Sma si "accoda" a Solaredge - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Sma si "accoda" a Solaredge

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Sma si "accoda" a Solaredge

    Fino ad oggi inoltre, in caso di ombreggiamento anche parziale, un impianto fotovoltaico vedeva ridotta lasua resa complessiva. Con la soluzione studiata da SMA e Tigo Energy da adesso la produzione elettrica diogni modulo fotovoltaico, monitorato singolarmente, non influirà su quella degli altri moduli installatirendendo ancora più interessante la scelta del fotovoltaico.

    SMA lancia un nuovo inverter per il FV residenziale | QualEnergia.it



    quindi le ombre sono deleterie o è solo marketing ?

  • #2
    .... il sistema sma-tigo c'è l'ho dal 2012, e solo sui pannelli con ombre, o meglio sulle stringhe con pannelli in ombra.

    Il sistema di gestione delle ombre della sma (non mi ricordo se si chiama optitrac o simuile) non va d' accorso con il meccanismo di funzionamento dei tigo (tende a mandarli in over temp). In pratica ho dovuto disabilitare la funzione sugli sma.

    Sicuramente con stringhe corte, al limite, ombre du diversi pannelli della stringa, ne sma e tigo e neppure solaredge fa i miracoli.

    In questo caso solo i microinverter (sma, enphase, abb, etc) fanno la differenza.

    In conclusione ormai le tecnologie sono conosciute, quello che sicuramente fa la differenza è il loro preciso utilizzo e configurazione !

    Commenta


    • #3
      sì si poteva fare anche prima ma qua c'è in vista una alleanza ed una maggiore/migliore integrazione fra i sistemi

      Commenta


      • #4
        Per capire cosa c'è di nuovo rispetto a prima ci vorrebbe qualcuno che sia andato alla presentazione di mercoledì scorso.
        Io gli inverter li ho già studiati sulla carta, e sono la versione "bulky" dei piccoletti SB 1.5 e 2.5 senza display. Efficienza nella norma, non ho ancora le cifre ma immagino che produrli sia ben più economico della vecchia serie TL-21 (di cui rimarrà solo il 6000, immagino).
        Non so se la storia di Tigo è una mossa puramente commerciale oppure c'è anche una qualche novità tecnica.
        Tinkering with Renewables - il mio canale YouTube

        Commenta


        • #5
          tutto deriva da questo

          SMA assume una partecipazione del 27% in Tigo Energy | QualEnergia.it

          ma è probabile che SMA punti ad ampliare l'offerta anche al discorso monitoraggio e ad impianti complessi multiesposti e con ombreggiamenti parziali

          Commenta


          • #6
            Comunque per chi citava i micro-inverter, forse è sfuggito il fatto che sia una tecnologia morta.
            L'unico produttore ancora vivo è Enphase, gli altri hanno tutti abbandonato.
            Tinkering with Renewables - il mio canale YouTube

            Commenta


            • #7
              con gli ottimizzatori, i microinverter sono stati un poco "abbandonati"

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da scresan Visualizza il messaggio
                ....

                Il sistema di gestione delle ombre della sma (non mi ricordo se si chiama optitrac o simuile) non va d' accorso con il meccanismo di funzionamento dei tigo (tende a mandarli in over temp). In pratica ho dovuto disabilitare la funzione sugli sma. !
                Optitrac era vantato come pari (o superiore) nella gestione ombre a ottimizzatori e microiinverter..anche da utenti del forum


                se oggi Sma compra Tigo e lo propone di dafault...su quelle affermazioni..cala il sipario...
                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                  Optitrac era vantato come pari (o superiore) nella gestione ombre a ottimizzatori e microiinverter..anche da utenti del forum


                  se oggi Sma compra Tigo e lo propone di dafault...su quelle affermazioni..cala il sipario...

                  esattamente è proprio questo il fulcro del discorso
                  che sia solaredge o tigo o altri poco importa ma SMA ha di fatto ammesso che nessun software di gestione potrà mai arrivare ai livelli di un sistema gestito da ottimizzatori o similari

                  ma d'altro canto la stessa photon lo aveva dimostrato con un articolo qualche anno addietro

                  Commenta


                  • #10
                    .... i microinverter, anche se credo abbandonati visti i costi ... (se non mi sbaglio anche obbligo di interfaccia per impianti con piu' di 3 inverter) sono una delle poche soluzioni "funzionanti" quando ci sono ombre importanti che vanno a colpire piu' pannelli su stringhe corte, ovvero portano il voltaggio di stringa sotto i valori ottimali di lavoro dell' inverter (di stringa).

                    E' anche vero che con ombre importanti meglio "evitare" l' impianto! Ma il mio era un modo per dire che ogni impianto ha il suo preciso progetto e conto economico.

                    Creo di essere stato uno dei primi ad installare i tigo+sma (a sentire i tecnici della tigo!) ed a riscontrare i problemi che si generavano dall' incrocio dei due algoritmi di ottimizzazione, quello degli sma optitrac e quello dei tigo: in pratica con l' intervento delle ombre sulla stringa optitrac abbassava drasticamente il voltaggio di lavoro fino anche a 190 volt (invece che i 300-320) e mandava in qualche modo in sovratemperatura alcuni degli ottimizzatori che a loro volta limitavano la corrente e di fatto riducevano e non di poco la produzione della stringa. Il tutto era random (credo sia stato un combinazione particolare a certe condizioni), ma si azzerava se staccavo la stringa con il sezionatore e riattaccavo dopo pochi secondi......

                    E' pacifico che l' accoppiata sma senza ricerca estesa del mppt di stringa, e tigo danno ottimi risultati.... e pare che se ne siano accorti anche quelli della sma!!!!

                    Commenta


                    • #11
                      quindi tu sei uno dei pochi che ha sotto mano un impianto prima senza e poi con ottimizzatori

                      Commenta


                      • #12
                        Scresan ..io avevo capito che anche i Tigo, intervenendo su impedenza pannello, in qualche modo modificasse voltaggio per adattarlo a quello "di stringa" che inverter impone alla stringa in modo dinamico...ma di elettricità capisco meno di zero.
                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                        Commenta

                        Attendi un attimo...
                        X