Digressioni sulla nuova fisica - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Digressioni sulla nuova fisica

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Digressioni sulla nuova fisica

    Cari amici ciao a tutti,
    come è ormai noto, la nostra cella ha la comoda peculiarità di riuscire ad innescare fenomeni di reazioni nucleari a debole energia in soluzioni che utilizzano come solvente la comunissima ed economica H2O.
    In tale matrice, con l'introduzione di un opportuno elettrolita (K2CO3 nel nostro caso) si innesca un plasma molto vistoso che, nelle giuste condizioni, è in grado di provocare reazioni nucleari (e quindi nuovi nuclidi) ed eccessi di energia. Tutti continuamente riscontrati.
    Da tali risultati sperimentali, col susseguirsi delle riflessioni e delle ipotesi e dei test e dei riscontri, ha avuto origine una teoria fenomenologica che, finchè non verrà smentita da altre prove e altri risultati, vede il neutrone come "attuatore" principale di tutti i fenomeni riscontrati. (Per dettagli sulla teoria, scaricare il pdf plasma

    Tale neutrone, secondo la nostra teoria, viene generato all'interno del plasma mediante reazioni di "cattura elettronica" catalizzate dalla presenza dello stesso plasma. Questo tipo di reazioni sono note ai fisici nucleari, anche se in natura si verificano raramente e in particolari condizioni.
    Tuttavia una possibile fonte di neutroni poteva benissimo essere garantita dalla bassa percentuale di acqua pesante normalmente dissolta nell'acqua leggera. In tal caso, grazie alla presenza del plasma, poteva succedere che il deuterio contenuto nell'acqua pesante (composto da un protone e un neutrone) cedeva il suo neutrone senza bisogno di introdurre reazioni "cattura elettronica".

    Alla luce di tutte queste domande avevamo premura di testare il plasma con una quantità maggiore di acqua pesante in soluzione per vedere se, una percentuale maggiore di deuterio dissolto, poteva determinare un qualche tipo di variazione sostanziale nel comportamento della cella e cioè, maggiore energia, nuovi nuclidi, altro. Così, aiutati dal caro amico enricus2000 che circa un mese fa ci ha regalato la preziosa acqua pesante, abbiamo cominciato una serie di test sulla cella finalizzati a riscontrare esclusivamente variazioni dell'energia in uscita.
    I test sono stati eseguiti alternando soluzioni standard (100% H2O) con soluzioni deuterate (50% H2O - 50% D2O).
    Il risultato è stato che per ogni test si è avuto esattamente lo STESSO guadagno energetico sia utilizzando acqua normale, sia utilizzando acqua pesante.
    Premettendo che non abbiamo ancora fatto analizzare la presenza di nuclidi al catodo e che la misura di neutroni la stiamo ancora affinando, questo risultato mostra, almeno per ora, che la presenza di acqua pesante NON altera la resa energetica della cella nè in positivo nè in negativo.

    Per il resto c'è da scervellarsi ancora un po'
    ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

  • #2

    I miei più vivi complimenti e congratulazioni Quantum Leap.
    Arguisco che Avete completato quindi la campagna di prove e avete deciso di comunicarlo a quanto vedo.

    Ancora complimenti,.... è un ottimo risultato sperimentale che a questo punto fa riflettere.

    Vediamo se nel forum qualcuno ha fatto prove simili...

    Saluto te e a tutti gli amici

    Commenta


    • #3
      dear amici,
      per quantum,
      molto bella la prova di verifica con acqua pesante
      soppratutto per me, che continuo a ripetervi che se seguimo la mia teoria ,possiamo individuare con esattezza quello che accade nella cella

      abbiamo produzione, per le particolari condizioni presenti nel liquido,, di neutroni strange, non dovuti alla scissione del deuterio, che si dovrebbero comportare come indicato disperatamente da me molte volte
      quando supererete questa strana e antiscietifica allergia per i quark , converrete con me

      saluti

      Commenta


      • #4
        Ciao carissimi casertani

        Vi faccio anche io i più grandi complimenti per la caparbietà e professionalità con la quale portate avanti i vostri esperimenti. Anche difronte a difficoltà e inconvenienti spiacevoli.

