Caldaia per bruciatore a pellets a fiamma inversa - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Caldaia per bruciatore a pellets a fiamma inversa

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Caldaia per bruciatore a pellets a fiamma inversa

    Salve a tutti. Ho un eccellente bruciatore a fiamma inversa. Consumo: 3 Kg. di pellets ad ora.
    Voglio costruire una caldaia idonea alla fiamma inversa per produrre vapore. Chiaramente avrò vapore in proporzione ai 3 Kg. di consumo di pellets ad ora.
    Vorrei un aiuto concreto. Quindi dei disegni con cui poi farò costruire la caldaia.

  • #2
    La caldaia dovrebbe sottostare alla nuova normativa PED quindi non so se il gioco vale la candela. Se realmente hai bisogno di vapore ti conviene comprare un generatore già fatto è pronto per bruciare pellet.

    Commenta


    • #3
      Salve. Ti ringrazio per avermi risposto. È chiaro che le normative vanno rispettate. Di questo per ora non mi preoccupo. Chiaramente per non saltare in aria chiedo aiuto a persone veramente competenti. Se il gioco non vale la candela non importa. Io voglio costruire il generatore a partire dal mio bruciatore a fiamma inversa. Sono a livello sperimentale. Il mio bruciatore è parte di una macchina che produceva energia elettrica attraverso un motore stirling. La macchina è a conformità C.E. ottenuta in Germania.
      Ha già tutto. basamento, alimentazione, un'eccellente pulizia dei gas di scarico etc. Ho bisogno di disegni, quindi di un vero progetto di questa futura caldaia da applicare al bruciatore. Il bruciatore è a disposizione nel mio magazzino per lo Studio e per ricavarne le dimensioni. Dopo lo studio e con i disegni, far costruire la caldaia per me non sarà un problema. Nemmeno l'elettronica sarà un problema. Possiamo permetterci anche di sbagliare. Sarei felice di conoscere persone veramente competenti e con esperienza nel settore con cui iniziare un dialogo. Il fine è produrre il massimo per quanto riguarda il vapore a partire dal consumo del mio bruciatore di 3 Kg. di pellets "nobili"ad ora, equivalenti a cà 15 Kw. La macchina intera, bruciatore e stirling, da un rendimento di 1,5 / 3 KW elettrici e di 4,5 / 10.5 Kw termici ad ora. Praticamente un grado di efficienza elettrico del 20 / 25 % e un grado di efficienza totale di cà 90%.

      Chiedo la collaborazione di proffessionisti con esperienza del settore.
      Sono flessibilissimo ed aperto a qualsiasi dialogo.

      Commenta


      • #4
        Ma a te interessa produrre vapore per mandarlo ancora nel motore e produrre energia elettrica? Per ottenere un buon rendimento dovresti quindi lavorare con vapore surriscaldato. Che tipo di caldaia vorresti costruire: a tubi da fumo o a tubi d'acqua perché sono due tipi di geometria e costruzione diversi.

        Commenta


        • #5
          A me interessa:
          01) Produrre a poche atmosfere e non surriscaldato.
          02) Produrre vapore surriscaldato per eventuale motore.
          Lo stirling non ha nulla a che vedere col vapore.
          Se si può costruire un caldaia che vada bene per 01 e 02, utilizzando di sicuro materiali più costosi va bene.
          Altrimenti possiamo costruire ambedue le caldaie, per 01 e per 02. Non sò se la caldaia va costruita a tubi d'acqua o a tubi da fumo.
          Per questo ho bisogno di qualcuno veramente competente, con esperienza, che mi aiuti e che dopo aver visto e studiato il mio bruciatore faccia i disegni con
          cui poi costruire la caldaia

          Commenta


          • #6
            Utilizzare una caldaia a bassa pressione (al di sotto dei 0,98 per esenzione conduttore) per avere poi vapore surriscaldato da mandare in turbina è difficile. Bisogna partire da vapore surriscaldato da mandare subito in turbina. L'unica soluzione sarebbe costruire una caldaia a vapore surriscaldato però con un bruciatore così piccolo non credo che sia così facile ottenere un risultato soddisfacente per produrre energia elettrica attraverso lo stirling.

            Commenta


            • #7
              Mettiamo dei punti fissi.
              01) Il vapore non ha nulla a che vedere con lo stirlig
              02) Va costruita una caldaia a vapore surriscaldato.
              03) Il bruciatore da usare è il mio. Anche se piccolo. Si produrrà naturalmente vapore in proporzione. L'utilizzo del vapore e per Cosa, per ora non importa.
              .

