annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Marche buone pompe di calore acqua-acqua

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Marche buone pompe di calore acqua-acqua

    Cerco una buona pompa di calore acqua-acqua da circa 10kW.
    Su che marche posso orientarmi?
    Grazie

  • #2
    credo che la Heliotherm siano buone, si pubblicizzano per record mondiali di efficienza con quel tipo di pdc
    Per una buona ragione! Una pompa di calore ad acqua freatica Heliotherm.
    pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da manfre73 Visualizza il messaggio
      credo che la Heliotherm siano buone, si pubblicizzano per record mondiali di efficienza con quel tipo di pdc
      Per una buona ragione! Una pompa di calore ad acqua freatica Heliotherm.
      Grazie!
      Che sconti credi si possano spuntare sui prezzi di listino?
      Magari con pagamento anticipato...

      Commenta


      • #4
        Eh che ne so io... bisogna che lo chiedi ad un loro commerciale...
        pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da manfre73 Visualizza il messaggio
          Eh che ne so io... bisogna che lo chiedi ad un loro commerciale...
          Ho chiesto un preventivo per la HelioTherm Modello HP08S10W-M-BC, ma costa uno sproposito... 8'000 euro + IVA solo di pompa (senza sonde, puffer, avviamento, ecc)...
          Tu hai detto che non prenderesti neanche in considerazioni le acqua-acqua, giusto?
          Il fatto è che non ho il riscaldamento a pavimento e quindi devo lavorare a temperature più alte (non tanto comunque perchè ho termosifoni grandi..)
          Se poi, dall'altra parte, pretendo di scambiare con l'aria fredda.... Almeno con l'acqua so che avrei 10-12°C costanti....

          Commenta


          • #6
            IDM sono ottime austriache. Costicchiano
            Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
              IDM sono ottime austriache. Costicchiano
              Grazie.
              E le Weishaupt?
              O le Waismann?

              Commenta


              • #8
                Conosco idm. Di altro non so parlarti.
                Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                  Conosco idm. Di altro non so parlarti.
                  Grazie.
                  Conosci la IDM iPump T 3-13?
                  E la IDM Terra SW?
                  Che rivenditori posso contattare?

                  Commenta


                  • #10
                    La conosco perché la ha installata un amico di famiglia.( la terra mi sembra sia il modello) Parliamo di alto Friuli. Sul sito trovi i rivenditori /installatori piu' vicini a te
                    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                    Commenta


                    • #11
                      Lorenzo..ma in che clima devi farla lavorare?
                      sicuro sia buona scelta? perche se devi mandare a 45 è un conto..ma il cop che farai MEDIO STAGIONALE è un altro conto..e non è detto che , con uan pompa in piu sul lato evaporatore..i conti tornano.
                      Guarda che i cop che dichiarano sono SENZA...e di solito NOn è sotto inverter e pilotata in base a potenza pdc...per cui se poi a marzo eroghi 2 kw e hai 1 kw di pompa sul primario..ciaone al cop..
                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                        Lorenzo..ma in che clima devi farla lavorare?
                        sicuro sia buona scelta? perche se devi mandare a 45 è un conto..ma il cop che farai MEDIO STAGIONALE è un altro conto..e non è detto che , con uan pompa in piu sul lato evaporatore..i conti tornano.
                        Guarda che i cop che dichiarano sono SENZA...e di solito NOn è sotto inverter e pilotata in base a potenza pdc...per cui se poi a marzo eroghi 2 kw e hai 1 kw di pompa sul primario..ciaone al cop..


                        Devo farla lavorare in zona climatica E con 2'316 gradi giorno.
                        Dici che il sistema ha dei consumi costanti non trascurabili (pompa circolazione acqua falda) che ai bassi regimi mi fanno scendere drasticamente il COP?
                        Ma a questo cosa c'entra con la zona climatica? Ovunque si ha la necessità di produrre un'energia termica differente in base al periodo stagionale, o sbaglio?


