Pressione di una colonna di vapore saturo - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pressione di una colonna di vapore saturo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Pressione di una colonna di vapore saturo

    Qualcuno sa come si calcola conoscendo la densità alla base e la pressione? E' una curva che diminuisce esponenzialmente come quella dei gas rispetto all'altezza? Grazie

  • #2
    http://hyperphysics.phy-astr.gsu.edu...ic/barfor.html Dovrebbe essere la stessa cosa

    Commenta


    • #3
      Calcolando la pressione vapore di He3 a 3 gradi kelvin-------------->Quantum Design, Inc. - Helium Vapor Pressure / Temperature Calculator

      E calcolando la pressione a 100 metri d'altezza settando come unità di massa atomica 3 e la pressione vapore come punto di partenza,ad una certa altitudine(100 metri) l'energia per liquefare l'elio con un ciclo frigorifero teorico necessita di circa il 60% dell'energia recuperabile dalla caduta dello stesso in forma liquida--------->http://hyperphysics.phy-astr.gsu.edu/hbase/kinetic/barfor.html

      Questo in linea teorica a partire da dati a mio parere abbastanza affidabili

      P.S.: I dati dell'He4 ricavabili dal primo sito coincidono con dati contenuti in una tabella che ho qui sul pc degli anni 70 (jpcrd40.pdf,se cercate su google lo trovate) mentre quelli dell'He3 non ho avuto modo di verificarli con altre fonti.Dovrebbe esserci comunque una formula che permette di stimare con discreta precisione le pressioni vapore dell'He3.

      Non saprei,utilizzando l'elio4 nel sito per calcolare l'altezza barometrica il COP per liquefare lo stesso a una qualsiasi altezza(?),coincide circa con l'energia che è recuperabile dalla caduta dello stesso in forma liquida. Con l'elio3 è il 60%

      Il calore latente dell'elio3 è 1/3 del calore latente dell'elio2,mentre il calore specifico dovrebbe essere uguale in quanto trattasi di..non so,leggo adesso che l'elio3 si comprime di più del 30% rispetto gli altri

      ...


      Provate con l'idrogeno,par giusto...

      ...numble numble...

      Cioè,provate con l'elio4...

      vi mostro i calcoli:
      Elio4 a 3K e pressione 180.4 torr entalpia 13.59KJ------>Elio4 100metri sopra sempre a 3K,lo condenso ad una temperatura di 2.898 K con un ciclo frigorifero con COP=28(teorico) per "togliere" 23000J da 1kg di elio gassoso quindi spendo 23000/28= 821.42 J facccio cadere l'elio liquido per 100metri quindi 981 J

      Da che psichiatra posso farmi internare?

      Per un tratto di 10 metri,necessito di 76,92J per liquefare e dalla caduta ottengo 98,1J
      Per un tratto di 5 metri necessito di 15,41J per liquefare e dalla caduta ottenere 49,05 J

      Non farei molto affidamento sull'ultimo dato in quanto il primo sito mi da solo 3 cifre decimali

      Comunque per un tratto di 1 metro necessiterei di 7,66J per ottenere 9,81J che è in linea con gli altri
      Ultima modifica di GabrieleCito; 20-09-2016, 15:10.

      Commenta


      • #4
        Circa tutto questo poi,riportando l'energia assorbita dal sistema dallo spazio cosmico nel contenitore... A volte nel mio limbo di ignoranza-genialità trovo qualcosa di intrigante... Se ci fosse qualcuno che mi segue e che prova a fare il giochino di liquefare ad alta quota l'He3 e recuperare energia dalla caduta,magari forse potrebbe svelare l'arcano.

        P.S.(L'elio (3 e 4) si comprimono del 30% (in più???) nella forma solida quindi non ha a che vedere con la congettura
        Ultima modifica di GabrieleCito; 30-10-2016, 02:58.

        Commenta


        • #5
          Inquietante...

          Commenta


          • #6

            Note di Moderazione:

            se nessuno risponde devi fartene una ragione, e magari cambiare il tuo modo di proporti sul forum.
            Già il monologo è noioso e al limite del regolamento, se non hai niente da dire NON puoi scrivere messaggi senza contenuto (ammesso che gli altri ne abbiano)

            I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
            https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

            Commenta


            • #7
              Chiedo scusa...

              Commenta


              • #8

                Note di Moderazione:

                Non c'è bisogno di scusarsi e riempire il forum di post inutili.

                Se continui ti guadagni un periodo di vacanza dal forum...

