annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

alternatore da 5,5 kw a 1500rpm alimentato da motore 2 poli a 2800rpm consumo 0,75kw

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • alternatore da 5,5 kw a 1500rpm alimentato da motore 2 poli a 2800rpm consumo 0,75kw

    Ciao a tutti, secondo voi che siete esperti, è possibile far funzionare un alternatore che produce 5,5kw a 1500 rpm con un motore che consuma 0,75kw e fa 2800rpm? ovviamente dimensionando opportunamente le due puleggie in modo da rendere costanti all alternatore almeno 1600rpm, e una volta collegato tutto vorrei spegnere l' alimentazione di rete ed usufruire della tensione prodotta dall alternatore per auto alimentarsi...è possibile?

  • #2
    Magari!!! Purtroppo non è assolutamente possibile!
    Ciao
    Il diavolo si annida nei dettagli.

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da nibiru Visualizza il messaggio
      Ciao a tutti, secondo voi che siete esperti, è possibile far funzionare un alternatore che produce 5,5kw a 1500 rpm con un motore che consuma 0,75kw e fa 2800rpm? ovviamente dimensionando opportunamente le due puleggie in modo da rendere costanti all alternatore almeno 1600rpm, e una volta collegato tutto vorrei spegnere l' alimentazione di rete ed usufruire della tensione prodotta dall alternatore per auto alimentarsi...è possibile?
      rilfettici un po

      ciao

      Commenta


      • #4
        No, non è possibile!!

        non si può mai ottenere più energia di quella che si immette in un sistema!

        il tuo alternatore da 5,5 Kw potrà al massimo produrre 0,75 Kw-le perdite per attrito etc...
        Ciao Buon Natale!

        Commenta


        • #5
          alternatore da 5,5 kw a 1500rpm alimentato da motore 2 poli a 2800rpm consumo 0,75kw

          Grazie a tutti voi per la risposta, so che le leggi della fisica sono intoccabili e preponderanti, e probabilmente avete ragione se utilizzo 2 puleggie e una cinghia.Infatti vorrei provare un altro sistema, per ora non posso dire niente di piu...non credo di avere scoperta l acqua calda, ci mancherebbe! ma sono fantasioso e peggio di san tommaso! :-) pertanto fin che non ci sbatto la testa ,anche se fosse un insuccesso non sono sereno.
          Se non ricordo male qualcuno ha detto: la teoria non impedisce ai fatti di verificarsi.....
          Vi terrò aggiornati nel mese di gennaio per i tentativi che farò , comincerò con qualcosa di piccolo ed economico.
          Grazie ancora per l' attenzione buone feste

          Commenta


          • #6
            Ribadisco...

            andrà ma "il tuo alternatore da 5,5 Kw potrà al massimo produrre 0,75 Kw-le perdite per attrito etc..."

            Commenta


            • #7
              1° principio della fisica ( l'energia non si crea ne si distrugge, ma si trasforma) il che siglifica che dal tuo sistema protrai ricavare l'energia che immetti, 0.75KW - le perdite.
              Puoi fare tutte le prove che vuoi, ma saranno solo fallimenti.
              Impianto da 2,94 KWp coordinate Lat 39° Lon16°
              Inclinazione 30° azimut SUD 180°
              Nr. 14 moduli Sanyo HIP-210-NKHE5 disposti su 2 stringhe, inverter Solarmax 3000S

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da nibiru Visualizza il messaggio
                Se non ricordo male qualcuno ha detto: la teoria non impedisce ai fatti di verificarsi....
                Fai bene a provare sperimentalmente la tua idea... è il miglior modo per imparare!
                Vorrei comunque dirti che se riuscissi ad ottenere il moto perpetuo, dal tuo sistema non potresti comunque prelevare più energia di quanta gliene hai fornito in partenza. Per ottenere il moto perpetuo dovresti riuscire a portare il rendimento del tuo sistema ad 1. Ciò vuol dire che sia il motore sia l'alternatore non devono perdere nemmeno un minimo di energia durante il funzionamento, quindi non devono scaldarsi (nemmeno di 0,1°C), i loro cuscinetti non devono presentare il minimo attrito, e l'aria non dovrebbe venire a contatto con nessuna delle varie parti mobili. Ovviamente gli stessi criteri vanno adottati per il sistema di trasmissione che usi. Credo comunque che sia un'impresa "quasi" impossibile. In ogni caso buon divertimento !
                Ciao
                Il diavolo si annida nei dettagli.

                Commenta


                • #9
                  Ciao atomax, grazie per l' attenzione, come avrai intuito , non sono un pazzo che perde tempo sul moto perpetuo, un po di fiscica l ho studiata a suo tempo e sono daccordo con te con quanto espresso per gli attirti etc...quello che ci tengo a precisare, è che voglio ricavare piu energia di quanta immessa, il generatore in questione produce circa 10kva ad una velocità di 3000rpm oppure 5,5kva ad una velocità di 1500rpm, facciamo un esempio per assurdo che io colleghi il suddetto alternatore all albero con un motorino piccolo piccolo a 2 poli che sviluppa 2800rpm e consuma a pieno regime 0,75 kw(targhetta del costruttore) la marca mi pare sia Motive, sicuramente avremo delle grandi perdite di lavoro causate dalla trasformazione dell energia in calore per via degli attriti etc.. e sono pienamente daccordo;penso che il motorino in questione possa anche rallentare un po i suoi giri facciamo per assurdo che possa perdere 500 giri al minuto,ne rimarrebbero ancora 2300, consideriamo le predite dovute agli attriti, si perderà sicuramente ancora qualcosa in uscita, ma l alternatore a 1500 giri, fornisce una potenza costante di 5,5 kva , quindi con 750watt /ora di alimentazione del motorino, si potrebbe fornire energia necessaria per 2 piccoli appartamenti non sei daccordo con me?
                  nulla si crea e nulla si distrugge e tutto si trasforma è esatto e lo condivido.

                  Commenta


                  • #10
                    allego anche le caratteristiche
                    File allegati

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da nibiru Visualizza il messaggio
                      ...nulla si crea e nulla si distrugge e tutto si trasforma è esatto e lo condivido.
                      Se sei d'accordo con questa legge dovresti accorgerti che il sistema da te citato non può funzionare! Facciamo una semplice analogia che rende più pratico il concetto. Supponiamo che ti metta su una cyclette e che pedalando (con opportuni rapporti) riesca a far ruotare a 1500 RPM il motore da 5,5kVA.
                      Fin quì tutto ok. Ora metto il carico sul motore, per esempio una lampadina da 25 W. La tua pedalata si fà più pesante ma continui a far girare il motore a 1500RPM, ora aumento il carico collegandoci un faretto da 1000W, la pedalata diventa talmente pesante che i pedali ti sembrano bloccati e non ce la fai a far ruotare il motore a 1500 RPM. Ora immagina al tuo posto il motorino da 0,75 kVA. Finchè il motore da 5,5kVA alimenta un carico che assorbe meno di 0,75kVA ok, ma se questo carico assorbisse di più, il motorino non solo non ce la farebbe a far girare il motore a 1500RPM ma a lungo andare potrebbe bruciarsi per sovraccarico!
                      Ciao
                      Il diavolo si annida nei dettagli.

                      Commenta


                      • #12
                        Giustissimo atomax, il costruttore di tale alternatore dichiara che a pieno carico si perdono circa 160 giri, non ho tenuto conto però che a pieno carico i campi magnetici potrebbero far rallentare il rotore e farmi diventare la pedalata molto dura....bisognerebbe testare l intensità infatti per preservare il piccolo motorino, avevo pensato ad una cosuccia che è appunto il segreto della connessione tra alternatore e motorino.
                        Sei stato molto gentile e ho già trovato molte risposte grazie!
                        Comunque non appena ho fatto le mie esperienze giuste o sbagliate esse siano, (a me piace straviarmi con ste cose), ti farò sapere come è andata.

                        Commenta


                        • #13
                          Ciao, nibiru, apprezzo la tua buona volontà e dedizione che dimostri nel tuo progetto, quindi non voglio deluderti, ed è giusto che fai le tue sperimentazioni, anche se ciò dimostra che non hai ben compreso il concetto di ( RENDIMENTO ), che convenzionalmente è un numero inferiore a 1. Ciò significa che un motore di 1000W di potenza con rendimento di 0,95, per poter funzionare correttamente ha bisogno di 1053W, perchè 53W vengono (sprecati) in attriti vari.E a sua volta anche i generatori elettrici hanno il loro rendimento, e quindi per poter funzionare correttamente bisogna fornire più energia di quanto se ne preleva dai suoi morsetti.........
                          Se la tua idea sarebbe realizzabile, avresti risolto in problema energetico mondiale, peccato che tutto ciò è solo pura fantasia.
                          Impianto da 2,94 KWp coordinate Lat 39° Lon16°
                          Inclinazione 30° azimut SUD 180°
                          Nr. 14 moduli Sanyo HIP-210-NKHE5 disposti su 2 stringhe, inverter Solarmax 3000S

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da nibiru Visualizza il messaggio
                            Grazie a tutti voi per la risposta, so che le leggi della fisica sono intoccabili e preponderanti, e probabilmente avete ragione se utilizzo 2 puleggie e una cinghia.Infatti vorrei provare un altro sistema, per ora non posso dire niente di piu...non credo di avere scoperta l acqua calda, ci mancherebbe! ma sono fantasioso e peggio di san tommaso! :-) pertanto fin che non ci sbatto la testa ,anche se fosse un insuccesso non sono sereno.
                            Se non ricordo male qualcuno ha detto: la teoria non impedisce ai fatti di verificarsi.....
                            Vi terrò aggiornati nel mese di gennaio per i tentativi che farò , comincerò con qualcosa di piccolo ed economico.
                            Grazie ancora per l' attenzione buone feste
                            facci sapere

                            auguri

                            Commenta


                            • #15
                              Se così fosse, perchè i costruttori di gruppi elettrogeni si ostinano ad usare dei motori a scoppio di potenza PIU' GRANDE di quella che fornirà l'alternatore? Rifletti...

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              TOP100-SOLAR