annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Interfacciare PDC a caldaia esistente..

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Interfacciare PDC a caldaia esistente..

    Il primo impianto dotato di PDC che abbiamo messo On-Line su Portalsole era una Mitsubishi Ecodan connessa in parallelo ad una caldaia a condensazione della Immergas.. dopo 2 anni di monitoraggio stata smontata e ricollegata con una nuova soluzione circuitale, che secondo noi fantastica per semplicita' ed efficienza.

    .. Non farina del nostro sacco.. si tratta di una soluzione che ci ha insegnato Egisto.. un grande della termotecnica in Italia.

    Noi lo abbiamo poi modificato per permettere alcune interessanti possibilit, ma l'idea di base sua.

    ..Ora la stiamo rimettendo on-line dopo aver purtroppo perso il monitoraggio della stagione termica appena trascorsa ( .... siamo stati molto presi con la realizzazione del nuovo sito ).


    Detto questo ecco qua il lavoro quasi concluso..
    Pompa Di Calore On-Line, dati in tempo reale di una PDC areoterma, installata in Italia.


    Rimando ad un successivo msg la spiegazione di come funziona questo tipo di interfacciamento caldaia/PDC.. sentiamo gli esperti cosa hanno capito dal sinottico ( cosi vediamo se lo abbiamo fatto in modo charo.. ).

    Saluti,
    F.
    Ultima modifica di fcattaneo; 06-05-2016, 10:54.
    Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
    Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90, Tilt 17, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

  • #2
    in attesa degli esperti..ci provo..che invece di una deviatrice usi una valvola e che puoi ora far lavorare in paralleo i 2 generatori senza problemi di portate diverse (il tratto di tubo in comune fa da compensatore)..
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

    Commenta


    • #3
      Solare in serie alla pdc come prima, caldaia messa in serie alla pdc in caso il cop scenda troppo, mediante chiusura della valvola messa tra le due tre vie e contemporanea attivazione del circolatore caldaia?
      PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0, Tilt 26, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

      Commenta


      • #4
        Una via di mezzo tra le vostre risposte..

        La PDC lavora come se la caldaia non ci fosse...
        La caldaia settata con una climatica simile a quella della PDC e pesca e reimmette acqua in mandata alla PDC , attravesto una specie di "mammellotto" ( un compensatore come ha intuito Marco , ma che sul circuito messo in serie e non in parallelo come si fa di solito ).

        Se l'acqua in mandata alla PDC si discosta da quella della climatica voluta dalla caldaia, questa puo integrare.

        A caldaia ferma non puo circolare acqua perche non c'e' DP sufficiente nel "mammellotto" .. non servono quindi valvole di non ritorno che riducono l'efficienza della distribuzione...


        La Ecodan ha un contatto di booster che chiama l'attivazione di un generatore ausiliario ( resistenze elettriche o caldaia.. ) che nel nostro caso abbiamo usato per attivare la caldaia.


        Nel nostro caso la caldaia lavora con una climatica settata circa uguale a quella della PDC ma la pompa della caldaia e il suo bruciatore si attivano solo se la chiamati dalla PDC ( questo aumenta ulteriormente l'efficienza...)

        La valvola tra i due "semimammellotti" se chiusa permette di escludere la PDC dal circuito.. nel senso che l'acqua circolerebbe nell'impianto con la sola pompa della caldaia... e questo puo essere utile nel caso si preveda di escludere stagionalmente la PDC ( non il caso di Maurizio che la usa tutta la stagione ).

        Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
        Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90, Tilt 17, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

        Commenta


        • #5
          Io avendo gia le pompe secondarie, e non volendo rivoluzionare un colettore "pesante", ho messo la pdc sotto disgiuntore in modo classico..quindi gas e pdc possono andare in parallelo o in autonomia..con una che comanda l'altra.
          Ovvio ho conusmo del rilancio..ma come detto non mi andava di rifare tutto..e con 5 circuiti separati non era certo che il tutto avrebbe funzionato regolarmente.
          Fortunatamente San FV viene in soccorso...
          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio

            Io avendo gia le pompe secondarie, e non volendo rivoluzionare un colettore "pesante", ho messo la pdc sotto disgiuntore in modo classico..

