annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ristrutturazione casa e riscaldamento aria/aria

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ristrutturazione casa e riscaldamento aria/aria

    Buongiorno,
    sto ristrutturando casa e ho optato per un riscaldamento in pdc aria/aria sul quale avrei alcuni dubbi, di seguito alcuni dati dell'immobile che si sviluppa su tre piani:

    fotovoltaico 6 kW
    produzione acs con pdc panasonic dhw 300/aritson nuos 250
    piano seminterrato composto da box + lavanderia
    piano terra composto da soggiorno/cottura + bagno
    piano primo composto da due camere da letto + bagno
    da progetto la legge 10 prevede un EPgl,nren di 8,07 kWh/m2
    zona climatica E temp esterna -5 , 2441 gradi giorno, provincia Milano
    locale lavanderia dotato di una vmc puntiforme a flusso alternato
    locale soggiorno/cottura dotato di due vmc sincronizzate per alternare il flusso
    le due camere da letto dotate ognuna di una vmc, sincronizzate per alternare il flusso
    i due bagni dotati di termoarredi elettrici

    In questo momento sono orientato verso daikin ftxm (perfera) , con due macchine trial split, una per fare le due camere da letto + lavanderia e la restante per mettere tre split nel locale soggiorno/cottura.
    Vi riporto btu e m2 dei locali.
    Lavanderia - 17 m2 altezza 2,3 m - 5.000 btu
    soggiorno/cottura - 54 m2 altezza 2,9 m - 9.000 + 9.000 + 5.000 (quest'ultimo "interno" alla cucina)
    camera da letto A - 17,4 m2 altezza 2,6 m - 9.000 btu
    camera da letto B - 12,8 m2 altezza 2,6 m - 9.000 btu

    I dubbi riguardano principalmente il dimensionamento e il numero di macchine elevato nel locale soggiorno/cottura, abbiamo cercato di dividere virtualmente l'ambiente in tre spazi per evitare che si formassero delle zone "fredde", e per permettere agli split di lavorare sempre al minimo per ridurre eventuali correnti d'aria, la mia paura che forse stiamo esagerando, cosa ne pensate??

    vi riporto una pianta con indicata la posizione degli split in azzurro.



    Per il locale lavanderia forse conviene mettere un 7.000 btu?

    Per le camere da letto pensate siano sovradimensionate le 9.000 btu?

    Sono delle buone macchine le FTXM? o potrei incontrare dei problemi durante l'inverno?

    Grazie per l'aiuto

  • #2
    Le FTXM sono ottime macchine, tranquillo. Parche nei consumi e spingono bene quando serve. Insomma, non si fanno problemi.
    Ci sono anche alternative, da Mitsubishi a Panasonic, sempre a quei livelli, ma se sei affezionato a quella idea, cadi comunque in piedi.
    Qui ci sono utenti che le usano regolarmente tutto l'anno, riportando ottimi ritorni.
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

    Commenta


    • #3
      ome potenza dovresti esserci, nella mia situazione molto simile alla tua stiamo installando due macchine da 21000btu, una per piano.
      Hai pensato al canalizzato invece che al doppio trial split?
      leggendo qui e l sembra pi silenzioso e con movimento d'aria impercettibile

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da ade Visualizza il messaggio
        ome potenza dovresti esserci, nella mia situazione molto simile alla tua stiamo installando due macchine da 21000btu, una per piano.
        Hai pensato al canalizzato invece che al doppio trial split?
        leggendo qui e l sembra pi silenzioso e con movimento d'aria impercettibile
        Grazie Ade,
        purtroppo la canalizzata impossibile da effettuare da realizzare, abbiamo problemi con il passaggio tra i vari piani e mancanza di locale dove posizionare la macchina, era stata la prima soluzione presa in considerazione.

        Mi rimane sempre il dubbio se tre macchine siano troppe per un unico locale da 55 m2.

        oggi valutavo anche la possibilita di un mettere n3 dual-split cos suddivise:
        una per le due camere del piano primo,
        una per gestire due macchine del piano soggiorno
        una per gestire una macchina del piano soggiorno + lavanderia

        in maniera tale da poter spegnere totalmente un motore esterno dual-split nelle mezze stagioni (e forse anche in inverno??), spegnerei una macchina sola del soggiorno (quella nel centro) e la lavanderia, cosa ne pensate? (questa soluzione oltretutto piu' economica come acquisto macchine, risparmio circa 1050)

        Commenta


        • #5
          non ho esperienze dirette perch le sto installando in questi giorni ma ti posso dire, dopo aver letto pagine e pagine qui, che generalmente tendiamo a sovradimensionare parecchio....
          Anche secondo me, a naso, tre macchine per 55mq sembrano tante, considera per che stai installando delle inverter e se il loro minimo davvero basso come si dice ( 300-400w per 18000 btu) il solo effetto che otterrai saranno degli on off durante le mezze stagioni senza penalizzazioni per i periodi critici in estate e inverno....che sono quelli che ci interessano...
          Come ti dicevo sono nella tua situazione: due piani con 55mq per piano con dispersione di 10kw a t di -5.
          In teoria bastavano due rxm50 (5Kw in riscaldamento cad) con fba50 canalizzato ma visti i minimi abbiamo deciso di sovradimensionare un po' e montare due RXM60 e due FBA60 uno per piano completament indipendenti e con impianto canalizzato indipendente per ogni piano.
          l'idea di sezionare in tre i tuoi impianti non mi sembra male: se va bene in periodi intermedi spegni una sezione e risparmi qualcosa, se va male durante i periodi intensi hai comunque potenza sufficiente.