              Commenta


              • #8
                Mettiamone un altro, di punto fisso:
                Utilizzare una caldaia a bassa pressione (al di sotto dei 0,98 per esenzione conduttore) per avere poi vapore surriscaldato da mandare in turbina è difficile
                No, non è difficile, è proprio impossibile. Temperatura e pressione del vapore sono legati da parametri fisici non discutibili, e a una certa temperatura corrisponde una ben precisa pressione, e SOLO quella.

                Jo,
                vapore surriscaldato = turbina
                Col vapore saturo, invece, puoi pensare a un motore alternativo.

                Al condensatore, ci hai pensato?

                Commenta


                • #9
                  Ho un eccellente bruciatore a fiamma inversa. Consumo: 3 Kg. di pellets ad ora.
                  cosa sarebbe un "bruciatore a fiamma inversa"?

                  a una certa temperatura corrisponde una ben precisa pressione, e SOLO quella.....Col vapore saturo, invece, puoi pensare a un motore alternativo.
                  o aprire una piccola stireria Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   vapore_saturo.png 
Visite: 1 
Dimensione: 343.9 KB 
ID: 1956963
                  OSSI DI PESCA TRITATI sono un'ottima BIOMASSA alternativa

                  Commenta


                  • #10
                    Quella della stireria è la prima battuta che mi era venuta in mente, solo ch mi sembrava proprio una cattiveria....

                    Commenta


                    • #11
                      Salve. Io ho premesso di aver bisogno di aiuto di persone veramente competenti. Perlomeno di qualcuno che sappia cosa sia una fiamma inversa.
                      Fiamma inversa = fiamma "caposotto". Il contenitore dei pellets del bruciatore si trova in alto e la fiamma prodotta viene soffiata al di sotto.
                      Sono sempre in cerca di persone competenti che sappiano costruire una caldaia idonea. Poi se invece del vapore surriscaldato avrò
                      vapore saturo va bene ugualmente. Aprirò su vostro consiglio una stireria Anche se non mi risulta che esistano stirerie ma solo lavanderie dove ovviamente anche si stira.
                      Per favore se qualcuno mi vuol dare una mana, con il suo accordo, mi invii il suo nr. di telefono privatamente. A voce è tutto più facile.
                      Salve a tutti.
                      File allegati

                      Commenta


                      • #12
                        ecco una foto reale di caldaia a pellet fiamma inversa certificata
                        Ultima modifica di Dott Nord Est; 07-07-2016, 11:43.
                        riscaldamento a biomassa e PDC
                        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                        Commenta


                        • #13
                          Io ho premesso di aver bisogno di aiuto di persone veramente competenti. Perlomeno di qualcuno che sappia cosa sia una fiamma inversa.
                          chiedo scusa, ma il bruciatore di suo come "fare fiamma" o è eruttivo o è soffiante, ma naturalmente NON può essere a "fiamma inversa"

                          ed inoltre uno soffiante ma a biomassa e non a gas o gasolio altrettanto naturalmente non si può montare nella posizione verticale da te evidenziata, ma al limite si infila orizzontale da sotto come nel pentolame Magnabosco che se ben ricordo un utente del forum qui presente come supporter e che è questo ha nel suo sito di vendita


                          Filmato dei nostri generatori di vapore alimentabili a biomasse. Il modello del video è un compatto modulare da 200kg/h a 6 bar, nel video il bruciatore poli...
                          OSSI DI PESCA TRITATI sono un'ottima BIOMASSA alternativa

                          Commenta


                          • #14
                            Carissimi. La foto che ho annesso è chiaramente un disegno. Non è possibile fotografare la fiamma originale perchè il bruciatore si trova "avvolto" da 10 cm di materiale refrattario. Ripeto che il bruciatore è parte di una macchina che attraverso un motore stirling produce energia elettrica.La macchina è certificata C.E. in Germania.
                            Nel mio magazzino ho la macchina intera e altre smontate da cui ho "estratto" il bruciatore.
                            Biomassoso non ti attaccare alle parole. Scrivi in Google "caldaia a fiamma inversa" o "rovesciata" e vi troverai di tutto. I costruttori di caldaie usano il termine "fiamma inversa" per semplificare e far capire. La condizione è che si vuol capire. Non vale per chi ha "le orecchie da mercanti".