                        A quel punto, perchè lavorano con l'inverter anziché utilizzare un puffer e lavorare On/Off a COP ottimale?
                        Mi sembra che la Weishaupt Acqua/Acqua modello WWP W 10 ID faccia così. Forse è meglio quella?
                        Grazie

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da Lorenzovicenza Visualizza il messaggio


                          Devo farla lavorare in zona climatica E con 2'316 gradi giorno.

                          Grazie
                          Io comunque sono in zona climatica E 2500 gradi giorno ed ho una aria acqua. Non ho preso in considerazione le acqua acqua perché non mi pare abbiano, da quel che ho visto almeno, cop entusiasmanti.
                          Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                          Commenta


                          • #14
                            Certo, è una pompa lato primario azzoppa in qualsiasi clima....se però il clima è così rigido che passeresti 40 giorni a -5 e hai acqua in superficie a 12...allora il bilancio ti sorride....ma con 2300 gg al massimo hai 10 notti a -7 come in questo gennaio, è una buona pdc aria non ha alcun timore di fare 47-48 di mandata.

                            come dici tu, se ti porti dietro una pompa lato primario che consuma, meglio lavorare On off su accumulo....ma accumulo disperde...e poi ti serve una ulteriore pompa per rilancio, che consuma...somma, somma, somma..e dove arrivi?
                            poi dipende da che profondità devi pescare...se hai già i pozzi e la pompa...

                            comunque , con pazienza si possono fare dei conti...ma tutti quelli che conosco che sono contenti della pdc sui termi, usano delle aria acqua...e solo uno una acqua acqua , e fa un cop a fine anno non brillante, peggio di altri con aria acqua..l'ha messa perché di recupero., pagata poco...
                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                              Io comunque sono in zona climatica E 2500 gradi giorno ed ho una aria acqua. Non ho preso in considerazione le acqua acqua perché non mi pare abbiano, da quel che ho visto almeno, cop entusiasmanti.
                              Però con le acqua-acqua, con falda a 10°C, riesci a produrre acqua a 40°C con COP 5.
                              Se ti bastano 40°C hai un COP ottimo.
                              Invece con le aria-acqua hai il problema dello sbrinamento (in quella fase perdi energia e non scaldi) e quando sei sotto zero hai COP bassi...
                              Comunque io ho iniziato a guardarle due giorni fa... non me ne intendo

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da Lorenzovicenza Visualizza il messaggio
                                Però con le acqua-acqua, con falda a 10°C, riesci a produrre acqua a 40°C con COP 5.
                                Se ti bastano 40°C hai un COP ottimo.
                                Invece con le aria-acqua hai il problema dello sbrinamento (in quella fase perdi energia e non scaldi) e quando sei sotto zero hai COP bassi...
                                Comunque io ho iniziato a guardarle due giorni fa... non me ne intendo
                                Non e' proprio cosi', anzi...e comunque la produzione acs incide(almeno nel mio caso) in maniera ridicola. Tieni conto che a 40 gradi, per acs, non e' una temperatura elevata. Insomma, se fossero questa grande scoperta, in Austria e Germania, dove sono incentrati i maggiori produttori di questo tipo di macchine, avrebbero grossa diffusione. Io ho visto aria acqua anche li, e sono la maggior parte. Poi chiaro, se hai acqua di falda a 28 sarebbe da gnocchi non sfruttarla. Ma ci andrei piano con l'ottimismo. ripeto..non e' proprio cosi..
                                Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                                  Certo, è una pompa lato primario azzoppa in qualsiasi clima....se però il clima è così rigido che passeresti 40 giorni a -5 e hai acqua in superficie a 12...allora il bilancio ti sorride....ma con 2300 gg al massimo hai 10 notti a -7 come in questo gennaio, è una buona pdc aria non ha alcun timore di fare 47-48 di mandata.

