PDC trifase scelta - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

PDC trifase scelta

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • PDC trifase scelta

    Buongiorno a tutti, sono nuovo del forum.
    Vivo nel sandonatese in provincia di Venezia, ho da poco costruito un capannone di 750mq da adibire a carrozzeria.
    La struttura è un prefabbricato in cemento armato con isolamento ad intercapedine, copertura a Y con pannelli sandwich da 100mm e controsoffitto isolato con lana di roccia, a terra 50mm di pannello isolante.

    Il sistema di riscaldamento è del tipo a pavimento da alimentare con PDC aria-acqua trifase. Siamo stati costretti a scegliere la PDC per non incorrere a problematiche con i vigili del fuoco, inquanto considerando anche gli impianti di carrozzeria ed anche un'eventuale caldaia, si superavano un certo numero di kcal che innescavano onerosi adeguamenti antincendio. (oltre 100k €)

    Mi è stata proposta dal termotecnico il modello ANL202 dell'AERMEC con potenza termica di 45.78kW, un assorbimento di 13.78kW e un COP di 3.32. Questo più di un anno fà.
    L'idraulico 6 mesi fà mi proponeva Carrier, oggi mi dice no è meglio Mitsubischi

    Ad oggi esiste un prodotto migliore?

    Grazie per l'aiuto

  • #2
    è stato fatto un impianto a pavimento nel capannone? se ne vedono pochi in giro, bravi...
    la ditta Airnet di Trento ha fatto degli ottimi lavori a Treviso, Villorba credo su dei capannoni... puoi sentirli, ed eventualmente vedere i lavori eseguiti o meglio chiedere al tuo termotecnico di sentirli poiché i termotecnici sono un pelino permalosi e se si vedono scavalcati si mettono di traverso.

    Commenta


    • #3
      Ti ringrazio di avermi risposto. Si, mi sono accorto del caratterino.... Sono fatti proprio tutti con lo stampo allora

      Commenta


      • #4
        io intanto ti posso dare delle dritte, come vedi dal titolo la Aermec è un refrigeratore che può lavorare anche in pompa di calore, visto che la zona è freddina, sarebbe meglio guardare una pompa di calore direttamente che può lavorare anche in estate quando sono capaci tutti... Aermec è la marca più economica, non so se gli hai dato tu l'info di avere la macchina più economica. dipende da chi paga la bolletta elettrica insomma... Se il capannone va in affitto è un discorso, se ci vai tu dentro cambia...
        Per il momento ti hanno scelto una fiat 128 nuova per capirci... visto che un chiller on/off è una tecnologia degli anni della 128... con l'inverter e una pompa di calore potresti consumare anche la metà.
        Carrier, non la conosco poiché non la trovo in giro nei chiller e mitsubishi aria acqua di queste potenze nemmeno..
        comunque tutti chiller e tu sei in zona climatica E ricordalo (fredda e umida)

        Commenta


        • #5
          Della Carrier mi propone Aquasnap 30RQS - Standard modello 45. Ma leggo che si tratta sempre di un refrigeratore....
          Mitsubischi invece ancora non mi ha proposto un modello preciso.

          Commenta


          • #6
            Avvisami prima di farmi aprire certa documentazione che faccio un colpo... allora 81 db a catalogo (ricorda che i dati da catalogo sono sempre OTTIMISTICI!
            http://www.arpa.vda.it/it/rumore-ambientale/nozioni-generali/nnnnil-rumore-i-decibel-e-il-livello-equivalente (quindi un trattore)
            Ho visto un motore da almeno 2 kW solo per il ventilatore! mamma mia! infatti i COP sono da Circo orfei.
            Le macchine che propone airnet hanno circa 1,2 punti di COP migliore, che tradotto sul consumo elettrico diventano 9,5 kW assorbiti contro i 12kW di questa.
            Calcolando che è un refrigeratore e che va in palla a Treviso, porterà un consumo elettrico di 200€ al mese in più.
            tra estete e inverno diventa sicuro al 90% circa 1500€ di spesa elettrica di differenza in un anno. fatti fare un preventiva anche da loro, consiglio puro che mi sembra fino ad ora siano state fatte scelte in economia.


            Commenta


            • #7
              Le direttive date da me erano riguardanti i consumi elettrici e nn si è mai parlato del lato economico. Il capannone è per me nn per essere affittato quindi cerco il meglio.... Si è sempre parlato di PDC nn capisco perché mi propongano dei refrigeratori!!!

