Richiesta informazioni Cogenerazione da biomasse - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Richiesta informazioni Cogenerazione da biomasse

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Richiesta informazioni Cogenerazione da biomasse

    Salve a tutti, sono un vecchio utente del forum, ma in questi anni di silenzio ho continuato a seguire nella mia perpetua ricerca di informazioni.
    Apro questo post per chiedere informazioni molto mirate: Necessito dei nomi di almeno tre produttori di impianti di cogenerazione a biomassa.
    Mi servono i nomi, meglio se corredati di link, di aziende consolidate, che sapete essere sul mercato da diverso tempo e non i primi disperati che si buttano nel mercato in stile "oggi apro domani chiudo".
    Considerate che le potenze che mi interessano sono di 50-100-150 kwe.
    Ringrazio anticipatamente tutti coloro che vorranno condividere con me la loro conoscenza.Grazie mille!
    Ultima modifica di nuclear_fusion; 22-01-2016, 08:06.

  • #2
    Ciao,
    prova a dare un'occhiata qui:
    minicogenerazione da biomasse e biogas
    R.

    Commenta


    • #3
      semplice opinione personale:

      la cogenerazione da combustione biomassa non è mai decollata... sia per i costi, sia per i problemi, sia per la disencentivazione fiscale....

      ho visto molti impianti nascere, e molte cause legali impiantate poi......
      Ultima modifica di Dott Nord Est; 22-01-2016, 08:23.
      riscaldamento a biomassa e PDC
      Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

      Commenta


      • #4
        Non é per me, é per un cliente che mi ha chiesto un business plan. Dunque io faccio il mio lavoro e poi starà a lui decidere e vedere se gli conviene o no, ovviamente se vedo che é assurda come cosa sarò il primo a sconsigliare di farlo, ma x il momento devo solo raccogliere dati e fare conti...grazie per la premura...

        Commenta


        • #5
          altra precisazione....
          più piccola è la taglia, meno convenienza c'è...
          e 50/100/150 kw sono taglie mini...
          riscaldamento a biomassa e PDC
          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

          Commenta


          • #6
            Visto che mi hai messo la pulce nell'orecchio...che genere di cause?Immagino benissimo che gli impianti piccoli siano meno redditizi, ma il mio cliente vuole fare domanda di psr, e già dubito che riesca a fare entrare questi nella richiesta...figuriamoci impianti più grossi...

            Commenta


            • #7
              La taglia minima Turboden (che penso sia la macchina di riferimento se uno non vuole improvvisatori) è da 200 kwe.
              Magia 1,2 mW e quindi rilascia 1 mW termico a 55°c da smaltire sino a 35 (altrimenti la resa cala)..secondo me la cosa sta in piedi solo se:
              - la biomassa è autoprodotta e costa 0 (meglio ancora se qualcuno ti paga per smaltirla, esempio potature )
              - l'EE è tutta autocosnumata
              - si ha un uso termico del mW da smaltire..esempio serre acquacultura, pescicultura, teleriscaldamento, centro termale, caseificio (preriscaldo per grossi consumi di acs..visto che comunque devo dare 35 gradi ho bisogno di una fonte fredda a 30 radi, anche in estate se fuori ho 35 gradi..leggi torri evaporative..oppure in estate fermo impianto..da vedere...ma fermo=non produco)
              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

              Commenta


              • #8
                Su taglie piccole la gassificazione è sicuramente la ecnologia con il rendimento elettrico più elevato ma presenta ovviamente le problematiche di gestione e affidabilità note, oltre al fatto chesono impianti abbastanza schizzinosi in merito alla qualità dela biomassa.
                Cicli ORC ad olio diatermico temo siano fattibili solo su taglie importanti >500kW elettrici e solo dove c'è utilizzo della termica.
                Su taglie medio piccole vedo bene le turbine a combustione esterna che hanno rendimenti elettrici discreti e il fluido di lavoro è aria (no olio diatermico o vapore con le problematiche che ne derivano).
                Come sempreogni caso ha il suo impianto, la soluzione sempre valida non esiste.

                Commenta


                • #9
                  ma 1 impianto in funzione con biomassa e turbina ad aria ..esiste?
                  perche avevo letto che i problemi di sporcamento scambiatore non erano risolti...
                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                  Commenta


                  • #10
                    Bella domanda marcober...
                    Io conosco due produttori seri di turbine a combustione esterna, non ho mai avuto la necessità (purtroppo) di approfondire l'argomento.
                    Aggiungo un ulteriore possibilità di cogenerare con la biomassa che è il ciclo ORC senza fluido intermedio ma con scambio diretto con i fumi. Questi funzionano e sono già installati. A mio avviso la semplicità dell'impianto non è da poco. Certo lo scambiatore va pulito frequentemente.

                    Commenta


                    • #11
                      I io ho un fornitore che sta creando impianti di coogenerazione, se vuoi mi interesso!! Se riesco ti invio tramite cell qualche foto

                      Commenta


                      • #12
                        Alcune foto!!!
                        File allegati

                        Commenta


                        • #13
                          Salve a tutti, sono un vecchio utente del forum
                          quindi questo VECCHIO utente del forum che sta sviluppando un gassificatore di piccola taglia in modulo di c.a. 50 Kwe e 100 Kw termici, e che a suo dire si "digerisce" anche i CHAR con loro energia racchiusa, sicuramente lo conoscerai già

                          prova a contattarlo, l'accrocchio dovrebbe essere tra C.le Monferrato e Pavia, poi se non lo trovi e ti interessa il discorso ti mando suoi recapiti in M.P.
                          OSSI DI PESCA TRITATI sono un'ottima BIOMASSA alternativa

                          Commenta


                          • #14
                            salve
                            un mio cliente ha installato una sola unità di cogenerazione divisa in due sezioni (ognuna di 12 KWelettrici) alimentata da biogas
                            Di qualli incentivi può beneficiare secondo voi?

                            Commenta

                            Attendi un attimo...
                            X