        Vi ricordo che io vi sono sempre vicino e anche se ultimamente ci sentiamo poco... sto lavorando per voi! C'è un piccolo imprevisto anche qui, per la conferenza ma stiamo lottando affinchè tutto vada come deve.

        Un caro saluto e a sentirci presto.
        Roy
        Essere realisti e fare l'impossibile

        Commenta


        • #5
          CITAZIONE (rabazon @ 5/4/2005, 00:57)
          dear amici,
          per quantum,
          molto bella la prova di verifica con acqua pesante
          soppratutto per me, che continuo a ripetervi che se seguimo la mia teoria ,possiamo individuare con  esattezza quello che accade nella cella

          abbiamo produzione, per le particolari condizioni presenti nel liquido,, di neutroni strange, non dovuti alla scissione del deuterio, che si dovrebbero comportare come indicato disperatamente  da me molte volte
          quando supererete questa strana e antiscietifica allergia per i quark , converrete  con me

          saluti

          Carissimo rabazon

          Ti chiedo per cortesia di spiegarmi (con poche parole) che cosa intendi per neutrone strange, visto che strange sapevo essere una caratteristica di un quark.
          Da quello che so io un neutrone "normale" è formato da 1 quark up e 2 quark down.
          Poi se sei riuscito veramente a stare in quattro parole sulla spiegazione di prima, ti chiederei di dirmi, sempre in quattro parole, cosa succede secondo te quando il protone H+ si incontra con il catodo nella fusione fredda elettrolitica, per creare tutto quel casino.
          Ho visitato anche il tuo sito, ma non ci ho capito niente, se non ne fai un riassunto di quattro parole alla fine di ogni teoria.
          Allego un sito che spiega i quark (teoria ufficiale), di cui forse non sarai daccordo.

          http://webscuola.tin.it/risorse/quark/opera/quarks.htm

          Con affetto

          Renzo Mondaini (Ravenna)

          Edited by remond - 5/4/2005, 23:38

          Commenta


          • #6
            dear amici,
            ribadisco la mia ammirazione per la prova effettuata con acqua pesante, che sinceramente temevo potesse falsificare seriamente la mia teoria, invece la conferma in pieno

            per remond, sono assolutamentwe d'accordo su tutto quanto è scritto nel sito che proponi
            non ho assolutamente niente da eccepire

            per la teoria nuova di cattura elettronica, è vero, mi cogli in un momento serio di scelte,
            non è possibile tradurre in due parole una teoria complessa, ma sono fortemwente indeciso, dato che mi manca uno scaling matematico completo , sulla diffusione interna al protone di tripletti di elettroni, o più elettroni, uniti per spin magnetico, che cambiano lo stato di un quaRK DA UP a down, oppure in un quark strange

            la teoria di trasformazione di quark up in strange è già affrontata e accettata nei casi delle stelle di neutroni
            comunque le caratteristiche delle particelle da cercare sono invariate,
            e non sono naturalmente in confllitto con le leggi della cromodinamica
            sono un'estensione naturale e inevitabile per la comprensione dei fenomeni di f,f
            saluti

            Commenta


            • #7
              Ciao a tutti,

              la prova con acqua pesante, non avendo provocato variazioni nell'eccesso di energia in uscita, dimostra che, probabilmente, i neutroni non provengono dall'acqua pesante normalmente contenuta nell'acqua leggera. Dico "probabilmente" perchè potrebbe darsi che l'eccesso di energia NON sia direttamente collegato alla presenza di neutroni ma sia un effetto secondario che, per qualche ragione, mantiene costante il suo valore a prescindere dal numero di neutroni.
              La prova inconfutabile del fatto che i neutroni NON provengono dai nuclei di deuterio disciolti in acqua la avremo solo a seguito di prove in cui, usando la D2O, NON vengano misurati aumenti nelle emissioni di neutroni.
              Quindi soltanto una buona misura dei neutroni emessi (con acqua leggera e con acqua pesante) ci potrà garantire il dato che questi NON provengono dal deuterio.
              Tutto ciò serve a specificare che, sebbene l'ipotesi che i neutroni non provengono dal deuterio sembra molto convincente, manca ancora un elemento fondamentale al quadro: la misura dei neutroni.

