max al contatore)..ma è anche vero che , se uno causa un danno, deve rimborsarlo se il dannegiato ha usato una normale diligenza per prevenire che il problema causasse il danno.

              Insomma...loor avranno buon gioco a dire che si...in "certe condizioni" di T di cabina non bassa..di assorbimento basso delle utenze sottese alla linea..di concomitanza di altre immissioni sottese ala linea..di T esterne elevate..POTEVA verificarsi T elevata al tuo contatore (che magari è ala FINE della linea Enel)...MA se succedeva era un tuo dovere usare una normale diligenza nel controllare il corretto funzionamento del tuo apparato ...e qualora avessi un dubbio che non funzionasse in modo coretto per colpa di Enel, dovevi prontamente avvisarlo...al fine di limitare il danno.

              Immagina il contrario..che hai attivita commerciale e che per T bassa le tue macchine non riescano a stare accese...che fai? prontamente chiami Enel e protesti e gli intimi di rimediare in 24 ore altrimenti gli addebiti i danni. Oppure stai zitto..non produci per 3 anni..e poi un giorno li chiami e gli dici..bene..ho finalmente scoperto che le mia macchine non si accendevano per causa della tensione bassa..ora mi dovete il fatturato di 3 anni?

              Quindi..davanti a enel che interviene con solerzia e risolve ...dubito si riesca a farsi rimborsare mancate immissioni causate dal fatto che ci sono voluti 2-3 anni per mettere "a fuoco" che c'era un problema.

              Perche di fatto bastava stare una domenica si Maggio dalle 12 alle 14 davanti a inverter per vedere che lui staccava ogni 5 minuti per sovratensione. Inverter dava di certo un codice errore , che era certo "supero T max" o simile...e quindi bastava chiamare un elettricista e far vedere la tensione al contatore e vedere che era fuori specifica..e quindi chiamare Enel.

              magari con un buon avvocato qualche spiccio lo tiri fuori...specie se fai una lettera aggressiva ora..dicendo che quantificherai il danno come differenza fra la produzione di 12 mesi da ora, rispetto ala media degli anni precedenti...ma se fossi io enel direi che ti pago 1 euro al giorno fra quando mi hai chiamato e quando sono venuto...per "prima", addebiterei ate la colpa di non avermi permesso, avvisandomi di un tuo problema, di minimizzare il danno economico (eventuale)

              Spider..ma esisterà una Norma sulla sezione/lunghezza cavo Enel-contatore in base a potenza del POD? oppure pososno metere quello che tecnicamente gli pare basta che poi rispettino la tensione di Norma?
              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

              Commenta


              • #8
                Grazie mille come sempre molto chiaro ed esaustivo. Sicuramente sara' come dici te, non rimborseranno nulla, pero' sono stati loro stessi a chiedere al cliete (mio amico) di effettuare una perizia sull'impianto... Come la spieghi? Perche? Vogliono una perizia sulla produzione mensile?
                Ultima modifica di facesole; 21-04-2016, 20:10. Motivo: rimosso allegato con dati sensibili

                Commenta


                • #9
                  sembra "possibilisti"..

                  Se installatore ti mette su sua carta intestata i dati PVGIS del tuo impianto ..li puoi mandare come perizia...e il delta che manca chiederlo come risarcimento...valorizzandolo al valore di SCAMBIO col GSe medio che hai avuto nei rispettivi anni di mancata produzione.

                  Il fatto che loro non riscontrino differenze ..essendo la lettera di Dicembre..puo essere..se ad esempio hanno sistemato la cosa a settembre..è "normale" che non vedi alcun miglioramento sono a aprile anno successivo..ma poi si dovrebbe leggere.
                  Tuttavia Marzo 2016 è stato fiacco..e anche aprile non sembra da record...per cui ala fine il miglioramento anche ora potrebbe non apparire confrontando mese su mese 2016/15

                  Ma la "perizia" e vedi se accettano quello come dato su cui negoziare...se non lo accettano..gli dirai (dopo) che prenderai il dato tuo reale 2016 ..per confronto anni precedenti..pesando il dato metereologico mediante i dati di un impianto a te vicino (loro hanno accesso a tutti i dati dei fv della tua zona..che scelgano loro un impinato a te vicino per determinare la % di correzione dati 2016 a fine di renderli comparabili con anni precedenti).

                  Pero come detto..temo che quando gli parleari di "anni"..loro rispondano come ti ho detto..parlando di settimane..per arrivare a "qualche mese"...però provare costa poco.
                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                  Commenta


                  • #10
                    OK

                    Ok quindi consigli di procedere a far eseguire una perizia giusto? Semplice perizia di produzione... Magari faccio fare una verifica di corretto dimensionamento impianto e poi stima di produzione. Ma come si fa' il dimensionamento dei cavi in alternata?

                    Commenta


                    • #11
                      No, io non farei riferimento ai dati dei tuoi cavi,..ma solo alla produttività attesa in base a dimensione e orientamento panneli, con perdite di produzioni standard medie...vedi pvgis.
                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                      Commenta


                      • #12
                        Grazie

                        OK MARCOBER, SEI STATI MOLTO CHIARO, GENTILE ED ESAUSTIVO, TI RINGRAZIO DEI PREZIOSI CONSIGLI. SE HO BISOGNO EVENTUALMENTE TI RICONTATTO (POSSO VERO? )

                        Commenta


                        • #13
                          Io toglierei nomi e cognomi, POD, numeri di telefono, ecc dalla foto pubblicata al post #8.

                          Non è prescritta una sezione minima a seconda della potenza in prelievo/immissione.....dipende dalle distanze, tipo di posa,ecc.
                          Poi in pratica si utilizza almeno una sezione da 6+6C: (così mediamente per un monofase da 1,5 a 6 kW, va quasi sempre bene).
                          La vedo dura per un eventuale risarcimento perché sono prontamente intervenuti quando chiamati, ed hanno risolto subito.
                          Tienici informati per curiosità.
                          1,26 kWp 6 x SANYO HIP210NKHE1,Prov. Brescia,Azimuth -90°,Tilt 17°,inverter Riello-UPS 1500 in esercizio dal 01/09/2009
                          Produzioni: 2010=1325; 2011=1476; 2012=1387; 2013=1294; 2014=1305; 2015=1327; 2016=1344; 2017=1350; 2018=1239; 2019=1329; 2020=1431.... 2021=0 kWh

                          Commenta


                          • #14
                            Non ho capito bene... Dal palo fino al contatore di casa hanno portato il 70 mmq?
                            Impianto 2,66 kWp - Power One 3.0 - 8 moduli Sunpower E20 333W - Raspberry con 123Solar@Walter62
                            https://www.dropbox.com/s/ag0k3azvne...rev04.pdf?dl=0 --> Guida Raspberry + Envir Cost con Measureit 118

                            Commenta

                            Attendi un attimo...
                            X