La fusione protone-neutrone - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

La fusione protone-neutrone

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • La fusione protone-neutrone

    Teoricamente la fusione nucleare più sempice che esista è la fusione protone-neutrone, cioè all'inizio abbiamo un atomo di idrogeno ionizzato e si unisce con un neutrone, come risultato otteniamo un atomo di deuterio.

    massa del deutone a riposo = 1875613390 elettronvolts
    massa del deutone a riposo = 3,3389861 x 10^-27 kilogrammi


    massa del protone = 938272310 elettronvolts
    massa del protone = 1,6726231 x 10^-27 kilogrammi



    massa del neutrone = 939565630 elettronvolts
    massa del neutrone = 1,6726243 x 10^-27 kilogrammi



    PN = massa del protone + massa del neutrone
    PN = (1,6726231 + 1,6726243) x 10^-27 kilogrammi
    PN= 3,3452474 x 10^-27 kilogrammi

    difetto = PN - (massa del deutone)
    difetto=(3,3452474 - 3,3389861) x 10^-27 kilogrammi

    difetto = 0,0062613 x 10^-27 kilogrammi
    difetto = 6,2613 x 10^-30 kilogrammi

    rapporto=difetto / massa del protone
    rapporto= (6,2613x10^-30) / (1,6726231x10^-27)
    rapporto= (6,2613x10^-30) / (1672,6231x10^-30)
    rapporto= 6,2613 / 1672,6231
    rapporto= 6,2613 / 1672,6231
    rapporto=0,0037434016

    se ipotesi volessimo trasmutare un litro di acqua normale in acqua pesante dovrebbe tenere conto che in un litro di acqua normale sono contenuti 111 grammi di idrogeno e 889 grammi di ossigeno, ne consegue che lo stesso rapporto lo abbiamo anche con 111 grammi di idrogeno perciò 0,111 va moltiplicato che questo rapporto
    di idrogeno in deuterio avremmo una perdita di massa di 0,0037434016 kilogrammi
    il risultato è 4,1551 x 10^-4 kilogrammi

    c=velocità della luce

    Energia = massa c^2
    Energia = 4,1551 x 10^-4 x 9 x 10^16 joule
    Energia = 4,1551 x 9 x 10^12 joule
    Energia = 37,3959 x 10^12 joule
    Energia = 3,73959 x 10^13 joule
    Energia = 3,73959 x 10^13 watt x secondo
    Energia= 3,73959 x 10^7 MEGA watt x secondo
    Energia= 37395900 di MEGA watt x secondo
    Energia= 10 MWh

    Energia da un solo litro di acqua = 10 MEGAWATTORA


    Negli esperimenti della fusione fredda non converrebbe usare questa fusione base P+N anzichè la più incasinata D+D ?

    Nella fusione nucleare fredda di Pons e compagno si alludeva, (se non erro), alla fusiuone D+D che secondo me è più difficile realizzare.

    Edited by stranger - 24/9/2006, 09:46

  • #2
    CITAZIONE (stranger @ 16/9/2006, 22:20)
    Negli esperimenti della fusione fredda non converrebbe usare questa fusione base P+N anzichè la più incasinata D+D ?

    Nella fusione nucleare fredda di Pons e compagno si alludeva, (se non erro), alla fusiuone D+D che secondo me è più difficile realizzare.

    La reazione P+N non è fusione nucleare. Si tratta se non erro di una reazione nucleare esotermica ( ne parla molto Boscoli, col suo modello criogenico prova a documentarti in proposito o a leggere http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=1623843 ).
    Se pensi sia più facile realizzarla vorrei però che spiegassi come.
    Inoltre qui si discute prevalentemente di GDPE, che è sempre un fenomeno LENR, ma non è esattamente FF.

    P.S.: rivedi i calcoli perchè secondo me sono sbagliati.

    Commenta


    • #3
      Di solito si indica l'assorbimento di un neutrone da parte di un nucleo con il termine di fissione http://en.wikipedia.org/wiki/Nuclear_fission
      Naturalmente gli elementi leggeri non sono ne fissili ne fissionabili.