              x rabazon: Caso mai dovesse comparire qualche anomalia da tutto questo quadro allora (e solo allora) possiamo iniziare a pensare a qualche effetto anomalo. Anche se, allo stato attuale della sperimentazione, a neutroni che decadono in 10 alla meno 9 secondi non ci voglio pensare. In ogni caso, se ti venisse in mente un'idea riguardo un esperimento che dovesse dimostrare in maniera inconfutabile la bontà della tua teoria, fammi sapere.

              x Roy: nessun problema. Stai facendo già tantissimo. Qualsiasi cosa farai sarà perfetta. Se posso (possiamo) aiutarti in qualche modo a risolvere qualsiasi cosa, ovviamente, fammi sapere .

              ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

              Commenta


              • #8
                dear amici,
                per quantum

                una prova per travare qualcosa di anomalo e dei neutroni strange, l'hai già effettuata

                mi riferisclo alle lastrine di alluminio,
                che deviono essere messe a contatto con il catodo,
                se si ripete il decadimento con picco solitario come hai già in qualche maniera anticipato in una prova,

                dobbiamo pensare a neutroni strange

                foerse anche i normali decadimenti con trasmutazioni nel catodo sono differenti da quelli canonici,
                ma l'al sembra perfetto per questo

                per essere chiari, devui dimostrare con molti esperimenti, che abbiamo sempre i decadimenti anolmali che hai misurato sulla lastrina di al

                saluti cordiali,
                vedrai che dissipiamo un pò di misteri

                Commenta


                • #9
                  Salve a tutti ,

                  sono nuovo in questo forum e sono un fisico. Volevo fare i complimenti a tutti, sperimentatori e teorici. Il lavoro che state portando avanti è molto importante . Volevo però far notare a rabazon (che seguo da tempo su questo forum). Che il modo in cui scrive in italiano è aberrante. Per non parlare delle sue incommentabili teorie....

                  Un complimento a tutti gli altri (eccetto un paio ).

                  Antonio

                  Commenta


                  • #10
                    complimenti a te Antonio che ti sei buttato nella mischia,

                    saluti

                    danilo

                    Commenta


                    • #11
                      CITAZIONE (Meucci @ 8/4/2005, 16:44)
                      Salve a tutti ,

                      sono nuovo in questo forum e sono un fisico. Volevo fare i complimenti a tutti, sperimentatori e teorici. Il lavoro che state portando avanti è molto importante . Volevo però far notare a rabazon (che seguo da tempo su questo forum). Che il modo in cui scrive in italiano è aberrante. Per non parlare delle sue incommentabili teorie....

                      Un complimento a tutti gli altri (eccetto un paio ).

                      Antonio

                      Carissimo Antonio Meucci

                      Ben arrivato a scrivere su questo forum.
                      Ti ricordo che il non sapere comunicare, non vuol dire non sapere; molti grandi scienziati non sanno comunicare, ma nulla toglie che rimangano grandi scienziati.
                      Sono di ritorno dalla conferenza di Ravenna sul LASER, relatore un gran scienziato, ma aveva una voce da ninna nanna, è stata una conferenza piatta come il mare al mattino, ma tutto quello che ha detto era interessantissimo. Ci ha spiegato e fatto vedere un filmato (reale) sul condensato di Bose-Einstein (da rimanere senza fiato).
                      Vi erano circa 100 studenti del liceo scientifico ed una decina di estranei, alla fine della serata ci sono state solo 4 domande, le mie. Se il relatore avesse avuto più carica nella relazione, le domande sarebbero piovute.
                      Comunque 3 studenti mi hanno bloccato all'uscita, mi hanno detto che avevano assistito alla mia conferenza sulla fusione fredda elettrolitica, mi hanno fatto domande per 20 minuti, seguono anche questo forum, il tutto perché io alla mia conferenza, ci ho messo una carica 10 volte quella del relatore di questa sera.