                                  come dici tu, se ti porti dietro una pompa lato primario che consuma, meglio lavorare On off su accumulo....ma accumulo disperde...e poi ti serve una ulteriore pompa per rilancio, che consuma...somma, somma, somma..e dove arrivi?
                                  poi dipende da che profondità devi pescare...se hai già i pozzi e la pompa...

                                  comunque , con pazienza si possono fare dei conti...ma tutti quelli che conosco che sono contenti della pdc sui termi, usano delle aria acqua...e solo uno una acqua acqua , e fa un cop a fine anno non brillante, peggio di altri con aria acqua..l'ha messa perché di recupero., pagata poco...
                                  Grazie.
                                  Non me ne intendo.
                                  Guarderò i COP delle aria-acqua.
                                  Però mi fa un po' specie scaldare la casa con un temperatura sotto zero "rubando" energia dall'esterno.
                                  Nelle aria-acqua, la ventola dell'aria è compresa nel COP?

                                  Riguardo all'accumulo, mi pare che Weishaupp lavori così. Il venditore Heliotherm mi ha detto che le ON/Off sono vecchie e non le trattano più.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                    Non e' proprio cosi', anzi...e comunque la produzione acs incide(almeno nel mio caso) in maniera ridicola. Tieni conto che a 40 gradi, per acs, non e' una temperatura elevata. Insomma, se fossero questa grande scoperta, in Austria e Germania, dove sono incentrati i maggiori produttori di questo tipo di macchine, avrebbero grossa diffusione. Io ho visto aria acqua anche li, e sono la maggior parte. Poi chiaro, se hai acqua di falda a 28 sarebbe da gnocchi non sfruttarla. Ma ci andrei piano con l'ottimismo. ripeto..non e' proprio cosi..
                                    Ok, mi fido.
                                    Dici che il COP, considerando la potenza della pompa di circolazione lato primario, cala parecchio?
                                    I 40°C erano riferiti alla temperatura dei termosifoni.
                                    Per l'ACS mi servirebbe di più e per produrla la PDC dovrebbe lavorare per alcuni periodi a temperatura più alta... Il COP si ridurrebbe ancora....

                                    Ma le aria-acqua non hanno lo stesso problema?
                                    Come fanno a produrre ACS a 50°C se fuori c'è -7°C?
                                    Che COP fanno a quelle temperature?

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Si nelle aria il cop comprende ventole ed energia per sbrinare....nelle acqua NON comprende pompa lato evaporatore, ocio a sparare cop 5...mettici la pompa e poi richiamami...poi mettici circolatorie secondario..e dispersione accumulo. Se sulle acqua sia meglio inverter o On off non saprei ....se anche pompa primario fosse sotto inverter, direi inverter....ma non so se può comandarla lei sotto inverter...


                                      a fare acs a -7 usano stesso principio che si usa per fare 40 con acqua a 10....il ciclo frigorifero.
                                      I cop delle aria li trovi sul sito della Templari SPA...certificati ...quelli delle acqua che riporti tu, vedi se trovi la certificazione....o se sono solo scritti dal produttore e va bene così....
                                      Ultima modifica di marcober; 24-02-2017, 19:02.
                                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                                        Si nelle aria il cop comprende ventole ed energia per sbrinare....nelle acqua NON comprende pompa lato evaporatore, ocio a sparare cop 5...mettici la pompa e poi richiamami...poi mettici circolatorie secondario..e dispersione accumulo. Se sulle acqua sia meglio inverter o On off non saprei ....se anche pompa primario fosse sotto inverter, direi inverter....ma non so se può comandarla lei sotto inverter...
                                        Ho capito.
                                        Il COP 5 è "ideale", al netto di molte cose...
                                        Non ho idea di quanti Watts mi servirebbero per la circolazione della falda, ma potrebbero essere sufficienti a far sballare tutto.