      Commenta


      • #4

        Ciao stranger e tutti,

        il tuo ragionamento sullo sfruttamento del difetto di massa, da un punto di vista teorico, ha un senso. Grosso modo tu dici, "visto che c'è un difetto di massa e visto che la massa è equivalente all'energia, sfruttiamola". Il problema però, in apparenza così semplice (per non dire banale) presenta in sè dei problemi pratici.
        I problemi non stanno tanto nella realizzazione di un bersaglio di deuterio (relativamente facile da approntare), quanto nella generazione di neutroni.

        Questi particolari nucleoni (i neutroni) possono venir emessi in diverse condizioni : da interazioni fra elementi instabili, generati da elementi tipicamente emettitori di neutroni (americio, californio..), come residui di fissione nucleare, come residui di fusioni nucleari.
        La cosa quindi non è semplice, come non è semplice ogni cosa che prevede di ricorrere a materiale radioattivo e quindi intrinsecamente pericoloso.

        Sicuramente è una buona idea per un eventuale progetto di reattore del futuro (assolutamente non fatto in casa) in cui si sceglie di sfruttare eventuali scorie emettitrici di neutroni su bersagli deuterati... ma occorrono ancora tanti calcoli... sul flusso efficace, sulla sezione d'urto e su tante cose. Però l'idea non è banale.

        <img src=">
        ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

        Commenta


        • #5
          No non è male, però ci sono alcuni problemi tecnici da risolvere, sia per la sorgente sia per il bersaglio, che deve essere ripristinato periodicamente.
          Credo che l'idrogeno non per forza debba essere ionizzato perchè essendo il neutrone neutro elettricamente, può penetrare lo scudo elettronico senza subire le forze che invece sentirebbe una particella carica.

          Commenta


          • #6
            waw,
            per fortuna stranger-genco torna a teorizzare...
            me stavo a preoccupà...
            beh strano.genco,
            c'è un piccolo problema,
            per la tua idea,
            l'idrogeno non ha una grande sezione d'urto,
            come diceva un tipo, forse fermi,
            ah, già ,poverino,lui pensava di essere un ingegnere quantistico...
            comunque,
            occorrono molti tentativi e molti neutroni per avere la reazione ,
            non so se alla fine abbiamo energia usabile in più,
            ma usando fonti di neutroni diciamo gratis,
            tipo quelle dei reattori per l'energia elettrica...
            non so...
            comunque, per simpatia, genco-strano,
            non devi moltiplicare per due la massa del protone,,il deuterio non è la somma di due protoni(mai sentito parlare di elio e di fusione?)
            ma un protone più un neutrone, che ha massa superiore al protone..
            beh, rifammi i calcoli..., quelli che hai fatto riguardavano una reazione di fusione...dai ,dai che ce la fai..

            Commenta


            • #7
              C'e da dire che ben difficilmente un neutrone fondera' con un nucleo a formare deuterio, di solito si ottengono particelle esotiche di tutti i tipi e che sono oggetto di ricerca da parte della fisica da sempre ...
              E' strano ... il dover fondere deuterio a tritio per ottenere neutroni con i quali bombardare idrogeno per ottenere deuterio ... eh? genco-stranger ...

              Commenta


              • #8
                CITAZIONE (Elektron @ 17/9/2006, 15:58)
                C'e da dire che ben difficilmente un neutrone fondera' con un nucleo a formare deuterio, di solito si ottengono particelle esotiche di tutti i tipi e che sono oggetto di ricerca da parte della fisica da sempre ...
                E' strano ... il dover fondere deuterio a tritio per ottenere neutroni con i quali bombardare idrogeno per ottenere deuterio ... eh? genco-stranger ...

                Se la fonte è naturale... bisogna invece calcolare il numero di neutroni assorbiti dal nucleo per unità di tempo e di massa, per rendersi conto se la cosa conviene.

                Commenta


                • #9
                  Probabilmente ha ragione Rabazon secondo la quale i conti non sono esatti, ma a me interessava suggerire una idea inizialmente grossolana.

                  Questa idea è nata dal fatto che le normali fusioni nucleari D+D, T+D eccetera, hanno a che fare con la terribile forza di Coulomb.

                  E' questa terribile forza la causa di giganteschi grattacapi e problemi che quei poveri ricercatori devono affrontare.
                  (Allora io ho pensato....)
                  Il protone e il neutrone non si respingono fra di loro, quindi non c'è quella maledetta forza di impedimento (forza di coulomb).