                      Per ultimo caro Antonio, ti voglio ricordare un sunto del pensiero di Voltaire, che io condivido:

                      "Io non credo a quello che dici, ma darei la vita affinché tu lo possa dire"

                      Renzo Mondaini (Ravenna)

                      Commenta


                      • #12
                        Ciao a tutti
                        Ciao Remond da quello che scrivi, l' ultima frase la modificherei in:
                        non credo a quello che dici, ma credo per come lo dici.
                        Oggi la comunicazione è tutto! (Silvio)

                        Salutoni
                        Furio57

                        Edited by Furio57 - 9/4/2005, 00:36
                        L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
                        LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
                        Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

                        Commenta


                        • #13
                          Ciao Meucci e benvenuto ,

                          spero che il tuo contributo possa aiutarci in questo arduo percorso di comprensione.

                          x Furio:
                          CITAZIONE
                          non credo a quello che dici, ma credo per come lo dici.

                          hai ragione. Oggi più che mai, la credibilità delle informazioni si basa sul carisma di chi le trasmette... con tutti i pericoli che tutto ciò può portare .

                          Ciao a tutti.
                          ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

                          Commenta


                          • #14
                            Buongiorno e grazie per il benvenuto,
                            ho deciso di entrare personalmente a discutere su questo forum perchè avverto che questa interessantissima ricerca scientifica rischia di scivolare nel ridicolo a causa di personaggi come Remond che, privi di cognizioni scientifiche basilari, si mettono a fare i professori.
                            Non oso immaginare che genere di spiegazioni tu possa aver dato a quei giovani studenti che, desiderosi di apprendere, ti hanno interrogato all'uscita da quella conferenza sui laser. La tua impreparazione, presa da sola, danneggia solo te. Ma quando è accompagnata da questa posizione di "esperto", che ti sei auto-conferito, può essere molto dannosa per chi vuole imparare veramente le plausibili interpretazioni fisiche di un nuovo ambito scientifico.
                            Seguo questo forum sulla fusione fredda da tantissimo tempo e ho letto più volte tutte le discussioni. La materia è per me molto entusiasmante e ammiro molto lo sforzo di chi mette in discussione le proprie certezze per verificare personalmente, tramite esperimenti condotti seriamente, nuove prospettive scientifiche. E sono intervenuto su questa specifica discussione sulle prove con l'acqua pesante proprio per questi motivi. La meticolosità riposta negli esperimenti condotti dal gruppo di Quantum Leap è quasi commovente. Così come il lavoro dei tanti che, con l'andar dei progressi, si sono uniti alla sperimentazione e alla seria analisi del fenomeno. Tutti eccetto Remond e il suo compare che, oltre a sparare assurdità prive di senso, si sono messi a fare i docenti...

                            Per non uscire troppo fuori tema volevo domandare a Quantum Leap se, il nuovo plasma di deutoni, presentava in sè caratteristiche diverse rispetto a quello ottenuto con acqua leggera. In altri termini, oltre alle misure energetiche e a quelle che dovrete ancora condurre (neutroni, nuclidi, ecc.) il plasma con il deuterio è in tutto e per tutto uguale a quello con acqua leggera?

                            Arrivederci

                            Commenta


                            • #15
                              Buon giorno Meucci e benvenuto,
                              devo però chiederti di portare un pò più rispetto per le persone che qui dentro stanno sperimentando a loro spese (in tutti i sensi) questi fenomeni accattivanti e sfuggenti.

                              Ogniuno ha la sua preparazione e le sue conoscenze che certamente potranno non essere al top della materia. Ma scrivono qui per imparare di più e soprattutto per portare il loro aiuto in questo percorso.
                              Quindi mi cadi molto in basso se dai del professore a Remond dimostrando così di volerlo essere tu stesso...

                              Qui siamo un gruppo di amici. Non vi sono papà e non vi sono figli... cerchiamo di condividere sullo stesso piano conoscenze dubbi ed errori.

                              Se vorrai portare e condividere con noi le tue conoscenze sei più che benvenuto. Ma ti esorto a partecipare con un pizzico di umiltà e molto rispetto. Per tutti.
                              Così arriveremo lontano.

                              Roy
                              Essere realisti e fare l'impossibile

                              Commenta


                              • #16
                                Carissimo Meucci

                                Non ti preoccupare, quando scendiamo dalla cattedra puoi salire anche tu; ora la cattedra è libera, a te la parola.

