Contatore FER scenari 2017/2018 - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Contatore FER scenari 2017/2018

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Contatore FER scenari 2017/2018

    Un Caro Saluto a Tutti

    Sono nella fase finale autorizzazione di un impianto micro-idro su briglia.
    Speravo di poter chiudere prima il procedimento ma per vari motivi è necessaria una ulteriore conferenza conclusiva, e quindi saranno necessari altri 1-2 mesi per la fine
    (sempre che non mi tirino fuori altri cavilli ... visto che ho dovuto affrontare 5 conferenze).

    Per effetto del nuovo DM 23/06/2016, gli impianti micro-idro su briglia hanno accesso diretto agli incentivi.
    Ma gli investitori interessati al progetto, visto che il procedimento non è ancora concluso mi hanno sollevato seri dubbi (aggiungo giustamente)
    sul fatto di rispettare la scadenza del 12/2017 per accedere alla tariffa.
    Anche in relazione che il procedimento attualmente non è chiuso.

    DOMANDA
    Secondo voi che succederà con il Contatore FER da gen 2018 in poi ?
    La tendenza con il nuovo calcolo vi è chiara?
    Avete idea cosa accadrà dal 2018 in poi?

    Grazie
    Ultima modifica di marcomambo; 11-02-2017, 18:24.

  • #2
    La risposta l'ha data Cletoxx un paio di discussioni sotto. http://www.gse.it/it/Dati%20e%20Bila...016)_rev00.pdf

    Commenta


    • #3
      ...beh per ora c'è poco da dire in merito credo....

      per le informazioni che abbiamo ad oggi per impianti ad accesso diretto allacciati dal 1 gennaio 2018 (a patto che se si allacci al 31 dicembre la domanda venga fatta in giornata in quanto quella che fa fede è la data di invio della domanda) non rimane che andare in RID....

      oppure aspettare che esca un nuovo decreto!! Sperando che lo stesso preveda l'accesso diretto per gli impianti su briglia! Altrimenti andando a registro per come è fatto il decreto attuale... non potresti nemmeno iniziare i lavori prima di avere l'accettazione della graduatoria del registro!!!

      Quello che conta maggiormente secondo me è sapere quale interesse ha lo stato di rifinanziare la cosa (o di rifare un decreto)... a prescindere dal contatore FER perché in ogni caso l'attuale decreto finisce con la fine del 2017...

      Commenta


      • #4
        per come la vedo io (ma sono di parte)
        per lo stato (bene comune/collettivo) ci sono eccome interessi: sviluppo energia eco-sostenibile, economia eco-sostenibile, indipendenza energetica eco-sostenibile, riduzione inquinamento, ....
        non ci sono interessi per petrolieri e fonti fossili (vedi decreto sblocca-italia)


        senza evitare di andare in dibattiti politici
        spero che prossimamente
        prima di attendere nuovi DM che può significare 1-2 anni
        almeno si garantisca l'accesso diretto a chi ne ha diritto almeno sino al raggiungimento della soglia 5,8 mld

        Commenta


        • #5
          Ma siamo sicuri che gli impianti su brigli esistente non vadano in registro? Intendete che la coclea o la trubrbina, sono collocate in corpo traversa? Perchè se no, una piccola sottensione dell'alveo si verifica, e quindi addio accesso diretto...

          Commenta


          • #6
            Si

            [QUOTE=luciof;119756045]Ma siamo sicuri che gli impianti su brigli esistente non vadano in registro?

            SI !

