annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Funzionamento nuovo impianto con apparecchi IMMERGAS

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Funzionamento nuovo impianto con apparecchi IMMERGAS

    Buongiorno a tutti, sono inesperto di questo affascinante mondo ma appassionato di tecnologia. Per la ristrutturazione della mia casa mi è stato proposto un impianto ibrido per il riscaldamento a pavimento ed una pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria. Tutto con apparecchi IMMERGAS.
    Il tutto è corredato da un sistema di accumulo fotovoltaico.
    Non sono sicuro che l'impianto stia funzionando come dovrebbe.
    Mentre le 2 caldaie (PDC e gas) lavorano correttamente per il riscaldamento, ovvero la PDC parte solo se le temperature non sono rigide, non mi sembra che il modulo per l'acqua calda sia settato per garantirmi i minori consumi.
    Il modulo in questione è un Rapax 300 V2 con prese d'aria esterno-esterno.
    Al momento l'acqua calda viene scaldata fino a 45 gradi dalla caldaia a gas, poi interviene la pompa di calore fino a 50 gradi. Però non viene minimamente sfruttata la produzione di elettricità che, con queste belle giornate, supera tranquillamente i 3KWh. Se forzo io l'impianto in BOOST per raggiungere con l'ausilio dell'integrazione elettrica i 62 gradi, questo però non si disattiva automaticamente e alle 18, quando mi parte il ricircolo dell'acqua calda, essendo che la temperatura nell'accumulo scende, riparte consumando parecchia energia elettrica.
    Non me ne intendo, ma non mi sembra che sia un funzionamento ottimale

  • #2
    Originariamente inviato da erdani85 Visualizza il messaggio
    Al momento l'acqua calda viene scaldata fino a 45 gradi dalla caldaia a gas, poi interviene la pompa di calore fino a 50 gradi.
    Sarà il contrario, l'acqua viene scaldata fino a 45°C dalla pdc e poi dalla caldaia, altrimenti non ha senso. Useresti la pdc nel campo dove lavora peggio.

    Ma mi chiedo come mai mettere: caldaia, pdc e pdc dedicata per l'acs. A me sembra troppo. Già che c'erano non ti hanno proposto un solare termico ? Così facevi en plein! Li avevi tutti.
    Posso chiedere in che zona di italia si trova la casa, le dimensioni, classe energetica e la zona climatica ?

    Non conosco i prodotti Immergas che avevo provato a guardare per casa mia, ma la scarsità di informazioni dettagliate mi ha fatto desistere.
    Guarda se si può programmare sulla pdc per acqua calda dei profili di produzione, magari alzare la temperatura in alcuni orari. Su molte è possibile. Alcune hanno anche un contatto elettrico dedicato a cui collegare l'inverter o apparecchi intelligenti che gli segnalino che il fotovoltaico sta producendo più del valore impostato e quindi può alzare il set dell'acqua calda.
    La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

    Commenta


    • #3
      No no ti garantisco che è così, fino a 45 va di gas (che posso regolare io). Questo perché quest'inverno prima di allacciare il gas la pompa di calore non ce la faceva a portare l'acqua nemmeno a 40 gradi senza integrazione elettrica.
      La casa è in provincia di Milano, 220 mq su 2 piani con riscaldamento a pavimento, cappotto termico, classe A3.
      Da manuale il rapax non ha fasce orarie. Ha un contatto per il fotovoltaico ma anche li, quello del fotovoltaico mi ha detto che avendo l'accumulo non è previsto un contatto in uscita (mah...)

      Commenta


      • #4
        quasi sicuramente poi bisognerà occuparsi anche della parte riscaldamento, immagino che starai usando poco o male la pdc e consumi gas. idealmente potresti arrivare a spegnere o quasi la caldaia andando quasi sempre con la pdc.
        ma tornando alla tua richiesta: il rapax immagino che ha una serpentina collegata alla caldaia che lo scalda, corretto?
        pagina 20: https://www.immergas.com/imp/006KK/R...2-1_041167.pdf com'è impostato ora?

