annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Perdita di acqua dai raccordi

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Perdita di acqua dai raccordi

    Ciao a tutti. Ho un problema con una caldaia paradigma a condensazione che mi e’ stata installata tre anni fa in sostituzione di una caldaia normale.

    Da qualche mese i raccordi dei tubi che escono dalla caldaia si sono ossidati e si e’ accumulato parecchio calcare.

    I radiatori di ghisa installati da 20 anni, soprattutto quelli del reparto giorno (forse perche’ piu’ in uso), hanno cominciato a corrodersi tra un elemento e l’altro.

    Stesso discorso per le guarnizioni delle valvole.

    L’idraulico che ha installato l’impianto non riesce a capire la causa del problema avendo anche fatto analizzare l’acqua il cui grado di acidita’ e’ risultato perfetto. In accordo con la ditta che segue la manutenzione mi ha proposto dunque di aggiungere nell’impianto un liquido che andrebbe a sigillare le microperdite.

    Ho interpellato un secondo idraulico ma anche lui non ne riesce a venirne a capo, anzi mi sconsiglia l’utilizzo di questo liquido.

    Dei conoscenti mi dicono che le perdite potrebbero essere state causate dalla pressione o dalla temperatura troppo elevata dell’acqua che in effetti era impostata a 80°, adesso l’ho abbassata a 60°.

    A qualcuno di voi e’ mai capitato un problema simile o ne e’ a conoscenza?

    Grazie in anticipo!!!!!!!!

  • #2
    forse il genio del ternoidraulico che ti ha montato la nuova caldaia ha sbagliato la pulizia dell' impianto con il prodotto chimico e dopo 3 anni ti ritrovi gli effetti della lenta corrosione.

    Commenta


    • #3
      ... e come si fa a far lavorare una caldaia a condensazione a 80 gradi?

      Cosa è stato aggiunto all' acqua nella fase post installazione della pradigma?

      Qualche antialga ?

      L' effetto che vedi, potrebbe essere anche quello naturale ottenuto esponendo i raccordi ad alte T (8o gradi) e piccole perdite di acqua sui giunti che si innescano, peggio ancora se sono stati utilizzati tubi in acciaio zincato (magari con raccordi a pressare!).

      Fai lavorare la caldaia in climatica. Fai aggiungere sonda che rileva la T esterna. Caldaia sempre accesa, va scelta la curva climatica migliore.

      Nelle stanze troppo fredde, dopo 2-3 gg che hai acceso apri di mezzo giro il detentore basso del relativo termosifone. Chiudi in quelle troppo calde.

      Ricontrolli dopo altri 2-3 gg fino ad ottenere le T volute dappertutto......

      Commenta

      Attendi un attimo...
      X
      TOP100-SOLAR