                                        Qual è il tuo COP medio per riscaldamento e ACS?
                                        Forse mi conviene tornare ad una OkoFen Smart XS a pellet....

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da Lorenzovicenza Visualizza il messaggio
                                          Ok, mi fido.

                                          Che COP fanno a quelle temperature?
                                          Dico che non e' cop 5. Ma Marco ti ha sintetizzato tutto per bene. Guarda pro e contro e fatti idea. E giustamente a -7 - 10 quanto tempo ci stai a gennaio? Poi ripeto, se mi dici che hai falda a 20, beh, non metto becco. Ma pensa solo alla installazione ed i relativi costi. Calcola , anche a spanne richiesta e possibile cop stagionale di un sistema ed un altro. Quello che riterrai più coerente con le tue esigenze sara la scelta valida.
                                          Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                            Dico che non e' cop 5. Ma Marco ti ha sintetizzato tutto per bene. Guarda pro e contro e fatti idea. E giustamente a -7 - 10 quanto tempo ci stai a gennaio? Poi ripeto, se mi dici che hai falda a 20, beh, non metto becco. Ma pensa solo alla installazione ed i relativi costi. Calcola , anche a spanne richiesta e possibile cop stagionale di un sistema ed un altro. Quello che riterrai più coerente con le tue esigenze sara la scelta valida.
                                            No, non ho assolutamente falda a 20°C.
                                            Ma quale può essere il COP medio di una aria-acqua comprensivo di ACS?
                                            3?

                                            Guarderò bene le aria-acqua.
                                            Mi hanno proposto una Samsung... Non so se è un prodotto serio...
                                            Forse dovrò tornare a guardare le caldaie a pellet.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da Lorenzovicenza Visualizza il messaggio
                                              No, non ho assolutamente falda a 20°C.
                                              Ma quale può essere il COP medio di una aria-acqua comprensivo di ACS?
                                              3?


                                              Forse dovrò tornare a guardare le caldaie a pellet.
                                              direi che siamo attorno a quel valore. Samsung non la conosco, ma non mi pare abbia una grande esperienza in merito pdc aria acqua.. A me la avevano proposta ma e' durata 10 secondi la proposta stessa. Ci sono macchine aria acqua valide che potrebbero fare al caso tuo. Se la mandata e' attorno e max 40 puoi trovare valide soluzioni.
                                              Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                                direi che siamo attorno a quel valore. Samsung non la conosco, ma non mi pare abbia una grande esperienza in merito pdc aria acqua.. A me la avevano proposta ma e' durata 10 secondi la proposta stessa. Ci sono macchine aria acqua valide che potrebbero fare al caso tuo. Se la mandata e' attorno e max 40 puoi trovare valide soluzioni.
                                                Potrei fare bene i conti per capire se mi bastano 40°C.
                                                Ma per ACS me ne servono di più....
                                                COP medio stagionale, comprensivo di tutto, sarebbe 3?

                                                A quel punto, mi converrebbe il pellet.
                                                Se lo compro a 240 euro alla tonnellata, con COP 3, dovrei pagare il kWh elettrico 0,144 euro. Invece costa di più...

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originariamente inviato da Lorenzovicenza Visualizza il messaggio
                                                  Potrei fare bene i conti per capire se mi bastano 40°C.
                                                  Ma per ACS me ne servono di più....
                                                  COP medio stagionale, comprensivo di tutto, sarebbe 3?

