adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Dal calore all'elettricità

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Dal calore all'elettricità

    Ciao raga so che questo non il posto giusto per un post simile ma spero di avere piu risposte visto che la sezione piu visitata del foum, cmq volevo sapere queto:<br>cosi come una lampadina riceve elettricit&agrave; e da luce ce la cella fv che riceve la luce e da elettricit&agrave;<br>cosi come una resistenza riceve elettricit&agrave; e da calore, volevo sapere se ce qualche cosa che riceve calore e restituisce elettricit&agrave;, es qualche tipo di PTC NTC o roba varia, vi prego aiutatemi perch ho in mente una cosa davvero carina<br><br><hr><br>ah dimenticavo:<br>cosi un motore elettrico riceve elettricit&agrave; per generare una trazione, la dinamo trasforma il moto per produrre elettricit&agrave; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/rolleyes.gif' alt='rolleyes.gif'>

  • #2
    Si, una termocoppia ad esempio.<br>Se unisci due metalli...esempio due fili 1 di rame 1 di costantana..ai due estremi, hai formato una termocoppia. Se ora tieni le due giunzioni a temperatura diversa avrai un passaggio di corrente..che puoi verificare se spezzi uno dei due fili e introduci un microamperometro.<br>Se prendi esempio "enne" termocopie (tipo 500) cosi fatte e le colleghi in serie...poi una parte di ogni termocoppia la colleghi alla marmitta (termicamente e non elettricamente altrimenti metti tutto in corto) e l&#39;altra la lasci a temperatura ambiente ottieni una discreta tensione e forse qualche centinaia di milliwatt a motore acceso....<br><br>La stessa cosa avviene mettendo in contatto non solo conduttori ma semiconduttori...oppure semiconduttori "drogati" in modo diversi (es P e N)...e proprio quello che succede nelle celle Peltie<br>... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'><br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 30/11/2005, 18:47</span>
    Fare si puo'!... Volerlo dipende da te.

    Consultate e rispettate il REGOLAMENTO

    Rispetto il gas, un piano cottura a induzione consuma il 65...70% in meno d'energia: se l'elettrica costasse il doppio, rimarebbe un risparmio del 30...40%! Gas 100% fossile, elettrica 30...100% rinnovabile (secondo fornitore). Con contratti 3 kW, contrariamente a quanto si dice, si possono usare pure piani sprovvisti di autolimitazione.

    Commenta


    • #3
      esatto, te lo chiedo per 2 motivi: 1) stavo realizzando una pila ad alcool<br>2) ricoprire il motore elettrico cosi il calore non si dissipi nel nulla. Allora gatt, sei dei nostri????

      Commenta


      • #4
        cmq ho fatto un po di ricerche ed una termocoppia composta da rame e ferro dovrebbe dare intorno da 55 a 80 mV, quindi 200 fili dovrebbero fare 16 V. Cmq ti volevo chiedere, ma se in vece di 2 fili sottili uso 2 barrette di ferro e rame la tensione la stessa???? oppure la stessa??

        Commenta


        • #5
          Io ho giocherelato con fili di rame-costantana (semiconduttori a parte)...ora la tensione che si ottiene dipende dai materiali e in genere espressa come microV...milliVolt (o multipli/sottomultipli del Volt) a...<b><u>grado</u></b>.<br>Cosa significa?<br>Sigifica che per ogni grado di <b>differenza</b> di temperatura <b>tra</b> i punti di contatto tra i 2 materiali (che sono sempre 2 ...) si genera quella tensione...<br><br>..cosi se il dato 46uV/C vuol dire che se un capo a TA (temperatura ambiente ..circa 25C) e l&#39;altro nel frigo a 0C avremo una ddp (differenza di potenziale) di 46uV/C x 25C= 1150 ...mhh dungue /C per C si semplifica quindi rimane uV...dicevo 1150uV...ovvero 1,15mV..<br><br>...se invece porto la temperatura da 0 a 125C, lasciando l&#39;altra a TA, otterr circa il quadroplo ovvero 4,6mV....ma di polarit&agrave; invertita (la corrente girer&agrave; in senso inverso rispetto a prima) in quanto ora pi calda la parte/coppia di unione che prima invece era + fredda.<br><br>Circa l&#39;uso di fili o ....pilastri di 4mt di diametro...non cambia niente (a parte le cadute resistive e/o le inerzie termiche) dal punto di vista della ddp o ddp/C. Cambia invece dal punto di vista di corrente....<br>...come in radiofrequenza..la massima estrazione di energia la otteniamo quando il "carico" assume la stessa..."impedenza" del ...generatore...quindi mettendo insieme 200/500 termocoppie..magari fatte con costantana e altri materiali pi "resistenzosi" (per non parlare di uso di semiconduttori... che gi&agrave; lo dice la parola...) si pu arrivare a diversi ohm con fili...tenendo presente che i 2 punti di unione non possono essere vicini-vicini..perch devono esseremantuenuti a temperatura diversa e nascono problemi di isolamento (il materiale poi delle termocoppie in genere un buon conduttore termico...vedi rame)<br>...<br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 1/12/2005, 10:19</span>
          Fare si puo'!... Volerlo dipende da te.