                                P.S. non è colpa mia se 100 studenti non hanno posto neppure 1 domanda, dico una, al validissimo ricercatore (un po meno come divulgatore); proveniente da una università (Ferrara), dove hanno portato degli atomi alla temperatura più fredda in Italia,
                                1 milionesimo di grado Kelvin sopra lo zero assoluto.
                                Da questo aggregato di materia (condensato di Bose-Einstein), hanno poi fatto uscire un LASER di materia, cioè getti di atomi allo stesso livello quantico (atomi in coerenza di fase), unico al mondo.

                                Renzo Mondaini (Ravenna)

                                Edited by remond - 10/4/2005, 15:02

                                Commenta


                                • #17
                                  Carissimo Meucci

                                  Scusami se approfitto ancora di te, siccome sei un fisico, ti chiederei di spiegarmi perché solo a temperature vicino allo zero assoluto, un aggregato di atomi può acquistare caratteristiche di coerenza di fase.
                                  Il ricercatore di venerdì sera lo ha spiegato, ma io ero intento ad incamerare nel mio cervello dei concetti precedentemente divulgati, che mi sono perso la memorizzazione di questo (ho un bit-rate molto basso su questi concetti).
                                  Grazie

                                  Renzo Mondaini (Ravenna)

                                  Commenta


                                  • #18
                                    dear amici,

                                    ammiro molto la saggezza di ennio,
                                    dato che un ragazzo di campagna come me, di sicuro non se la ritrova

                                    essere insultato gratuitamente da qualsiasi non mi garba affatto,
                                    e spero di non avere più tempo da perdere con questo ,

                                    comunque è assolutamente vero che le teorie che ho messo in rete,
                                    magari anche questo meucci ha qualcosa da dire,
                                    sono volutamente generiche, inoltre sono incentrate su una possibile spiegazione forse troppo esotica,
                                    certamente ne ho molto più compatibili con il modello standard
                                    ma onestamente non mi è possibile a questo punto, individuare con certezza la migliore,
                                    e quindi pubblico semplicemente la più simpatica, a me


                                    ammiro tantissimo il lavoro del gruppo di caserta, fondamentale,ma non disprezzo affatto il gran lavoro di remond,che spero non si arrabbi troppo e continui il suo lavoro enorme di falsificazione e spero che replichi l'esperimento con acqua pesante

                                    per il resto, sopportateci se potete...

                                    hei remond, forse anche a te fischiano un pò le orecchie...

                                    saluti



                                    Commenta


                                    • #19
                                      Cari amici ciao a tutti ,
                                      vedo che c'è in corso una nuova polemica, alquanto off topic, generata dal "rumoroso" ingresso di Meucci in questo forum di discussione.
                                      X Meucci: ti ringrazio per le parole di incoraggiamento, anche se volevo farti notare che, anche se nelle discussioni del forum ognuno è libero di esprimere la propria opinione (ci mancherebbe altro), non è consentito sconfinare nell'offesa e, se possibile, è preferibile discutere mantenendo toni cordiali e amichevoli. Remond e rabazon sono nostri cari amici che, seppur a modo loro, stimolano e tengono viva questa ricerca.

                                      A proposito della tua domanda sul plasma con acqua pesante devo dire che, grosse differenze con quello innescato in acqua semplice, seppure sussistono, sono così difficili da determinare che non me la sento di fornire dati certi.
                                      Riguardo a caratteristiche più macroscopiche e qualitative, il plasma con acqua pesante appare di una luminosità più "ovattata" e caliginosa. Meno scintillante. Il paragone è simile a quello che si può fare fra le lampadine con vetro opaco (bianco) e quelle con vetro trasparente. Allego una foto per chiarire la sensazione.

                                      Ciao ciao.


                                      Attached Image

                                      Attached Image

                                      ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

                                      Commenta


                                      • #20
                                        dear amici,
                                        tranne un paio,

                                        per remond,
                                        sono onorato di essere tuo compare, non so se lo contraccambi, ma mi sta bene lo stesso

                                        quello che non capisco è come mai continui ad interloquire con una persona , solo perchè dichiara di essere un "fisico", forse migliore di mister universo?
                                        e se anche lo fosse , è talmente squalificabile come persona, che non è degno per te rispondere

                                        tu voli troppo alto

                                        ringrazio quantum, per la difesa, lo sa benissimo che non siamo d'accordo su alcune cose,
                                        ma le discussioni nascono propio per questo,e io ho sempre affermato che l'individuazione dell'effetto condensatore è importantissimo, ma anche individuare come l'effetto condensatore possa produrre microonde, è stata una scoperta...