                                                  A quel punto, mi converrebbe il pellet.
                                                  Se lo compro a 240 euro alla tonnellata, con COP 3, dovrei pagare il kWh elettrico 0,144 euro. Invece costa di più...
                                                  Dipende da tante cose e non prendere per oro colato una affermazione (la mia) basata su confronti con qualcuno che le ha e non mi paiono cosi' entusiasti. Anche con quelle infatti, piu' mandi basso al riscaldamento piu' il cop sale. Detto questo, chiaro che 40 per acs sono pochi. Io la faccio a 45 e ti assicuro che se non misceli non ci stai sotto. Le variabili sono tante. Ci si deve ragionare sopra e via...Alcuni per il sistema a termosifoni hanno installato le ibride, esistono anche le pdc ht per venire incontro a chi mantiene i termosifoni. Insomma, le soluzioni si trovano e ci sono. E la riforma delle tariffe elettriche comunque aiuta..
                                                  Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                                    Dipende da tante cose e non prendere per oro colato una affermazione (la mia) basata su confronti con qualcuno che le ha e non mi paiono cosi' entusiasti. Anche con quelle infatti, piu' mandi basso al riscaldamento piu' il cop sale. Detto questo, chiaro che 40 per acs sono pochi. Io la faccio a 45 e ti assicuro che se non misceli non ci stai sotto. Le variabili sono tante. Ci si deve ragionare sopra e via...Alcuni per il sistema a termosifoni hanno installato le ibride, esistono anche le pdc ht per venire incontro a chi mantiene i termosifoni. Insomma, le soluzioni si trovano e ci sono. E la riforma delle tariffe elettriche comunque aiuta..
                                                    Ho capito.
                                                    Però con COP 3 e pellet a 240 euro/t il pareggio lo avrei con kWh a 0,144 euro.
                                                    Quindi o trovo un prodotto con COP più alto oppure devo puntare su un calo del kWh oppure su un aumento del prezzo del pellet.
                                                    La riforma delle tariffe aiuta, certo.
                                                    Ma l'ENEL può fornire al privato il kWh a 0,15/0,17 euro comprensivi di imposte, IVA, ecc?

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      ClimaVeneta e Daikin sono buone marche per pompe di calore aria-acqua di bassa potenza?

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Si,il kWh costa 16 cts da oggi in poi....
                                                        la caldaia a Lele lt che resa ha se lavora al 40% è sporca? Hai notato che nessuna caldaia misura i kWh resi all'acqua mentre le pdc si?..secondo te come mai?

                                                        io ho sostituito ogni mcubo di metano con 2,33 kWh elettrici ma soprattutto spendo oggi 550 euro contro 2400 di metano.il cop è importante MA non fondamentale...tante altre cose lo sono...e tutt'e insieme portano a risultati del genere..che NON decadono anche se avessi 5 decimi di cop in meno
                                                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                                                          Si,il kWh costa 16 cts da oggi in poi....
                                                          la caldaia a Lele lt che resa ha se lavora al 40% è sporca? Hai notato che nessuna caldaia misura i kWh resi all'acqua mentre le pdc si?..secondo te come mai?

                                                          io ho sostituito ogni mcubo di metano con 2,33 kWh elettrici ma soprattutto spendo oggi 550 euro contro 2400 di metano.il cop è importante MA non fondamentale...tante altre cose lo sono...e tutt'e insieme portano a risultati del genere..che NON decadono anche se avessi 5 decimi di cop in meno
                                                          Per aver realizzato la sostituzione che dici, o avevi una caldaia molto scarsa o hai un COP medio pari a 4.

                                                          Una OkoFen a pellet garantisce rese del 97% anche al 40% della potenza. Soprattutto se lavori a 45°C.
                                                          Certo parliamo di un investimento inviato di almeno 10'000€. 385kg di caldaia a secco....

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Boh...vedi tu..caldaia condensazione austriaca Brotje....prova a vedere se sono scarse su internet

                                                            la garanzia del,pellet è a caldaia PULITA messa nel Laboratorio e usata per 3 ore....portala a casa tua, mettici un misuratore di calorie e poi ne riparliamo....comunque vedi tu....io penso che a pellet casa mia las caldavo con 500 euro lo stesso...e quindi perché spezzarsi la schiena.
                                                            ma la pdc va capita....se uno pensa dinusarla come il,pellet o il metano...poi si fa del male....e quindi ti consiglio anche io dinstare a pellet.
                                                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR