elementi in soluzione - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

elementi in soluzione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • elementi in soluzione

    Volevo chiedere ai ragazzi che stanno studiando il processo di reazione della fusione fredda se avete avuto modo di analizzare la soluzione nella quale si crea il plasma dopo il termine di una prova e se avete riscontrato variazioni sostanziali con la soluzione di carbonato di potassio prima della prova. Capire cioe' se il sale partecipa alla reazione o agisce soltanto da catalizzatore e quindi in questo caso se si trova +o- la stessa concentrazione di 0.5 molare.




  • #2
    Caro freefly,
    la soluzione, dopo la prova con l'innesco del plasma non ha presentato "stranezze" chimiche in quantità apprezzabile, ma si è presentata così come si presenta una qualsiasi soluzione chimica sottoposta a idrolisi. In pratica, era sempre presente la stessa quantità di carbonato di potassio, ma con l'aggiunta di ossido di tungsteno e altri composti wolframici derivanti dalle reazioni anodiche e con l'aggiunta di qualche altra specie inquinante derivante dall'effetto termico del plasma sui tubicini di ceramica nuovi che, seppur resistenti alle elevate temperature che si generano là dentro, in parte si consumano quando non sono usati. Questo fenomeno dovuto ai tubicini di ceramica nuovi, dopo tre quattro prove, non si presenta più e la soluzione contiene la stessa quantità di carbonato messa inizialmente più gli ossidi di tungsteno. Ovviamente, visto che l'acqua evapora, non conserva la stessa molarità.

    Novità interessanti invece le abbiamo avute facendo analizzare il catodo (dove si genera il plasma) al microscopio a scansione. Pare che qualcosa di "strano" sia avvenuta là sopra. Al momento però non me la sento di dare informazioni certe in quanto stiamo ancora verificando al cento per cento se si tratta di un errore della macchina o di un fenomeno reale. Fra qualche ora dovrebbero arrivarci i risultati dell'analisi di un altro catodo. Se il dato della precedente misura si dovesse ripetere anche questa volta allora la cosa si fa interessante e la notizia può essere diffusa. Altrimenti vuol dire che è stato commesso un errore.
    Intanto incrociamo le dita.

    Ciao
    ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

    Commenta


    • #3
      Grazie per i chiarimenti. Quanto hai scritto fa ben sperare ed almeno esclude l'ipotesi che l'eccesso di calore possa essere generato dalla combustione del potassio a favore quindi della reazione nucleare. Inoltre, nell'ipotesi di fare funzionare la cella elettrolitica a regime di innesco costante eviterebbe di dover aggiungere carbonato di potassio alla soluzione e immettere quindi soltanto la quantita' di acqua necessaria a ripristinare il valore iniziale di molarita' almeno fino a quando i prodotti secondari della reazione ai quali hai fatto riferimento(ossidi,ecc..) non raggiungano un livello tale da interdire la reazione stessa. Questo mi fa pensare inoltre alla possibilita' di realizzare gia' adesso un sistema che sfrutti l'efficenza di questo tipo di cella (non ti nascondo che da un po' di tempo che ho in testa qualcosa....) in impianti che diverrebbero cosi', concorrenziali rispetto a quelli gia' esistenti in commercio.



      P.S. Intanto sto incrociando oltre le dita anche le gambe ed i pensieri perche' e' chiaro che prima o poi il puzzle andra' a posto ed allora sentiremo i botti, quelli che faranno tremare il c..lo a qualcuno!

      Commenta


      • #4
        Grazie per l'incoraggiamento, davvero. La complessità dell'esperimento e delle variabili in gioco a volte ci fa girare veramente la testa, ma pian piano ne stiamo cavando le relazioni in gioco.

        In ogni caso, qual è la tua idea base circa uno sfruttamento del sistema?

        Fammi sapere.

