adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

si va a credito di kilowatt o di euro?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • si va a credito di kilowatt o di euro?

    Ho notato che questo forum è frequentato da gente competente e colgo l&#39;occasione per porre la stessa domanda che poco fa ho reinoltrato al GRTN, su cui da qualche giorno mi stanno glissando sulla risposta.<br><br>Vi chiedo nel caso in cui il cittadino (non titolare di partita IVA e che si avvale dello scambio sul posto) produca tanti kWh all&#39;anno quanti sono quelli che avrebbe consumato, visto che l&#39;energia prodotta dai pannelli fotovoltaici avr&agrave; un valore maggiore di quella preleveta da rete, la differenza in euro tra quella prodotta e quella consumata verr&agrave; riconosciuta al cittadino sotto forma di bonifico o assegno (o altra forma di pagamento) oppure si trasformer&agrave; in un credito per gli anni successivi?<br>In sostanza non ho capito se il credito di cui dovrebbe beneficiare il privato cittadino che produce energia si riferisce ai kilowattora prodotti o al valore in euro degli stessi kilowatt.<br>Vi prego di rispondere perché la differenza che questo quesito pone per i piccoli produttori è molto importante e di non poco peso.<br>Grazie.

  • #2
    La differenza è sui KW/h<br>scambio sul posto = energia in più la puoi utilizzare entro 3 anni.

    Commenta


    • #3
      Ok icenera (bellamoto)<br>Ma nel mio caso si tratta di scambio sul posto, persona fisica senza partita iva<br><br>Se dimensiono l&#39;impianto in modo da produrre 10000 kWh l&#39;anno x 0.45 ottengo che il mio impianto render&agrave; 4500 € all&#39;anno.<br>Prima di costruire l&#39;impianto spendevo 10000 kWh l&#39;anno x 0,16 (circa) ovvero 1600 € all&#39;anno nelle bollette per il prelievo dell&#39;energia.<br><br>Si deduce che 4500-1600=2900€ all&#39;anno, denaro che ho in credito rispetto a chi deve finanziare l&#39;energia prodotta.<br>Da notare che non ho prodotto più energia di quella consumata, ma ho prodotto la stessa energia ma con un valore più alto.<br><br>Ma se non ho la partita iva e ho scelto lo scambio sul posto, questi euro me li riconscono con un assegno bonifico (o latro pagamento) oppure no?<br><br>Scusate se non sono stato chiaro, eventualmente riformulerò ancora la domanda...

      Commenta


      • #4
        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (icenera @ 11/5/2007, 19:22)</div><div id="quote" align="left">La differenza è sui KW/h<br>scambio sul posto = energia in più la puoi utilizzare entro 3 anni.</div></div><br>Solo 3 anni?<br>

        Commenta


        • #5
          brogio, premetto che non ho ancora realizzato l&#39;impianto, ma nell&#39;ipotesi fatta in cui produci 10000 kwh e consumi 10000 kwh in un anno:<br>- non paghi bolletta ENEL per consumi (credo che comunque paghi le quote fisse)<br>- ti vengono pagati (in soldi) 10000*0,46 (nel caso di impianto integrato architettonicamente, o comunque la tariffa incentivante per kwh secondo la tabella del gse), non so esattamente con quale frequenza (mensile?)<br>Ciao<br>Enrico

          Commenta


          • #6
            <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (enri69 @ 11/5/2007, 19:56)</div><div id="quote" align="left">brogio, premetto che non ho ancora realizzato l&#39;impianto, ma nell&#39;ipotesi fatta in cui produci 10000 kwh e consumi 10000 kwh in un anno:<br>- non paghi bolletta ENEL per consumi (credo che comunque paghi le quote fisse)<br>- ti vengono pagati (in soldi) 10000*0,46 (nel caso di impianto integrato architettonicamente, o comunque la tariffa incentivante per kwh secondo la tabella del gse), non so esattamente con quale frequenza (mensile?)<br>Ciao<br>Enrico</div></div><br>La produzione moltiplicata per l&#39;incentivo ti viene liquidata al raggiungimento dei 250,00€ (questo in teoria perché in pratica, almeno il primo anno, ti viene liquidata ogni quadrimestre la prevista produzione divisa x 3), mentre con l&#39;Enel, se la produzione equivale i consumi, paghi solo i canoni di noleggio degli apparati di misura. Se la produzione supera il consumo l&#39;Enel comunque non te la paga, ma ti resta, per altri due anni, come quota ammortizzabile.<br>Sarebbe interessante con l&#39;Enel poter effettuare lo scambio con le tariffe di fascia oraria. La produzione immessa in rete avviene infatti nelle ore in cui l&#39;energia ha un valore più alto, ma non si può avere tutto dalla vita.

            Commenta


            • #7
              Brogio, grazie per la moto. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4df1eab36798be54a7611a3fff983afc.gif" alt=""><br><br>tutto giusto quello che è scritto sopra, solo una cosa;<br>Lo 0,45, credo, che l&#39;hai intrapolato dal vecchio conto energia, ora ci sono le nuove tariffe, Attenzione&#33;

              Commenta


              • #8
                Lo scambio sul posto consente di usare la rete al posto del parco batterie, in questo senso il meccanismo dovrebbe essere prettamente energetico ed esulare dalle tariffe incentivanti e dal costi del kWh attuale o futuro.<br><br>Ciao&#33;<br>

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR