Previsione di spesa pellet - metano - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Previsione di spesa pellet - metano

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Previsione di spesa pellet - metano

    Salve,
    dopo i primi dubbi sulle caldaie a pellet (obbligo di condendasione o meno) ora sono arrivato ai calcoli.
    Prima una breve descrizione del fabbricato:

    - Volume lordo 1086 m3
    - Sup. calpestabile 304 (compreso garage e taverna)
    - Altezza media 2.7m

    Secondo le previsioni si piazzerà in classe A1 con EPi di 54,294kWh/m2.
    La costruzione si trova nell'Appennino centrale ad un'altezza di 625 metri e zona climatica E, 2407 gradi giorno.

    Da un'analisi del tecnico risulta un consumo di energia primaria, per il riscaldamento, di 16530 kWh, mentre, per ACS, di 3405kWh. Il consumo previsto è quindi di 19935kWh, che, ipotizzando un massimo del 30% di scostamento in aumento fra resa e consumo maggiore possibile, mi porta ad un totale di 25916kWh annui.
    Fin qui è stato facile... ora invece volevo ipotizzare le spese al variare della fonte energetica (gas/pellet).
    Prendendo come buono il valore di 25916kWh:

    GAS metano consumo stimato di 2879,5 m3 all'anno per un costo di 2447,57 € (costo del metano a 0,85 eur a m3)
    Pellet consumo stimato di 6259,77 kg per un costo di 1877,93 € (costo del pellet a 0,30 eur al kg)

    Secondo i conti il risparmio sarebbe di 569,64 euro all'anno...

    ...i conti sono giusti? O parto da dati (quelli di previsione di consumo) errati? O, peggio, è proprio sbagliato il ragionamento?

  • #2
    fantazma, o hai sbagliato a fare i conti oppure la tua casa non è in classe A1
    riscaldamento a biomassa e PDC
    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

    Commenta


    • #3
      ...spero di aver sbagliato i conti!!!
      Allego l'estratto del documento che mi ha preparato il tecnico

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Previsione classe energetica.png 
Visite: 1 
Dimensione: 73.3 KB 
ID: 1955991

      ...ditemi che sono io una capra in matematica e non il tecnico che ha seguito il progetto fin dall'inizio...

      Commenta


      • #4
        Spiegami come 19935kwhT diventano 2879mc ?!?!? se acondensazione hai un rendimento attorno al 95% , quindi per produrre quell'energia termica col metano a 9,5kwh/mc e un rendimento del 95% a me vengono massimo 2200mc ....
        Peccato poi che il metano adesso , costi sugli 0,75€/mc ...... https://www.energeticambiente.it/casa/14762663-contratti-fornitura-gas-metano-tariffe-confronti-fogli-di-calcolo-6.html
        Ultima modifica di spider61; 05-05-2016, 19:38.
        AUTO BANNATO

        Commenta


        • #5
          Grazie spider61... quindi il risparmio si assottiglia ancor di più a fronte di un impianto certamente più costoso... e già con i miei conti il rientro era in 8 anni circa!

          Ma quello che ora mi preoccupa non poco è l'affermazione di Dott Nord Est: chi ha sbagliato cosa? Confesso che mi è salita una discreta ansia a tal proposito!!!

          I miei conti sui consumi e sui costi (coefficienti di costo a parte) sono esatti?