            ..non mi andava di rifare tutto..e con 5 circuiti separati non era certo che il tutto avrebbe funzionato regolarmente.

            Fortunatamente San FV viene in soccorso...
            In ottica magari di inserire un contatore di flusso a scopo di monitoraggio , potrai vedere se il caso di rivoluzionare il circuito.
            Il circuito di Maurizio puo essere una idea di sviluppo.

            .. E' vero che ora hai San FV che rende superflui certi lavori di risparmio.. ma se un giono ti farai una Tesla, quel FV ti servir per scopi piu' nobili..
            Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
            Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90, Tilt 17, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

            Commenta


            • #7
              Vi seguo con interesse ,perch sono quasi convinto di aggiungere una Riello Nexpolar da 4kw alla mia caldaia ; ero indeciso se metterla in parallelo o serie , cos in pratica una via di mezzo : che si potrebbe replicare con 2T 'generosi' tipo 1" e pi
              ritorno impianto ---> PDC ---->T ---> Valvola -----> T ----- andata impianto , poi sui centrale dei 2 T anda e rianda caldaia , ho capito bene ?
              L'unica cosa : la valvola deve essere chiusa manualmente quando v la caldaia ?
              AUTO BANNATO

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                ...
                ....che si potrebbe replicare con 2T 'generosi' tipo 1" e pi
                ritorno impianto ---> PDC ---->T ---> Valvola -----> T ----- andata impianto , poi sui centrale dei 2 T anda e rianda caldaia , ho capito bene ?
                Hai capito benissimo..

                Ed proprio con 2 T che abbiamo realizzato il 'mammellotto' di interfaccia caldaia>PDC..
                Abbiamo usato 2 T da 1" 1/2 con in mezzo una valvola a sfera manuale da 1" .



                Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio

                L'unica cosa : la valvola deve essere chiusa manualmente quando v la caldaia ?
                La valvola deve essere chiusa se si vuole escludere TOTALMENTE la pdc.. in questo modo non serve nemmeno che giri il suo circolatore e l'acqua all'impianto circola con la sola pompa della caldaia.

                Si tratta quindi di ua valvola manuale che si movimenta solo in caso di necessit ( praticamente mai... )

                F.
                Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
                Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90, Tilt 17, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

                Commenta


                • #9
                  Allora scusami ho dei dubbi : si intende che la PDC sia scambiatore e pompa , quindi quando va lei , un leggero spillamento va anche dentro la caldaia , e lo stesso quando parte la caldaia deve passare tutto o quasi nella PDC , ma quella valvola f anche un cortocircuito sulla caldaia e quindi parte passa da l e rientra subito in caldaia ? o intendi che la caldaia va solo in ausilio alla PDC e quindi la pompa PDC sempre e comunque accesa ?
                  Perch io con una caldaia con minima di 9kw se rientra subito calda , si spegne subito e entra in pendolazione ....
                  AUTO BANNATO

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio

                    Allora scusami ho dei dubbi : si intende che la PDC sia scambiatore e pompa , quindi quando va lei , un leggero spillamento va anche dentro la caldaia
                    No.. se va solo la pompa della PDC non c'e' abbastanza Delta P per far circolare l'acqua in caldaia.. i 2 circuiti come se fossero isolati.
                    Comunque.. anche se una piccola portata di acqua circolasse nel circuito della caldaia , non produrrebbe nessun problema di efficienza.

                    Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                    ..
                    ..e lo stesso quando parte la caldaia deve passare tutto o quasi nella PDC , ma quella valvola f anche un cortocircuito sulla caldaia e quindi parte passa da l e rientra subito in caldaia ? o intendi che la caldaia va solo in ausilio alla PDC e quindi la pompa PDC sempre e comunque accesa ?
                    La caldaia va sempre e solo in ausilio alla PDC ( a meno di non chiudere la valvola in mezzo.. ) l'acqua della caldaia ricircola nel mammellotto e riscalda l'acqua che passa dentro e che arriva dallo scambiatore della PDC.. la pompa della caldaia non ha effetti sulla portata dell'acqua che circola nell'impianto spinta dal circolatore della PDC.