                            Il mio è un gassificatore/bruciatore, giacche viene "bruciato" il gas generato a temperatura idonea dai pellts.
                            So benissimo che in Italia esistono bruciatori a pellets di piccole dimensioni. Nessuna di questi consuma solo 3Kg. di pellets ad ora e genera una fiamma come il mio.
                            Il bruciatore è eccezionale. Di sicuro l'unico che con 3 Kg. di pellets produce una fiamma tipo "ossidrica" continua ed uniforme per un'ora.


                            La ditta costruttrice menziona che alla punta la fiamma raggiunge temperature da 1000/1200 gradi.
                            Possiamo anche scherzare, però rimaniamo nel concreto. Non ho voglia di ripetere sempre le stesse cose e penso che scherziate nel darmi, fra le parole, del falsario o dell'incompetente. Ancora una volta: Voglio costruire una caldaia per il mio bruciatore

                            Chi ha la volontà e soprattutto la capacità ed esperienza tale da poter darmi una mano, per favore legga tutto dall'inizio.
                            Saluti a tutti


                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Jo Lupo Visualizza il messaggio
                              . Di sicuro l'unico che con 3 Kg. di pellets produce una fiamma tipo "ossidrica" continua ed uniforme per un'ora.
                              qui mi intrometto pure io.....
                              siccome la matematica non è opinione, se 3 kg di pellet durano un'ora, significa che quella fiamma sviluppa 14/15 kW
                              nulla di particolare o unico come tu dici.....
                              P.S.: hai certificazione dei 1.200° ?
                              della fiamma che ho postato io la certificazione esiste, della tua esiste ?
                              riscaldamento a biomassa e PDC
                              Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                              Commenta


                              • #16
                                HO SCRITTO DUE VOLTE CHE LA MACCHINA IN CUI SI TROVA IL BRUCIATORE CON TUTTE LE SUE COMPONENTI È CERTIFICATA C.E. IN GERMANIA.
                                Abbiate, prima di scrivere, l'accortezza di leggere con attenzione.
                                Prima di scrivere fatevi una zuppa di orecchie di preti, sembra che tenga sveglio il cervello.
                                Definitivamente: Esiste una persona competente ed esperta che mi aiuti a costruire la caldaia per il mio bruciatore ?
                                Se questa persona esiste e mi vuol dare una mano, è pregata , sempre se d'accordo di inviarmi il nr. di telefono privatamente.
                                Mi sono stancato di scrivere inutilmente. La Madonna vi accompagni.

                                Commenta


                                • #17
                                  la certificazione C.E. non vuol dire nulla (vedasi allegato)
                                  è una semplice dichiarazione di conformità, ce l'hanno anche i palloncini in plastica
                                  io intendo certificazione seria da parte di ente terzo
                                  scrivere inutilmente? allora non scrivere....
                                  mi sembri un "tantino" esigente.... vuoi questo, vuoi quello, vuoi esperti, vuoi progetti..... a gratis ????
                                  caro mio..... i forum servono per confrontarsi e sono aperti a tutti.... se non vuoi interferenze, paga un tecnico, no ?
                                  riscaldamento a biomassa e PDC
                                  Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Sei duro a capire.
                                    Io non sono assolutamente esigente e soprattutto non voglio nulla gratis.
                                    Non ho nessun problema a remunerare qualsiasi prestazione o spesa.
                                    Voglio solo conoscere la persona competente, giustamente tecnico, con cui iniziare il progetto.
                                    Possibile che sia così difficile da capire ?

                                    Solo per informazione, l'ultima, la macchina di cui io parlo era in commercio in Germania.
                                    Stai parlando della Signora Germania.
                                    In Germania non sono possibili le "tarantelle italiane". Se sei del "Nord Est" di sicuro lo sai.
                                    Chiuso. Auguro a tutti buone cose. Rispondo solo al "tecnico", caso mai lo trovo.



                                    .