          Commenta


          • #6
            In questo non ti sono di aiuto e non ho voglia di cercare a quanti kwh/m2 corrisponde A1....
            oltre ai costi vuoi mettere la tranquillita' del metano : accendi e chiuso....
            AUTO BANNATO

            Commenta


            • #7
              fantazma, con consumi così e partendo da zero, devi mettere sul piatto:
              - costo caldaia a gas
              - costo caldaia a pellet
              - eventuale costo PDC (se monti FV)

              dati reali sono:
              costo metano euro 0.78/0.80 m3
              costo pellet euro 0.25 kg

              un m3 di metano sono circa 9.5 kw
              un kg di pellet sono circa 5 kw

              resa caldaia a metano 95%
              resa caldaia a pellet 90%

              un kw fatto a metano ti costa circa 0.085 euro
              un kw fatto con il pellet ti costa circa 0.055 euro

              quindi ogni kw avrà una differenza di circa 0.03 euro, che moltiplicato per circa 20.000 kw annui, fanno una differenza di circa 600 euro

              ora devi prendere la differenza di costo tra impianto a gas e impianto a pellet, e dividerlo per 600 euro, e troverai gli anni di pareggio
              riscaldamento a biomassa e PDC
              Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

              Commenta


              • #8
                Penso che un buon Pellet adesso lo trovi tranquillamente a 4€/ sacco o meno. Io ho trovato, adesso in prestagionale, un abete certificato A1 austriaco a 3,85 consegnato. Dai tuoi calcoli quindi verrebbe 6259,77/15 = 417 sacchi x 4 = 1668€54kwh/ mqa dovrebbe essere una classe C bassa come casa se non mi sbaglio, non male cmq
                caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                  fantazma, o hai sbagliato a fare i conti oppure la tua casa non è in classe A1
                  A1 non vuol dire A4.E poi non esiste una corrispondenza diretta fra classe e kWh al mq.A1 vuol dire che la casa rispetta isolamento di legge al 2019, nelle forchetta fra 0,8 e 1 ...cioè fa leggermente meglio dell'obbligo di legge 2019. Mi pare coerente con 51.
                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                  Commenta


                  • #10
                    e infatti ha sbagliato a fare i conti, o meglio.... non ha inserito i giusti numeri.
                    riscaldamento a biomassa e PDC
                    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                      A1 non vuol dire A4.E poi non esiste una corrispondenza diretta fra classe e kWh al mq.A1 vuol dire che la casa rispetta isolamento di legge al 2019, nelle forchetta fra 0,8 e 1 ...cioè fa leggermente meglio dell'obbligo di legge 2019. Mi pare coerente con 51.
                      concordo non trovo nulla di strano nel vedere un'abitazione in A1 con quel consumo.


                      Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                      e infatti ha sbagliato a fare i conti, o meglio.... non ha inserito i giusti numeri.
                      tutti incapaci gli altri tecnici ...

                      Commenta


                      • #12
                        non si tratta di tecnici incapaci, ma di numeri inseriti male
                        infatti, poi ho fatto un esempio di conteggio.
                        ora basta inserire i costi degli impianti e si hanno gli anni di pareggio.
                        riscaldamento a biomassa e PDC
                        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                        Commenta


                        • #13
                          parlavo di questo tuo post:
                          Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                          fantazma, o hai sbagliato a fare i conti oppure la tua casa non è in classe A1

                          Commenta


                          • #14
                            appunto, i conti fatti sono sbagliati... o meglio, sono sbagliati i dati che ha inserito (8 anni di pareggio ha scritto, ma in base a cosa?)
                            riscaldamento a biomassa e PDC
                            Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                              appunto, i conti fatti sono sbagliati... o meglio, sono sbagliati i dati che ha inserito (8 anni di pareggio ha scritto, ma in base a cosa?)
                              fai finta di non capire?
                              sto parlando della tua affermazione riguardo la classe energetica A1, che ha messo in ansia inutilmente l'utente

                              Commenta


                              • #16
                                raffaello, impara a leggere......
                                o non è in classe A o ha sbagliato a fare i conti.....
                                sai cosa vuol dire?
                                allora, se vuoi far polemica ok, se invece vuoi dare dati come ho fatto io, meglio.....
                                per il resto, non mi fa ne caldo ne freddo quello che tu dici, forse non lo hai ancora capito.
                                riscaldamento a biomassa e PDC
                                Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                                  raffaello, impara a leggere......
                                  o non è in classe A o ha sbagliato a fare i conti.....
                                  sai cosa vuol dire?
                                  allora, se vuoi far polemica ok, se invece vuoi dare dati come ho fatto io, meglio.....
                                  per il resto, non mi fa ne caldo ne freddo quello che tu dici, forse non lo hai ancora capito.
                                  senza polemica veramente.
                                  non ho capito perchè con quei conti (del primo post) non possa essere in A1

