cerco aiuto per micro idrolettrico - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

cerco aiuto per micro idrolettrico

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • cerco aiuto per micro idrolettrico

    ciao a tutti, cerco aiuto:
    salto 3 mt, portata fiume variabile 0,5 - 5 mc/sec, qui un cortometraggio durante la piena
    Chaîne de tekneri - YouTube
    Vorrei valutare la fattibilità di un micro idroelettrico ad acqua fluente:
    banki? coclea?

    I motori elettrici, devono essere raffreddati?

    Domattina, venerdì, sarò in Regione, assieme ad un collega artigiano manutentore corsi fluviali,
    per discuterne con un funzionario.

    Un grazie anticipato a tutti

    ciao

    massimo
    File allegati
    se vuoi vivere e star bene, prendi la vita come viene

  • #2
    il salto è molto interessante, ma con i dati di portata che indichi non ci sono grossi margini.
    Pn= 9,8 x 0,5 x 3 = 14,7 kW nominali, poi hai i rendimenti.
    Dovresti indagare meglio le portate di magra in gioco durante l'anno.
    Potrebbe essere che per 10 mesi la portata derivabile sia di 1 mc al secondo.
    In questo caso:
    Pn= 9,8 x 1 x 3 = 29, 4 kW
    con un rendimento complessivo ipotizzato pari a 0,7 hai:
    P = 0,7 x 29,4 = 20,6 kW
    che in dieci mesi di permetterebbe di produrre: 10 x 30 gg x 24 ore x 20,6 kW = 148000 kWh.
    Mi risulta che la tariffa onnicomprensiva sia ancora a 0,22 €/kWh.

    Tutto però dipende dalla portata derivabile in alveo...
    Dovresti approfondire un pò di più questo aspetto
    Se non si agisce, non è possibile alcun progresso e non può essere corretto nessun errore... Dalai Lama

    Commenta


    • #3
      Ciao,
      i motori elettrici e alternatori devono senza dubbio essere raffreddati.
      La scelta della macchina idraulica idonea è l'ultima cosa da valutare (la banki difficilmente potrà essere adotatta su un salto di quel tipo), inizia a valutare anche approssimativamente le portate disponibili e se ci sono i numeri guarda se esistono impedimenti ad ottenere le concessioni (es: altre derivazioni per esempio irrigue, zone di rispetto, capricci di qualche ente ecc.).
      Se i numeri tornano e non emergono particolari problemi, affina il progetto e presenta una domanda di concessione... e spera in bene!

      Se hai bisogno resto a disposizione.

      Buona fortuna

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da pioneer10 Visualizza il messaggio
        Tutto però dipende dalla portata derivabile in alveo...
        Dovresti approfondire un pò di più questo aspetto
        1 km prima a monte, c'è il depuratore comunale, che mi garantisce acqua tutto l'anno.
        A colloquio col Servizio Tecnico di Bacino, ho appreso che devo garantire come Deflusso Minimo Vitale 130 l/s,
        quindi i 500 l/s di minimo dovrebbero esserci tutto l'anno.
        Una 20 kw effettivi sarebbe perfetta:
        visto che vorrei installarla nell'alveo, ("acqua fluente"?), che tipo di soluzione meccanica mi consigli?
        E' possibile l'SSP?
        Cosa significa "tariffa omnicomprensiva"? E' un contratto di sola vendita?

        Grazie Pioneer

        massimo
        se vuoi vivere e star bene, prendi la vita come viene

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da itus Visualizza il messaggio
          i motori elettrici e alternatori devono senza dubbio essere raffreddati.
          quindi posso sfruttare una potenza termica pari a quella elettrica?
          Se sì, è possibile raffreddare ad acqua il motore elettrico?

          Originariamente inviato da itus Visualizza il messaggio
          banki difficilmente potrà essere adotatta su un salto di quel tipo
          quindi Archimede Screw?