                                        per remond, un'ottima domanda sulla coerenza di fase, cercherò di poterti rispondere a breve
                                        saluti

                                        Commenta


                                        • #21

                                          Caro Meucci,
                                          Mi dispiace, .... mi intrigava molto l'atmosfera di conoscenza ed esperienza che da una prima analisi, sembrava provenire dalla tua personalita', purtroppo devo assolutamente condividere quello che dice Eroyka.
                                          Sarai certamente colto e saccente ma, sei stato veramente scortese con i nostri amici che sono anche tuoi fratelli non dimenticarlo.
                                          Sono certo pero’ che tu non volevi assolutamente essere irriverente con loro, e credo forse che tutto questo dipenda dalla difficolta’ che e’ insita in queste pagine di discussione di esprimere correttamente i nostri reali sentimenti. Sono certo quindi che ci farai comprendere meglio il tuo pensiero a riguardo. Anzi sono convinto che abbiamo letteralmente frainteso il tuo cuore.

                                          Caro Amico, lo stesso Meucci (Italiano) sarebbe stato piu’ attento e piu’ prudente, devi sapere che in ognuno di noi alberga una scintilla di saggezza e ognuno di noi, portera’ un risultato che sara’ solo nostro. Ascoltare quello che dicono gli altri e’ importante. Possiamo correggerli se siamo capaci ma, allo stesso tempo dobbiamo essere umili ed educati con loro. Poiche’ un giorno capirai anche tu che loro, siamo noi.

                                          L’umanita’ e’ fatta di tutti noi.

                                          Un abbraccio affettuoso a te nuovo arrivato

                                          Commenta


                                          • #22


                                            Dimenticavo:

                                            Complimenti per la foto Quantum Leap.

                                            Saluto Eroyka, e tutti gli altri

                                            Commenta


                                            • #23
                                              dear amici,
                                              per quantum,

                                              sono certo che le differenze di luminosità del plasma in deuterio nascondono qualcosa di importante ,
                                              bisogna investigare, senza essere distratti da altro

                                              per ennio,
                                              non sono saggio, ma almeno alcune regole elementari di convivenza civile, cerco di mantenerle

                                              per le cose serie, ti trovo molto scettico sulle microonde, il solo fatto che possiamo collegarle all'effetto condensatore mi sembra un'ottimo scoperta, quindi potresti anche convenirne con remond...

                                              saluti


                                              Commenta


                                              • #24
                                                Buongiorno a tutti,
                                                è inutile sollevare tanto polverone e tanta meraviglia. Visto che sono libero di esprimere ciò che penso, ho espresso ciò che penso ed ho operato una mia distinzione fra le persone che io ritengo preparate e quelle che ritengo lo siano meno. Ho fatto presente che la non preparazione non è deprecabile. Infatti, chiunque non è preparato può diventarlo mediante l'aiuto di chi, invece, ha la fortuna di essere preparato di più. Il problema sorge quando la persona impreparata comincia ad avere la pretesa di insegnare e a spiegare ad altri cose che non sa.
                                                Apprezzo la volontà e la passione di remond, ma esprimo il mio disappunto nei confronti dell'atteggiamento borioso che esprime. A cotal atteggiamento andrebbe sostituito uno più maturo e saggio.

                                                Alla domanda sul condensato di Bose Einstein: esso è la riprova sperimentale che la realtà si presenta quantizzata. Abbassare la temperatura fino allo zero assoluto, "cancella" le oscillazioni termiche e destabilizzanti presenti a livello microscopico. L'esempio più calzante che possa spiegare il condensato di Bose Einstein è datoi dall'acqua. La nostra realtà alle temperature abituali è rappresentata dall'acqua turbolenta con schiuma e sguazzi agitata da un frullatore (che rappresenta l'energia termica). Il condensato di Bose Einstein è rappresentato da un bacino idrico calmo sul quale agisce la presenza della Luna facendolo ondeggiare (la Luna rappresenta il campo quantistico).
                                                Perchè il condensato di Bose Einstein è così interessante per i fisici? Per lo stesso motivo per cui l'acqua relativamente calma è più facilmente sfruttabile dell'acqua turbolenta e impazzita. Le conseguenze dell'acqua calma sono: i superconduttori, l'effetto Mossbauer, il laser, il maser, la fusione fredda e tutte le transizioni di fase.
                                                E' stupendo.

