Curiosità su dimensionamento pdc - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Curiosità su dimensionamento pdc

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Curiosità su dimensionamento pdc

    domanda puramente teorica (scaldo a legna e intendo continuare ancora per un pò) semplice curiosità
    Magari però può servire a qualcuno

    Casa mia, questo inverno ha fatto per circa una sett temperature comprese tra i -9 notturni e i -5 di giorno.
    In quelle condizioni la caldaia (a legna) "girava" 7 ore al dì
    La caldaia è da 31 kw
    7 ore * 31 = 220 kw/ giorno
    220 kw- perdita di resa (10% ? ) =200 kw
    200 kw / 24 h = 8-9kw ogni ora dispersi

    Se dovessi mettere una pdc con un cop (stimo) a quelle temperature di 2,5 (di più? di meno?) che potenza dovrebbe avere? Basterebbe una da 4 kw? Oppure non ho capito un tubo sulle pdc? (cosa probabile tra l'altro)
    Zona climatica F 3396 gradi/giorno
    Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

  • #2
    si, piu o meno quello...
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

    Commenta


    • #3
      PDC da 4 kw di assorbimento elettrico ....
      non PDC Da 4 Kw termici !
      Casa gas-free provincia di Pavia 180 m2 involucro classe B (vicino alla C) - Impianto FTV 5,39 kwp - PDC Aquarea 7 kw serie F alta connettività con modulo HPM- Piano cottura ad induzione Ikea
      EV - ZOE 41 kwh - Rasaerba e Tagliabordi a batteria litio 40 V Greenworks

      Commenta


      • #4
        Si intendevo 4 kw di assorbimento quando funziona
        Zona climatica F 3396 gradi/giorno
        Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

        Commenta


        • #5
          io farei 200/18h , va tenuto conto degli sbrinamenti e della produzione acs

          Commenta


          • #6
            E quanto rende la caldaia a legna : senza elettronica e vecchia sporca rende il 50% , quindi tutti i conti vanno rifatti ?!?!
            AUTO BANNATO

            Commenta


            • #7
              Caldaia nuova (quasi) tutta bella pulita ed elettronica.

              Ah, quando sbrina e quando produce acs non va il riscaldamento.. Questo non lo sapevo
              Zona climatica F 3396 gradi/giorno
              Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

              Commenta


              • #8
                Domanda: (sono ignorante, portate pazienza..)
                Come si "legge" una tabella di una PDC?

                Esempio, a -5° esterni la tabella riporta questi dati

                Come assorbimento massimo della macchina 4,5 kw
                Potenza 25% 50% 75% 100%

                Capacity 1,63 3,39 4,92 7,96
                ----Coop 1,83 2,15 2,04 1,94

                La potenza assorbita varia in base alla portata oraria richiesta? oppure in base a cosa?
                io dalla tabella capisco che al 50% (assorbendo 2,25kw) butta in casa 3,39 kw e al 100% (assorbendo 4,5kw) ne butta dentro 7,96... è così?
                Ultima modifica di leaza; 01-10-2016, 08:21.
                Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                Commenta


                • #9
                  Mio contributo personale sull'argomento del thread:

                  Pompa di calore – dimensionamento semplificato

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da leaza Visualizza il messaggio
                    Come si "legge" una tabella di una PDC?
                    prendi la CAPACITY ad una certa %..la dividi per il relativo COP..e hai quanto Assorbe da rete
                    Esempio 3,39/2,15=1,57 di assorbimento
                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                    Commenta


                    • #11
                      ok, così trovo l'assorbimento da rete, dunque per capacity si intendono i kw/h buttati in casa, nel tuo esempio 3,39 kw/h prodotti con 1,57kw/h assorbiti. Corretto?

                      E la potenza varia in base a cosa? temperatura esterna/interna, portata, settaggio manuale?

                      EmilianoM: interessante il tuo sito
                      Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                      Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da leaza Visualizza il messaggio

                        E la potenza varia in base a cosa? temperatura esterna/interna, portata, settaggio manuale?
                        la potenza varia come in una caldaia a condensazione con gestione climatca..piu la casa chiede (in base a T esterna e magari ANCHE con correzione sonda interna) ..piu la pdc eroga...fin che ne ha da dare, ovvio.
                        Piu potenza devi erogare, piu la T di mandata si alza...per farlo la pdc aumenta i giri motore.
                        Il COP poi varia in base alla T di mandata, ala T esterna e al regime del compressore (inverter)
                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                        Commenta


                        • #13
                          Casa dei nonni, a pian terreno c'era un officina meccanica, a catasto è tutt'ora autorimessa(mi pare)
                          C'è un contatore trifase e paghiamo un botto, se mettessi una PDC trifase potrei usufruire delle nuove tariffe dedicate alle PDC? E nel caso sul contatore PDC su può collegare anche l'impianto dell'autorimessa?