                                    Commenta


                                    • #19
                                      ah... duro a capire.....dici a me
                                      per tua info, la Germania la conosco benissimo, visto che ci lavoro con loro.
                                      il bruciatore che tu dici "miracoloso", nulla di miracoloso ha....
                                      dici mostruoso perchè brucia 3 kg/ora... e allora ? cosa significa? un'emerita "mazza"
                                      se sei così "sicuro", posta la scheda tecnica, magari molte persone sono curiose di vedere sto miracolo della fisica che hai a casa
                                      non è che ti venga il pur minimo sospetto che qui di tecnici ce ne siano, ma semplicemente non vogliono risponderti perchè ti sei posto in modo errato? mah.... una mia ipotesi eh.....
                                      vabbè....auguri (peccato tu sia portato all'offesa facile..."duro a capire", "svegliate il cervello", ecc ecc)
                                      Ultima modifica di Dott Nord Est; 07-07-2016, 18:22.
                                      riscaldamento a biomassa e PDC
                                      Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                      Commenta


                                      • #20
                                        se sei così "sicuro", posta la scheda tecnica, magari molte persone sono curiose di vedere sto miracolo della fisica che hai a casa

                                        il "miracolo" marchiato CE è facilmente l'aborto crukko finito nel dimenticatoio di cui ci siamo occupati fino alla nausea anni fa

                                        OSSI DI PESCA TRITATI sono un'ottima BIOMASSA alternativa

                                        Commenta


                                        • #21
                                          ellamiseria !!!
                                          hanno messo in vendita pure il dominio....
                                          sta fantomatica novità marchiata CE non ha portato fortuna....
                                          riscaldamento a biomassa e PDC
                                          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Ciao Jo Lupo

                                            Purtroppo qua, come puoi vedere di tecnici specifici su costruzione di caldaie penso che ne troverai gran pochi che ti possano dare una mano, più che altro troverai venditori che colgono al volo l'occasione per esaltare la loro mercanzia e screditare quella degli altri, che si sono fatti una certa esperienza su impianti completi grazie a fornitori tedeschi che gli hanno spiegato i loro concetti e mentalità e alla fine della caldaia conoscono giusto lo stretto necessario per farla funzionare e per non fare brutta figura davanti al cliente.

                                            Purtroppo penso che anche fuori da questo forum, tecnici utili al tuo scopo ne troverai gran pochi, l'unica secondo me è studiarti un pò come sono queste caldaie a fiamma inversa e con un bravo carpenterie provare a costruire qualcosa intorno a questo tuo bruciatore.

                                            Comunque è un peccato per quella sunmachine che produceva energia elettrica, perchè adesso anche costruttori del calibro di Okofen le stanno provando a fare come il modello pellematic_smart_e

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Purtroppo qua, come puoi vedere di tecnici specifici su costruzione di caldaie penso che ne troverai gran pochi che ti possano dare una mano
                                              ci sono o c'erano anche quelli, ma forse non partecipano più....boh

                                              ma è l'approccio di JO che è sbagliato, se spiegasse meglio cosa vuol fare o si presentasse almeno di che zona geografica sia potrei indirizzarlo da costruttori "forse" con interesse a prototipare qualcosa di nuovo, ma uno è in piemonte, l'atro in toscana e quelli che hanno costruito in proprio questo pentolame per produrre elettricità con un motore a vapore sono in lazio, e se vuole è anche facile risalire a chi siano

                                              In questo video viene presentato il GEB, il Generatore Elettrico a Biomassa in grado di fornire energia elettrica, acqua calda sanitaria e riscaldamento abit...
                                              OSSI DI PESCA TRITATI sono un'ottima BIOMASSA alternativa

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Biamassoso, la macchina è come dici tu proprio la Sunmachine.
                                                Innanzitutto non è un aborto. La macchina è stata immessa nel mercato e funziona. In Germania vi sono tutt'ora Sunmachine perfettamente funzionanti.
                                                La Sunmachine ha dovuto smettere per mancanza di fondi per proseguire lo sviluppo. Chiaramente ha dei difetti. Difetti riparabili, che però
                                                comportavano un'assistenza tecnica di cà mezza giornata di lavoro e questo costa in Germania 500 Euro. Basta chiamare il tecnico anche solo tre volte l'anno e puoi capire che può diventare fastidioso. In aggiunta i pezzi di ricambio erano ancora troppo cari.
                                                Ad ogni modo a me risulta che sia la sola macchina immessa sul mercato che con lo stirling generi energia elettrica a partire dai pellets.
                                                Bisogna tener presente che la macchina era in funzione 24 ore e produceva cà 60 Kw elettrici più cà 240 Kw termici giornalieri.
                                                Alcuni difetti della macchina in realtà difetti non erano. Tipo l'usura di cuscinetti o bielle. Dimenticando il fatto che dopo tante ore di produzione
                                                qualsiasi cuscinetto o biella, in particolare in questo caso che lavoravano "a secco", vanno sostituiti. Lo stesso può accadere ad un'automobile
                                                che ha percorso 500'000 Km.
                                                Quindi i tedeschi, che tu da "buon italiano" chiami "crucchi" sono i soli che hanno fatto il tentativo reale e messo la macchina sul merato.
                                                In Italia ho letto di tentativi di costruire macchine "stirling". Macchine vere immesse sul mercato non sono a mia conoscenza.
                                                Tutti in cerca di soldli per lo "sviluppo". Caso mai una macchiana del genere, caro Biomassoso, è una promessa di Renzi, ti consiglio di non fidarti.
                                                Se poi la problematica che porta con se lo stirlig sia alla fine risolvibile, non lo sô. Io farò qualche tentativo.
                                                Ad ogno modo devo notare che alcuni di voi ancora non hanno capito. Inutilmante continuate a cambiare binario.
                                                Voglio sperare che questo sia dovuto al fatto che non leggiate tutto con attenzione, altrimenti è chiaramente segno di mancanza di razionalità.
                                                Come C...o vi devo dire che di questa macchina, la Sunmachine, io uso solo il il gassificatore/bruciatore, che è eccellente, e che con questi vorrei produrre vapore ?
                                                Cosa c'entrano attualmente le certificazioni ?
                                                Possibile che non riusciate a capire che sono semplicemente in cerca di un tecnico che a partire dal
                                                mio bruciatore
                                                ,quindi non da altri, mi dia un aiuto essendo io non competente ?
                                                Salve