          Originariamente inviato da itus Visualizza il messaggio
          ci sono i numeri guarda se esistono impedimenti ad ottenere le concessioni
          già stato stamattina allo Stato Maggiore del STB Regione Emilia Romagna,
          mi hanno confermato la fattibilità, fatto salvo progetto e Richiesta Autorizzativa Unica per la realizzazione di un micro impianto idroelettrica alla Provincia di Bologna, e contestuale Domanda di Concessione di Derivazione per uso di acque pubbliche - uso idrolettrico e forza motrice


          scusa se non ti ho risposto subito, abbiamo scritto in contemporanea
          grazie Itus

          massimo
          se vuoi vivere e star bene, prendi la vita come viene

          Commenta


          • #6
            Torno a ripetere che secondo me dovresti puntare ad avere almeno un mc/s da gestire in un arco di almeno 10 mesi.
            Per quanto riguarda la macchina, per questi salti e portate, la coclea la fa da padrone. Esistono anche installazioni di turbine banki, ma i rendimenti sono inferiori. Ho visto anche una kaplan sui valori del tuo impianto e, anche se in giro sento critiche di tutti i tipi, il proprietario mi sembrava molto soddisfatto del suo investimento.
            Per chiarirti sugli altri aspetti, ti conviene sentire il GSE:
            Tariffa onnicomprensiva
            Buon lavoro
            Se non si agisce, non è possibile alcun progresso e non può essere corretto nessun errore... Dalai Lama

            Commenta


            • #7
              Per quanto riguarda il rilascio del deflusso minimo vitale se rilasci l'acqua immediatamente a valle di dove la prendi alcune regioni (per esempio la Lombardia) non chiedono il rispetto poichè effettivamente non ha alcun senso logico. Potrebbero invece chiederti la realizzazione di una scala di risalita per i pesci, che oltre ad un costo ha anche un certo "consumo" di acqua.

              Recuperare l'energia termica dell'alternatore mi sembra una soluzione un po' troppo complicata, con costi alti rispetto ai benefici.
              Il rendimento di un alternatore fortunatamente è molto elevato e questo significa che compe potenza termica per un impianto da 20kw potresti ricavare qualche centinaio di Watt.

              La vite di Archimede potrebbe essere una valida soluzione, devi stare attento a non occupare sezioni idrauliche che potrebbero ostacolare il deflusso dell'acqua rispetto all'attuale (probabilmente ti chiederanno una verifica idraulica a dimostrazione). Con un impianto in alveo devi progettare accuratamente in modo che il tutto non subisca danni in caso di piena.

              Lo scambio sul posto è previsto per impianti inferiori a 20kW di potenza nominale, la tariffa omnicomprensiva in parole poverissime è un contratto dove il GSE ti pagherà 0,22€ per ogni kWh prodotto per 15 anni.

              Commenta


              • #8
                Scusa Pioneer abbiamo risposto insieme

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da itus Visualizza il messaggio
                  Lo scambio sul posto è previsto per impianti inferiori a 20kW di potenza nominale
                  grazie Itus, e grazie Pioneer.
                  Conoscete la formula per il calcolo della potenza nominale?

                  Ho misurato il dislivello, al buio, ma purtroppo mi sembra sia solo 2,40 mt, altrettanto è la larghezza dello sbarramento,
                  sempre 2,40 mt:
                  mi conviene progettare una coclea con potenza inferiore ai 20 kw?

                  ciao

                  massimo
                  Ultima modifica di tekneri; 02-12-2011, 20:12. Motivo: errore ortografico
                  se vuoi vivere e star bene, prendi la vita come viene

                  Commenta


                  • #10
                    Per calcolare la potenza moltiplica il salto in metri per la portata in mc/s per 9,81 ed ottieni la potenza lorda espressa in Kw.
                    Per la potenza netta effettiva moltiplica la potenza lorda per il rendimento totale della macchina (per una coclea considera un valore compreso fra 0,65 e 0,75).

                    Per quanto riguarda la richiesta di convenienza per una coclea con potenza inferiore a 20kW la domanda è piuttosto difficile... anzi impossibile!
                    appurata la misura del salto utile per prima cosa bisognerebbe conoscere le portate disponibili e da queste fare una stima della produzione (e degli incassi). Sapendo il guadagno devi farti un business plan e vedere quanto puoi spendere per la realizzazione e se l'impianto è effettivamente realizzabile.

                    Ciao

                    Commenta

                    Attendi un attimo...
                    X