                    Certamente la caldaia potrebbe pendolare ( e con 9 Kw pendolerebbe anche se fosse nel circuito in diretta... ) ma il fenomeno si puo limitare calcolando bene il volume del mammeollotto ( che diventa una specie di smorzatore inerziale ).
                    Con una caldaia che ha una minima di 9 kw predisporrei un mammellotto di una 20ina di litri... comunque il pendolamento di una 9 Kw lo avresti in qualsiasi caso... e non e' comunque un grosso problema.

                    Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio

                    o intendi che la caldaia va solo in ausilio alla PDC e quindi la pompa PDC sempre e comunque accesa ?
                    Certamente.. il circolatore della PDC va sempre... lei il generatore principale ( come deve essere )

                    In alternativa potresti fare l'opposto.. mettere la caldaia in serie al circuito del riscaldamento e la PDC sul mammellotto.. ma cosi diventa difficile la gestione delle climatiche perche la caldaia ce la farebbe sempre a produrre l'acqua alla T richiesta dalla climatica e quindi la PDC non avrebbe modo di intervenire.
                    Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
                    Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90, Tilt 17, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

                    Commenta


                    • #11
                      Giustamente la caldaia scalda il bypass , ma buona parte del liquido viene portato via dalla pompa della PDC .....
                      Se monto la PDC , metto una Carrier Aquasnap monoblocco, adesso si trova la rimarchiata Riello col suo controller a poco pi di 2000 (con detrazione del 50% = 1000 e qualcosa) ; st studiando il controller che f diverse cose , tra cui accendere una fonte esterna , ma immaginavo in alternativa , adesso rileggo meglio ; da me le ore con esterna sotto 4/5 sono veramente poche , e quindi penserei che la PDC andra' nel 90% del tempo almeno e il resto solo la caldaia...
                      piace sperimentare anche a me , questo inverno con ancora 2 scaglioni potrei fare le prove per il 2018
                      AUTO BANNATO

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da fcattaneo Visualizza il messaggio

                        In alternativa potresti fare l'opposto.. mettere la caldaia in serie al circuito del riscaldamento e la PDC sul mammellotto.. ma cosi diventa difficile la gestione delle climatiche perche la caldaia ce la farebbe sempre a produrre l'acqua alla T richiesta dalla climatica e quindi la PDC non avrebbe modo di intervenire.
                        ..che poi quello che abbiamo suggerito a 'Luigi..' , l'howner di un impianto dove si vede abbinata una PDC splittata della Daikin da 5 kW alla caldaia esistente Viessman 200-W , in un contesto di casa ad alto consumo energetico con termosifoni in ghisa.

                        La PDC scalda la casa quando il carico termico basso ( normalmente nelle mezze stagioni sempre e in pieno inverno durante il giorno con conseguente ottimizzazione dal fotovoltaico presente. ).

                        La scelta circuitale su come interfacciare caldaia e PDC insieme cruciale per la resa... spesso si vedono puffer dove ogni generatore butta quello che produce e poi al riscaldamento si invia con miscelaore e pompa di rilancio... ma questo sistema semplice come la mente di chi lo propone quanto inefficiente come i risultati che produce.

                        I 2 sistemi discussi in questo tread sono molto efficienti.. il primo ( quello di Maurizio.. ) forse pi adatto in contesti dova la caldaia chiamata a lavorare molto poco e il generatore principale la PDC.... il secondo di Luigi.. invece pi adatto in contesti dove rimane la caldaia il generatore principale dell'impianto.

                        Come collegare una PDC ad caldaia esistente.

                        Saluti,
                        F.
                        Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
                        Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90, Tilt 17, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

                        Commenta

                        Attendi un attimo...
                        X
                        TOP100-SOLAR