Scaldabagno seviziato e messo al sole... - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Scaldabagno seviziato e messo al sole...

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Fai da te Scaldabagno seviziato e messo al sole...

    Leggo e rileggo... ma se smontassi un vecchio scaldabagno domestico da 80 litri, e dopo aver portato a nudo il ferro e verniciato di nero lo mettessi al sole.... scendo con 2 tubi di rame fino in caldaia, entro in una valvola termostatica e fine del lavoro no ? Senza pompe di ricircolo e centraline... ho detto una cappellata ?? 80 litri al sole dovrebbero raggiungere temperature di tutto rispetto, quindi poi miscelando con l'acqua fredda la percentuale di consumo della calda è abbastanza minore rispetto alla fredda...
    Grazie per i vostri preziosi consigli
    10 pannelli LG MonoX-Neon-LG300N1C-A3 Inverter Solar Edge SE3000 Raspberry Meter N

  • #2
    Si, funziona, ma...
    Ho realizzato una cosa molto simile a quella che vorresti realizzare tu, con un accumulo da 50 litri di una vecchia caldaia dismessa.
    Tolta la copertura, pitturato di nero ed esposto al sole, provando diverse angolazioni perché solo meno della metà può essere realmente esposta al sole per una questione di forma.
    Messo in pressione in ingresso ed all'uscita un braccetto doccia.
    In estate, già verso le 11,00 riesci ad avere acqua sufficientemente calda per fare una doccia veloce, dopo le 14,00 l'acqua è molto calda ma non da scottarsi e puoi fare anche un paio di docce veloci (non miscelo, se miscelassi forse di più).
    Il problema è che dopo il calare del sole, mancando la coibentazione esterna, perde velocemente calore, molto velocemente perché è pure nero e dissipa più velocemente, già verso del 11 di sera ed anche prima è totalmente freddo.
    In inverno non pensarci proprio di poterlo sfruttare. In estate magari si, io lo utilizzo per la doccia della piscina e fa il suo dovere per lo scopo, ma basterebbe qualche decina di metri di tubo nero da irrigazione ed avresti lo stesso effetto magari con meno capacità di accumulo ed esteticamente più bruttino, ma più veloce nel riscaldarsi.
    Regolamento: https://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

    Commenta


    • #3
      Quindi meglio se rimetto su l'idea dei 100 metri di polietilene di 32 pn10 ... e ci faccio passare l'acqua da usare.. non per riscaldare il puffer... quando esce miscelo e uso.. di notte pazienza.. no ?
      Altrimenti andrebbe scaldato un puffer e usato la sua acqua.. correggetemi se sbaglio.. non faccio il sottovetro e via dicendo.. solo una matassa di tubo arrotolato, buttata sul tetto... l'acqua che esce dovrebbe essere sufficentemente "bruciante" da essere molto miscelata. Si bruttino.. ma da terra non si vede.. ;-)
      10 pannelli LG MonoX-Neon-LG300N1C-A3 Inverter Solar Edge SE3000 Raspberry Meter N

      Commenta


      • #4
        Sotto vetro assolutamente no, in estate piena scioglieresti il polietilene.
        Prova, io anni fa con 500 metri riscaldavo la piscina (45mc) , ed in 10 giorni circa aumentavo la temperatura da 22° a 28°, poi ho tolto tutto a causa della proliferazione delle alghe che mi costringeva a mettere più prodotti chimici ed accendere il motore del filtro per molto più tempo.
        Non conosco a quale scopo utilizzerai il sistema, ma se solo per ACS in casa, e per una prova, ok, altrimenti monta un solare termico piccolo a circolazione naturale che sicuramente è molto meglio e da dei buoni risultati, l'investimento è poco la resa buona ed in inverno almeno qualcosa la produce, in estate vai sempre col sole.
        Regolamento: https://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

        Commenta


        • #5
          Se cerchi come bidone nero , vedrai che è già stato provato da tanti... io non concordo con Elisabetta , la notte si raffredda , ma mai ritorno alla T iniziale , il 'bidone' rimane sempre un pò caldo , quindi il giorno dopo se c'è sole andrà un pò di più sempre , eppoi serve a farsi una doccia il pomeriggio quindi il suo scopo lo raggiunge sempre , se metti il tubo P (ho fatto anche quello sul garage e mando diretto alla lavatrice in campagna) si fredda del tutto ma fà anche prima a scaldarsi e raggiungere T più elevate di giorno
          AUTO BANNATO

          Commenta


          • #6
            bè quindi... si lo scopo è la ACS, un rotolo di polietilene al sole.. nel quale ci passa l'acqua che uso, e sarebbe poco costoso e semplice, sicuramente la sera anche in queste stagioni.. la doccia non si si farà... oppure un rotolo di polietilene che scalda uno scaldabagno attraverso la serpentina normalmente usata per collegarci il circuito del riscaldamento,
            e usare l'acqua dello scaldabagno ?

            Giustappunto Spider, visto che siamo nella stessa zona.. la sera l'acqua è completamente fredda ?? O qualche doccia si fa anche la sera alle 10 ??

            Certo con lo scaldabagno potrei collegare anche la resistenza a arduino che mi gestisce l'alimentazione modulata quando esubera la produzione fotovoltaica...
            mi si complica un po la cosa, vero è che se il polietilene raggiunge temperature molto elevate portasse lo scaldabagno su con la temperatura... lui coibentato terrebbe
            10 pannelli LG MonoX-Neon-LG300N1C-A3 Inverter Solar Edge SE3000 Raspberry Meter N

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X