                                                Vi saluto
                                                e non vi arrabbiate

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  CITAZIONE (Meucci @ 11/4/2005, 17:26)
                                                  Buongiorno a tutti,
                                                  è inutile sollevare tanto polverone e tanta meraviglia. Visto che sono libero di esprimere ciò che penso, ho espresso ciò che penso ed ho operato una mia distinzione fra le persone che io ritengo preparate e quelle che ritengo lo siano meno. Ho fatto presente che la non preparazione non è deprecabile. Infatti, chiunque non è preparato può diventarlo mediante l'aiuto di chi, invece, ha la fortuna di essere preparato di più. Il problema sorge quando la persona impreparata comincia ad avere la pretesa di insegnare e a spiegare ad altri cose che non sa.
                                                  Apprezzo la volontà e la passione di remond, ma esprimo il mio disappunto nei confronti dell'atteggiamento borioso che esprime. A cotal atteggiamento andrebbe sostituito uno più maturo e saggio.

                                                  Alla domanda sul condensato di Bose Einstein: esso è la riprova sperimentale che la realtà si presenta quantizzata. Abbassare la temperatura fino allo zero assoluto, "cancella" le oscillazioni termiche e destabilizzanti presenti a livello microscopico. L'esempio più calzante che possa spiegare il condensato di Bose Einstein è datoi dall'acqua. La nostra realtà alle temperature abituali è rappresentata dall'acqua turbolenta con schiuma e sguazzi agitata da un frullatore (che rappresenta l'energia termica). Il condensato di Bose Einstein è rappresentato da un bacino idrico calmo sul quale agisce la presenza della Luna facendolo ondeggiare (la Luna rappresenta il campo quantistico).
                                                  Perchè il condensato di Bose Einstein è così interessante per i fisici? Per lo stesso motivo per cui l'acqua relativamente calma è più facilmente sfruttabile dell'acqua turbolenta e impazzita. Le conseguenze dell'acqua calma sono: i superconduttori, l'effetto Mossbauer, il laser, il maser, la fusione fredda e tutte le transizioni di fase.
                                                  E' stupendo.

                                                  Vi saluto
                                                  e non vi arrabbiate

                                                  x meucci

                                                  acqua calma, acqua agitata. Bhoo!!

                                                  io preferisco le spiegazioni del nostro amico Remond.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Ciao Meucci e ciao tutti,
                                                    Una domanda per te, meucci, una domanda che mi assilla da tanto e tanto tempo. Forse tu saprai darmi aiuto.
                                                    Premetto che è abbastanza off-topic ma se vorrai potremo poi continuare la discussione su un apposito 3d.

                                                    Tu hai parlato, giustamente, del condensato come di acqua calma ma che comunque oscilla nel campo quantistico.
                                                    Ebbene, i fisici sono mai riusciti a capire da dove proviene questa energia di base, questa fluttazione che rende, parole di Emilio del Giudice, "ubriachi" gli atomi anche allo zero assoluto?. La dove non vi dovrebbe esistere energia cinetica e quindi moto.

                                                    Poichè questo è un punto cruciale anche per la free energy, altra materia in cui mi diletto.
                                                    Sai portarmi una spiegazione scientifica o ancora non vi si è arrivati?
                                                    Grazie!
                                                    Roy
                                                    Essere realisti e fare l'impossibile