            Commenta


            • #7
              Puoi per cortesia spiegarmi cosa si intende con la condizione: "che utilizzano salti su briglie o traverse esistenti senza
              sottensione di alveo naturale o sottrazione di risorsa"

              Commenta


              • #8
                E' stato ampiamente discusso...tasto cerca
                oppure linee guida gse

                Commenta


                • #9
                  Prezzi minimi garantiti 2017

                  Salve a tutti,

                  inserisco qui la mia domanda (conferma) per il calcolo di un ipotetico fatturato per una centralina che debba produrre 392.000 kWh/anno

                  andando a RID con i PMG 2017 si avrebbe

                  (250.000 kWh x 0,1533)+(142.000 kWh x 0,1054) = 53.291 Euro/anno (al lordo del fattore di perdita 5,2%)

                  Grazie per conferma

                  Saluti
                  Progettista

                  Commenta


                  • #10
                    ciao Progettista,

                    anche a me risulta che la metodologia di calcolo sia così, a scaglioni ... quindi 53.291 euro/annui nel tuo caso

                    buon 25 aprile a tutti
                    vortex

                    Commenta


                    • #11
                      Sì, è così

                      Commenta


                      • #12
                        Di recente ho assistito e partecipato ad un convegno sul tema, oltre che avere degli scambi con euro-parlamentari, parlamentari, senatori.
                        Vi invito a rivedere il convegno su FB o YT: Energia 5 Stelle: dal fossile a efficienza e rinnovabili (#energia5stelle).

                        Bene facendo un bilancio degli ultimi anni (dati elaborati da varie fonti/agenzie, sotto un breve riepilogo),
                        sino a quando avremo al governo i politici degli ultimi anni, o le loro controfigure (vedi Renzi / Gentiloni ..), ci possiamo dimenticare di avere continuità o sostegno alle energie rinnovabili.
                        Questo contrariamenente a quanto dichiarato pubblicamente, oltre che delle continue promesse e impegni vari del nostro governo su clima e ambiente.

                        Va anche ricordato che tra i finanziatori della attuale politica c'è anche chi ha investito in vari paesi, tra cui nord-Africa per nuovi impianti di estrazione petrolifera ...
                        ovviamente lo stesso petrolio che poi viene importato in Italia.
                        Quindi ... per avere sostegno e continuità alle rinnovabili, possiamo solo sperare che arrivi presto un nuovo governo coerente ed attento a questo tema.

                        SITUAZIONE IMPIANTI RINNOVABILI DAL 2013
                        2013-2015: - 7.5% Produzione Energie Rinnovabili
                        2013-2015: +10 % Emissioni CO2
                        2016: -19 % Nuove Installazioni Impianti Rinnovabili
                        2016: Italia 26a al Mondo per investimenti rinnovabili (era 6a nel 2012)

                        Commenta


                        • #13
                          Ciao a tutti
                          scrivo poco ultimamente ma vi seguo attentamente, purtroppo è così, indipendentemente dalle opinioni politiche che non vanno d'accordo con le nostre discussioni di certo la questione energetica in Italia ha avuto un brutto contraccolpo.
                          Lo dico senza ledere nessun avente a diritto ma la questione dei FV ci ha completamente svenati e purtroppo in poco tempo, come si dice se si facevano tutto il lavoro fatto in 15 anni lavoravano tutti e meglio inveci di avere carpentieri/fabbri/idraulici che hanno montato impianti di tutti i tipi. L'idroelettrico non è stato soltanto dimenticato ma cancellato da innumerevoli atti complementari sia di su autorità locali sia del GSE che ha complicato tutto e tutti con Portali vari. Speriamo sempre che qualcosa cambi, la nostra Italia ha bisogno anche dell'idroelettrico non bastano gli oltre 550.000 impianti FV
                          Ci sentiamo presto e buona continuazione
                          RemTechnology
                          "E' meglio essere approssimativamente corretti che esattamente sbagliati"
                          (v. 5.0 - Gennaio 2020) - RemTechnology 1999 - 2020 - ing.remtechnology@gmail.com
                          Leggete il regolamento del Forum EnergeticAmbiente.it

                          Commenta


                          • #14
                            Caro Rem ... grazie del tuo prezioso contributo
                            Lungi da me dal voler fare dibattiti politici a me interessa discutere del post e dell'argomento, oltre che ad un sano confronto collettivo.
                            (ricordo a tutti che in passato sono stato sospeso per questo, dal mio punto di vista ingiustamente... e infatti poi le cronache lo hanno dimostrato).