        Commenta


        • #5
          Quasi sicuramente il rapax è collegato come pagina 17.
          E al momento è in modalità manuale fissato a 50 gradi

          La pdc del riscaldamento sta andando poco durante il giorno, la sera va sempre il gas viste le temperature.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da erdani85 Visualizza il messaggio
            No no ti garantisco che è così, fino a 45 va di gas (che posso regolare io). Questo perché quest'inverno prima di allacciare il gas la pompa di calore non ce la faceva a portare l'acqua nemmeno a 40 gradi senza integrazione elettrica.
            La casa è in provincia di Milano, 220 mq su 2 piani con riscaldamento a pavimento, cappotto termico, classe A3.
            Da manuale il rapax non ha fasce orarie. Ha un contatto per il fotovoltaico ma anche li, quello del fotovoltaico mi ha detto che avendo l'accumulo non è previsto un contatto in uscita (mah...)
            Classe energetica A3 e impianto ibrido ? La casa è una casa singola ?
            Posso avanzare un'ipotesi ? Sarà che penso male, ma... avevi un budget alto per gli impianti e ti hanno venduto tutto il possibile

            Mi sembra comunque strano, di solito le pdc per acs funzionano. Certo, impiegano diverse ore a scaldare l'acqua e magari uno non se lo aspetta perchè abituato alla caldaia con acs istantanea. O magari faceva troppo freddo e allora si, funzionano come boiler a resistenza elettrica perchè altrimenti impiegano troppo tempo a scaldare.

            Spero che sul forum ci sia qualcuno esperto di prodotti immergas che riesca ad aiutarti.
            Sfruttare comunque il contatto aiuterebbe anche se hai l'accumulo. Fai accumulo termico e poi di energia. Forse il contatto è già stato sfruttato per l'accumulo ?

            Hai provato a chiedere direttamente ad un CAT immergas o alla consulenza tecnica di immergas come mai la loro pdc per acqua calda non scaldava l'acqua ?

            Che temperature minime ci sono nella tua zona ?
            La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

            Commenta


            • #7
              Sinceramente il termotecnico che mi ha fatto la legge 10 credo abbia sparato altissimo, ma ormai era stato fatto e poi ho realizzato (non ho comprato niente da lui credo abbia fatto il progetto x ego personale).
              Le temperature di questo inverno sono state minimo -5 nella notte. Tieni conto che dei 270 litri dell'accumulo ne faccio fuori almeno la metà ogni giorno. L'assistenza è venuta a fare collaudo e accensione, per loro è giusto così ma non ne sono convinto. Il fotovoltaico al momento non interagisce con l'impianto di riscaldamento o acs

              Commenta


              • #8
                Ha sparato alto dicendo classe A3 o dimensionando gli impianti necessari ?

                I -5°C ormai non fanno paura a molte pdc. Operano tranquillamente a quelle temperature. Quelle immergas che ho guardato, anche loro. Non sembravano così malvagie. Avevo provato a chiedere su un post, in questo forum, se qualcuno le aveva ma non ha risposto nessuno.

                Io ho un bollitore da 200 litri scaldato da caldaia, per 6 persone, so bene che 200 litri vanno via come niente.
                La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da erdani85 Visualizza il messaggio
                  Se forzo io l'impianto in BOOST per raggiungere con l'ausilio dell'integrazione elettrica i 62 gradi, questo però non si disattiva automaticamente e alle 18, quando mi parte il ricircolo dell'acqua calda, essendo che la temperatura nell'accumulo scende, riparte consumando parecchia energia elettrica
                  Ma per integrazione elettrica intendi le resistenze? Se fosse così è meglio usare il gas: costa meno!
                  Concettualmente scaldare a gas e poi elettrico (con PDC) non ha senso: dovrebbe essere l'opposto. In casa A3 non hai bisogno del gas, nemmeno di una PDC dedicata ACS. Avendo messo accumulo per il FV (che era evitabile) a quel punto non ha senso programmare l'ACS: o ricarichi le batterie o fai ACS.
                  Ma cosa intendi per la metà di 270 litri? L'accumulo non è mica a svuotamento, dovresti osservare una diminuzione di temperatura al massimo. In quanti siete in casa?

