annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Parere configurazione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Parere configurazione

    Un saluto a tutta la comunity! Credo proprio di aver trovato un bel forum su cui scrivere del mio "percorso energetico" da poco intrapreso.

    Allora, provincia di Lecce, abitazione di circa 210mq su due livelli molto ben coibentata e curata anche nei serramenti.

    Riscaldamento/raffrescamento con Pdc Olimpia Splendid 15kw (con anche modulo idronico) e fancoil sempre olimpia della serie Slr, che hanno in aggiunta un piccolo pannello radiante integrato.

    Niente allaccio metano

    ACS (per ora) con uno scaldino 14lt a gpl

    Sotto casa ho l attività, percui contatore trifase da 6kw che "copre tutto" ma è temporanea anche questa scelta con tanti tanti dubbi.

    Ora, a parte le domande che poi inizierò a farvi, come lo vedete un consumo medio di circa 35kw al giorno per la sola pdc considerando che l impianto è sempre acceso? (ovvio non a 30 gradi...)

    Grazie, spero di intraprendere una bella discussione...

  • #2
    Ragazzi nessuno? Che poi ho delle domandine più specifiche...

    Commenta


    • #3
      potresti fare meglio come consumi vista la zona, ovvimente dipende dalle tue impostazioni
      descrivi per "ottimo isolamento" cosa intendi
      con quel consumo sarebbe bastata una 9kw

      Commenta


      • #4
        Innanzitutto grazie. Allora, si tratta di una villetta isolata con circa 160mq a primo piano e un altri 50 al secondo, centrati al primo.
        Muri esterni in protermo piu isolante piu muretto da 10cm.
        Nei solai coibentazione con dei pannelli di polistirene da 10cm.
        Il fabbricato al piano superiore ha tutt intorno cappotto da 8cm, in pratica nessun muro esterno o solaio è primo di coibentazione.
        I serramenti in alluminiocon camera a taglio termico.
        Credo e spero che il consumo si abbassi ulteriormente, ho acceso l impianto da 15giorni con la casa ghiacciata, miglioreranno???

        Commenta


        • #5
          beh consumi molto meno di me, io sono sui 50/60 kw/h abito un po più a nord di te però..
          come gestisci la pdc? mandata fissa/climatica
          Kita M con boiler 300l in mandata, pit 300l x acs, radiante da 150 m2 al piano 0, predisposizione fc al piano -1 di 120 m2 riscaldato saltuariamente + stufa pellet da 9kw in taverna da 90 m2. 5 split Panasonic eterea. Casa anni 2000 con tetto non coibentato, poroton da 25 cm + eps da 3 cm + bimattone da 12cm. Fornelli induzione. Fotovoltaico da 24 pannelli poli da 270W + inverter SolarEdge.

          Commenta


          • #6
            Pensadoci bene, dovrei essere su una media un po' inferiore ai 30kwh per la sola pdc, ma avendo messo in funzione l impianto d a poco non so regolarmi ancora bene sulla media consumi, tra casa fredda che sta a Dan o a regime e clima esterno molto altalenante questi giorni.
            In che senso come gestisco la pdc?

            Cmq parto con la prima domanda, un po girando il forum ho trovato risposte discordanti: per la produzione di Acs, usereste il modulo idronico incorporato nella pdc? A me hanno consigliato che gli impianti restino separati, sia per un discorso di non interrompere il riscaldamento/raffrescamento ambiente e poi perché (a detta del mio istallatore) per sfruttare la pdc per scaldare un boiler, dovrei adoperare dei filtri, l impianto sarebbe un po piu complicato e alla fine non ci sarebbe convenienza.
            Una pdc per la sola acs sarebbe piu opportuna. Boh.

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X
            TOP100-SOLAR