        Ciao.
        ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

        Commenta


        • #5
          Un'idea e' quella di sfruttare una delle anomalie riscontrate durante il funzionamento della cella, gia' riportato dai due ricercatori giapponesi, cioe' la produzione di idrogeno in quantita' nettamente superiori a quello che, secondo la teoria convenzionale, ci si aspetterebbe e immetterlo in una caldaia a gas opportunamente modificata. Quello del riscaldamento dell'acqua, vuoi per uso domestico o per uso industriale e' sicuramente uno dei processi che richiedono molta energia e che pesano maggiormente nella nostra economia. Quindi ottenere un aumento del rendimento, anche modesto, in tal senso potrebbe farci risparmiare un bel po' di soldi. Ho letto che qualcuno gia' propone celle elettrolitiche di questo tipo ma sono pensate in genere soltanto come generatori di gas combustibile. Io penso che disegnando una cella con una opportuna geometria e con un sistema di ricircolo gestito elettronicamente sia possibile usare sia la combustione del gas prodotto sia il calore diretto generato durante la reazione per riscaldare l'acqua ad un prezzo e con una rapidita' convenienti, in termini di costi a medio termine, rispetto al sistema caldaia tradizionale. Ritengo inoltre che disegnando una cella ottimizzata per la dispersione del calore e congiuntamente all'impiego di celle al combustibile, sia possibile progettare un impianto di riscaldamento acqua concorrenziale in termini di consumo elettrico e quindi di costi operativi rispetto ai tradizionali boiler elettrici. Ho anche fatto qualche schizzo sui possibili disegni di celle idonee per questi scopi ed alcuni schemi di massima di impianti nei quali inserire tali celle ma nulla di particolarmente definito. Il problema e' che lo sviluppo di queste idee e la loro verifica richiedono un impegno economico e di tempo che mi impediscono in questo momento la realizzazione di un prototipo riservando in un altro momento tale fase di concentrarmi per adesso sugli aspetti piu' teorici(quali geometrie, quali materiali ecc.). Io il superenalotto ogni tanto lo gioco chissa'..........E tu?



          P.S. Quali altri metalli pensi possano sostituire efficacemente il tungsteno? Si trovano in commercio barre di tungsteno di diametro maggiore di 50mm?




          Ciao

          Commenta


          • #6
            (OT) D'accordo su freefly01sulla coogenerazione, ecc. ecc.
            Pero' circa il discorso che scaldar l'acqua e' uno dei maggiori costi, ecc. ecc. e' perche' alla maggior parte della gente piace cosi'.
            Li vuole spendere punto (come per la benzina in piu' vedi: Progettomeg ->Energie Rinnovabili ->Risparmiare Energia)

            Nel "Bel Paese" c'e' un altro modo per far questo:
            energia nucleare!
            Cioe' un bel generatore termonucleare...
            ...quello grande grande....
            ....su in alto..
            ....che funziona di giorno...
            ... ed e' garantito ancora per 4 miliardi di anni.
            ...Non e' a basso costo...e' gratis gratis gratis gratis (si legge??? GRATIS)!!!
            (quindi ci dev'essere un "pacco", "non si fa niente per niente" [vedi ... Risparmiare Energia] e non va bene...meglio evitare...chissa' quale brutta sorpresa...meglio pagare cosi' si e' tranquilli. Punto

            Edited by gattmes - 16/1/2004, 20:51
            Fare si può! Volerlo dipende da te.

            Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

            Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
            Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