                  Commenta


                  • #10
                    Immagino che il "tutto" venga gestito dal famoso gestore di sistema immergas ?
                    Da li puoi decidere il funzionamento dei vari componenti immergas.
                    Fai uno schemino e indica i modelli dei vari pezzi

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Panoramix89 Visualizza il messaggio
                      Ma per integrazione elettrica intendi le resistenze? Se fosse così è meglio usare il gas: costa meno!
                      Concettualmente scaldare a gas e poi elettrico (con PDC) non ha senso: dovrebbe essere l'opposto. In casa A3 non hai bisogno del gas, nemmeno di una PDC dedicata ACS. Avendo messo accumulo per il FV (che era evitabile) a quel punto non ha senso programmare l'ACS: o ricarichi le batterie o fai ACS.
                      Ma cosa intendi per la metà di 270 litri? L'accumulo non è mica a svuotamento, dovresti osservare una diminuzione di temperatura al massimo. In quanti siete in casa?
                      Ciao si intendo la resistenza elettrica. Anche secondo me aveva più senso il contrario, ma l'assistenza immergas ha detto che deve funzionare così.
                      Cmq io riesco a ricaricare le batterie e a vendere parecchia corrente, proprio per questo c'è qualcosa che non va, dovrei autoconsumare di più, soprattutto quando l'impianto fotovoltaico sta lavorando!

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da federico2 Visualizza il messaggio
                        Immagino che il "tutto" venga gestito dal famoso gestore di sistema immergas ?
                        Da li puoi decidere il funzionamento dei vari componenti immergas.
                        Fai uno schemino e indica i modelli dei vari pezzi
                        Esattamente, ma a quanto ho capito da lì gestisco solo il riscaldamento e il raffrescamento. L'acqua è indipendente, c'è solo la candaia che la aiuta fino a 45 gradi (impostabili da manopola).
                        Ve l'ho detto che c'è qualcosa che non torna

                        Commenta


                        • #13
                          ti direi intanto:
                          - vedendo il manuale che ti avevo postato: a pagina 20: imposta la funzione Funzione”SMART Energy” e nel sottomenù: ottimizzazione pdc.
                          -disattiva la voce "integrazione elettrica" perchè usa la resistenza e non deve farlo
                          -pagina 15: è predisposto per un ingresso del fotovoltaico e uno per la caldaia (oltre ai 3 cavi per l'alimentazione). adesso cosa si collega al rapax?
                          -caldaia: puoi impostare l'acs solo in determinati orari? nel caso ti direi di attivare la funzione solo nelle ore d utilizzo davvero intensivo (es. 30 minuti la sera)
                          poi penseremo al riscaldamento.
                          quanto fotovoltaico hai?

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da erdani85 Visualizza il messaggio
                            Ciao si intendo la resistenza elettrica. Anche secondo me aveva più senso il contrario, ma l'assistenza immergas ha detto che deve funzionare così.
                            Cmq io riesco a ricaricare le batterie e a vendere parecchia corrente, proprio per questo c'è qualcosa che non va, dovrei autoconsumare di più, soprattutto quando l'impianto fotovoltaico sta lavorando!
                            Ma quanto gas stai consumando? Quanto è grande l'impianto FV? Se dici che arrivi a 3kW immagino tu abbia 5kW più o meno. Da quel che dici sembra che il contributo del gas sia molto alto, mentre la PDC lavora quasi nulla mentre le resistenze molto. In pratica hai un'installazione da incubo!

