Depositi in circuito pompa di calore geotermico - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Depositi in circuito pompa di calore geotermico

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Depositi in circuito pompa di calore geotermico

    Ho provato a cercare nel forum ma senza successo.
    Sto combattendo da almeno tre anni contro un problema che si è verificato sul mio impianto geotermico utilizzato per riscaldare e raffreddare una abitazione di circa 300 mq.

    Si tratta della formazione di depositi nel circuito delle sonde geotermiche che intasano il filtro messo vicino alla pompa di circolazione fino a rendere estremamente inefficiente il funzionamento della pompa di calore. Ecco un immagine del filtro con i depositi:

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   2014-07-08_16-58-04_710.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 1.11 MB 
ID: 1984313

    Il liquido del circuito sonde è stato sostituito e il circuito pulito, ma il fenomeno dopo un certo numero di ore di funzionamento estivo si ripresenta regolarmente.

    I dati essenziali dell'impianto sono questi
    <style type="text/css">p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120%;</style>
    • data di installazione: 5/11/2012
    • modello Pompa di calore: IDM Terra SW 12 HGL-P
    • sonde geotermiche: 2x200 m
    • utilizzo: riscaldamento invernale a pavimento, raffreddamento estivo a pavimento e fornitura acqua refrigerata al deumidificatore

    Qualcuno ha mai avuto problemi del genere ?

  • #2
    hai scoperto cosa era?

    lo hai fatto analizzare da un lab?

    ma si forma solo in estate?
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

    Commenta


    • #3
      No, non ho fatto analizzare i depositi perche' gli interventi di pulizia del filtro sono avvenuti sempre in fretta per non lasciare l'impianto fermo.
      Il problema si presenta dopo un po' settimane di funzionamento estivo.

      La mia ipotesi è che con il funzionamento estivo, e quindi con l'aumento di temperatura del glicole, il processo chimico che da' orgine ai depositi acceleri e abbia inizio un circolo vizioso in cui il deposito frena il flusso, il quale causa un ulteriore aumento della temperatura del circuito che a sua volta intensifica la produzione di depositi ... e cosi' via, fino a che le temperature raggiungono valori tali da mandare il blocco la macchina.
      Come si vede nell'immagine qui sotto la temperatura del glicole va a 60 gradi:


      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   image.png 
Visite: 1 
Dimensione: 14.4 KB 
ID: 1955879

      - curva rossa: "Temperatura di mandata PDC" (2_W.rmepumpenvorlauftemp.)
      - curva verde: "Temperatura di mandata HGL" (3_HGL-Vorlauftemperatur)
      - curva blu: "Temperatura uscita fonte calore" (4_WQ Austrittstemperatur)

      Adesso sto pensando di montare un "dispositivo multifunzione in composito con defangatore e filtro" cosi' almeno posso pulirmi da solo il filtro quando serve.
      Non so che cos'altro fare....

      Commenta


      • #4
        sembra cghe la tua pdc abbia uno scambiatore per fare in continuo acs..sfruttando l'alta T del gas che esce dal compresore...sarebbero i 120 gradi dell HGL..che francamente mi sembrano tanti. Quando accumulo acs è pieno, tale alta T penso che debba essere smaltita di dallo scambiatore geo..da cui deriva l'alta T di ritorno alle sonde.

        La curva verde ...in inverno..a che T arriva?

        Comuqnue penso che hai ragione..probabilmente ad alta T il glicole magari evapora e poi condensa in particellle grandi...insolubili..che si fermano nel filtro..un lab potrebbe confermarlo agevolmente....ma il costruttore che dice?

        nel grafico...in acsissa..cosa sono? secondi?

        Una curiosità..ma quando produci acqua fredda...dallo scambiatore HGL esec sempre acqua calda che va all'accumulo , giusto? l'accumulo viene usato solo per stoccare acs? e al radinate di va direttamente? ma in teroia come in inverno la pompa di ricircolo potrebbe pescare acqua anche dall'accumulo..come gestisce la cosa?
        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
          sembra cghe la tua pdc abbia uno scambiatore per fare in continuo acs..sfruttando l'alta T del gas che esce dal compresore...sarebbero i 120 gradi dell HGL..che francamente mi sembrano tanti. Quando accumulo acs è pieno, tale alta T penso che debba essere smaltita di dallo scambiatore geo..da cui deriva l'alta T di ritorno alle sonde.
          Al momento non uso HGL. La pompa è stata comperata con HGL perche' era rimasta in carico all'installatore ancora imballata e mi era costata meno di quella senza HGL.

          Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
          La curva verde ...in inverno..a che T arriva?
          Arriva sui 90 gradi.

          Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
          Comuqnue penso che hai ragione..probabilmente ad alta T il glicole magari evapora e poi condensa in particellle grandi...insolubili..che si fermano nel filtro..un lab potrebbe confermarlo agevolmente....ma il costruttore che dice?
          Non sono mai riuscito a interagire con la IDM direttamente, non rispondono. E anche il distributore italiano non comunica granchè con i clienti finali.
          Di fatto sei è abbastanza abbandonato. Non sono per niente soddisfatto di come si sono comportati.

          Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
          nel grafico...in acsissa..cosa sono? secondi?
          Si', secondi.

          Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
          Una curiosità..ma quando produci acqua fredda...dallo scambiatore HGL esec sempre acqua calda che va all'accumulo , giusto? l'accumulo viene usato solo per stoccare acs? e al radinate di va direttamente? ma in teroia come in inverno la pompa di ricircolo potrebbe pescare acqua anche dall'accumulo..come gestisce la cosa?
          Di inverno il circuito HGL butta acqua calda direttamente nel serbatoio di accumulo dell'impianto a pavimento.
          D'estate l'uscita HGL è chiusa. Mi hanno assicurato che funziona bene anche cosi', quando non viene usato per riscaldare l'acqua per i sanitari.

          Commenta


          • #6
            quindi in inverno hgl funziona e butta 60 nella parte alta dell'accumulo...e il seocndo scambiatore butta attorno a 35 ...idem in estate se la parte alta dell'accumulo si fredda e serve ripristinare possibilità di fare acs istantanea...ma quando poi produci freddo ...il freddo va SOLO E SOLTANTO nel radinate? oppure la parte BASSA dell'accumulo viene portata a 19 gradi (o comuqnue ala T di mandaat in freddo del radiante)?

            comunque se il glicole fosse adatto alle alte T e ben dosato, non dovrebbe patire..nelle auto raggiunge anche 95 gradi...

            Non saprei che consigliarti...se non di far analizzzare i residui..e se sono glicole..di cercare il glicole adatto ad alta T e cambairlo di nuovo tutto...
            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X