                  Certamente anche il tentativo di unire protone neutrone crea dei problemi non poco, arrivati a questo punto bisogna valutare se il gioco vale la candela, cioè bisogna vedere se conviene combattere la forza coulombiana o se invece è preferibile combattere le difficoltà tecniche di produrre neutroni e scagliarli sul bersaglio giusto.
                  Al momento non so cosa conviene, certo che qui sulla Terra combattere la forza di Coulomb... (c'è da star male solo a pensarci).

                  Commenta


                  • #10
                    CITAZIONE (stranger @ 18/9/2006, 15:13)
                    questa volta userò come unità di misura della massa il joule e non i kilogrammi o altre cose strane

                    image


                    Come puoi misurare la massa in joule? Nel SI il joule è l'unità di misura del lavoro e dell'energia.
                    Al massimo puoi usare la caloria. Tiene presente che 1 cal=4,18 joule.

                    Commenta


                    • #11
                      CITAZIONE (Riovandaino @ 18/9/2006, 15:20)
                      CITAZIONE (stranger @ 18/9/2006, 15:13)
                      questa volta userò come unità di misura della massa il joule e non i kilogrammi o altre cose strane

                      Come puoi misurare la massa in joule? Nel SI il joule è l'unità di misura del lavoro e dell'energia.
                      Al massimo puoi usare la caloria. Tiene presente che 1 cal=4,18 joule.


                      Ciao Rio,
                      misurare la massa utilizzando unità di misura energetiche (come il Joule o l'elettronvolt) non è sbagliato anzi, nel campo delle particelle elementari spesso si ricorre a unità energetiche.

                      Cio' è possibile attraverso l'equivalenza massa-energia trovata da Albert Einstein, la famosissima E=mc2

                      - <img src=">
                      ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

                      Commenta


                      • #12
                        A me questa fusione di protone e neutrone sembra un'idea interessante come studio teorico. Ma non ci stanno le adeguate sezioni d'urto (cross sections) per poter minimamente pensare a un impiego. Solo la scoperta di una sorgente di neutroni a buon mercato potrebbe renderla meno fantasionsa. Ma se si dovesse trovare questa sorgente penso la si sfrutterebbe per altri scopi (militari? Si.) .

                        Commenta


                        • #13
                          Adesso uso come unità di misura i kilogrammi, vediamo se c'è qualcuno che dice che i kilogrammi non possono essere l'unità di misura della massa.

                          massa del deutone a riposo = 1875613390 elettronvolts
                          massa del deutone a riposo = 3,3389861 x 10^-27 kilogrammi


                          massa del protone = 938272310 elettronvolts
                          massa del protone = 1,6726231 x 10^-27 kilogrammi



                          massa del neutrone = 939565630 elettronvolts
                          massa del neutrone = 1,6726243 x 10^-27 kilogrammi



                          PN = massa del protone + massa del neutrone
                          PN = (1,6726231 + 1,6726243) x 10^-27 kilogrammi
                          PN= 3,3452474 x 10^-27 kilogrammi

                          difetto = PN - (massa del deutone)
                          difetto=(3,3452474 - 3,3389861) x 10^-27 kilogrammi

                          difetto = 0,0062613 x 10^-27 kilogrammi
                          difetto = 6,2613 x 10^-30 kilogrammi

                          rapporto=difetto / massa del protone
                          rapporto= (6,2613x10^-30) / (1,6726231x10^-27)
                          rapporto= (6,2613x10^-30) / (1672,6231x10^-30)
                          rapporto= 6,2613 / 1672,6231
                          rapporto= 6,2613 / 1672,6231
                          rapporto=0,0037434016

                          se ipotesi volessimo trasmutare un litro di acqua normale in acqua pesante dovrebbe tenere conto che in un litro di acqua normale sono contenuti 111 grammi di idrogeno e 889 grammi di ossigeno, ne consegue che lo stesso rapporto lo abbiamo anche con 111 grammi di idrogeno perciò 0,111 va moltiplicato che questo rapporto
                          di idrogeno in deuterio avremmo una perdita di massa di 0,0037434016 kilogrammi
                          il risultato è 4,1551 x 10^-4 kilogrammi