            Commenta


            • #7
              Sicuramente il sole e' un'ottima fonte di energia e bisogna investire su questo cercando di sfruttarne la potenza, in tutte le forme in cui si manifesta(vento,calore,fotoelettrico). E' pur vero che le tecnologie e gli impianti attuali presentano ancora alcuni svantaggi che li rendono poco appetibili non solo per l'irrefrenabile voglia di spendere. Io penso che avere a disposizione diverse fonti di energia e puntando al massimo su sistemi ibridi che le integrino sia il percorso piu' redditizio in termini di possibilita' di sviluppo, risparmio economico, qualita' della vita e impatto ambientale. Il fatto e' che piu' che spendere ci piace CONSUMARE. Perche' puo' andare bene anche la legna o il carbone, come sono andati bene per i miei nonni e per buona parte dell'umanita' in passato senza che questo sconvolgesse equilibri naturali o altro. Certo tutto si puo' dire tranne che essi fossero allora un popolo di consumatori di energia quali lo siamo oggi noi e che avessero una "qualita' della vita" come la nostra(per alcuni aspetti migliore). Siamo capaci di convincere l'occidente industrializzato, proteso verso un "futuro migliore" ed in preda ad euforia da cellulare, di fare qualche passo indietro in termini di consumi energetici? Questo da solo probabilmente renderebbe le tecnologie solari(ma anche il resto), malgrado gli svantaggi, sufficenti ai nostri fabbisogni. Purtroppo la strada imboccata non e' questa(vedi protocollo di Kioto e la giustificazione degli americani che non lo hanno voluto ratificare) e quindi dobbiamo cercare alternative in tutte le direzioni e vedere di tirarne fuori qualcosa di buono.


              Ciao

              Commenta


              • #8
                Vero.
                Comunque io vivo nel 2000 e pretendo di averne gli agi. Io voglio CONSUMARE.
                Quel che fa la differenza e che pretendo di far vivere nel 2000 anche il mio cervello...
                Voglio dire che il 2000 mi da anche i mezzi per capire che, ad esempio, e' meglio cercare di scaldare solo quando ho bisogno di calore.
                ...o trovo siti dove si discute se meglio auto a benzina o a gasolio ...e io rispondo ibrida (parlo di roba acquistabile/omologabile, altrimenti la mia risposta sarebbe un'altra...)...ripeto vivo nel 2000, non nell'800.
                Riferendomi all'esempio accennato in precedenza (scaldare quando serve), uno dei tanti, l'unica lampadina a filamento che ho in casa e' quella dentro il forno (x questioni di temperatura..). Certo ho iniziato in tempi remoti con qsta conversione, quandi i costi erano alti, dovevo farlo gradualmente e non avevo tutte le scelte di formati di lampade di oggi (strada mooolto in salita...ma io sono 'Ariete').
                Ma...ribadisco...ho lavorato in una grossa ditta...con tanti colleghi +/- vicini e lontani...ed ho sempre divulgato questa mia dottrina (ed altre)..ottenedo risposte tipo "consumano all'accensione l'energia che risparmi e simili" (si vede che hanno azioni alla "Edison corp".....ma porc!). Un giorno mi sono rotto ed ho portato 2 anni di bollette enel (Si sa che era: doppi consumi= quadruplo prezzo...cosi' non si poteva obiettare + di tanto...)...molti colleghi poi, nei mesi seguenti mi chiesero consigli al riguardo......qlcuno e' ora edotto su specifici utilizzi...sono io a chiederli consigli ora.

                Ci si pone un grandissimo problema su come potremo utilizzare eventuali energie in piu'????
                Quantum Leap non fraintendermi non c'e l'ho con te. Quel che voglio dire e' che in parallelo a trovare le fonti alternative (un mio grande supporto anche morale a chi lo fa) occorre "lavorare" contro quel qlcosa che alleggia nell'aria (saranno i mass-media, saranno ..non lo so), di cui anch'io sento molte volte l'attrazione ('impigrente') e che,come nel video "another brick in the wall", ci spinge a marciare contro il trittacarne.
                Altrimenti qlcuno puo' far traspirare mankind is not ready.
                Ce ne fosse di energia gratis e/o pulita e/o a basso costo e/o quello che volete voi.
                Che "Quei Signori" (?) non si preoccupino...ci penso io ad usarla.....bene.....per la mia vita.....e dei miei simili..
                (scusate)
                ..e allora forza! go ahead!

                Edited by gattmes - 16/1/2004, 22:33
                Fare si può! Volerlo dipende da te.

                Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

                Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
                Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

                Commenta


                • #9
                  Sono convinto come te che l'uso intelligente dell'energia e dei prodotti che la consumano sia una nuova fonte e che questo secolo piu' di altri ci metta a disposizione nuovi strumenti per capire e migliorare. Una lampadina deve servire ad illuminare e non a riscaldare. Sacrosanto! Comunque rimane il fatto che anche dopo aver trovato sul mercato la lampadina piu' efficente che ci sia ho compiuto un passo nella direzione del miglioramento delle risorse energetiche disponibili, aumentando cosi' le mie possibilita' di consumare. Se riesco a trovare nuove fonti o aumentare il rendimento di quelle esistenti forse ne avro' fatti due. Perche' il problema non e' causato fondamentalmente dalle persone che come te,me ed altri si sfonzano di usare la zucca nel migliore dei modi, ma e' causato da chi la usa male,da chi la usa in mala fede o da chi non la usa affatto(la maggioranza). E' difficile ipotizzare che una rivoluzione in tal senso si possa realizzare in tempi brevi anzi a guardarsi in giro, mass-media ecc. sembra gia' difficile ipotizzare che si possa realizzare affatto! Da questo punto di vista i Pink Floyd sono stati dei profeti. Per questo penso che, intanto per mettere una pezza, aspettando che l'opera di evangelizzazione dilaghi, e' fondamentale trovare nuove fonti e migliorare sti scaldabagni del cavolo(loro si che sono veramente dell'800).


                  P.S Come dici tu? Forza! Go ahead


                  Ciao

                  Commenta


                  • #10
                    Il problema è che si può lavorare quanto si vuole su fonti alternative, ma finchè ci sarà una volontà politica tesa a conservare le vecchie fonti di energia, effettivamente vecchie e nuove fonti di energia alternative al petrolio non vedranno mai una fase di sviluppo su larga scala.

                    In pratica, se la legge italiana e mondiale favorisce il trasporto su mezzi a benzina, non impone un piano di applicazione, magari graduale, dell'energia solare e di altre fonti alternative, l'utilizzo di queste ultime resterà comunque in mano a pochi, oculati e sensibili consumatori che, a prezzo di grossi sacrifici personali, decidono di ricorrervi.

                    Basta pensare in quanto tempo, in base a una legge, sono scomparse le auto a benzina super. Se con leggi analoghe si interverrebbe sul passaggio a nuoe fonti di energia come il solare o simili, non ci sarebbe più bisogno di convincere il vicino cosa è meglio per il pianeta.

                    E invece...

                    Complimenti a freefly per l'idea della caldaia che in fondo è l'unica attualmente pensabile. Tuttavia, ci tengo a precisare che il fenomeno che stiamo indagando è così complesso che, studiandolo a fondo se ne potrà cavare sicuramente molto di più. Immagina solo l'applicazione su larga scala delle trasmutazioni nucleari che avvengono al catodo... Fisica nucleare a temperatura ambiente!

                    Siamo solo all'inizio di una ricerca dalle prospettive sconfinate e affascinanti i cui risvolti potrebbero essere potenzialmente importantissimi.

                    Vedremo.
                    Intanto le prove proseguono.
                    Ciao
                    ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

                    Commenta


                    • #11
                      CITAZIONE (Quantum Leap @ 18/1/2004, 01:11)
                      Tuttavia, ci tengo a precisare che il fenomeno che stiamo indagando è così complesso che, studiandolo a fondo se ne potrà cavare sicuramente molto di più. Immagina solo l'applicazione su larga scala delle trasmutazioni nucleari che avvengono al catodo...    Fisica nucleare a temperatura ambiente!

                      Intanto le prove proseguono.
                      Ciao

                      non sei il primo a riscontrare trasmutazioni a bassa energia nei diodi

                      leggi queste righe tratte da un articolo di Roberto Monti :

                      .....Nel 1996 Mizuno e collaboratori sono andati finalmente a vedere
                      cosa c’era negli elettrodi di Palladio dopo le reazioni di
                      “Fusione Fredda”.
                      Entro uno strato di un micron hanno trovato:
                      Cromo, Ferro, Rame, Platino, Calcio, Titanio, Manganese,
                      Cobalto, Zinco, Cadmio, Stagno, Piombo, Gadolinio, Arsenico,
                      Bromo, Antimonio, Tellurio, Indio, Xeno, Afnio, Renio ed Iridio.
                      Aquesto punto anche Bockris si è deciso ad andare a vedere dentro
                      i suoi elettrodi. Entro uno strato di un micron ha trovato:
                      Magnesio (6,7%), Silicio (10,2%), Cloro (3%), Potassio (1,1%),
                      Calcio (19,9%), Titanio (1,6%), Ferro (10,5%), Rame (1,9%),
                      Zinco (4,2%), Palladio (31,9%), Argento (1,9%), Platino (7,1%).
                      La concentrazione iniziale del Palladio era: 99,8%.......

                      trasmutazioni per oltre i 2/3 della quantità analizzata, interessane eh ?

                      qui c'è l'articolo completo:

                      http://www.alinet.it/andromeda/com85.pdf

                      sono curioso di sapere se qualcuno ha tentato di ripetere gli esperimenti proposti da monti (fabbricare oro)

                      Edited by artistoide - 9/4/2004, 19:42

                      Commenta


                      • #12
                        Hai ragione, non siamo assolutamente i primi... ed è proprio questa la cosa grave: si stanno dimostrando ovunque evidenze sperimentali di questo tipo ma... niente.. solo silenzio.

                        Il nostro sistema rispetto agli altri ha le sue peculiari caratteristiche che lo differenziano dagli altri, ma rientrando comunque in quel genere di esperimenti.

                        Se il 18 vieni a Grottammare potrai vedere la nostra cella in funzione.

                        Ciao
                        ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

                        Commenta


                        • #13
                          grande!

                          scusa:
                          riguardo a roberto monti che assieme al compianto renzo boscoli hanno lanciato quella incredibile avventura della via italiana
                          (io ho tutti gli articoli pubblicati da frigidaire)

                          che fine ha fatto? tu cosa ne pensi? é un pazzo o un genio?

                          c'è qualcuno in sto forum che ha fabbricato l'oro come sostiene di aver fatto R.B. nell'articolo di due post fà? (l'esperimento descritto appare semplice)

                          Commenta


                          • #14
                            L'esperimento che propone Monti col mercurio e i barattoli di Zuegg è stato replicato da un orefice nel nord Italia. Il materiale ottenuto, fatto analizzare, non risultava essere oro, ma era costituito da metalli minori. Almeno questo è quanto raccontatomi dal prof. Del Giudice che, per un certo periodo, si è interessato alle dichiarazioni di Monti.

                            Cmq potresti mettere on line il tuo materiale???

                            Magari se ne può cavare qualcosa di interessante!!!

                            Grazie e
                            ciao
                            ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

                            Commenta


                            • #15
                              Già, caro artistoide, se mi invii il materiale lo posso mettre on line su progettomeg così che tutti ne possano usufruire.
                              Potrebbe essere un modo per progredire più velocemente.
                              Inviami il materiale o contattami su nuovenergie@email.it
                              Grazie!
                              Un saluto a tutti e al grande quantum leap!
                              Roy
                              Essere realisti e fare l'impossibile

                              Commenta


                              • #16
                                mi apropinquo a cercare tra polverosi scaffali, poi dovro minacciare lo scanner di morte, comunque la raccolta degli articoli di cui sopra si intitola "eppur si fonde" (ironicamente dal ben più noto "eppur eppur si muove" dell'inquisito Galileo Galilei) edito da primo carnera edizioni

                                qui di seguito come mene impossessai (se siete patiti di andrea pazienza buttatevi)

