annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

turbinetta sullo scarico pompa calore acqua/acqua

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • morassog
    ha risposto
    facendola cadere nel pozzo avrei forse 2 metri di salto, ma qui scavi ed esce l'acqua...

    curioso il discorso dei vasi comunicanti tra due pozzi, non ci avevo mai pensato.. e ovviamente e' vietato ahah

    Lascia un commento:


  • morassog
    ha risposto
    la questione del consumo e' il punto focale... principio di conservazione dell'energia. le Pelton vanno strozzate con degli ugelli per creare pressione quindi la pompa consumera' di piu

    purtroppo non ho grossi salti qui...

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    si, se strozzi, consumi + di quanto ricavi.
    se vai in roggia, il salto utile è PDC/ROGGIA a pressione zero (ruota).
    S einvece da una vasca a piano campagna, fai cadere in un pozzo, hai salto del battente del pozzo..1 atm ogni 10 metri..la pompa-turbina la potrsti metetre anche a pelo campagna, penso, nel senso che lavorera in "aspirazione" piuttosto che in mandata, ma risultato non cambia.
    penso che però la spesa non valga la resa, salvo piccola ruota autocostruita da 2-300 W..veti mia discussione affianco alla tua (utente Gino)

    Lascia un commento:


  • morassog
    ha risposto
    il canale e' asciutto in inverno, manutenzioni varie e pochi sfoghi...

    si, sfruttare l'acqua nella mandata non sarebbe opportuno.

    la mia considerazione e' molto semplice, e non ho neanche bisogno di salto. Purtroppo ho una pompa elettrica che deve pescare acqua di falda, l'energia e' quella che e', miglioro il cop con l'acqua rispetto a sonde con glicole, ma ho il consumo della pompa, era piu' semplice e dunque seguito questa strada.

    dunque, ho un getto d'acqua, circa 0.8 l/s, invece di buttarla nella roggia, o reimmetterla nel pozzo, prima la sparo sulla turbina.

    forse la strozzatura degli ugelli nella Pelton mi fara' consumare un po' piu' di corrente dalla pompa sommersa? se questo e' il caso, la corrente che produco con la turbina non puo' essere superiore a quella che consumo in piu' per farla girare... l'inghippo e' qui.

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    ah..chiaro..

    In effetti è una cosa a cui avevo pensato e ho chiesto ad un ING che non ha saputo rispondermi..mi spiego.

    Se io ho 2 pozzi e li metto in comunicazione, per principio archimede dovrei poter avere un tubo pieno di acqua in cui, se volgio fare circolare, dovrei solo vincere la prevalenza data dal tubo ma non la prevalenza del salto, perche le pressioni sono in equilibrio.

    Addirittura dicevo..se faccio una cosa vietata..cioè mettere in comunicazione una falda a 6 metri con battente mettiamo 5 con una falda a 40 metri con battente 30..potrei avere una circolazione naturale..e se il delta fra le falde ha una prevalenza (30-5=25) più elevata del tubo di connessione, ho anche una prevalenza extra che potrei sfruttare per far girare una turbina..cioè sfrtto il "salto" fra le 2 falde...ripeto è vietato.

    Torando al tuo caso, io presumo che se hai tubo di reimmisisone sotto battente, la potenza della pompa di prelievo sia MINORE (salvo spunto iniziale per vincere prevalenza) rispetto a pompare in superficie (vasca) e poi per caduta ributtare nel pozzo.
    Però non ne sono certo..se cosi non fosse, ovvio che potresti sfruttare salto fra vasca e battente di reimmissione.

    Invece sfruttare la mandata significa strozzare e avere una contropressione che aumenta consumi pompa pescaggio.

    Ma non riesci ad avere acqua nel canale in inverno? perche allora lo scambiatore sarebbe immerso nel fusso e senza consumo alcuno..sai che bello? anche se T acqua fosse piu bassa del pozzo, non avere consumo pompa secondo me migliora COP.o il canale è cosi piccolo che rischia di gelare in inverno?

    Lascia un commento:


  • morassog
    ha risposto
    no, intendo l'acqua che entra nello scambiatore ed esce e va reimmessa nel pozzo, o a perdere

    in pratica avrei disponibile un getto di acqua, circa 0.7 litri al secondo circa che prima di "buttare via" posso far passare dentro una piccola pelton.

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    Per scarico intendi scarico CONDENSA? non è a pressione e al massimo "gocciola".

    Se intendi il ciclo gas-fluido..la vedo complicata.
    In effetti il ritorno da condensatore è un fluido ad alta pressione che viene fatto passare attraverso una valvola che ne dosa il quantitativo in una zona a volume maggiore, e in tal modo la pressione e la T del liquido cala drasticamente (a T piu basse dell'ambiente esterno in cui si trova a lavorare e da ci deve poi prelevare il calore per evaporare, almeno in parte).
    Quindi in pratica, dopo la valvola laminare, di sarebbe una turbina, che riceve questo liquido in pressione e gira... temo però che la turbina sia un ostacolo alla massima e immediata espansione del liquido, il che potrebbe impedire di arrivare facilmente e velocemente alle basse T e pressioni necessarie affinche anche la bassa T esterna sia sufficiente a farlo evaporare..in pratica riducendo efficienza ciclo piu di quanto la turbina recuperi.
    Oppure la valvola stessa potrebbe essere una turbina di espansione del liquido (tipo ORC) che viene comandata dalla logica della PDC stessa, cioè aumentando o diminuendo il suo "carico" elettrico e quindi il dosaggio del liquido in espansione (piu carico, meno giri, meno passaggio)

    Vediamo cosa dicono gli esperti

    Lascia un commento:


  • morassog
    ha iniziato la discussione turbinetta sullo scarico pompa calore acqua/acqua

    turbinetta sullo scarico pompa calore acqua/acqua

    ciao a tutti
    premettendo che conosco la Legge di conservazione dell'energia :-)

    perche' non sfruttare l'uscita in pressione della pompa di calore per far girare una microturbinetta?

    forse ci accendo una lampadina a basso consumo...

    progetto piu' didattico che utile

    ha senso?
Attendi un attimo...
X
TOP100-SOLAR