                          c=velocità della luce

                          Energia = massa c^2
                          Energia = 4,1551 x 10^-4 x 9 x 10^16 joule
                          Energia = 4,1551 x 9 x 10^12 joule
                          Energia = 37,3959 x 10^12 joule
                          Energia = 3,73959 x 10^13 joule
                          Energia = 3,73959 x 10^13 watt x secondo
                          Energia= 3,73959 x 10^7 MEGA watt x secondo
                          Energia= 37395900 di MEGA watt x secondo
                          Energia= 10 MWh

                          Energia da un solo litro di acqua = 10 MEGAWATTORA

                          (Inoltre lo scarto prodotto che è l'acqua pesante che costa 800 euro al litro)

                          Edited by stranger - 24/9/2006, 09:43

                          Commenta


                          • #14
                            Ok stranger, però adesso basta con gli stessi calcoli ripetuti all'infinito. Il concetto è chiaro. Non ci ripetiamo e vediamo di andare oltre sulla questione.

                            Se c'è da andare oltre.

                            Ciao.
                            ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

                            Commenta


                            • #15
                              CITAZIONE
                              Quantum Leap Inviato il: 18/9/2006, 20:34
                              Ok stranger, però adesso basta con gli stessi calcoli ripetuti all'infinito. Il concetto è chiaro. Non ci ripetiamo e vediamo di andare oltre sulla questione.
                              Se c'è da andare oltre.

                              Il punto e' che non c'e' da andare oltre.
                              Quoto eh? quoto ...

                              CITAZIONE
                              After about one to three minutes had passed since the creation of the universe, protons and neutrons began to react with each other to form deuterium, an isotope of hydrogen. Deuterium, or heavy hydrogen, soon collected another neutron to form tritium. Rapidly following this reaction was the addition of another proton which produced a helium nucleus. Scientists believe that there was one helium nucleus for every ten protons within the first three minutes of the universe. After further cooling, these excess protons would be able to capture an electron to create common hydrogen. Consequently, the universe today is observed to contain one helium atom for every ten or eleven atoms of hydrogen.

                              Quindi, tre minuti dopo la creazione dell'universo (T=300 Miliardi di Gradi Kelvin) protoni e neutroni cominciano ad interagire per poter formare il deuterio ... etc... etc... tritio etc.. elio e solo dopo l'elio i protoni in eccesso hanno potuto catturare un elettrone a formare l'idrogeno.
                              Chi ha orecchie intenda.

                              Commenta


                              • #16
                                CITAZIONE (Quantum Leap @ 18/9/2006, 15:58)
                                CITAZIONE (Riovandaino @ 18/9/2006, 15:20)
                                CITAZIONE (stranger @ 18/9/2006, 15:13)
                                questa volta userò come unità di misura della massa il joule e non i kilogrammi o altre cose strane

                                Come puoi misurare la massa in joule? Nel SI il joule è l'unità di misura del lavoro e dell'energia.
                                Al massimo puoi usare la caloria. Tiene presente che 1 cal=4,18 joule.

                                Ciao Rio,
                                misurare la massa utilizzando unità di misura energetiche (come il Joule o l'elettronvolt) non è sbagliato anzi, nel campo delle particelle elementari spesso si ricorre a unità energetiche.

                                Cio' è possibile attraverso l'equivalenza massa-energia trovata da Albert Einstein, la famosissima E=mc2

                                - <img src=">

                                Me ne rendo conto. Tuttavia per me ( poi magari è una mia stupidissima convinzione ) è meglio usare le unità di misura appropriate per avere un calcolo più snello e lineare.

                                CITAZIONE (Arquimede @ 18/9/2006, 16:14)
                                una sorgente di neutroni a buon mercato

                                Che ne dici del FUSOR?

                                Commenta


                                • #17
                                  CITAZIONE
                                  Che ne dici del FUSOR?

                                  Che c'e' già qualcuno che ha buttato giu' dei conti. <img src=">

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Su google ho scritto "generatore di neutroni" e ho visto che ci sono tanti tipi di generatori di neutroni.

                                    Il problema è che mi mancano dei dati, per esempio io avrei bisogno di sapere quanti centimetri di piombo sono necessari pere fermare i neutroni e sopratutto quanti centimetri di gas compresso di idrogeno per fare la medesima cosa.

