annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ristrutturazione impianto a colonne

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ristrutturazione impianto a colonne

    Buongiorno ho acquistato una villa bifamiliare su 2 piani + seminterrato con box e taverna e sottotetto non abitabile , la casa stata costruita nel 1967/68. L'impianto di riscaldamento di tipo centralizzato a colonne monotubo con termosifoni in ghisa e valvole termostatiche con caldaia a metano in vano tecnico esterno ( allego foto vano tecnico e dati tecnici della caldaia a basamento esistente): come procedere se volessi dividere i due impianti, visto che l'appartamento del piano superiore verr affittato ? L'appartamento sotto invece oggetto di ristrutturazione: togliere i termosifoni e fare riscaldamento a pavimento (con probabile rialzo del pavimento secondo l'impresa che ho contattato per un preventivo e sostituzione di tutti i pavimenti compreso salone dove c' un bellissimo pavimento in marmo arabescato che non vorrei sostituire) o mantenere l'impianto a termosifoni rifacendo le montanti ? Casa libera su 4 lati, superficie per piano 150mq classe G.
    File allegati

  • #2
    Comincia col fare cappotto termico.
    Poi nel tuo appartamento lascia l'impianto cos com'. Ti diranno di fare lavori costosi ma puntano solo a scucirti pi soldi possibile.
    O rifai tutto e sventri tutto e rifai da zero ma ti costa 100K a piano ed oltre, oppure riqualifichi intelligentemente.
    Nell'appartamento che affitterrai potrai fare impianto a tubi esterni e se non ti piace l'idea potrai far mettere cartongesso per togliere i tubi dalla vista.
    Dipende anche dal Budget.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

    Commenta


    • #3
      Quale sarebbe, secondo Te una riqualificazione intelligente? Considera che vorrei comunque rifare l'impianto elettrico, i bagni e la cucina : oltretutto avrei un Impianto di riscaldamento con tubazioni di 50 anni.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da deejeff Visualizza il messaggio
        Quale sarebbe, secondo Te una riqualificazione intelligente? Considera che vorrei comunque rifare l'impianto elettrico, i bagni e la cucina : oltretutto avrei un Impianto di riscaldamento con tubazioni di 50 anni.
        Appunto rifare il minimo indispensabile. Di solito se dai in mano tutto agli altri, sventrano tutto, fanno e disfano e spendi 100 mila per un appartamento. Tanto paghi tu.
        Piuttosto, rifai solo impianti con tracce a muro e passaggio a soffitto con qualche cartongesso a nascondere in modo da non rifare i pavimenti. E poi rifai i i rivestimenti solo dove appunto necessario, come cucina e bagno. L'unica rogna cappotto e finestre.
        ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

        Commenta


        • #5
          Rogna in che senso? Costosi?

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da deejeff Visualizza il messaggio
            Rogna in che senso? Costosi?
            Nel senso che vanno fatti bene. Quindi attenzionare i ponti termici, finestre ed imbotti e cassonetti.Il tutto previo progetto. Fare le cose con i piedi semplice e sono capace anche io. Trovare la ditta capace un po' meno.
            Voglio dire, fare cappotto nella zona finestre non facile, bisogna studiare la situazione caso per caso.
            ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X
            TOP100-SOLAR