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da francy.1095 Visualizza il messaggio
                              ti direi intanto:
                              - vedendo il manuale che ti avevo postato: a pagina 20: imposta la funzione Funzione”SMART Energy” e nel sottomenù: ottimizzazione pdc.
                              -disattiva la voce "integrazione elettrica" perchè usa la resistenza e non deve farlo
                              -pagina 15: è predisposto per un ingresso del fotovoltaico e uno per la caldaia (oltre ai 3 cavi per l'alimentazione). adesso cosa si collega al rapax?
                              -caldaia: puoi impostare l'acs solo in determinati orari? nel caso ti direi di attivare la funzione solo nelle ore d utilizzo davvero intensivo (es. 30 minuti la sera)
                              poi penseremo al riscaldamento.
                              quanto fotovoltaico hai?
                              - stasera entro nel menu installatore e verifico cosa c'è settato
                              - ma invece non sarebbe più corretto usare la resistenza quando ho un eccesso di corrente per portare in sovratemperatura l'acqua?
                              - penso intendi pagina 14: sicuramente non c'è collegato il fv xkè mi hanno detto quelli della QCell che non c'è un'uscita
                              - al momento ho visto che è attiva 24/24, devo verificare sul manuale cosa si può mettere
                              - ho 5,5KWh con accumulo

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da Panoramix89 Visualizza il messaggio
                                Ma quanto gas stai consumando? Quanto è grande l'impianto FV? Se dici che arrivi a 3kW immagino tu abbia 5kW più o meno. Da quel che dici sembra che il contributo del gas sia molto alto, mentre la PDC lavora quasi nulla mentre le resistenze molto. In pratica hai un'installazione da incubo!
                                ti so dire che ho consumato circa 600 metri cubi dal 15 novembre 2018 al 28 febbraio 2019 tenendo conto che l'impianto ha funzionato esclusivamente a gas fino al 31 dicembre 2018 e che è stata una prima accensione, cioè la casa è stata finita a novembre quindi quando ho acceso ci sono voluti un paio di giorni per portarla in temperatura (solo con gas)

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da erdani85 Visualizza il messaggio
                                  - stasera entro nel menu installatore e verifico cosa c'è settato
                                  - ma invece non sarebbe più corretto usare la resistenza quando ho un eccesso di corrente per portare in sovratemperatura l'acqua?
                                  - penso intendi pagina 14: sicuramente non c'è collegato il fv xkè mi hanno detto quelli della QCell che non c'è un'uscita
                                  - al momento ho visto che è attiva 24/24, devo verificare sul manuale cosa si può mettere
                                  - ho 5,5KWh con accumulo
                                  Ti premetto che si poteva spendere Metà per l'impianto, visto che hai tanta roba, certa inutile, altra ridondante e altra inutilmente costosa. Comunque ormai è comprato, cerchiamo di usarlo al meglio.
                                  La resistenza disattivala perché d'estate non ti servirà di certo e d'inverno to conviene integrare a gas, anche perché per sfruttare il fotovoltaico hai già una pdc per acqua sanitaria e una per riscaldamento, che scaldano consumando dalla metà ad un terzo rispetto alla resistenza, meglio quindi concentrarsi su queste

                                  Commenta


                                  • #18
                                    ne sono assolutamente certo francy.1095, purtroppo ho dovuto realizzare quanto dichiarato.
                                    Ok allora stasera eseguo quello che mi hai detto, tolgo integrazione elettrica e controllo la funzione smart energy
                                    Domanda mia, ma non dovrei mettere il rapax in auto invece che manuale?

                                    Commenta


                                    • #19
                                      ti chiedevo dei collegamenti elettrici (o di quanti cavi vedevi collegati) anche per quello. dal manuale vedo che se il rapax è impostato in modalità "solo pompa di calore", puoi scegliere tra auto o manuale (con eco attivo o disattivato), mentre se è impostato in modalità collegamento caldaia puoi selezionare manuale o smart energy.
                                      a questo punto magari la pdc non è collegata elettricamente alla caldaia, verifica

                                      Commenta


                                      • #20
                                        mi sa di no allora xkè ECO è attivo
                                        mi era sfuggita questa differenza tra solo pompa->eco e invece con caldaia->smart
                                        provo a sentire l'elettricista

                                        mi ha detto che ha collegato solo la sonda tra caldaia e rapax, come secondo schema a pagina 14