                            Su questo tema mi sono confrontato con vari parlamentari e senatori... i quali mi hanno confermato che non è interesse di questo governo (come dei recenti) produrre decreti sul tema.
                            Recenti dichiarazioni del Ministro Calenda (Mise) confermano questa linea, senza dimenticare il ministro che lo ha preceduto Guidi (costretto alle dimissioni per gli scandali emersi).

                            Se non c'è dibattito da parte della collettività sul tema e conseguente pressione nei confronti del governo ... quando mai potremmo sperare in decreti e sostegno per le rinnovabili?
                            Va ricordato che le rinnovabili potrebbero essere un treno importante per uno sviluppo eco-sostenibile, oltre che occupazionale.
                            I maggiori paesi europei stanno seguendo questa linea in maniera coerente e costante... noi invece retrocediamo...

                            Commenta


                            • #15
                              Che dite? Qualche news, qualche bozza, nuovi indirizzi, accessi diretti, registri.

                              Gli impianti da 50 kW che una volta erano sottosoglia, i classici mulinetti, che fine faranno? solo RID (PMG) o incentivi all'80% perché su siti preesistenti?

                              Commenta


                              • #16
                                Ciao caro Spess, io spero di finire l'impianto il prossimo mese ed allacciare per l'accesso diretto...2018 cosa succederà?
                                Io credo che se non verrà raggiunto il famigerato tetto continueranno gli incentivi alle stesse condizioni... attendiamo fiduciosi nuovi aggiornamenti da che è più preparato.Mandi

                                Commenta


                                • #17
                                  Stavo vedendo un impianto su sito preesistente sotto i 50, il problema è che e' stato iscritto ed e' caduto in Tab C, con il senno di poi si poteva entrare in servizio entro il 1' dicembre. Credo che ormai muore in RID a meno di sorprese Ma il RID sarà rivisto? Che gli dico alla banca?

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Il termine ultimo del decreto 2016 è 31.12.2017 non 1 dicembre

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Nuovi scenari per FER

                                      Buongiorno,
                                      sottoscrivo in toto, il post di marcomambo.

                                      Se non c'è dibattito da parte della collettività sul tema e conseguente pressione nei confronti del governo ... quando mai potremmo sperare in decreti e sostegno per le rinnovabili?

                                      Vale poco scrivere su un forum se poi a Roma hanno tutt'altri interessi...(e quelli sono votati dagli italiani)

                                      Sono ben orgoglioso di essere parte di una lobby (intesa in modo anglosassone) che promuove le energie rinnovabili.
                                      Qualcuno e' membro di lobby di produttori di armi...

                                      Dai speriamo nel nuovo Governo che verrà

                                      Saluti
                                      Progettista

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Strategia Energetica Nazionale (SEN) che ne dite?

                                        Strategia energetica nazionale

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da Progettista Visualizza il messaggio
                                          Strategia Energetica Nazionale (SEN) che ne dite?

                                          Strategia energetica nazionale
                                          Buongiorno Progettista e a tutti,
                                          in Italia siamo splendidi nel scrivere i programmi, un po meno nel metterli in pratica.
                                          Nn l'hanno scritto chiaramente ma per quanto riguarda l'idroelettrico, almeno per i nuovi impianti, nn mi pare di aver visto grandi spazi e soprattutto incentivazioni.
                                          Nel concreto questo documento nn ha nessun valore se nn seguiranno nuovi decreti.
                                          Questo e' cio' che penso ......
                                          ciao car.boni
                                          Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Da una rapida scorsa alla relazione , emerge cio' che si sapeva gia'.. e cioe' che l'incentivazione attuale incide parecchio sulla compente della bolletta , senza contare i debiti accumulati dalle prime incentivazione ... e che fino al 2030 non si avranno riduzioni significative di questo.
                                            Tradotto : non ci sono soldi per ulteriori incentivi.
                                            Ciao,


                                            -Illo41100-

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Però! Facciamo la decarbonizzazione con impianti già dismessi (Genova, Bastxrdo, Monfalcone ...) o già alla frutta Se non erro Fiumesanto ha già 30 anni e per molti tempi è stato corroso da Orimulsion, fra 4/5 anni sarà un ammasso di ruggine. Si fermerà da solo........