          Commenta


          • #6
            Altro dubbio che mi assale il dimensionamento delle macchine esterne, non capisco se il calcolo che faccio corretto, da legge 10 mi servono sui 3.800 kWh per riscaldare casa per 183 giorni, pertanto corretto il seguente calcolo? 3.864/183/24(ore) = 0.88 kw

            Questo dovrebbe essere il valore necessario per le macchine esterne??? Mi sembra troppo poco, dove sbaglio?

            Edit: facendo lo stesso calcolo nel mese peggiore(dicembre) 1280/31/24 mi vengono fuori 1,72 kW forse questo il valore da considerare? Mi sembra sempre basso...

            Ecco i consumi per riscaldamento:

            Commenta


            • #7
              ci sono utenti molto pi preparati di me qui....che ti confermeranno o correggeranno
              credo che il valore in Kwh sia il consumo totale stagionale per il riscaldamento previsto dal tuo involucro, dipende dalla dispersione e dagli impianti presi in considerazione.
              Per dimensionare le macchine esterne ( che poi la cosa importante: dentro puoi avere split potenzialmente esagerati ma la macchina esterna che definisce quello che possono fare) dovresti sapere quanto disperde alla t di progetto la tua casa che la condizione peggiore possibile da considerare, ebbene, quella la potenza massima che deve poter erogare il tuo impianto per mantenerla calda compensando le dispersioni.
              Non prenderlo per oro colato ma credo che sia uno dei valori presenti nella certificazione energetica

              Commenta


              • #8
                Il dimensionamento va fatto sui due mesi pi freddi. La tabella riporta dei fabbisogni elettrici che mi sembrano molto elevati e che riguardano un impianto idronico (che tu non faresti). Questa energia probabilmente viene dispersa nel locale caldaia con le pompe e non concorre al riscaldamento nel complesso la casa ha un fabbisogno molto basso a parere mio stai forse sovradimensionando gli split . Considera che pi split attacchi alla stessa macchina e pi inefficiente l'impianto causa lunghezze non ottimali dei tubi frigoriferi .Inoltre pi sono piccole le macchine mono split e pi sono efficienti. Secondo me con due daikin ururu sarara monosplit da 25 M^2 il salone lo scaldi avendo potenza a - 8 di 2x2,5=5 kw. A proposito i bagni come li scaldi?
                150 mq un solo piano anno 2006 no classe, tetto con 10 cm di PU ISOTEC. pareti con cappotto in intercapedine da 7 cm, finestre PVC con doppi vetri. Zona climatica E 2694 gg. Risc. termosifoni in acciaio, caldaia metano no condensa da 28 kw, stufa a pellet 11 kw, pdc Daikin FTXM25, Panasonic VZ9 Heatcharge. Proox: FV 6KW Peimar MC inverter Fronius, Boiler pdc Ariston Nuos 110 lt, Daikin Ururu Sarara 9000 btu.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da ade Visualizza il messaggio
                  non ho esperienze dirette perch le sto installando in questi giorni ma ti posso dire, dopo aver letto pagine e pagine qui, che generalmente tendiamo a sovradimensionare parecchio....
                  Anche secondo me, a naso, tre macchine per 55mq sembrano tante, considera per che stai installando delle inverter e se il loro minimo davvero basso come si dice ( 300-400w per 18000 btu) il solo effetto che otterrai saranno degli on off durante le mezze stagioni senza penalizzazioni per i periodi critici in estate e inverno....che sono quelli che ci interessano...
                  Come ti dicevo sono nella tua situazione: due piani con 55mq per piano con dispersione di 10kw a t di -5.
                  In teoria bastavano due rxm50 (5Kw in riscaldamento cad) con fba50 canalizzato ma visti i minimi abbiamo deciso di sovradimensionare un po' e montare due RXM60 e due FBA60 uno per piano completament indipendenti e con impianto canalizzato indipendente per ogni piano.
                  l'idea di sezionare in tre i tuoi impianti non mi sembra male: se va bene in periodi intermedi spegni una sezione e risparmi qualcosa, se va male durante i periodi intensi hai comunque potenza sufficiente.
                  con dispersione di 10kw a t di -5 su 110 mq questa casa disperde molto
                  - solitamente gli split residenziali sono sconsigliati per fare riscaldamento primario, sono nati per fare riscaldamento nelle mezze stagioni (CONTROLLA BENE POTENZA RESA A -5 E RELATIVO COP e ASSORBIMENTO) , nei periodi freddi e con tanta umidit ti possono fare anche 3 sbrinanenti in 1 ora x circa 10 minuti a sbrinamento significa che ti riscaldi solo nel 50% del tempo e visto le alte dispersioni a occhio ti cala molto la temperatura INTERNA
                  - se devi proprio adottare la soluzione con PDC aria aria (poco confort ambientale vs impianto a pavimento e pi costi) prova a farti fare preventivo con un impianto tipo vrf che in inverno ha Cop molto pi elevati (consumi molto -) e non ha problemi con sbrinamenti (pi veloci e - frequenti), adesso questi sistemi partono da 4hp ovvero da 12 kW di potenza
                  - contro costano di pi le macchine e le predisposizioni

                  Ciao
                  3.00 kwhp
                  inclinazione 20.27
                  azimut 22 ovest
                  impianto semintegrato 15 Moduli Kyocera 200 GHT-2 + inverter Power One mod. Aurora indoor PVI 3600-IT
                  installazione febbraio 2009, Longa di schiavon (Vi)

                  Commenta

                  Attendi un attimo...
                  X
                  TOP100-SOLAR