Welcome!

Benvenuto nel Forum EnergeticAmbiente! Siamo un insieme di persone che hanno a cuore il Pianeta Terra e che si prendono in qualche modo la responsabilità di proteggerlo dalla stupidità umana. Per poter scrivere o scaricare foto e documenti devi prima registrarti. Vedrai anche meno pubblicità. Basta 1 minuto, un nome inventato e una mail dove ricevere le notifiche delle risposte.

La registrazione è gratuita e puoi farla -QUI-

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Chi l'ha visto? Veicoli elettrici rari o poco conosciuti

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Chi l'ha visto? Veicoli elettrici rari o poco conosciuti


    Note di Moderazione: Riccardo Urciuoli

    Oggi curiosando tra le inserzioni di subito.it sono incappato in un paio di veicoli che non conoscevo molto particolari.

    Considerato che recentemente mi era capitato di fare altre piacevoli scoperte (es la Zagato Zele di Furio57) ho deciso di iniziare questa nuova discussione.

    Il criterio degli interventi dovrebbe essere il seguente.

    Si deve trattare di veicoli NON autocostruiti, per i quali esiste già un 3d che vorrebbe raggruppare tutte le autocostruzioni del forum:

    http://www.energeticambiente.it/veic...-retrofit.html

    Quindi veicoli realizzati da una realtà industriale, anche se rimasti a livello di prototipi o piccolissima serie.

    Chi inserisce il post deve fornire nome e marca del mezzo e/o una immagine dello stesso.
    In tal modo sarà più semplice approfondire e indentificare il mezzo se ignoto.

    Nel caso si dovesse trattare di veicoli particolarmente interessanti o aventi documentazione disponibile si provvederà ovviamente a creare una discussione specifica (se non esiste già) nella sezione opportuna e a spostare i messaggi in quel 3d. Ovviamente qui potrà restare una foto e il link al 3d in modo da creare una specie di indice di veicoli particolare ed aiutare a trovare la relativa discussione nel forum.



    Spero che l'idea vi piaccia e ovviamente metto gli ultimi gioielli che ho scoperto.

    Qualche tempo fa, prima sul forum e poi al raduno ho conosciuto la Zagato Zele, ecco quella di Furio:
    ZELE-davanti.jpg
    ed ecco la relativa discussione
    http://www.energeticambiente.it/veic...gato-zele.html

    Poi il notevole Boxel:
    boxel_2.jpg
    di cui si parla qui: http://www.energeticambiente.it/veic...479-boxel.html

    Oggi è stato il turno del notevole risciò Pasquali
    pasquali3.jpg

    per il quale ho creato un nuovo 3d: http://www.energeticambiente.it/cate...#post119557819

    e infine la Ames Triò, per la quale finora ho trovato pochino:
    ames_triò.jpg
    Questa sembra ancora in commercio visto che è in vendita a km 0 a ben 10500 euro!
    Elektrocar seconda mano - Ames Trio' Classic
    Ma esisteva già nel 2000:
    ames_triò_2.jpg