                          Ora il contatore alimenta la caldaia a gasolio che scalda i due alloggi soprastanti e l'autorimessa
                          Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                          Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                          Commenta


                          • #14
                            se paghi n botto è perche magari non hia CALATO l'impegno di Potenza..verifica..magari hai 10-15 kw ma te ne servono 3-4-5 per 2 alloggi.

                            La nuova tariffa TD sara conveniente per le pdc..e comunque alla D1 NON puoi piu aderire..ma la TD è di fatto la D1 migliorata.

                            La TD non cambio se hai trifase o monofase..ma manco prima con la d2 e d3 cambiava.

                            Salvo che avevi la BTA su officina e illegalmente alimentavi anche abotazioni..la BTA ha dei fissi ELEVATI..che si giustificano se hai consumi elevati (officina) ma se oggi non li hai..è un salasso inutile..passa a TD.

                            Se le 2 case sono catastalmente separate e abitate da 2 famiglie separate..non potresti alimentarle con UNICO contatore...ma occhio non vede...
                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                            Commenta


                            • #15
                              Mi son spiegato male, i due alloggi (due nuclei famiglia) hanno due contatori civili da 3kw.
                              L'officina ha un contatore trifase da 4, 5 che alimenta L'officina e il bruciatore di gasolio.
                              I costi elevati dell'officina sono dovuti ai fissi, di variabili sono pochi
                              Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                              Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                              Commenta


                              • #16
                                se non ti serve piu la trifase 8se dismetti gasolio che va trifase) puoi allacciare lo spazio sotto casa che oggi non è piu un attivita comm.le ad un dei due contatori domestici (in laternativa potresti tenere il BTA odierno..facendo calare la potenza impegnata..e chiedendo iva 10% per uso domestico..ma non ti conviene...meglio allacciarlo ad una abitazione.. sara un C2..presumo..puoi sempre dire che lo usi come garage di casa..anche perchè magari è vero)
                                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                Commenta


                                • #17
                                  No, il trifase mi serve, ho le macchine per la lavorazione del legno. La domanda era: metto una PDC, con contatore dedicato trifase, posso allacciarci anche luci, prese ecc dell'officina? Oppure sul contatore PDC ci si può attaccare solo la PDC?
                                  Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                                  Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    il contatore dedicato pdc è SOLO un contratto che si chiama BTA DOMESTICO IVA10%..su QUELLO puoi SOLO mettere la pdc.

                                    Su OGNI altro contratto puoi allacciare quel che ti pare...PURCHE sia afferente al Soggetto che paga.

                                    Se metti pdc trifase che scalda 2 rwesidenziali sotto contatore BTA della "lavorazione legno" quindi pagando accise ridotte, oneri ridotti e scaldando IVA..è uan evasione fiscale.
                                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                    Commenta


                                    • #19
                                      No (ma mi spiego proprio così male?) dopo che nelgli anni 70 L'officina ha chiuso il contatore è rimasto trifase perché il nonno si era messo a lavorare il legno per hobby, i macchinari sono rimasti e lo stesso faccio io (hobby)
                                      Ora di fatto i costi fissi sono di gran lunga superiori al reale consumo di kw, da cui mi chiedevo :se mettessi PDC su quel contatore i fissi rimangono (ma quelli li pago comunque) ma potrei avere la tariffa agevolato sulla PDC, ma per fare le cose in regola (io faccio così di solito) chiedevo se è lecito attaccare altre cose al contatore PDC. Cose che non danno reddito, non sono attività commerciali ecc. In pratica se ho la PDC in un locale e in quel locale c'è un frigorifero o altro aggeggio che funziona a corrente posso collegarlo o non è fattibile per legge?
                                      Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                                      Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Allora..se tu hai un locale ad uso non professionale (garage, locale tecnico, sala hobby, portineria) che puoi alimentare direttamente con il contatore RESIDENZIALE..lo devi fare con quello.
                                        Se hai bisogno la Trifase..chiedi la trifase...no problem..voltaggio e contratto sono 2 cose indipendenti.

