impianto di riscaldamento - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

impianto di riscaldamento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • impianto di riscaldamento

    Buongiorno,
    ho da poco acquistato una casa da poco ristrutturata.
    Sono circa 130mq su un solo piano, infissi di ultima generazione, triplo vetro con gas, cassonetti coibentati, tetto coibentato, casa senza cappotto con muri spessi 50cm con camera d'aria di 8cm. sotto metà della casa c'è una taverna di circa 50mq (alta solo 220cm) più un piccolo locale caldaia di circa 4 x 3 metri, sempre alto 220.
    La casa è in provincia di milano, 2673 gradi giorno, zona climatica E, classe energetica della casa E (120kwh/mq).

    I vecchi proprietari avevano una caldaia a legna, che hanno portato via.
    La casa è composta da 3 camere, 2 bagni, cucina abitabile e soggiorno.
    Ogni stanza ha un calorifero in ghisa (piuttosto conciati) tranne in sala dove c'è un radiatore in alluminio altro 2 metri composto da 7 elementi, e nel bagno piccolo dove c'è solo uno scaldasalviette.
    Il calorifero del bagno grande (in ghisa) mi hanno detto che perdeva, forse è bucato, e sicuramente lo sostituirò.

    Ora, vorrei avere il vostro parere sul da farsi, nel senso:
    - cambio tutti i caloriferi in ghisa sostituendoli con radiatori in alluminio, magari sovradimensionati, e uso una caldaia a condensazione a metano?
    - cambio i caloriferi con i termofon (tipo fan coil ma senza ventole) che dicono che siano altamente efficienti?
    - cambio solo il calorifero rotto e metto una caldaia a condensazione?
    - altro??

    ho scartato le biomasse poichè ci andranno a vivere i miei genitori, quindi nessuno ha tempo/voglia di stare ad accudire una caldaia a biomassa.
    penso che una pdc aria-acqua non sia indicata viste le temperature invernali sempre a ridosso dello 0 con picchi a -15°C.
    alcuni mi hanno anche proposto delle pompe di calore a gas robur, ma non le conosco e non vorrei fare da cavia.

    in ogni caso metterei testine termostatiche in ogni stanza.
    scarto il riscaldamento a pavimento in quanto i pavimenti hanno 3 anni e sono bellissimi.

    a voi esperti la parola,
    grazie
    PDC Ariston Nimbus 70M Net, termostufa Thermorossi Pidra 13kw (11kw all'acqua), PDC x acs Baxi SPC300S, puffer cordivari 500Lt, casa classe C villetta indipendente 3piani, 100mq riscaldamento a pavimento a secco e 50mq con split idronici

  • #2
    Originariamente inviato da nico-bio Visualizza il messaggio
    Ogni stanza ha un calorifero in ghisa (piuttosto conciati)
    Ciao nico-bio,
    Prima di cambiare i caloriferi in ghisa ci penserei bene!!!!
    Anche quello che perde, mi pare strano che sia rotto, probabilmente perde acqua da qualche filetto facilmente riparabile e o saldabile.
    Altra cosa da valutare, è la possibilità di poterli tirare a nuovo con delle vernici a base d'acqua.
    Sono pitture particolari fatte appositamente per termosifoni di qualunque tipo, ghisa, alluminio ferro.
    Ho visto radiatori di 40 anni tornare giovani con questi semplici trattamenti.
    A riguardo c'è anche questa discussione dove se ne parla.
    Per il generatore termico, vista la zona climatica e la situazione familiare, sono d'accordo con te per la caldaia a condensazione.
    Le PDC aria/acqua le escluderei, quelle a gas non le conosco.

    Saluti
    Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

    Commenta


    • #3
      I caloriferi attuali non sono in stile con la casa, hanno un non so che di antico, e in ogni caso vorremmo cambiarli con quelli in alluminio.
      i vecchi proprietari da quel che si ricordano, usavano i caloriferi con una mandata piuttosto bassa circa 45° con funzionamento h24, mantenendo i 21° in tutta casa
      Io vorrei mettere i termo con testina termostatica e caldaia a condensazione.
      Siccome ho spazio per sovradimensionarli, forse potrei scendere ulteriormente con la t di mandata? ipotizzando che io riesca ad aggiungere il 20% in più di elementi, magari riuscirei a lavorare a 40°... sono solo ipotesi eh

      In ogni caso la caldaia credo di averla già scelta, pensavo una rinnai amami 34plus, mi sembra la più evoluta delle murali a condensazione, oppure, se volessi stare su una con boiler pensavo la immergas hercules mini 32kw. che ne dite?

      per detrarre il 50% mi servono solo le fatture pagate con il bonifico particolare giusto?
      PDC Ariston Nimbus 70M Net, termostufa Thermorossi Pidra 13kw (11kw all'acqua), PDC x acs Baxi SPC300S, puffer cordivari 500Lt, casa classe C villetta indipendente 3piani, 100mq riscaldamento a pavimento a secco e 50mq con split idronici

      Commenta


      • #4
        Visto che qui nessuno si degna di darmi risposte, ho contattato un installatore che mi ha proposto una caldaia Vaillant a basamento a condensazione, con boiler da 100 litri (avendo la casa una vasca molto grande), con centralina climatica e sonda esterna. Voi che ne dite?
        Oltretutto nell'altra casa i miei sono abituati ad avere una caldaia con accumulo, e non credo si troverebbero bene ad attendere 15-20 secondi per avere acqua calda al rubinetto.
        Nello specifico la caldaia sarebbe una Vaillant VSC 196/2-C 150 e lavorerebbe con una mandata variabile da 35 a 45 gradi, quindi il ritorno sfrutterebbe tantissimo la condensazione. che dite?
        PDC Ariston Nimbus 70M Net, termostufa Thermorossi Pidra 13kw (11kw all'acqua), PDC x acs Baxi SPC300S, puffer cordivari 500Lt, casa classe C villetta indipendente 3piani, 100mq riscaldamento a pavimento a secco e 50mq con split idronici

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da nico-bio Visualizza il messaggio
          Visto che qui nessuno si degna di darmi risposte,
          Visto il tuo atteggiamento , se ci paghi la consulenza possiamo anche darti dei consigli..... io ho paypal , bonifico , postepay....
          AUTO BANNATO

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da nico-bio Visualizza il messaggio
            Visto che qui nessuno si degna di darmi risposte
            Nico-bio,
            la facoltà di porre domande (e dare risposte) in questo Forum è concessa gratuitamente a chiunque si dichiari disponibile a rispettare il regolamento.
            Non si è obbligati a porre domande, quindi per quale motivo qualcuno dovrebbe essere obbligato a rispondere?

            Gym
            Dal giorno 08/02/2017 questo account è inattivo.
            Per favore non inviate alcun messaggio (soprattutto mail) al sottoscritto riguardante questo Forum poiché non otterrete alcuna risposta.
            Grazie!

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X