    Su un forum ho recuperato l'intervento di un possessore (anno 2009):
    Mi decido così ad acquistare il mio primo veicolo elettrico, nello specifico la "Triò" della Ames, un futuristico triciclo cassonato (praticamente un'Ape), di cui purtroppo non riesco a postarvi scheda tecnica o altro, perchè la ditta che la produceva è fallita, promettendomi di cercare e postare qualche foto personale, visto che l'unica in circolazione sulla rete è quella del sito del mio concessionario che non ho nemmeno intenzione di nominare. Quello che posso dirvi è che era omlogata per due persone, targata motociclo, guidabile a sedici anni con patente A, velocità max. 55 Km/h, circa 90 Km. di autonomia con una carica.
    I problemi cominciano subito, per un mese, prima ancora che me la consegnassero, il concessionario mi ha mandato in giro con una vettura di servizio, analoga, certo, ma non consona alle mie esigenze, in quanto non cassonata e priva di determinati optional da me richiesti. Tengo a precisare che la vettura da me acquistata era usata, doveva solo essere adeguata alle mie richieste, peraltro profumatamente pagate (l'ho pagata la bellezza di 12.500 €), ovvero montare le porte del cassone con vetro (anzi plexyglass), un cicalino per le frecce, ed un tettino aspirante con ventola (tipo quelli dei camper, per intenderci).
    Comunque sia, passato questo mese abbondante finalmente me la consegnano, non vi dico in che condizioni...Le porte posteriori chiudevano male, in pratica prendendo una buca rischiavo di seminare il carico per strada, il piantone dello sterzo non era fissato facendo ogni tanto girare il volante a vuoto (roba da denuncia!!!). Quindi manco 2 giorni e la riporto e via un altro paio di settimane con la vettura di servizio (questa volta una di quelle macchinette totalmente aperte da campo di golf ) per riparare a queste due bischerate, come definite da loro con una faccia tosta incredibile.
    Riconsegnata, spero che sia tutto finito...magari...il problema presentatosi successivamente sono le cinghie della trasmissione, ne faceva fuori mediamente un paio al mese, non me le passavano in garanzia (prezzo circa 25€ l'una e, chiaramente, ogni volta dovevo aspettare i loro biblici tempi per la sostituzione, girando con i più svariati e scalcinati veicoli sostitutivi. Il concessionario decide così di sostituire la trazione a cinghia con una modifica a catena (a sue spese, incredibilmente, forse dietro le mie frecciatine su segnalazioni ad Adiconsum o peggio) che risolve un po' il problema della rottura cinghie...dico un po' perchè cominciò a rompersi un'altra cinghia, ma almeno una volta ogni 2 mesi circa.
    Dopo pochi mesi, però, ecco l'altro problema, le batteria al piombo acido: da un'atonomia di circa 90 Km. appena acquistata, la vedo progressivamente calare fino a 40, rimanendo più di una volta in mezzo alla strada. Portata a riparare la diagnosi è veramente nefasta: gli elementi delle batterie sono andati, tocca sostituirle e non sono coperte da garanzia, o meglio, lo sono, ma per sei mesi , alla mia obiezione che in Europa, quindi anche in Italia le garanzie durano 24 mesi e comunque non meno di 12 mi viene risposto che sicuramente ho sbagliato io nel caricarle o nello sfruttarle troppo , troviamo quindi un accordo, montandone di modello diverso e pagandole a metà (2.500€).
    Passano altri mesi, in cui si presentano altri problemi, tipo il trasformatore della batteria ausiliaria (quella per i servizi, luci, frecce, ecc.) che si fumava circa ogni 6 mesi e che una sola volta mi è stato cambiato in garanzia, le altre...180€ alla volta, i pneumatici, che non so da dove avevano preso per montarmeli ma cominciarono a sgonfiarsi una volta alla settimana, tanto erano marci ed altre cosette che manco ricordo tutte.
    Poi di nuovo...batterie, piano piano, nella solita vita di manco un anno, l'autonomia ricrolla ai soliti 40 Km.
    A questo punto mi rompo davvero le scatole, fra una cosa e un'altra in paio di anni ci avevo rimesso su almeno 5.000€ (ci giravo con la Panda a benzina per anni con quella cifra) e, dopo avergliele fatte nuovamente sostituire, il giorno che mi chiama per dirmi che è pronta gli rispondo di metterci un bel cartello vendesi e levarmela dalle scatole (fortuna che la mia fedelissima Panda non l'avevo mai venduta ).


    forse è il caso di resistere alla tentazione...
    Ultima modifica di richiurci; 01-09-2014, 18:16.
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  • #2
    Bellissimo post!
    Non ne conoscevo praticamente nessuna!

    Per contribuire, un mezzo raro è il Ducati Free Duck dei Carabinieri!
    https://www.youtube.com/watch?v=Z4wBnOOiQLA

    L'ho visto solo su Youtube, mai dal vivo.
    Blog su auto e moto ecologiche!
    Twitter: @ecoAutoMoto - Facebook: ecoAutoMoto

    Commenta


    • #3
      Grazie ufo!

      Carina, anche se forse toglie un po' di "temibilità" agli agenti. Molto più diffusa l'analoga versione gialla delle poste...
      Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
      Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

      Commenta


      • #4
        Diciamo che sicuramente è poco adatta agli inseguimenti... Ma per fare qualche multa va più che bene !
        Blog su auto e moto ecologiche!
        Twitter: @ecoAutoMoto - Facebook: ecoAutoMoto

        Commenta

        Sto operando...
        X