                I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                Commenta


                • #9
                  Comunque l' elio3 esiste solo ad una temperatura di -272 °C e sotto determinate condizioni e non credo
                  che ci si possa fare molto .....
                  Leo48
                  -Ogni problema ha sempre almeno due soluzioni basta trovarle
                  -La forza dei forti è saper traversar le traversìe con occhio sereno

                  Commenta


                  • #10
                    l' elio3 esiste solo ad una temperatura di -272 °C e sotto determinate condizioni
                    pura fantasia ??..

                    l'elio con numero di massa =3 ( 2 protoni + 1 neutrone ) è semplicemente un isotopo naturale dell'elio , quindi è sempre presente nella miscela isotopica dell'elemento chimico in questione ,
                    del resto ....direi ,come tutti gli altri elementi chimici naturali della tabella periodica sono composti da miscele isotopiche!!

                    ... difatti il peso atomico degli elementi, come si può notare, non è mai un numero intero , questo perchè il peso atomico di ogni elemento chimico è dato dalla media dei pesi atomici degli isotopi che lo compongono

                    cordialmente

                    Francy

                    Commenta


                    • #11
                      ciao raga

                      scusate , ma scrutando bene la tabella periodica ,vorrei fare un piccola osservazione a me stesso ... su questa affermazione fatta poco sopra

                      scritto da innominato

                      come tutti gli altri elementi chimici naturali della tabella periodica sono composti da miscele isotopiche!!
                      .....

                      ...
                      difatti il peso atomico degli elementi, come si può notare, non è mai un numero intero
                      quel che è scritto è corretto , ma ...

                      su tutta la tabella periodica,negli elementi naturali, ci sono 6 elementi in cui il peso atomico è un numero intero .

                      questi sono... Polonio , Astato , Francio , Radon , Radio e l' Attinio (Tecnezio e Promezio sono sintetici)

                      mi sono autocorretto per dare la giusta informazione al lettore

                      scusate la svista

                      cordialmente

                      Francy
                      Ultima modifica di Ospite; 06-11-2016, 00:59.

                      Commenta


                      • #12
                        Cosa centra questa discussione con la utopistica free energy ?
                        Non sarebbe il caso di spostare questa discussione ai confini del forum ?
                        ---
                        A parte il fatto che l'elio3 è rarissimo e costa una barca di soldi; forse potrebbe averlo solo la fabbrica che produce rilevatori di neutroni e radiazioni varie.

                        Comunque sulla Luna l'elio 3 c'è, se c'è qualcuno che vuole investire miliardi di euro per andare la è costruire una miniera, potrebbe teoricamente farlo.

                        -----------------
                        -----------------
                        Certamente conviene produrlo artificialmente qui sulla Terra.
                        Avendo a disposizione un piccolo ciclotrone che bombarda con particelle alfa un bersaglio di berillio, il berillio libera neutroni.
                        Se questi neutroni vanno a collidere con il litio o boro o azoto, si produce elio-3 artificiale che è esattamente uguale a quello naturale.
                        ----------------
                        ----------------
                        Qui in questo forum ci sono alcuni individui che pensano che io sono scemo perché troppo fissato con i piccoli ciclotroni, quegli individui ignorano che il piccolo ciclotrone (con bersaglio berillio) è la chiave magica per fare le trasmutazioni nucleari, il sogno degli antichi alchimisti i quali erano ignoranti.

                        Guarda caso il berillio è considerato dalle TV e dai governi, un materiale velenoso.
                        Allora io penso che nessuno dovrebbe circolare in macchina perché dentro la macchina c'è la batteria e dentro la batteria ci sono lastre di piombo; metti caso che un bambino smonta quelle lastre e con la lima polverizza ossido di piombo e poi quell'ossido di piombo se lo mangia, quel bambino va a finire all'ospedale intossicato.
                        (Stiamo vivendo in un mondo di scemi).
                        Ultima modifica di uforobot; 06-11-2016, 12:07.
                        i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

                        Commenta


                        • #13
                          Diciamo che è un pò buttata li,dato che dubito(nonostante il vapore segua le regole della formula barometrica) che effettivamente il vapore d'elio (sia il 3 che il 4,anche l'R134A,o l'ammoniaca) appunto si comportino nella maniera teorizzata dalla formula...
                          Ultima modifica di GabrieleCito; 23-11-2016, 17:54.

                          Commenta


                          • #14
                            Appunto. Perchè se così fosse,condensando l'R134a(Fluid Property Calculator) a 8000m e facendolo cadere otterrei il 1000% dell'energia dalla caduta in forma liquida rispetto all'energia per condensarlo. Con l'acqua siamo attorno al pareggio. Anche qui credo però si possa fare qualcosa..

                            Commenta


                            • #15
                              Devo ammettere una cosa,mi sono sbagliato riguardo questo concetto al fine di violare il secondo principio scritto della termodinamica. Credo però che il sistema possa essere sviluppato con l'ausilio di sali nell'acqua dolce per abbassare la tensione vapore.

                              Commenta

                              Attendi un attimo...
                              X