              E nn mi interessa raffrescare ovviamente.

              Lunedì sento Airnet per un preventivo.

              Hai anche altri marchi da consigliarmi?

              Di Rossatogroup cosa pensi?

              Sei di Treviso?
              Ultima modifica di caraut; 27-11-2015, 19:51.

              Commenta


              • #8
                Ti posso seguire perché il contenuto di questo post potrebbe essere di sicuro interesse di altri, mi sono dimenticato di una cosa importante da dirti:
                Dal 26 settembre di questo anno è obbligatoria l'etichetta energetica su pompe di calore sotto i 70Kw, quindi ci sei dentro.
                Questa etichetta giuda l'utilizzatore nella scelta del prodotto, riassume molte caratteristiche di efficienza della macchina con delle sigle:
                A la più bassa
                A+ Media
                A++ Ottima
                A+++ fino al 2019 non si può usare per lasciare il tempo agli A di adeguarsi (rientrare in aria acqua nella tripla + è difficilissimo comunque)
                Sostanzialmente cosa fanno di differente rispetto i cataloghi? Nei cataloghi ogni costruttore si da il voto, senza una giuria. Se spara minchionate non viene punito perché per dimostrare le rese che sono le reali hai voglia, non ci riesci.
                Quindi anche i grossi costruttori ci sguazzano e via via tutti che seguono per vendere.
                Come nello sport, se qualcuno si doppa, o rimani sempre dietro o inizi anche tu. Prova immaginare le gare senza controlli antidoping, e gli interesse economici ci sono anche qui.
                Anche nella etichetta energetica ti dai il voto come costruttore, ma quello che scrivi è punibile con sanzioni che non scherzano... tempo di rodaggio poi vedrai che si comincia a capire che non si scherza.
                Ho visto una ditta svedese che indicava tutti i valori dei test che portavano al risultato scritto sulla etichetta, incredibile, in italia pura utopia.
                Torniamo a te, ora richiedi in anticipo questa etichetta, credo sia di tuo interesse leggerla prima piuttosto che vedertela stampigliata quando ti arriva il materiale, no?
                Spendi soldi di una macchina, poi ti arriva e la A ti indica che hai comperato una 128... ci stai male no? oppure comunque almeno scegli.
                A++ spendo 5.000€ in più? risparmio rispetto la A 1500 all'anno di corrente elettrica? mi faccio due conti, ma almeno scelgo.
                Perché quando chiederai l'etichetta tutti ti porconeranno dietro? perché ancora non la conoscono, nei chiller non è obbligatoria e non so se sono già in grado di rilasciartela alcuni costruttori.
                Tu chiedile e io ti aiuto a leggerle.
                Freddo... eprchè non fai freddo? gli uffici non li avrai? niente freddo? Perché non pensare di far scorrere anche dell'acqua fresca nell'impianto a pavimento, non da far condensare ma di tirare giù la temperatura di qualche grado? considerando le estati che affronteremo a 40°C avere la gente che lavora meglio, ti sembra poco? da me condiziono anche in estate, gli operatori si fermano di più, lavorano meglio e sono meno nervosi.
                Raffrescamento nelle zone umide padane l'ho promosso a pieni voti.

                Commenta


                • #9
                  pena a mettere anche 20 kw di FV sul tetto, chiedendo certificati bianchi
                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                  Commenta


                  • #10
                    Ti ringrazio dei consigli... Per il freddo nn vorrei trovarmi con una piscina a terra.Ho già mandato una mail di contatto ad Aritel vediamo se lunedì mi rispondono altrimenti li chiamo direttamente2
                    Ultima modifica di caraut; 30-11-2015, 07:53.

                    Commenta


                    • #11
                      Ma non ti trovi una piscina, basta regolarsi e usare un po' di buonsenso. Ogni giorno fai scendere di un grado l'acqua partendo da... 25 gradi per esempio.. Potresti avere un frescolino che ti permette di lavorare meglio anche con l'acqua a 25.. 23.. non dico condizionare ma raffrescare le pdc non consumano tanto se non spari l'acqua a 7 °C.

                      Commenta


                      • #12
                        Ho oggi pomeriggio incontro con l'agente di zona Airnet In giornata ti riferisci il tutto

                        Commenta

                        Attendi un attimo...
                        X