                                        il BTA ti spetterebbe SOLO se quel locale è SEPARATO dalla casa..esempio hai garage ad un civico e casa altrove..è chiaro che se vuoi luce in quel garage devi aver un allaccio..e ti danno BTA (BTA= Bassa Tensione Altri Usi)

                                        UNICA eccezione (in DISUSO dal 2014) era avere una BTA anche sula casa dove hai GIA un d2 o D3..per alimentarci SOLO la pdc. Qeusta BTA domestica parallela ad altro contratto scontava IVA 10% e non 22% tipica delle BTA

                                        Se il tuo locale ha un accatastamento suo... e non è pertinenza della abitazione..hai diritto ad avere la BTA..MA non potresti alimentarci carichi RESIDENZIALI..di certo DIRETTI (tirare prolunga e attaccarci frigo)..ma nemmeno indiretti (alimentare pdc che poi eroga calore alle abitazioni).
                                        Certo..se la pdc scalda anche il garage..e posta che nessun verra mai a controllare..fallo.

                                        SE INVECE è una PERTINENZA della casa non dovrest avere li un BTA..ma alimentarlo col contratto residenziale domestico di uno dei contatori (se invece è pertinenza di ENTRAMBI allora anche BTA ma perche "condominuiale")

                                        Dal punto di vista economico..posto che paghi sempre tu..ti converrebbe
                                        1) chiudere la BTA
                                        2) aprire un contatore domestico residenti trifase da 6 kW (0 quel che serve) e alimentarci garage, casa e pdc...i fissi crollano..il costo kwh variabile non aumenta.
                                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Conoscendo la portata oraria di un circolazione, la temperatura di mandata e di ritorno é possibile calcolare la potenza necessaria a mantenere costanti le temperature?

                                          Es: 1000 litri ora, mandata 50 gradi, ritorno 43 gradi, temperatura esterna - 10 gradi.
                                          Ovvero posso trovare la potenza che deve erogare la pdc con queste variabili?
                                          Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                                          Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Certo, DT mandata ritorno = 50-43 = 7 X 1.000 litri ora = 7.000 Kcalh = 8136 Wh a -10°
                                            Regolamento: https://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

                                            Commenta


                                            • #23
                                              i -10° però non c'entrano niente nella forrmula, dopo aver stabilito i watt , và trovato la PDC che li fà a -10
                                              AUTO BANNATO

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Esatto spider61, per questo ho scritto '8136 Wh a -10°' nel senso che li deve erogare a quella temperatura esterna.
                                                La domanda era così posta.
                                                Regolamento: https://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Mille Grazie
                                                  Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                                                  Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Essendo che l'efficienza delle PDC diminuisce all'aumentare della temperatura di mandata(oltre che per la temperatura esterna) è possibile dire alla pdc "non mandare acqua sopra i (esempio) 45 gradi? (la temperatura di mandata se la regola da sola in climatica, ma al di sopra di un certo valore il cop scende troppo)

                                                    Questa domanda strana mi viene dopo che ho letto di pdc che fanno molti on off, per potenza minima troppo elevata, da cui mi dico: metto una pdc più piccola dunque con potenza minima molto bassa e lascio un altro generatore di calore per quando fa troppo freddo. (esempio caldaia a gasolio)
                                                    Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                                                    Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Curiosità su dimensionamento pdc

                                                      Di per se per non mandare a più di 45 gradi basta impostare la climatica con il massimo a 45 gradi per la T esterna che vuoi.... da lì e per T inferiori manderà 45 gradi. Parliamo di riscaldamento e non di acs.
                                                      PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        In effetti... Però magari a 0 gradi i 45 sono sufficienti, però a - 10 no, se dico manda a 45 a 0 gradi se non posso impostare una Tmax a - 10 manderà a temperatura più elevata

                                                        Si può usare uno scambiatore e attaccarci pdc e caldaia? Sotto ad una certa temperatura parte la caldaia, scalda lo scambiatore e di conseguenza aumenta la temperatura dell'acqua che esce dalla pdc. (forse sto dicendo cavolate senza senso)
                                                        Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                                                        Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Ripeto: se imposti 45 a 0 gradi di T esterna lei da 0 in giù manda 45. Se a te non basta la devi regolare diversamente ..... ma la tua domanda era quella ....

                                                          Ora qual è l’obiettivo che stai cercando?


                                                          Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
                                                          PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Mi è venuta in mente una roba così (ma forse ci sono sistemi più semplici /efficaci)

                                                            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_20171210_105133.png 
Visite: 1 
Dimensione: 80.5 KB 
ID: 1963090
                                                            Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                                                            Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X