Welcome!

Benvenuto nel Forum EnergeticAmbiente! Siamo un insieme di persone che hanno a cuore il Pianeta Terra e che si prendono in qualche modo la responsabilità di proteggerlo dalla stupidità umana. Per poter scrivere o scaricare foto e documenti devi prima registrarti. Vedrai anche meno pubblicità. Basta 1 minuto, un nome inventato e una mail dove ricevere le notifiche delle risposte.

La registrazione è gratuita e puoi farla -QUI-

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ottimizzazione consumo pellet caldaia/radiatori

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ottimizzazione consumo pellet caldaia/radiatori

    Un buongiorno a tutti.
    Ho acquistato una cladaia a pellet da 34kw e un termoaccumulatore da 1000 lt con riscaldamento dell'acqua sanitaria tramite serpentina inox all'interno.
    L'impianto di riscaldamento è a termosifoni e le pompe per il riscaldamento cominciano a lavorare quando il termoaccumulatore raggiunge i 60°C.

    La caldaia ora come ora consuma 3 sacchi di pellet al giorno (il venditore mi diceva che ne bastava 1) e da considerare che fuori non siamo sotto zero!

    La mia prima domanda....come posso impostare la caldaia perchè consumi meno?

    La seconda domanda: secondo voi per aver una riduzione dei consumi mi conviene regolare il termostato delle pompe dei termosifoni che al posto di farle partire a 60°C, partano a 45°C?
    Quindi consumo piu pellet a riscaldare piu acqua a 45°C cioè quando partono le pompe dell'impianto di riscaldamento e immettono acqua fredda nel termoaccumulatore o mi conviene far partire le pompe a 60°C che cosi c'è meno sbalzo termico all'interno del termoaccumulatore?

    Qualsiasi consiglio sarà molto apprezzato.

    Ringrazio tutti sin d'ora.
    Ns74

  • #2
    ciao ns74,
    dirti quanto consuma una caldaia senza sapere le esigenze di casa tua credo sia impossibile, quindi il venditore ha fatto il furbetto....

    Cmq, tieni conto che una caldaia a pellet ha bisogno di tempo per accendersi ed andare in temperatura, a volte anche 20-30 minuti. Durante questo tempo stai bruciando pellet che non andra' a riscaldarti casa.

    Con le tue impostazioni credo la tua caldaia faccia parecchie accensioni dato che userai il termoaccumulatore diciamo da 80 gradi a 60.
    Impostando invece la partenza a 45 gradi avrai meno accensioni di piu lunga durata e quindi andrai a diminuire il pellet bruciato solo per portare in temperatura la caldaia.

    Io al momento sto usando poco piu' di un sacco al giorno, ma ho pavimento radiante e non termosifoni e la mia caldaia ha meta' potenza della tua.

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da benello Visualizza il messaggio
      ciao ns74,
      Con le tue impostazioni credo la tua caldaia faccia parecchie accensioni dato che userai il termoaccumulatore diciamo da 80 gradi a 60.
      Impostando invece la partenza a 45 gradi avrai meno accensioni di piu lunga durata e quindi andrai a diminuire il pellet bruciato solo per portare in temperatura la caldaia..
      Grazie Benello,
      quindi una cosa positiva è far partire le pompe a 45°C.
      La casa da scaldare in tutte le sue parti è sui 300 mq, è stata fatta circa 25 anni fa. Non ha il cappotto, ha solo un rivestimento di poliuretano da...se non ricordo male...4 cm e le finestre lasciano passare un po' di freddo ai lati.

      Grazie ancora.
      :-)

      Commenta


      • #4
        E' positiva per l numero di accensioni caldaia e quindi i consumi, ma negativa per quanto riguarda la velocita' di riscaldamento della tua abitazione. Bisognera' vedere se con 45 gradi i termosifoni riusciranno comunque a dare un apporto sufficiente di calore anche nei giorni piu' freddi.
        Comunque credo sia un valore che puoi cambiare agevolmente sulla caldaia e quindi, al limite, nei giorni peggiori puoi far ripartire la caldaia a 60.

        Commenta


        • #5
          Che marca e modello di caldaia hai NS74?

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da benello Visualizza il messaggio
            E' positiva per l numero di accensioni caldaia e quindi i consumi, ma negativa per quanto riguarda la velocita' di riscaldamento della tua abitazione. Bisognera' vedere se con 45 gradi i termosifoni riusciranno comunque a dare un apporto sufficiente di calore anche nei giorni piu' freddi.
            Comunque credo sia un valore che puoi cambiare agevolmente sulla caldaia e quindi, al limite, nei giorni peggiori puoi far ripartire la caldaia a 60.
            Volevo farli partire a 45° perchè cosi cominciano già a produre un po' di calore, se pur misero, senza dover alzare la temperatura del puffer tutta a 60°, Cmq seguirò il tuo consiglio.
            Grazie.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Integrav Visualizza il messaggio
              Che marca e modello di caldaia hai NS74?
              La caldaia è una IRC Trevimatic 34Kw, il puffer un Cordivari Eco-Combi 3 da 1000 Lt.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da ns74 Visualizza il messaggio
                La casa da scaldare in tutte le sue parti è sui 300 mq, è stata fatta circa 25 anni fa. Non ha il cappotto, ha solo un rivestimento di poliuretano da...se non ricordo male...4 cm e le finestre lasciano passare un po' di freddo ai lati.
                dovresti prendere x le orecchie il venditore che ti ha detto un consumo di 15 kg su una abitazione con tale volume e coibentazione.....
                sembra di vedere una televendita.....

                prima con cosa scaldavi e con che consumi?
                SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
                Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
                Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                  dovresti prendere x le orecchie il venditore....sembra di vedere una televendita.....
                  prima con cosa scaldavi e con che consumi?
                  Diciamo che tutti i venditori....sono cosi. E' difficile trovare l'onesto...per caso qualcuno ne ha mai trovato uno? Quello onesto scagli la prima pietra!
                  Cmq lasciando perdere..perchè lacquisto l'ho fatto, torniamo a noi.
                  Scaldavo con gasoloio e facevo fuori mediamente 10 lt di gasolio al giorno senza scaldare tutte le parti che scaldo ora.

