annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Possibile teoria !

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Possibile teoria !

    Per comprendere nei minimi dettagli la meccanica quantistica e per sviluppare la tecnologia quantistica e la nanotecnologia bisogna guardare il cielo come facevano gli antichi e comprendere la meccanica celeste.

    L'ingegnieria aerospaziale futuristica mira a un dispositivo free energy e uno antigravity che ci possano fornire di tutta l'energia che vogliamo e attraverso questa poter viaggiare piu veloci della luce ai confini dell'universo.

    Osserviamo in questo caso un buco nero, sappiamo che un buco nero ha un nucleo superdenso e un orbita chiamata orizzonte degli eventi dove tutto cio che oltrepassa questo confine viene attratto dal collasso gravitazionale del buco nero.

    Quindi il buco nero da una parte ha un nucleo talmente denso da curvare lo spaziotempo al punto di bucarlo e creare un buco spaziotemporale e dall'altra ha un'orizzonte degli eventi che assorbe tutto quello che gli si avvicina e quindi produce una forza attrattiva tale da convertire le particelle virtuali del campo di punto zero in particelle reali sotto forma di energia nucleare.

    Il nucleo del buco nero e un ottimo propulsore per viaggiare ai confini dell'universo, includendo poi l'assenza di massa inerziale dovuta dal fatto che e lo spaziotempo a muoversi attorno a noi e non il contrario, mentre l'orizzonte degli eventi del buco nero e un ottimo generatore di energia dato che converte l'energia di punto zero in elettronucleare.

    La soluzione sta nel creare dei dispositivi che microscopicamente e artificialmente possano ricreare le condizioni macroscopiche e naturali dei buchi neri e degli orizzonti degli eventi.

    Partiamo con le prime riflessioni, li buco nero e un corpo celeste estremamente denso e quindi che ha un'estrema massa che crea un campo gravitazionale cosi forte da far collassare il tessuto spaziotemporale in un buco spaziotemporale, tutti sappiamo che la massa e uguale ad energia e in piu sottolineo che la stessa massa e una forma di energia, il problema e che enormi quantita di energia equivalgono a pochi grammi di massa, quindi a noi servono enormi quantita di energia, la massa inerziale in questo caso sarebbe completamente assente.

    L'enorme quantita di energia ci viene fornita dal dispositivo di conversione dell'energia di punto zero in energia elettronucleare, riflettendo sui vari metodi per sfruttare l'energia di punto zero o convertire le particelle virtuali in reali, quella piu efficace oggi sembra presentarsi quando un fascio di luce viene fermato da un metamateriale quasicristallino fotonico con indice di assorbimento, costituito da titanio di bario, in quel caso le particelle virtuali si convertono in reali in modo completamente gratuito.
Attendi un attimo...
X