                                    Io penso che 2 centimetri di piombo sono bastevoli mentre invece con il gas compresso di idrogeno ce ne vogliono almeno 1,5 metri, ma queste sono ipotesi non verificate, ci vorrebbero delle tabelle già verificate dall'esperienza.

                                    Chissà quante volte qualcuno in passato avrà bombardato l'idrogeno con neutroni per il semplice scopo di analizzarlo e non aveva notato niente di strano, questo è logico perchè se vogliamo produrre energia in quel modo i neutroni non devono passare attraverso il gas ma fermato da quest'ultimo.

                                    Il fatto di fermare i neutroni in mezzo al gas di idrogeno dipende intuitivamente dalla pressione del gas che non deve essere affatto rarefatto, e poi dipende dalla lunghezza del percorso, che purtroppo io ipotizzo deve essere almeno 1,5 metri, quindi si tratterebbe di avere una bombola di gas piuttosto sottile e lunga, e il fascio di neutroni deve essere orientato in modo che i neutroni facciano un percorso il più lungo possibile.



                                    Non il piombo... ma il gas deve fermare i neutroni, altrimenti è tutto inutile.


                                    Purtroppo come detto già prima mancano dei dati, cioè la lunghezza minima di percorso per fermare i neutroni in un gas di idrogeno avente una certa pressione.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Simpatico...ti do una traccia.

                                      Intanto devi partire dalla sezione d'urto (cross section) in modo da sapere in base ai parametri del gas la probabilità che un neutrone colpisca un atomo. Poi devi far un calcolo di energie per i neutroni, per sapere quanto deve essere energico il neutrone. Poi devi riprendere i calcoli di prima, metterli insieme e trovare una funzione di probabilità che ti permetta di determinare in base al numero di acquisizioni di neutroni che vuoi quanti neutroni devi spararci.
                                      Il gas i neutroni non li ferma, al massimo ne ferma qualcuno comunque. Neutroni molto veloci si fermano con il cemento, e pure bello spesso (calcestruzzo, cioè miscela di cemento e materiale siliceo dosati a dovere) perchè il piombo costa e pesa troppo.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        ok, genco.stranger,
                                        i calcoli stavolta li hai fatti,
                                        ma... spero che intenda percorrere questa strada solo in via teorica..
                                        generatori di neutroni...

                                        i neutroni sono veramente pericolosi,
                                        se ti vedi qualche foto non censurata sugli effetti che hanno prodotto sui pompieri di chernobil,...
                                        beh, penso valgano più di molte prediche...
                                        continua con la teoria,
                                        la pratica in queste cose..
                                        lasciamola all'enea...

                                        Commenta


                                        • #21
                                          ok,genco-strano,
                                          per rimanere in teoria,
                                          ma perchè sta fissa delle bombole.?...
                                          articolo



                                          Edited by Quantum Leap - 11/10/2006, 16:46

                                          Download attachment
                                          articolo.txt ( Number of downloads: 17 )

                                          Commenta


                                          • #22
                                            CITAZIONE (Hellblow @ 18/9/2006, 23:15)
                                            Il gas i neutroni non li ferma, al massimo ne ferma qualcuno comunque.
                                            Neutroni molto veloci si fermano con il cemento, e pure bello spesso (calcestruzzo, cioè miscela di cemento e materiale siliceo dosati a dovere) perchè il piombo costa e pesa troppo.

                                            Stavo pensando...
                                            <img src="> Se il gas non li ferma, una lunghezza di 50 centimetri d'acqua distillata potrebbe fermarne qualcuno ? <img src=">






                                            A parte gli scherzi, l'idrogeno liquido a temperatura ambiente secondo me potrebbe fermarli, ma la bombola che li contiene deve essere molto robusta e pesante.

                                            Edited by stranger - 19/9/2006, 08:36

                                            Commenta


                                            • #23
                                              CITAZIONE
                                              50 centimetri d'acqua distillata potrebbe fermarne qualcuno ?

                                              Dipende dalla velocità dei neutroni. Quando parliamo di energia di neutroni è come se parliamo di spettro elettromagnetico, abbiamo una varietà enorme di energie ed ogni fascia va trattata diversamente.

                                              CITAZIONE
                                              l'idrogeno liquido a temperatura ambiente

                                              Questro è leggermente complicato.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                CITAZIONE (stranger @ 19/9/2006, 08:24)
                                                l'idrogeno liquido a temperatura ambiente

                                                Genco, ricòrdati che: la temperatura critica dell'H2 è 33,19°K.
                                                Fonte:
                                                http://www.ifac.cnr.it/idrogeno/H2_gas.htm
                                                Ciao

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  CITAZIONE (Hellblow @ 19/9/2006, 11:58)
                                                  CITAZIONE
                                                  50 centimetri d'acqua distillata potrebbe fermarne qualcuno ?

                                                  Dipende dalla velocità dei neutroni. Quando parliamo di energia di neutroni è come se parliamo di spettro elettromagnetico, abbiamo una varietà enorme di energie ed ogni fascia va trattata diversamente.

                                                  Guardando su internet ho saputo che i neutroni possono essere rallentati dall'acqua e se sono rallentati le collisioni diventano più probabili, se poi il cilindro che contiene l'idrogeno è sottile è alto 10 metri allora è possibile che questi neutroni vengono assorbiti anche dal gas di idrogeno.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    CITAZIONE (stranger @ 18/9/2006, 22:50)
                                                    Il problema è che mi mancano dei dati, per esempio io avrei bisogno di sapere quanti centimetri di piombo sono necessari pere fermare i neutroni ...

                                                    Io penso che 2 centimetri di piombo sono bastevoli ...

                                                    Per schermare i neutroni il piombo è inutile. Anzi, è il metallo più trasparente a un flusso neutronico.

                                                    Solitamente si ricorre a :
                                                    - strati di Cadmio (anche sottili quando i neutroni non sono molto "veloci") ;
                                                    - acqua pesante
                                                    - strati di paraffina (metodo Enrico Fermi)


                                                    Anche l'acqua semplice puo' andar bene.

                                                    ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Grazie per l'informazione, io pensavo al piombo, ma il piombo va bene per schermare i raggi X e non i neutroni.

                                                      Nonostante i neutroni veloci siano più difficili da fermare io penso che quelli veloci siano meglio perchè si uniscono al protone più facilmente, cioè io voglio dire che il neutrone lento è poco energetico e non si fonde con il protone.

                                                      Questo comporta un percorso di almento 10 metri attraverso il gas compresso di idrogeno, oppure pochi centimetri nell'acqua distillata

                                                      Ma forse non fuziona niente nell'acqua perchè c'è già l'ossigeno, l'ossigeno è già insieme con l'idrogeno ed è molto improbabile che il neutrone vada in collisione con la giusta particella ubicata dentro il nucleo.
                                                      ---------------------------------------------------
                                                      Ritornando al discorso del gas, questo dovrebbe essere compresso e rinchiuso dentro un palo alto come quello della luce, e sopra il palo un generatore di neutroni che emetta neutroni in direzione verticale verso il basso.
                                                      A sua volta il palo è ubicato dentro una caldaia che dovrebbe produrre calore, il calore dovrebbe fare girare le turbine, le turbine fare girare il generatore elettrico, il generatore elettrico deve alimentare il generatore di neutroni e anche qualcos'altro, dico anche qualcos'altro perchè altrimenti tutto questo ambaradam non serve a niente.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        CITAZIONE
                                                        e se sono rallentati le collisioni diventano più probabili

                                                        La probabilità di collisione è uguale, non cambia, mentre cambia la probabilità di cattura. Tu riesci a prendere al volo piu' facilmente una palla lanciata da un bimbo o una lanciata da un cannone? Diciamo che il ragionamento è questo <img src=">

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          La ricerca di una frase si potrebbe fare per mezzo del browser di internet, nel menù in alto modifica---> trova

                                                          Andare sul seguente link e cercare la frase: "In laboratorio si può creare deuterio bombardando l'idrogeno con neutroni".
                                                          Come creare deuterio senza estrarlo dall'acqua