                  Commenta


                  • #10
                    Bene, 10 lt di gasolio vogliono dire circa 25 kg di pellet. Se poi ora scaldi anche di più, mi sembra logico e lampante che con 15 kg ci fai il solletico.

                    P.s.: sono un venditore pure io, e mi reputo onesto.
                    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
                    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
                    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                    Commenta


                    • #11
                      Ciao ho letto il tuo problema, scusa se ti faccio questa riflessione

                      Originariamente inviato da ns74 Visualizza il messaggio
                      La caldaia è una IRC Trevimatic 34Kw, il puffer un Cordivari Eco-Combi 3 da 1000 Lt.
                      Questo tipo di caldaia lavora benissimo anche con il nocciolino di sansa disoleata ( deriva dal noccioline di oliva pulito senza olio n'è polvere ) ti dico questo visto l'eccessivo consumo e costo del pellet ( 3 sacchi al giorno ) resa al fuoco superiore del pellet.Prezzo del nocciolino al kg 0,18 € x 35 kg = 6,3€ metti anche 6,5€ e più conveniente pellet di qualità costo kg 0,45 fatti due conti.Scusa ancora ti volevo dire un'altra cosa , sei contento della Gassificazione di questa caldaia pirolizza bene a dei problemi di fiamma di incrostazione mi potresti dare questa indicazione la vorrei comprare il mio cll 3923764112.Grazie

                      Commenta


                      • #12
                        luciano....
                        il pellet a 0.45 il kg lo vai a comprare in oreficeria ???
                        purtroppo questa è la situazione in ITAGGGGGLIA, dove chi è più "furbo", più RUBA sul costo del pellet....
                        ad esempio, qui in Veneto, un buon pellet si paga 0.28/0.30 al kg.
                        SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
                        Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
                        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                        Commenta


                        • #13
                          mamma mia una 34 kw 1 sacco al giorno! la voglio anche io!!!

                          http://www.venditastufepellet.it
                          SINERJI, stufe a pellet, termocamini, caldaie
                          AGENTE SOLARFOCUS CAMPANIA

                          Commenta


                          • #14
                            Sono in Piemonte, ho un onnivora da 20 kw e la faccio funzionare a pellet, ho 150 metri quadri da scaldare, da noi nei mesi freddi si va sottozero tutte le notti ed il mio consumo è di 2 sacchi di pellet al giorno, ho una caldaia ben tarata che funziona perfettamente con una resa del 94% ed i miei consumi sono in linea con quello che dichiara il libretto d'uso, anche se devo dire che in casa ho 22 gradi in tutte le camere a parte la camera da letto, dove ho installato una termostatica per tenerla a 19°.
                            A mio avviso la tua caldaia non consuma poi molto dati i metri quadri che devi scaldare.
                            Per regolare il termostato sul puffer che comanda la pompa impianto, suggerirei di regolarlo quando l'acqua in caldaia raggiunge i 60 gradi lo regoli in modo che parta la pompa impianto, inutile dirti la temperatura da impostare in quanto dipende dove (a che altezza del puffer è situato), il mio è situato poco oltre la metà del puffer e quando l'acqua in caldaia è a 60 gradi, ne sente 51, infatti il mio termostato è regolato a 51 gradi, spero di essermi spiegato bene.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                              Bene, 10 lt di gasolio vogliono dire circa 25 kg di pellet. Se poi ora scaldi anche di più, mi sembra logico e lampante che con 15 kg ci fai il solletico.

                              P.s.: sono un venditore pure io, e mi reputo onesto.
                              Ciao volevo chiederti un consiglio: abito in zona C a cosenza in una casa di 120mq con infissi legno/alluminio taglio termico e mura in pietra spesse 80cm senza cappotto. Casa umida e fredda. Vorrei installare una caldaia a pellet, senza puffer per spazio e senza che mi produca l'acqua sanitaria. La casa è abbassata con controsoffitto a 3mt (in origine era 3,30mt) nella zona giorno solo con cartongesso nella zona notte con cartongesso e lana di roccia. Ad oggi ho una stufa a pellet ad aria 16kw che purtroppo come normale che sia ho sbalzi di temperatura dalla zona giorno dove c'è la stufa alla camera da letto, e per qst vorrei togliere la stufa e istallare una caldaia a pellet sul balcone. Secondo lei che caldaia dovrei mettere che potenza ? Ovviamente non vorrei sbagliare l'acquisto vorrei una macchina che mi riscaldi casa consumando il giusto. Vorrei capire inoltre i consumi scegliendo la giusta caldaia che potrei avere mantenendo una temperatura costante di 19 gradi e se con la caldaia a pellet risolvo anche il problema di umidità con aria secca prodotta dal pellet. Io oggi nella zona dove istallata qll ad aria ho risolto il problema volevo capire se è simile la caldaia o se essendo fuori totalmente diversa. Scusi per il tema scritto cordiali saluti

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              TOP100-SOLAR