                                  Commenta


                                  • #18
                                    o conti sbagliati
                                    o non in classe A

                                    avendo postato la certificazione, ne deduco che allora sono i conti errati, infatti poi li ho rifatti, vedi post....
                                    riscaldamento a biomassa e PDC
                                    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                                      o conti sbagliati
                                      o non in classe A

                                      avendo postato la certificazione, ne deduco che allora sono i conti errati, infatti poi li ho rifatti, vedi post....
                                      si ma come ti ha già risposto marcober, non esiste più oggi correlazione immediata tra consumi al mq. e classe energetica, dunque è impossibile desumere dal primo post scritto la classe energetica, in quanto essa dipende dall'edifico reale/di riferimento

                                      Commenta


                                      • #20
                                        ma hai letto il post dei miei conteggi? mi sa di no
                                        riscaldamento a biomassa e PDC
                                        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                                          ma hai letto il post dei miei conteggi? mi sa di no
                                          si ma il discorso era un altro, fa nulla

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originariamente inviato da raffaello Visualizza il messaggio
                                            si ma come ti ha già risposto marcober, non esiste più oggi correlazione immediata tra consumi al mq. e classe energetica, dunque è impossibile desumere dal primo post scritto la classe energetica, in quanto essa dipende dall'edifico reale/di riferimento
                                            Non è tanto quello il problema...
                                            Che la nuova normativa abbia complicato non poco il cogliere al volo la categoria energetica dell'edificio è un fatto certo ma comunque il certificatore oltre ad attribuire la classe dell'edificio che ora non è più fissa ma variabile deve indicare anche i kwh/m2 .
                                            Purtroppo questi non comprendono solo il riscaldamento ma anche ACS, raffrescamento ed i servizi quali ascensore, illuminazione etc .

                                            In poche parole se uno deve fare i classici conti della serva per scegliere la caldaia dioventa un casino perchè il valore che indica il certificatore al metro quadro , nel nostro caso 54 kwh , corrisponderebbe ad una precedente classe C dell'edificio ma comprende anche l'ACS ( come viene calcolata in base a i mq o allo stato di famiglia ?) raffrescamento e servizi .

                                            Insomma mi pare di capire che l'italica tendenza a fare nuove norme sempre più complicate ed incomprensibili si confermi .

                                            I geni che hanno concepito queste nuove norme per la certificazione avrebbero dovuto per lo meno indicare sia i nuovi valori ma anche quelli vecchi .
                                            Perchè come si farà ora a comparare tra gli edifici che hanno un certrificato fatto con le vecchie linee guida ed uno fatto con quelle nuove ?
                                            Rifacciamo tutte le certificazioni cosi creiamo lavoro per i certificatori ?

                                            Inoltre un considerazione.
                                            il riscaldamento invernale è una NECESSITA, mentre il raffrescamento estivo, l'ascensore, l'illuminazione sono servizi accessori , che senso ha metterli tutti insieme nel calcolo dei costi energetici di un edificio ?
                                            LI volete mettere ? Bene, ma allora mettetemi il totale e la quota del solo riscaldamento, visto che i numeri i certificatori li avranno , perchè non metterli ?
                                            Che sò ad esempio, 54kwh complessivi di cui 43kwh di riscaldamento.
                                            Ci voleva tanto ?