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Vogliono farci credere una cosa non vera. Mica è il governo che paga gli incentivi; questi vengono pagati dagli utenti direttamente in bolletta e il gestore li veicola e distribuisce ai produttori. Ma il governo ed il bilancio dello stato non viene caricato/investito da questo capitolo di spesa. Per cui è l'ennesima bufala che si ripete con moto perpetuo degli agenti del potere.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Buongiorno a tutti,
                                                  non scrivo mai ma vi seguo spesso.
                                                  Avrei bisogno della vostra opinione: sto costruendo un piccolo impianto su traversa esistente, che avrebbe accesso diretto se lo collegassi entro fine anno; avevo intenzione di collegarlo in fretta e furia, poi leggo che la scorsa settimana è stato dichiarato dal sottosegretario della semplificazione, in risposta ad un'interrogazione, che esiste la bozza di un nuovo decreto per l'incentivazione delle rinnovabili: "con il decreto oggi in lavorazione, che coprirà il periodo fino al 2020, sarà attuata questa revisione agli incentivi e rafforzati gli stimoli verso l'efficienza, anche per piccoli impianti." ha detto.
                                                  Inoltre, pochi giorni fa è entrata in vigore la SEN 2030, che stanzia 35 dei 175 miliardi a favore dello sviluppo delle rinnovabili da oggi al 2030. Se consideriamo poi che il contatore FER è ulteriormente sceso a quota 5,179 miliardi... ritengo siano tutti aspetti che potrebbero far intravedere, anche se siamo in Italia, l'uscita di un nuovo decreto, peraltro atteso già da un anno.
                                                  La mia domanda è questa: se allaccio l'impianto a fine gennaio/febbraio, in modo da fare le cose come vanno fatte, alla regola dell'arte, posso andare a RID con la tariffa minima garantita, e all'uscita del nuovo decreto richiedere l'accesso diretto alla tariffa omnicomprensiva? Oppure una cosa esclude l'altra?
                                                  Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione.

                                                  P.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Per adesso abbiamo questa news del 16/12. Per il resto non so cosa dire.
                                                    ?Il GSE ricorda che il 31 dicembre 2017 scade il termine per la presentazione delle richieste di accesso diretto agli incentivi del D.M. 23 giugno 2016.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      @peewe
                                                      Tieni anche presente che il nuovo decreto potrebbe introdurre qualche condizione che magari il tuo impianto non rispetta (ad. esempio, i lavori sono iniziati prima di una certa data, ecc. ecc.)

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Allora c'e' un nuovo decreto ?
                                                        Ciao,


                                                        -Illo41100-

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da illo41100 Visualizza il messaggio
                                                          Allora c'e' un nuovo decreto ?
                                                          Buongiorno Illo,
                                                          meglio usare un verbo diverso ...... ci "potrebbe essere" oppure ci "sara".
                                                          Le chiacchere da bar o da corridoio nn servono e nn aiutano, servono i fatti ed al momento nn c'e' nulla.
                                                          Comunque la speranza e' quella anche perche' una risposta a tutti coloro che sono in tabella C del decreto del 2016 una risposta la devono dare.
                                                          Il problema e' quando e come ..........
                                                          ciao car.boni
                                                          Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originariamente inviato da illo41100 Visualizza il messaggio
                                                            Allora c'e' un nuovo decreto ?
                                                            No no, nessun decreto.
                                                            Si parlava solo di ipotesi future. Saluti

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X