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Carissimo Meucci

                                                      Quello che tu chiami "atteggiamento borioso" non è altro che la forte carica che ho, di portare a conoscenza del maggior numero di persone, questo fenomeno che mi ha stregato, da quando l'ho visto replicare un anno fa dagli amici casertani.
                                                      Ti ricordo che una massaia analfabeta può cucinare delle ottime uova al tegamino, meglio di uno scienziato che sa tutto sulla fisica della frittura.
                                                      Tu come fisico, hai il diritto-dovere di dare una spiegazione scientifica ai fenomeni, che io sperimentatore, ti pongo sul piatto d'argento di questo forum.
                                                      I tuoi giudizi personali li puoi tenere per te come facciamo noi, senz'altro sarò antipatico a qualcuno e simpatico a qualcun'altro, però si tira avanti lo stesso nella ricerca, senza lasciarci condizionare troppo dai nostri sentimenti, che come ti potrà confermare uno psicologo, non possiamo comandarli, neanche se vogliamo, basta ignorarli, perché in fondo non dobbiamo sposarci.
                                                      Mi raccomando abbiamo bisogno anche di tè.


                                                      Renzo Mondaini (Ravenna)

                                                      Edited by remond - 12/4/2005, 00:47

                                                      Commenta


                                                      • #28

                                                        Complimenti per la tua risposta Meucci, non deludi le mie aspettative relative alla tua preparazione intrinseca.
                                                        Rimbocchiamoci le mani ora e cominciamo a lavorare insieme, parlo ovviamente considerando la partecipazione di tutti gli amici del forum.

                                                        Ti saluto con un ampio abbraccio a nome anche di Rabazon, Remond, Quantum Leap, Eroyka, Daniloz, Teslacoil, Nitc, ecc.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Buonasera a tutti,
                                                          prima di entrare nel nocciolo scientifico voglio fare una breve premessa che palesi meglio il mio pensiero, gradevolemente stimolato dalla metafora della massaia.
                                                          Ponendo per ipotesi che ella sappia cucinare due uova al tegamino, allora se è intelligente (anche se analfabeta) non sognerebbe mai di mettersi a spiegare termodinamica e chimica delle emulsioni a chicchesia. Se lo facesse, sarebbe una massaia facile da contraddire. Se si mettesse a spiegare termodinamica e chimica a giovani studenti ignari, sarebbe pericolosa e oltremodo dannosa.
                                                          Ad ogni buon grado apprezzo e stimo la "carica" del buon remond, ciò che non accetto sono gli "sconfinamenti" dal semplice aspetto sperimentale alle errate teorizzazioni scientifiche divulgate a terzi giovani e ignari.

                                                          Rispondo a Eroyca sul problema del campo quantistico o teoria quantistica dei campi. Non si conosce esattamente l'origine delle fluttuazioni quantistiche, in altre parole non si conosce "da dove viene l'energia". La risposta che può fornire la fisica è sul "perchè" tali fluttuazioni si manifestano.
                                                          Il cosiddetto vuoto quantistico, o stato di minima energia, viene detto ribollente perchè, come tutte le entità fisiche, deve sottostare al principio di indeterminazione di Heisenberg. In fisica quantistica ogni stato energetico risulta "quantizzato" e cioè varia "a salti". Senza entrare troppo in dettaglio posso dire che l'energia quantistica di un oscillatore elementare varia secondo la legge E=hv(n+ 1/2). Da tale formulazione si evince che lo stato di minima energia (il vuoto) caratterizzato da n=0, possiede un'energia che non può essere zero, ma è pari a 1/2 h v. Ciò vuol significare che nel vuoto sono presenti fluttuazioni dotate di energia diversa da zero, anche se il valor medio del campo (che noi imponiamo dall'esterno) è nullo. In due parole, usando la metafora dell'acqua, anche se ti illudi di averla fermata ogni sua molecola continuerà ad oscillarti fra le mani con una energia di 1/2 hv.

                                                          Vi saluto

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Carissimo Meucci

                                                            Grazie della tua bella spiegazione, indice di una notevole preparazione teorica, però ti faccio notare che continui a fare censura su di me; io ho tutto il diritto di parlare di fisica quantistica con chiunque incontro per strada, e tu non hai nessun diritto di denunciarmi alla polizia per abuso dell'attività didattica.
                                                            Lo puoi fare solo se mi trovi in una università, che firmo i libretti degli studenti.

                                                            Sarei felicissimo se mi controbatti su punti specifici.

                                                            Renzo Mondaini (Ravenna)

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X