Certificazioni energetiche APE - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Certificazioni energetiche APE

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Certificazioni energetiche APE

    Vorrei unire qui tutte le esperienze.La mia è scioccante.Villetta a schiera. Anno costruzione 1985Faccio i seguenti interventi:- ho muro in ytong proton 22 cm e ho messo cappotto Eps bianco da 10 cm- serramenti con triplo vetro su tutte le finestre con argon - caldaia a condensazione hoval 24 kw - insufflaggio soletta sottotetto con 20 cm ecocellulosa- pittura termica nanoceramica interna - metto unita' decentralizzate di ventilazione meccanicaIl termotecnico che mi fa la pratica lavora con impresa che mi fa isolamento. Nella pratica inserisce la certificazione energetica e mi dice che sono in classe D (partivo da una F!!!). Speravo almeno di essere in C !! Ma poi mi fa capire molto sottilmente che se pago 150 euro magari posso andare in B...!! Io lascio perdere perché mi serve ora la pratica della detrazione del 65%, ma so benissimo che questa gente ci marcia su, e parecchio!!

  • #2
    di scioccante c'è di come vengono scelti gli spessori dei cappotti,in base a quanto serve per rientrare
    nei limiti per la detrazione,inducendo in errori di valutazione,passare da una F a una D sa di presa per il
    di dietro,infatti quando parlavi di infissi performanti triplo vetro e 10 cm di eps,mi suonava di squilibrio
    bastavano pochi cm aggiuntivi di eps per un costo irrisorio e almeno arrivare alla B,
    a me nel 2009 avevano proposto 6 cm poliuretano o 8 cm il tecnico,ma nonostante che avessi gli scuri
    ho scelto 12 cm non vale la pena di risparmiare sul materiale

    Commenta


    • #3
      Ma va. Sono convinto al 100% avendo parlato con questa persona che i criteri per essere in classe C li ho già adesso ma che abbia voluto giocare per farmi rientrare nel tranello del 'tu mi dai i soldi e io te la certifico in C/B'. Ma a me ora di venderla non importa e non mi importa di classificarla ma so di per certo che se anno prox metto FV, la classe B e' assicurata!!!

      Commenta


      • #4
        col fv mi pare che non migliori la classe,col termico si,comunque penso anche io che con la C ci
        dovresti essere,poi quello che conta sono i consumi effettivi

        Commenta


        • #5
          ma scusa... c'è un 3d sulle certificazioni nella sezione risparmio energetico.

          Se hai copia dell'ACE (direi che ti spetta) postala, e vediamo se c'è qualche incongruenza grossa.

          Il FV comunque non c'entra.
          I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
          https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da pox1964 Visualizza il messaggio
            col fv mi pare che non migliori la classe,col termico si,comunque penso anche io che con la C ci
            dovresti essere,poi quello che conta sono i consumi effettivi
            Fv+Pdc ad accumulo vado in B (risicata, ma ci vado),perché ho anche 1 clima in pdc classe A+ per ogni locale abitabile
            Oppure con Pannello solare + Accumulo idem con patate
            Ultima modifica di Artiglio; 30-11-2015, 07:30.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio

              Il FV comunque non c'entra.
              Ma non dirne. Certo che c'entra. Se ben sfruttato!!

              Commenta


              • #8
                se lo dici tu... sei certificatore? Secondo te nelle normative c'è la condizione "se ben sfruttato"?
                I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
                  se lo dici tu... sei certificatore? Secondo te nelle normative c'è la condizione "se ben sfruttato"?
                  Lo dice il mio certificatore.
                  FV+Pdc per acs+i 5 split classe A++ che ho e salgo di classe.

                  Commenta


                  • #10
                    ok, io ho smesso da qualche anno e magari ricordo male, in effetti stai parlando di FV che alimenta PdC.

                    Ho dei dubbi, non so quanto la PdC possa essere alimentata dal FV in inverno, comunque a questo punto la verifica è più complessa perchè contano tutti i parametri di impianto e quelli li conoscono solo il costruttore e il certificatore.
                    I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                    https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
                      Ho dei dubbi, non so quanto la PdC possa essere alimentata dal FV in inverno, comunque a questo punto la verifica è più complessa perchè contano tutti i parametri di impianto e quelli li conoscono solo il costruttore e il certificatore.
                      marcober ti potrà dire il contrario. Ad ogni modo se non è alimentata, uso il FV anche per riscaldare e rinfrescare con i terminali split. Se metti pannelli FV apposta, adatti al sole pallido del nord, il FV produce eccome anche di inverno. E se non produce al 100%, ad ogni modo la sola Pdc per acs non chiede tanto kwattaggio.

                      Commenta


                      • #12
                        siccome mi hai incuriosito ho provato una simulazione veloce.

                        Premetto che sono ignorante in materia, non avendo mai certificato un FV non mi sono studiato norme e simulazioni.

                        Ho provato a mettere un impianto FV esagerato nella certificazione di casa mia, 10 kW di picco.

                        Se non faccio immissione in rete la certificazione è praticamente invariata (ma io non ho PdC, mentre se immetto in rete salto da classe C a classe A.

                        In pratica viene premiata anche l'immissione di energia in rete, quindi l'influenza c'è eccome.

                        Forse non era così anni fa o forse ricordavo male, diciamo che è un po' una contraddizione perchè si può migliorare la classe di un edificio poco isolato mettendo FV, ma si continua a sprecare energia.

                        però è giusto "premiare" un edificio che comunque immette energia pulita in rete. Tanto poi mediamente chi mette FV è anche sensibile e sa benissimo che è opportuno pure turare le "falle" cioè le perdite dell'involucro.
                        I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                        https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio

                          Se non faccio immissione in rete la certificazione è praticamente invariata (ma io non ho PdC, mentre se immetto in rete salto da classe C a classe A.

                          In pratica viene premiata anche l'immissione di energia in rete, quindi l'influenza c'è eccome.
                          A me han detto che se metto FV ma nessuna Pdc per acs rimango nella mia attuale D quasi C (per pochissimo). Mentre se metto non 10kw di FV come nel tuo caso ma la taglia da 3kw+pdc acs, vado diretto in una B alta. In fondo vero che ho fatto 10 cm solo di EPS ma è anche vero che il mio muro è interamente in gasbeton cellulare.

                          Commenta


                          • #14
                            Scusate,
                            Ma una certificazione energetica successiva a una eseguita un anno prima, sovrascrive e annulla/aggiorna quest'ultima?

                            Commenta

                            Attendi un attimo...
                            X