                                http://www.frigomag.it/catalogo/main.html (pacco orda d'oro n°3)

                                comunque tutti gli articoli sono stati pubblicati prima da andromeda edizioni nella rivista seagreen sul loro sito è possibile ricavare parte degli articoli on line (con acrobazie)

                                http://www.alinet.it/andromeda/argscienze.htm

                                gli articoli più interessanti trattano di un nuovo modello di atomo, di un nuovo modello di sole e una varietà tra proposte di esperimenti vari di fusione fredda , tra cui innescare la fusione di una bomba H, non con una bomba A, ma con una bomba N (esperimento consigliato al di fuori dell'atmosfera, io la chiamerei la bomba NO!), al fine di dimostrare che non è il calore a vincere la forza di repulsione tra gli atomi ma la immane ventata di particelle e quantaltro viene comunemente ignorato

                                per quanto riguarda grottammare io abito un pò lontanino conto di vedere un resoconto dettagliato degli interventi con tanto di filmati della cella in funzione (avete avvertito giornali e televisioni dell evento?)

                                a proposiro dell'esperimento di monti con i vasetti di zueg i metalli così prodotti che sono? di che si tratta? perche se sono elementi non presenti all'inizio del'esperimento, e in quantità analizzabili, può essere lecito il sospetto di trasmutazione alchemica ! (l'unica cosa che ci interessa realmente)

                                Edited by artistoide - 19/4/2004, 11:19

                                Commenta


                                • #17
                                  Caro aristoride,
                                  grazie per la ricerca e scusa per il ritardo.

                                  Una domanda, eccetto i link segnalati, avresti del materiale interessante già scansionato o impaginato?

                                  Grazie e ciao
                                  ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

                                  Commenta


                                  • #18
                                    allora finalmente ho ritrovato "EPPUR SI FONDE" il volume sudetto

                                    gli ho ridato una sfogliatina nella mia insondabile ignoranza in fisica, lo trovo decisamente interessante, sopratutto nell'ambito della cronaca dei turbinosi anni che hanno visto la nascita di una devastante rivoluzzione contro tutto ciò che viene smerciato come dogma assoluto (a suon di soldoni)

                                    insostanza gli articoli di R.Boscoli sono i più piacevoli, acuti e un pò trasognati, ma comunque sempre rigorosi e scientifici

                                    R.Monti invece è incazzatissimo (a ragione) ed è molto divertente la parte in cui racconta come innumerevoli luminari risposero sdegnati alle sue missive in cui mette apertamente in dubbio l'operato di Albert Einstein

                                    purtroppo ho seri problemi con lo scanner mi manderesti la mail dove devo spedirtelo appena aggiro il problema arriva

                                    dio ci metterò un eternità a scannerizzare tutte stè 194 pagine in A4 c'è in bel pò di roba tra grafici illustrazioni e vignette satiriche di Filippo Scozzari (ebbene sì c'è di tutto!) quindi di bassa definizione non sene parla
                                    dovrò fartelo pervenire a rate

                                    Edited by artistoide - 3/5/2004, 11:05

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Caro Aristoide,
                                      ti ringrazio, veramente, per la disponibilità e la grande generosità. Del tuo volume ho sentito molto parlare, ma, purtroppo, non l'ho mai sfogliato.
                                      Tuttavia, il lavoro che ti stai accingendo a fare è davvero troppo eccessivo, quindi non preoccuparti. Scansionare 194 pagine sarebbe un lavoraccio che, nella maniera più assoluta, non mi sento di chiederti... in ogni caso grazie, dal profondo del cuore.

                                      Piuttosto, di dove sei (che regione?) caso mai qualcuno che può farsi le fotocopie lo si trova. Magari abiti vicino...
                                      Fammi sapere.

                                      Ciao ciao
                                      e grazie ancora


                                      Ti ho mandato il mio indirizzo mail in privato.
                                      ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

                                      Commenta

                                      Attendi un attimo...
                                      X