BIO-LPG Come lo sintetizzano ? - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

BIO-LPG Come lo sintetizzano ?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • BIO-LPG Come lo sintetizzano ?

    GreenLPG=

  • #2
    Ciao umbi non ho capito di quale biocarburante gassoso si parla

    per caso il DME da biomassa? ( che bolle a -25 °C a 1013 mbar )
    Ultima modifica di Ospite; 18-07-2014, 06:54.

    Commenta


    • #3
      Se non ho preso granchi si tratta di ridurre la glicerina e quindi ottenere propano.

      Commenta


      • #4
        Credo di si ... riguardando ..

        Commenta


        • #5
          Se non ho preso granchi si tratta di ridurre la glicerina e quindi ottenere propano.
          Ciao Darwin , ciao umbi , grazie per le info ...

          allora mi torna chiaro , il glicerolo viene prima trasformato in propenale (acrilaldeide) , processo che richiede una deidratazione su catalizzatore zeolitico .

          ottenuta l' acrilaldeide , questa viene ridotta a propanolo (per idrogenazione)

          il propanolo ottenuto viene deidratato ad alchene per trattamento con acido solforico a 180°C

          il propene a sua volta viene idrogenato a propano ... cavoli un processo un po' contorto e lungo

          ho evitato le formule chimiche ,per non appesantire ..

          cordialmente

          Francy
          Ultima modifica di Ospite; 19-07-2014, 17:45.

          Commenta


          • #6
            Mhhhhhhhhhh .................. sembra un po' complicato ....

            Commenta


            • #7
              ciao umbi , partendo dalla glicerina per arrivare al propano , le reazioni che mi sono venute in mente sono quelle , ben vengano altri metodi

              puoi benissimo proporre altri metodi, o altri passaggi per arrivare al propano , partendo da glicerolo

              Commenta


              • #8
                Il sembra un po' complicato era riferito al fatto che sicuramente non è un procedimento alla portata di tutti ... non mettevo in dubbio i passaggi (Anche perché come chimico sono a zero)

                Commenta


                • #9
                  si umbi è vero

                  inoltre lo vedo abbastanza pericoloso viste tutte ste idrogenazioni

                  magari all'amico Darwin viene in mente qualche altro sistema o insieme di reazioni (anche lui è chimico )

                  Francy

                  Commenta


                  • #10
                    Dal Fisher Tropfsch si ricava tutta la serie dal butano al propano, indesiderato tanto da riossidarlo il metano. Si tratterebbe di gassificare in corrente di vapore e O2 il glicerolo per ricavare H2 e CO nella giusta proporzione. In pratica dovrebbe bastare iniettare il glicerolo in un reattore a letto trascinato e poi passarli sul solito letto catalitico a base cobalto . Ma ne vale la pena ?

                    Commenta


                    • #11
                      ciao caro Sulzer

                      Il glicerolo si decompone per riscaldamento sopra ai 200 °C , prove di laboratorio su vari catalizzatori ( a base di vanadio e tungsteno ad esempio) dimostrano la formazione di svariati composti durante la reazione a 290 °C con ossigeno , tra cui .. acido acrilico, acrilaldeide, aldeide acetica , acido acetico , CO e CO2 ... la presenza di acqua potrebbe promuovere parzialmente la reazione di Dussan (water-gas shift ) CO + H2O -----> CO2 + H2

                      La quantita di CO prodotta è relativa sia alla selettivita' dei catalizzatori sperimentati , sia alla temperatura di esercizio , al tempo di residenza , alla pressione di esercizio .. lo stesso dicasi per gli altri prodotti della reazione ...comunque acido acrilico e acrilaldeide possono essere utilizzati per produrre omopolimeri e copolimeri plastici di varia natura , vernici ,adesivi , rivestimenti, acrilati, materiali superassorbenti ..etc etc
                      Oggi l'acido acrilico e l'acrilaldeide vengono prodotti su scala industriale con vari metodi. Uno di questi utilizza propilene derivante da fonti fossili ....per ossidazione parziale del propilene su catalizzatori eterogenei , si ottiene l' aldeide acrilica , oppure l'acido acrilico

                      altro processo per produrre acido acrilico è il processo Reppe della BASF (ancora oggi in utilizzo nonostante i vari problemi di sicurezza ed impatto ambientale che produce.) utilizza acetilene ,CO e H2O su catalizzatori contenenti bromuri di nichel e rame a 200 °C a circa 10-15 MPa(carbonilazione )

                      La produzione di acido acrilico partendo dalla glicerina(prodotta a sua volta come scarto nella produzione del BD , svincolerebbe parzialmente lo stesso prodotto dalle fonti fossili

                      il processo F.T. comunque produrrebbe paraffine a catena corta e media , ma anche olefine a catena corta media...

                      o no?

                      Francy
                      Ultima modifica di Ospite; 31-08-2014, 18:51.

                      Commenta


                      • #12
                        Certo Franci ma me ne è venuta in mente un'altra.... il glicerolo fermenta completamente nei biodigestori producendo biogas a tenore elevato di CH4, con un successivo upgrading per la eliminazione di CO2 e acqua si evita la produzione di GPL . Si comprime a 200 bar lo si odorizza e si usa tal quale come carburante nella Panda natural power o nella Golf tgi....
                        Trattando NaOH con H2SO4 si produce Na2SO4 che può essere scaricato nella rete fognaria senza temere di inquinare.
                        Un unico neo, la fermentazione è termofila, una parte del gas dovrebbe servire per cogenerare per mantenere alta la temperatura di biodigestione
                        Ultima modifica di Sulzer1; 31-08-2014, 23:10.

                        Commenta

                        Attendi un attimo...
                        X