                                            Per chi vuole saperne di più : http://www.cened.it/c/document_libra...&groupId=10327
                                            Caldaia Lazar Smartfire 22kw , sonda lambda,240 lt serbatoio pellet, modulo Econet300 , Puffer Galmet multiinox 600 lt, Collettori solari Ksg21.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Ovviamente sono normative per tenere in piedi la classe dei burocrati nullafacenti. Più che norme non sono in grado di fare ma all'atto pratico non capiscono niente.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                condivido lucamax, in lombardia ci sono 5 pagine di APE, volendo potevano (magari lo fanno successivamente) inserire una pagina di riepilogo con tutti i dati, alla fine della compilazione il certificatore ha il riepilogo di tutti i risultati (acs, risc, raffresc, ecc...), ma non viene "stampato" nell'APE .
                                                nota i Kwh/mqa venivano sempre indicati anche prima, almeno in lombardia

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  vediamo se riesco ad allegare una immagine
                                                  File allegati

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Scusate se mi intrometto.
                                                    Raffaello non credo scalderai tutto allo stesso modo, il garage e la taverna contali almeno al 20/30%, no?

                                                    MP


                                                    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
                                                    IMHO ovviamente.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originariamente inviato da Lucamax Visualizza il messaggio
                                                      i servizi quali ascensore, illuminazione etc .
                                                      se non erro..i consumi elettrico non sono da considerare nel residenziale.

                                                      Nella certificazione hai poi i dettagli delle varie necessità.

                                                      Ora le classi non sono fisse, vero..ma in quetso modo il risultato è confrontabile fra edificie e zone climatiche..prima la classe era fissa, ma una C aveva magari margine id miglioramento elevati perche aveva una conformazione che aiutava a consumare poco anche se isolamento era scarso..e un'altra C era ben isolata 8e quindi poco migluiorabile) e il cosnumo era dovuto piu che altro alla confermazione infelice..
                                                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Ciao fantazma,

                                                        Originariamente inviato da fantazma Visualizza il messaggio
                                                        Secondo le previsioni si piazzerà in classe A1 con EPi di 54,294kWh/m2.
                                                        diciamo che questa affermazione, che ha scatenato un pò di confusione, non è corretta, la classe energetica che ti hanno messo A1 si riferisce giustamente già al DM 26 giugno 2015, obbligatorio dal 1 ottobre 2015 che riguarda il nuovo calcolo della classe energetica, ben diverso dalla vecchia classificazione, che comprende tutto non solo i 54,294 kwh/m2 del riscaldamento (16.530,86 kWh totali annui).

                                                        Poi sommi anche i kWh dell'acs per il calcolo, non considerando che se vai a metano, una buona parte dell'acs dovrai farla con rinnovabili (solare termico o FV + pdc), cosa che non penso sei obbligato a fare con caldaia a pellet (se non sbaglio), in più aumenti di un 30% "fra resa e consumo maggiore possibile" , alquanto pessimistica come cosa, e sbagliato, se poi consideri la resa anche nella conversione tra metano e pellet.

                                                        In sostanza oggi come oggi, con una casa nuova come la tua, con gli obblighi che hai (per rinnovabili), secondo me tra andare a pellet e a metano (solo riscaldamento e piccola parte acs) la differenza è proprio minima, e la differenza grossa la fa l'investimento iniziale, molto più alto per il pellet, perchè alla fine anche col pellet probabilmente andrai a mettere lo stesso o piccolo solare termico o fv + pdc come con metano per evitare le accensioni estive dell'acs, e le speculazioni che potrebbero fare con il pellet potrebbero seguire l'andamento del prezzo del metano

                                                        A questo punto valuta, in base a posizione della casa, orientamento e disponibilità tetto anche la PDC x riscaldamento con FV adeguato.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                                                          se non erro..i consumi elettrico non sono da considerare nel residenziale
                                                          consumo elettrico da illuminazione non lo consideri, tutti gli altri consumi elettrici per riscaldamento, raffrescamento acs invece si

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            ok..significa le pompe e le ventole ...
                                                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X