          Consultate e rispettate il REGOLAMENTO

          Rispetto il gas, un piano cottura a induzione consuma il 65...70% in meno d'energia: se l'elettrica costasse il doppio, rimarebbe un risparmio del 30...40%! Gas 100% fossile, elettrica 30...100% rinnovabile (secondo fornitore). Con contratti 3 kW, contrariamente a quanto si dice, si possono usare pure piani sprovvisti di autolimitazione.

          Commenta


          • #6
            Il principio di funzionamento della termoelettricit&agrave; si basa su tre effetti: Seebeck (a una delta T corrisponde un delta V caratteristico di ogni materiale); Peltier (una giunzione che collega due conduttori si scalda e si raffredda a seconda che il primo conduttore generi pi calore per effetto Joule o meno del secondo materiale); Thompson (l&#39;opposto del seebeck: a una delta V corrisponde un delta V). Su questi principi basta collegare tre materiali conduttori fra di loro con dei materiali appositi (ad es. uno drogato P e uno drogato n) in modo che i conduttori si trovino uno a T + alta e una a T piu bassa; si ottiene una termoelettricit&agrave;. Il problema che in genere le potenze ricavate sono molto piccole, ma sempre meglio che niente...

            Commenta


            • #7
              allora facciamo 4 conti, la fiamma dell&#39;alcool a che temperatura ??? da qui si puo ricavare la tensione di uscita e la corrente??

              Commenta


              • #8
                <div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br> e la corrente??<br></div></div><br>Paragona il tuo ipotetico termogeneratore ad una cella..anzi...ad un pannello solare composto da pi celle. Di questo ti viene fornita:<br>1) La tensione "a vuoto" -> uV/C x DT x numero di termocoppie<br>2) La corrente di cortocircuito -> uV della formula del piano di sopra / resistenza totale delle termocoppie<br>3) Potenza di picco -> se colleghi un carico che ha = resistenza a quella totale delle Tcoppie avrai la massima potenza e che...star&agrave; in un punto intermedio come valore di tensione e corrente rispetto i massimi della 1) e 2)<br>...<br><br><br><span style='color:red'>Vi avviso che tra breve vedo se possibile spostare la discussione in una sezione + consona.</span><br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 1/12/2005, 15:05</span>
                Fare si puo'!... Volerlo dipende da te.

                Consultate e rispettate il REGOLAMENTO

                Rispetto il gas, un piano cottura a induzione consuma il 65...70% in meno d'energia: se l'elettrica costasse il doppio, rimarebbe un risparmio del 30...40%! Gas 100% fossile, elettrica 30...100% rinnovabile (secondo fornitore). Con contratti 3 kW, contrariamente a quanto si dice, si possono usare pure piani sprovvisti di autolimitazione.

                Commenta


                • #9
                  <div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (militarx @ 30/11/2005, 16:41)</div><div id='QUOTE' align='left'>visto che la sezione piu visitata del foum...volevo sapere questo:<br>cosi come una lampadina riceve elettricit&agrave; e da luce ce la cella fv che riceve la luce e da elettricit&agrave; cosi come una resistenza riceve elettricit&agrave; e da&#39; calore, volevo sapere se c&#39; e&#39; qualche cosa che riceve calore e restituisce elettricit&agrave;...</div></div><br>Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <br>Ciao Militarx puo&#39; darsi che questa sia la sezione piu&#39; visitata, ma potete anche guardare ogni tanto anche le altre. Questo argomento e&#39; gia&#39; stato trattato anche in modo abbastanza completo.<br><br><a href='http://www.forumcommunity.net/?t=2118104&st=0' target='_blank'>http://www.forumcommunity.net/?t=2118104&st=0</a> <br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'><br><br><span class="edit">Edited by Furio57 - 4/12/2005, 07:52</span>
                  L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
                  LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
                  Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perch "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

                  Commenta

                  Attendi un attimo...
                  X
                  TOP100-SOLAR