                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Presumendo una potenza totale complessiva di 15 kW del tuo buciatore possiamo fare un semplice calcolo spannometrico.
                                                  15 kW x 860 = 12.900 kcal
                                                  12.900 :600 = 21,5 kg di vapore.
                                                  Il 600 è un valore approssimativo di Kcal contenute in 1 kg di vapore.
                                                  Quindi alla fine dei calcoli con 21,5 kg di vapore faresti ben poco se non niente.
                                                  Ho fatto solo un mero calcolo della producibiltà del bruciatore senza tener conto però delle perdite di rendimento, le perdite per irraggiamento e le perdite varie.
                                                  Poi se vuoi continuare ad inccapponirti per costruire una caldaia a vapore con un bruciatore così piccolo a te l'ardua scelta.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Finalmente una risposta inerente al fatto. Grazie FaGa86.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Dissento completamente da questa linea di pensiero e dai valori che sono stati presunti. Ovviamente anche le 600 kcal non c'entrano nulla, altrimenti qualcuno provi a spiegare che senso avrebbe avere vapore a 540 gradi, se basta arrivare a 105 fornendo le famose 600 kcal..

                                                      La termodinamica è chiara, e dice che solo una parte del calore può essere trasformata in lavoro, quantità determinata dalla formula di Carnot. Questa capacità si chiama entalpia e dipende solo dalla differenza fra le temperature della macchina termica.
                                                      Col vapore ottenibile da un bruciatore a biomasse da 15 kW, è lecito aspettarsi un uscita elettrica fra il 10 e il 15%, quindi al massimo 2,25 kW. Il resto è calore inutilizzato dalla macchina elettrica ma viene usato per il riscaldamento.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Ma quello che ho eseguito io è un calcolo spannometrico per capire la produzione oraria o in ton ora di vapore. Poi se mi dici che con vapore saturo riesco ad alimentare una turbina a vapore auguri.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Mai detto che una turbina funzioni con vapore saturo.

                                                          Il calcolo spannometrico contiene due grossi errori:
                                                          -considerare l'intera produzione termica come potenza disponibile, invece di considerare la seconda legge della termodinamica e: i diagrammi entalpici ;
                                                          - considerare come maggior potenza disponobile rispetto all'acqua a temperatura e pressioni normali solo il calore di evaporazione, invece di tutto il calore somministrato.

                                                          I diagrammi entalpici sono molto semplici, e per sapere la potenza effettiva disponibile basta sottrarre l'entalpia del sistema allo scarico da quella al suo ingresso.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Ciao a Tutti...

                                                            Jo Lupo, se ho ben capito vorresti che qualcuno ti dia una mano a progettare una caldaia per fare un micro cogeneratore, corretto?

                                                            La tecnologia esiste da tempo e non offre grandi rendimenti, come ha già correttamente indicato Livingreen, aggiungo anche che la macchina ha necessità di manutenzioni frequenti, cosa che va ad abbattere ulteriormente il livello di convenienza generale.

                                                            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   iz529.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 72.4 KB 
ID: 1957027

                                                            Saluti
                                                            Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X