                                                          Il processo è riversibile...
                                                          Cioè bombardando con energia elettromagnetica il deuterio, è possibile trasmutare il deuterio in idrogeno e quindi spendere una grossa quantità di energia (2,22 MeV moltiplicato per il numero degli atomi).
                                                          Questo sarebbe pazzesco perchè si vorrebbe fare l'esatto contrario cioè ottenere energy, (possibilmente free energy).
                                                          Però spendendo energia otteniamo neutroni che, guarda caso questi neutroni ci servono per fare l'operazione inversa.
                                                          Questo discorso sta diventando un rocambolesco gioco di parole.
                                                          E' logico che i neutroni li devo ottenere in un altro modo altrimenti non ha senso.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            La domanda fondamentale è...
                                                            E' possibile fare la fusione nucleare fredda mediante una banale cella elettrolitica senza usare generatori di neutroni ?
                                                            Certo che è possibile!...
                                                            Ma prima bisogna capire per bene come funziona la teoria del cosidetto "generatore di neutroni a spallazione", senza questa comprensione è inutile andare avanti.
                                                            Dopo che che si è capito come funziona allora possiamo procurarci una cella elettrolitica ed iniziare gli esperimenti.
                                                            Il generatore di neutroni a spallazione assomiglia un pochino al cosidetto "tubo a raggi X", nel tubo a raggi X vengono sparati elettroni che vanno a sbattere su una piastra metallica, la collisione genera raggi X.

                                                            Nel generatore di neutroni a spallazione vengono sparati (spallati) ioni di idrogeno a forte velocità, gli ioni di idrogeno vanno a sbattere contro una piastra di titanio, la collisione genera neutroni.

                                                            Come vedete esiste qualche analogia tra il tubo a raggi X e il generatiore di neutroni a spallazione, nel primo vengono sparate cariche elettriche e nel secondo pure.




                                                            Bene!
                                                            Adesso che sappiamo la teoria del generatore di neutroni a spallazione questo generatore lo mettiamo da parte perchè non ci serve più.
                                                            Ci serve invece una cella elettrolitica piena di acqua salata, il catodo fatto di titanio.
                                                            (Che strana coincidenza!
                                                            Anche qui c'è il titanio...
                                                            Diamo tensione agli elettrodi (catodo e anodo) e comincia la produzione di idrogeno e ossigeno, non succede niente di particolare cioè dal punto di vista della fusione fredda non funziona un tubo.
                                                            Perchè la fusione nucleare fredda non funziona ?

                                                            La risposta è semplice, gli ioni di idrogeno vanno a sbattere contro la piastra di titanio con insufficiente energia.
                                                            E' lo stesso discorso del generatore di neutroni col il vuoto spinto al suo interno, se la tensione è insufficiente gli ioni vengono lanciati lostesso ma quando andranno a sbattere contro la piastra non ci sarà produzione di neutroni.
                                                            Esiste quindi una soglia da superare, questa soglia vale per il generatore di neutroni a spallazione e vale anche per la cella elettrolitica.
                                                            Ritornando al discorso della cella, lo ione di idrogeno deve andare a sbattere contro il catodo di titanio con una certa velocità che non deve essere minore di una certa soglia minima, questa velocità dipende proporzionalmente dalla tensione.
                                                            Perciò con una tensione alta abbiamo alte probabilità di produrre neutroni, neutroni difficili da rilevare perchè assorbiti dagli stessi ioni.

                                                            E' un bene che questi neutroni vengono assorbiti dagli ioni, è un bene per 2 motivi.
                                                            Primo motivo i neutroni sono pericolosi dal punto di vista medico, secondo motivo l'assorbimento di un neutrone da parte di uno ione di idrogeno emette notevole quantità di energia.
                                                            L'energia emessa è calcolabile con la seguente equazione

                                                            Energia = N + (H+) - MD

                                                            dove N è la massa del neutrone, H+ è la massa dello ione di idrogeno, MD è la massa del deuterone ovvero la massa del prodotto di scarto.
                                                            Quindi inizialmente non abbiamo acqua pesante che costa un occhio della testa ma abbiamo acqua del rubinetto, (con aggiunta di sale allo scopo di aumentare la conduttanza dell'acqua di rubinetto).

                                                            Energia = N + (H+) - MD


                                                            (2,2 x 10^6 elettronvolts) = N + (H+) - MD


                                                            oppure possiamo anche scrivere


                                                            deuterone = neutrone+(ione di idrogeno)-(2,2 x 10^6 elettronvolts)


                                                            L'equazione appena descritta sopra rappresenta il segreto della fusione nucleare fredda in una cella elettrolitica contenente acqua schifosa di rubinetto con aggiunta di acqua salata, (catodo di titanio).
                                                            <img src=">

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X