                                        Commenta


                                        • #21
                                          guarda per scrupolo quanti cavi arrivano alla pdc. magari è collegata e bisogna solo agire via software.
                                          eventualmente ci si può arrangiare anche se il collegamento non c'è.
                                          comunque secondo me, vista anche la spesa dell'impianto, cerca di far comunicare i pdc e caldaia, in modo di usare tutto al meglio

                                          Commenta


                                          • #22
                                            l'elettricista mi ha detto che ha collegato solo la sonda tra caldaia e rapax, come da secondo schema a pagina 14
                                            tu dici di realizzare invece il collegamento al primo schema della pagina 14 giusto?

                                            Commenta


                                            • #23
                                              io non ho ne la caldaia ne la pdc in questione, ma a logica vedendo il manuale direi di si. mi sembra il modo migliore per un funzionamento intelligente

                                              Commenta


                                              • #24
                                                stasera verifico com'è collegata e com'è impostata allora e vediamo cosa si può fare

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Allora sono entrato come installatore, era un solo pompa di calore e l'ho messo collegato con caldaia e ottimizzato pdc. Ho visto che c'è la programmazione, cosa consigliate di mettere? Ho tolto l'integrazione elettrica. Ora rimane in manuale senza eco

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Se fossi in te lascerei perdere il collegamento con il FV per una semplice ragione: hai un accumulo a batterie. Non so se l'inverter mandi un comando una volta che le batterie sono ricaricate o quando raggiunge una determinata potenza. Al massimo programma l'ACS dalle 11 alle 13.
                                                    Il manuale dice:
                                                    -le modalità ECO attivo/non attivo non sono disponibili sugli impianti “Collegamento con caldaia”

                                                    Setta smart energy "Priorità PDC"

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originariamente inviato da Panoramix89 Visualizza il messaggio
                                                      Se fossi in te lascerei perdere il collegamento con il FV per una semplice ragione: hai un accumulo a batterie. Non so se l'inverter mandi un comando una volta che le batterie sono ricaricate o quando raggiunge una determinata potenza. Al massimo programma l'ACS dalle 11 alle 13.
                                                      Il manuale dice:
                                                      -le modalità ECO attivo/non attivo non sono disponibili sugli impianti “Collegamento con caldaia”

                                                      Setta smart energy "Priorità PDC"
                                                      si ho l'accumulo però alle 21 è già secco al momento. Invece pensavo che se nei momenti di sovraproduzione elettrica utilizzassi questa eccedenza per portare l'acqua ad una temperatura molto più alta di quella che faccio uscire con il miscelatore, alla sera la pdc della acs partirebbe molto più tardi.
                                                      Comunque al momento il fv non è nemmeno collegato

                                                      Si la modalità eco con la caldaia non va.
                                                      Non ho trovato invece la voce "smart energy", ma credo sia cmq quella attualmente attiva. Ho però settato "ottimizzazione PDC" come aveva detto francy1095 al momento e non "priorità pdc"

                                                      Stamattina ho visto per la prima volta il simbolo integrazione caldaia in funzione mentre la caldaia stava scaldando l'acqua sotto i 40 gradi

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        a che temperatura è impostata la pdc adesso? la lasci accesa h24,vero?
                                                        non capisco come fai a scendere sotto i 40°C comunque

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          adesso è impostata h24 su 50 gradi (con il miscelatore ovviamente al rubinetto arriva più bassa) in manuale
                                                          ho visto che posso dare una fascia oraria di funzionamento e una di stop
                                                          scende xkè faccio partire il ricircolo alla mattina e alla sera per avere l'acqua calda appena apro il rubinetto, quindi tutta l'acqua fredda nei tubi viene sostituita dalla calda in poco tempo e dentro il rapax la temperatura scende

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            ok h24
                                                            prova ad impostarla a 55°C, è inutile avere la pdc se poi gran parte del lavoro lo fa la caldaia.

                                                            edit: magari è da rivedere anche il discorso ricircolo, per es. potresti attivarlo mezz'ora prima

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR